Bryant, fighter senza fine: “Rinascerò! Non mollo”

Ieri notte negli States è andata in onda una bella intervista all stella dei Lakers che, ancora una volta, rifiuta l’idea di dover appendere le scarpe al chiodo e usa gli Spurs come riferimento.

KobeInterviewÈ stato uno dei grandi assenti all’ultimo All Star Game ma Kobe Bryant (36 anni) ha avuto tutte le luci dei riflettori la scorsa notte, infatti su NBA TV è andata in onda in prima serata un’intervista intitolata “Kobe: The Interview” con Jon Erlichman (Bloomberg) intervistatore a 360° sul passato, presente e soprattutto futuro dove Kobe vede ancora lontana la fine.

Il “Black Mamba” ha rassicurato i tifosi dicendo che la riabilitazione sta andando secondo la tabella di marcia e che può già tirare, in questa stagione ha giocato 35 partite con 22.3 punti di media e tirando col 37% dal campo (mai cos male in carriera, ndr), stiamo arrivando al capolinea? Guai a chiederglielo, anche perché ha sempre la risposta pronta:

Non posso dire che è la fine! Guardate gli Spurs, sono 20 anni che si continua a dire che sono finiti, vecchi e invece continuano a vincere. Quindi questa è la risposta alla domanda se sto pensando al ritiro, non posso dire che è la fine perché penso che la loro era era finita invece sono ancora qui, spero anche io in una rinascita della mia carriera.

A livello di fiducia nei propri mezzi e auto-stima il figlio di Jelly Bean non ha rivali nella Lega, ma prima c’è da sistemare una supercar che negli ultimi anni ha avuto troppi brutti guasti, ogni volta il #24 giallo-viola ha dovuto rimboccarsi le maniche per ritornare, ecco cosa lo spinge

È un processo che devo affrontare, non so se posso, voglio vedere se posso, voglio scoprirlo, quello che sto per fare è fare quello che faccio sempre, ho intenzione di rompere tutto fino ad arrivare al piccolo dettaglio e andare avanti dopo giorno per giorno. Un giorno alla volta.

Il che ricorda molto una figura he oggi compie 52 anni alla quale Kobe si è ispirato e non poco durante la sua carriera; durante l’intervista inevitabile una domanda sul rapporto con Shaquille O’Neal:

Amici? No! Mi conoscete, sono uno ossessivo che lavora giorno e notte e lui invece lavorava in maniera diversa

Inevitabile anche la domanda sul rapporto con Michael Jordan, con Bryant che parte dal primo scontro in carriera in quel di Chicago il 17 dicembre 1997:

Fu una partita divertente, imparai molto quella note soprattutto gli aspetti tecnici di Michael, mi ispirò molto!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    “Non posso dire che è la fine! Guardate gli Spurs, sono 20 anni che si continua a dire che sono finiti, vecchi e invece continuano a vincere. Quindi questa è la risposta alla domanda se sto pensando al ritiro, non posso dire che è la fine perché penso che la loro era era finita invece sono ancora qui, spero anche io in una rinascita della mia carriera.”

    Ehm, lo so, cose già dette, ma è inutile che Kobe continui a tirar fuori il sistema spurs come esempio da seguire, e nel mentre si comporta e agisce in modo opposto.

    Gli spurs sono lì dove sono anche perché il loro go-to-guy arrivato ai 30 anni, ha deciso con il pop di mollare la presa e non giocare più a mille.

    Duncan ha giocato in terza e ha lasciato spazio e responsabilità ai vari ginobili e parker, e da due anni a leonard, e grazie a loro ha portato a casa altri due anelli. Certo non ha vinto il finals mvp(e non lo meritava di certo) ma 5 anelli sono comunque 5 anelli.

    Non è che duncan abbia guadagnato poco, anzi per 3 anni ha superato i 20 ml annui, ma arrivato a dover scegliere tra soldi e possibilità di vincere, non ha di certo scelto i $$$.

    Kobe

    1996-97 Los Angeles Lakers NBA $1,015,000
    1997-98 Los Angeles Lakers NBA $1,167,240
    1998-99 Los Angeles Lakers NBA $1,319,000
    1999-00 Los Angeles Lakers NBA $9,000,000
    2000-01 Los Angeles Lakers NBA $10,130,000
    2001-02 Los Angeles Lakers NBA $11,250,000
    2002-03 Los Angeles Lakers NBA $12,375,000
    2003-04 Los Angeles Lakers NBA $13,500,000
    2004-05 Los Angeles Lakers NBA $14,175,000
    2005-06 Los Angeles Lakers NBA $15,946,875
    2006-07 Los Angeles Lakers NBA $17,718,750
    2007-08 Los Angeles Lakers NBA $19,490,625
    2008-09 Los Angeles Lakers NBA $21,262,500
    2009-10 Los Angeles Lakers NBA $23,034,375
    2010-11 Los Angeles Lakers NBA $24,806,250
    2011-12 Los Angeles Lakers NBA $25,244,493
    2012-13 Los Angeles Lakers NBA $27,849,149
    2013-14 Los Angeles Lakers NBA $30,453,805

    e continuerà a prenderne già troppi anche se fosse in campo(figuriamoci gli ultimi due anni).
    Lui quando si è trovato a scegliere ha scelto i soldi, quindi non può pretendere di avere una rinascita e un allungamento di carriera. Se duncan avesse fatto il go-to-guy dai 30 in poi, giocando fino allo sfinimento, credo si sarebbe ritirato con più soldi, statistiche ben più grasse, ma con 3 anelli, mica nulla, ma si sarebbe sognato gli altri due, la finale persa all’ultimo, e le finali di conference.

    Kobe ha 5 anelli, 7 finali, ha guadagnato una marea di soldi(aumentando il suo stipendio regolarmente anno dopo anno, fin dal 1996) quindi non deve star lì a pretendere un effetto-spurs così dal nulla, senza aver fatto a suo tempo, i dovuti sacrifici.

  • zed

    Ormai sono 5 anni che fa solo proclami poche partite giocate molte chiacchiere. L ora del ritiro è arrivata rassegnati.

  • kaepernick

    Mai avuto dubbi sul fatto che sarebbe tornato…nr 1

  • hanamichi sakuragi

    secondo me poteva essere più leggero su shaq.. ormai sono cose passate.
    shaq ha abbondantemente sotterrato l’ascia di guerra farebbe bene a fare lo stesso.
    ci stà dire no non siamo amici lavoriamo in modi diversi… aggiungere se lavori ti passo la palla se non lo fai no.. ecco quello è ampiamente evitabile.

  • zed

    Infatti 30 mln di dollari senza giocare è normale che torna. Il numero 1 di che delle chiacchiere

  • zed

    Uno ti fa vincere 3 titoli giocando da dominatore assoluto e dopo 10 anni ancora lo odi solo perché era più forte di te e ti toglieva spazio

  • kaepernick

    @zed ma all infuori di duncan ce ne uno che ti va bene..?

  • InYourWais

    Beh, che doveva dire, “sono un sacco di merda, un giocatore finito, posso solo trascinarmi per il campo”? L’esempio Spurs è solo funzionale al discorso “dicono da anni che sono finiti, ma restano sempre al top”, non penso volesse mettersi nel discorso “SIstema Spurs”, ovvio che per un solista come lui non va bene

    Su Shaq, anche qui, viva la sincerità, non ha detto che lo odia, solo che sono diversi come approccio allo sport e probabilmente non solo, quindi non è mai nata amicizia. Non è che ha messo in dubbio il suo ruolo nei titoli Lakers o come superstar

    Il problema semmai è che da due anni si fanno proclami, ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Purtroppo persino per un combattente come lui gli anni passano, e l’alta soglia di sopportazione del dolore ora se la da in faccia, dato che deve fronteggiare problemi che vanno al di là di un dito lussato…

  • InYourWais

    Poi mica ha detto che torna e spacca culi come noci di cocco, solo che “spero anche io in una rinascita della mia carriera”…che doveva fare, buttarsi da un cavalcavia dell’A 24? Ovvio che uno spera sempre…

  • Max

    FMB mi aspettavo un post per festeggiare i 52 anni di Jordan cosi’ facevi contento Zed 😀

  • Sui social abbiamo pubblicato 2 video e anche una foto, essendo i 52…fossero stati i 50 allora avremmo scritto qualcosa 😉

  • andreaphilly

    Io Kobe a Phila ce lo vorrei anche per 25 milioni all anno….
    1 perché vabbhe ovviamente non sono soldi miei e 2 perché comunque è una leggenda una di quelle che vorresti non si ritirassero mai

  • Max

    x F.M.B..ovviamente scherzavo 🙂

  • zed

    Su tutti i social e su molti altri siti si è celebrato il compleanno del re fmb stai sereno. eh eh eh

  • fabio r

    Da fan NBA spero solo possa fare il prossimo anno per intero e senza altri stop, il resto si vedrà.

    Ha cmq sbagliato e tanto al momento dell’ultimo contratto, si è impiccato da solo come uno stupido (sportivamente parlando). Ora quando parla degli Spurs è proprio ridicolo …e io ammiro tantissimo Bryant. Credo alla fine che il prossimo sarà l’ultimo perchè non mi sembra il tipo di giocatore che sarà in grado di giocare “in terza” come Duncan, lui vuole essere il go-to-guy assoluto e fisicamente non è più in grado di farlo. Ripeto, spero solo finisca sano la stagione 2015-16 in modo da farsi in giro dei palazzetti e farsi vedere x l’ultima volta da tutti i tifosi usa. Almeno questo se lo merita!!!!

  • Michael Philips

    Anche perché se Duncan avesse continuato a giocare a mille dopo i 30 anni(e già a 31 iniziò ad avere un enorme calo fisico)si sarebbe forse fatto male, e sarebbe arrivato spompato a fine stagione. Non è che tim ha deciso a 37 anni di allungarsi la carriera.

    La sua è stata una decisione presa quando ancora poteva spaccare i culi, e ha semplicemente pensato ai potenziali anelli e meno ai traguardi personali, perché altrimenti anche duncan avrebbe potuto mettere numeri assurdi, ma da questo punti di vista si è sempre risparmiato per i playoffs.

    C’è chi diceva che Kobe a 36 anni è bollito mentre jordan a 37-38 era meglio.

    Beh, se non si contestualizza, forse sì.

    Ma Jordan a 36 anni aveva 5-6 stagioni in meno sul groppone rispetto a Kobe e rispetto a quelle che avrà probabilmente lebron o durant. Poi si parla di stagioni piene, quasi sempre con i playoffs e giocate sempre al massimo.

    Per Kobe credo sia troppo tardi, oppure cambia registro e si accorda per 28-29 min a sera, giocando con calma e senza forzare prestazioni super. Meno tiri, meno possessi ma più freschezza sulle gambe anche a fine stagione. Meno pressione sul groppone e responsabilità distribuite meglio all’interno del team.

    Un Iverson avrebbe potuto avere una carriera ben più lunga e di successo se solo avesse collegato il cervello e capito di non poter fare il go-to-guy a vita.

  • zed

    Certo il fatto che dice di non avere veri amici è di una tristezza unica.mi sembra un pochino ossessionato da Tim e gli spurs penso che se Duncan lo supera come numero di titoli entrerà in paranoia

  • Michael Philips

    Zed

    Duncan ha comunque un palmares superiore:

    TD
    2 MVP
    3 Finals MVP
    5 Anelli

    KB
    1MVP
    2 FINALS MVP
    5 Anelli

    Ma duncan è meglio pure di bird da questo punto di vista:

    Bird
    3 MVP
    2 FINALS MVP
    3 ANELLI

  • zed

    Infatti per me Duncan è stato il migliore del dopo Jordan .Kobe ha più tifosi e il suo modo di fare dentro e fuori del campo e il fatto di giocare nei lakers lo hanno reso molto più popolare di Tim,ma sono sicuro che quando si saranno ritirati entrambi a mente fredda Duncan sarà giudicato un giocatore migliore di Bryant.

  • zed

    Mp penso che il.palmares di Duncan abbia pochi eguali .Jordan Magic e jabbar oltre a russell hanno fatto meglio considerando titoli e allori individuali e stop

  • Michael Philips

    Non so, i palmares sono oggettivi, ma i paragoni tra il livello di giocatori è complesso. Dire che duncan può o non può essere considerato più forte di kobe è un casino. Ruoli troppo diversi.

    Jabbar 6 mvp, 6 anelli, 2 finals mvp(quello del 1980 lo meritava lui, ma tutti si fecero prendere dalla magic-mania), eppure c’è chi prima di lui prende shaq e hakeem.

    Sicuri sicuri che russell fosse più forte di chamberlain perché il primo ha 5 mvp e 11 anelli e il secondo “solo” 4 mvp e 2 anelli? Non è mica tennis eh!

  • hanamichi sakuragi

    .”Kobe ha più tifosi e il suo modo di fare dentro e fuori del campo e il fatto di giocare nei lakers lo hanno reso molto più popolare di Tim”: vero

    secondo me Kobe è stato un giocatore più forte, e non di poco, di duncan.
    i primi 2 titoli di duncan valgono un pò di più dei primi 2 di bryant.
    il 3° lo metto sullo stesso livello
    il 4° e 5° di tim valgono sicuramente meno del 4° e 5 ° di bryant.

    il palmares di tim è > di quello di bryant

  • zed

    Io parlo di opinioni personali c’è qualcuno che considera iverson uno dei più grandi di sempre .la vita è bella perché è varia.

  • zed

    Ma jabbar ha vinto il.titolo coi bucks oltre a quelli coi lakers per me è il miglior centro di sempre a mani basse

  • Michael Philips

    Hanamichi

    sì diciamo che i palmares lì sono e non si toccano.

    Ma un giocatore non è solo quello(malone & stockton peggio di sheed e billups?)

    Io ho sempre fatto notare che gli spurs nelle prime due finali nba hanno trovato avversari risibili rispetto a loro. I Lakers hanno lottato contro i pacers ma contro sixers e nets proprio non c’era paragone.

    Ci sono state delle finali completamente squilibrate e altre equilibrate per via del livello simile dei team.

    1999 Knicks vs spurs,
    2001 Lakers vs Sixers,
    2002 Lakers vs Nets,
    2003 Spurs vs Nets,
    2007 Spurs vs Cavs

    poi le cose sono cambiate, più equilibrio tra le finaliste, sopratutto dopo il 2006:

    2006 Heats vs Dallas
    2008 Lakers vs Celtics
    2009 Lakers vs Magic
    2010 Lakers vs Celtics
    2011 Miami vs Dallas
    2012 Miami vs Thunder
    2013 Miami vs Spurs
    2014 Miami vs Spurs

    vero anche che spesso lakers e spurs giocavano le gare più toste in semi-finale di conference o in finale di conference, ma resta il fatto che si vince battendo l’altra finalista.

    Su Iverson, ci sono diversi finals MVP che non sono assolutamente forti quanto lo era Iverson, eppure questi rimarranno negli annali: vedi Billups, Leonard, Dumars, Parker.

  • low profile

    Ma ancora con sta storia degli avversari in finale?
    guardate che trovare team ridicoli alle finales causa sbilanciamento tra conference non è un attenuante ma una aggravante perchè se il capitolo finale è una passerella l’impresa è arrivarci, e arrivarci tante volte=tante imprese.

    Poi una cosa che ciclicamente ritorna, ma veramente pensate che nel 2007 l’mvp dei PO e vero ed indiscusso leder era Parker e non Duncan?
    Le finali come detto rientrarono nell’ottica di passerella finale, i veri colpi furono far fuori i suns e i jazz ed in entrambe le serie il vero ed unico padrone fu sempre il solito TD, poi contro i cavs poteva anche starsene seduto per 3 gare e 1/2 ed entrare solo per la nomina di partecipante che tanto gli spurs avrebbero vinto lo stesso ma perchè infinitamente superiori, di certo Parker ebbe carta bianca per fare il cavolo che gli pareva ma l’mvp riservato alle finals premia appunto il miglior giocatore delle finals, che come detto avevano un significato intrinseco molto minore delle serie ad ovest, dove Duncan fece da Duncan come sempre

  • Michael Philips

    “Poi una cosa che ciclicamente ritorna, ma veramente pensate che nel 2007 l’mvp dei PO e vero ed indiscusso leder era Parker e non Duncan?”

    No, duncan fece degli ottimi playoffs, ma nelle finals non fece benissimo considerato che di fronte aveva il nulla lituano, e fu parker a condurre i giochi.

    “Le finali come detto rientrarono nell’ottica di passerella finale, i veri colpi furono far fuori i suns e i jazz”

    Far fuori i Jazz fu un colpo? Davvero?

    I jazz erano un team da 51W(i cavs da 50…)e per mettere i puntini sulle i, duncan giocava contro boozer che per essere scarsissimo in difesa com’era, fece molto bene contro duncan in attacco(ebbe stats quasi identiche a quelle del caraibico per dire).

    Non fu dominante duncan, e parker fu ai suoi livelli, con l’unica differenze che doveva sorbirsi la miglior versione di deron williams. Così giusto per raccontare a chi non ricorda che il dominio di cui si parla, non c’è stato da parte di duncan in quella serie, e che gli avversari inoltre non erano assurdi come si vorrebbe far pensare.

    Vs i Suns: c’è chi potrebbe tirare fuori gli incresciosi fatti di quella serie, ma vabbè, lascio ad altri.
    Lì sì che Duncan fece il n.1(pur con uno stat che rimane l’avversario che in attacco ha fatto subire duncan più di qualsiasi altro), parker fece sempre bene, ma non ai livelli di duncan.

    Fu la vera finale, con l’unica pecca della squalifica del migliore realizzatore dei suns…

  • low profile

    Mi auguro vivamente che tu fallisca nel tuo intento di far passare il Parker del 2007 come uomo più importante di quell’anno.
    Che poi il Parker dell’epoca che era principalmente uno scorer, 20 ppg durante i PO, Duncan che faceva ancora il Duncan a tutto tondo 22 e 11, manco segnava di più, figurati.
    Nelle finals fu dominato da Ilga. Questa resterà negli annali

  • Michael Philips

    LP

    Non fallirò perché non è il mio intento, quindi..

    Come ho già detto, quindi o non capisci o fai lo gnorri(din din din, risposta esatta!), parlavo di nba finals e parker giocò meglio di duncan nelle finals del 2007.

    Non ho detto che duncan fu dominato da ilga(chi potrebbe?) ma che pur avendo di fronte il nulla, fece meglio di lui parker.

  • InYourWais

    Duncan è stato il giocatore tatticamente più importante degli Spurs, per carattere, leadership, punti in post, presenza difensiva, in ognuna delle 18 stagioni giocate, lo sanno tutti, ed il Pop è il primo a dirlo. Poi Parker o Leonard possono aver giocato delle serie individualmente superiori, ma la prima ragione del successo Spurs è sempre stato il Caraibico

    HS

    “secondo me Kobe è stato un giocatore più forte, e non di poco, di duncan.
    i primi 2 titoli di duncan valgono un pò di più dei primi 2 di bryant.
    il 3° lo metto sullo stesso livello”

    Beh detto da un tifoso Lakers è un manifesto all’obbiettività. Non è che dici per quale motivo Kobe è più forte, anzi, molto più forte di TD, è così e basta. Chiedi ai 30 GM della Lega da quale dei due partirebbero per costruire una squadra, vedrai quanti ti direbbero Kobe

    Poi senti, tu sei libero di scrivere quello che ti pare, ma se non vuoi sembrare ridicolo dovresti darti una regolata. Il 3° titolo di Kobe venne contro dei ridicoli Nets, con Shaq a distruggere gli avversari a suon di 40elli con 20 rimbalzi annessi

    Il 3° titolo di Duncan venne contro i Pistons di Larry Brown, una delle squadre meglio allenate di sempre, con un sistema difensivo mostruoso, contro la frontline Sheed-Big Ben-McDyess, in una delle finali più belle degli ultimi 20 anni. Ora mi devi dire in base a che cosa questi due titoli sarebbero paragonabili

    Io boh, mi chiedo se la gente legge quello che scrive

  • zed

    Iyw ti quoto alla grande. Io dico che guardando le carriere di Kobe e Duncan se uno capisce di basket si prende Duncan per vincere se ti piacciono le spacconate e i one man show Kobe. I kobisti dimenticano che il giovane Duncan era il migliore difensore della lega e immancabile per i pari ruolo e che per 16 anni ha portato la sua squadra ai playoffs con ottimi record mentre Kobe ha fallito per 3 anni i playoffs e per altri 3 o 4 ha perso al primo turno. In termini di efficienza c’è un mare fra i 2 ma come detto nell’altro post il fatto di giocare nei lakers e il suo modo di.porsi rendono Kobe agli occhi dei fans inesperti più di quello che è

  • hanamichi sakuragi

    rispondo un pò a tutti:

    parker/duncan: su questo discorso sono d’accordo con LP secondo me al di la di tutto lo meritava duncan

    @iyw: la mia obiettività da tifoso lakers vale quanto la tua da tifoso spurs. anzi trattandosi di lakers la tua vale meno dato il tuo odio conclamato.
    detto questo ritengo kobe più forte di duncan in quanto, SECONDO ME, è stato più un uomo solo al comando (con shaq ha tentanto di esserlo) rispetto duncan che sicuramente è stato infinitamente più uomo squadra rispetto kobe e un leader diverso, e sicuramente migliore e più intelligente. mettendo il tutto sul piatto della bilancia ritengo comunque kobe superiore.
    il discorso “chiedi a tutti i GM” sembra il discorso di un bambino di 7 anni.. no mi spiace non posso chiedere a tutti i GM e allenatori chi prenderebbero se l’hanno fatto e me lo fai leggere ne prenderò atto e mi farò venire più di qualche dubbio.. altrimenti chiedi tu a tutti i GM e poi fammi sapere cosa dicono.. oh ma fai un filmato che documenti le tue interviste per avere un pò di veridicità.

    sul 3° titolo kobe è stato più che fondamentale per arrivare in finale segnado ai livelli di shaq se non di più.. ora se non ho fatto cagate su basket reference leggo:
    play off 2003 bryant 32,1 + 5 + 5 /partita col 43% (più di shaq) ( http://www.basketball-reference.com/teams/LAL/2003.html )
    play off 2005 duncan 23 + 12 +3/paritta col 46% ( http://www.basketball-reference.com/players/d/duncati01.html)
    per cui pur riconoscendo il valore super dei pistons in finale resto della mia idea.
    oh se ho scritto cagate da reference chiedo venia in anticipo.