Silver a ruota libera: Lottery, Draft, Calendario…

Come da prassi il Commissioner NBA ha parlato durante l’All Star Week-En affrontando tanti temi da quelli più discussi come il caledario e il formato Playoffs, fino alla novità africana!

SilverOltre agli eventi disputati sul campo durante questo All Star Game non sono mancati i comunicati importanti, il primo è arrivato subito venerdì con la nomina di LeBron James (30 anni) come Vice-Presidente (1° della storia, ndr) dell’Unione Giocatori, un forte segnale da parte della NBPA in vista del delicato CBA del 2017, argomento che il Commissioner Adam Silver non ha trattato nella sua rituale conferenza stampa.

C’è ancora molto tempo prima dell’estate 2017 e il Commissioner ha voluto parlare di quegli argomenti che nelle ultime settimane hanno destato più scalpore e discussioni, primo tra tutti il formato dei Playoffs che il Silver starebbe pensando di modificare (CLICCA QUI per leggere):

Se ci fosse stata una soluzione semplice l’avremmo presa tempo fa, continuo a credere nell’attuale formato composto da Division e Conference, anche se c’è la possibilità di migliorare. Ovviamente nella Eastern Conference i proprietari tengono al loro status quo così come ad Ovest per un’ipotetica modifica. Valuteremo la situazione e cercheremo di capire cosa fare.

Oltre ai Playoffs c’è sempre quella patata bollente chiamata Regular Season, Silver vule fare qualche taglio nel vero senso della parola:

Cercheremo già dalla prossima stagione si eliminare il più possibile situazioni da 4 partite in 5 giorni, è qualcosa che dobbiamo fare! Inoltre stiamo prendendo in considerazione la possibilità di accorciare la Pre-Season. Per i Back-To-Back dobbiamo ancora ragionarci su.

L’altro problema che sta emergendo negli ultimi anni è quello del “Tanking” in funzione della Lottery:

Serve un cambiamento! La proposta fatta tempo fa (Lottery stile ruota della fortuna, ndr) è stata bocciata ma sappiamo che bisogna apportare dei cambiamento ma aspetteremo la fine dei Playoffs.

Lottery quindi Draft e di nuovo, per il 2° anno consecutivo, Silver è tornato sulla questione dell’età minima per diventare professionisti, da 19 a 20 anni ma:

Michelle Roberts (direttrice esecutiva della NBPA, ndr) non è favorevole e capisco le sue motivazioni, ma continuo a pensare che sarebbe giusto alzare l’età minima a 20 anni.

L’NBA inoltre, nel suo processo di espansione globale, per la prima volta nella storia sbarcherà in Africa giocando un match di esibizione l’1 agosto (Sud Africa)

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B