Warriors e Cavaliers volano, colpaccio Raptors!

Toronto asfalta gli Hawks ad Atlanta, LeBron domina Washington e gli “Splash Brothers” gli Spurs, tonfo per Portland e Chicago, Dalla c’è su Houston, Cousins-Karl ok la prima!

Orlando Magic – New Orleans Pelicans 95-84
ORL: Fournier 16, Vucevic 18 (13 rimb), Oladipo 22, Payton 10 (11 ass)
NOP: Davis 13 (11 rimb), Gordon 11, Evans 4 (10 ass), Pondexter 13, Anderson 13

Torna Anthony Davis ma i Pelicnas perdono ad Orlando contro i Magic trascinati da Victor Oladipo; partita segnata ad inizio 4° periodo, break di 16-2 per i padroni di casa che si sono portati dal 73-73 al +14 (89-75) con 5’ da giocare.

Philadelphia 76ers – Indiana Pacers 95-106
PHI: Mbah a Moute 16 (10 rimb), Noel 12, Frazier 13, Grant 16, Sampson 11
IND: Miles 17, Stcueky 30, Scola 16, Rudez 10

Rodney Stuckey realizza 30 punti uscendo dalla panchina nella vittoria dei Pacers i quel di Philadelphia; all’intervallo ospiti già padroni del match sul 40-58, toccheranno anche il +24 (61-85) verso la fine del 3° quarto.

Atlanta Hawks – Toronto Raptors 80-105
ATL: Millsap 11, Horford 7 (12 rimb), Korver 11, Teague 11, Bazemore 10
TOR: A.Johnson 11, Valanciunas 8 (13 rimb), DeRozan 21, Lowry 10, Williams 26

201502201947712417837Primo colpo della notte firmato Toronto Raptors, dominatori assoluti in quel di Atlanta con l’ex Lou Williams protagonista; dopo un primo tempo equilibrato (45-49), i canadesi cambiano marcia nella ripresa giocando un superbo 3° quarto difensivo! Atlanta tirerà 3/19 dal campo, subirà 5 stoppate e commetterà ben 9 palle perse con gli avversari che scapperanno sul +19 (58-77) grazie ad un parziale di 13-28. A fine partita i recuperi per Toronto saranno 15 e le stoppate rifilate 9!

Detroit Pistons – Chicago Bulls 100-91
DET: Butler 10, Monroe 20, Drummond 18 (20 rimb), Cladwell-Pope 12, Dinwiddie 12
CHI: Gasol 12, Noah 20 (14 rimb), Butler 30, Gibson 15

201502201927700507721Aspettando Reggie Jackson i Pistons battono niente meno che i Bulls grazie alle due torri Monroe-Drummond, vano il 30ello di Jimmy Butler; anche qui 3° quarto decisivo, dopo i primi 34’ Bulls avanti 45-53, poi il black-out! Chicago tirerà 7/20 nel 3° quarto subendo 32 punti (32-15 il parziale dei 12’) finendo sotto 77-68! Nel 4° periodo gli ospiti tornano sul -3 (79-76) ma un parziale di 8-2 Pistons darà il +9 (87-78) a 5’23” dalla fine, vantaggio difeso fino alla sirena.

New York Knicks – Miami Heat 87-111
NYK: Calderon 11, Galloway 19, Bargnani 11, Hardaway Jr. 17
MIA: Deng 13, Haslem 12, Whiteside 12, Chalmers 13, Wade 12, Napier 18, Anderse 12, Johnson 14

Italian Job: Bargnani 11 pt (3/7, 0/1, 5/6), 6 rimb (2 off), 1 ass in 23’

Aspettando Goran Dragic Miami manda 8 giocatori in doppia-cifra con il rookie Shabazz Napier to-scorer nella facile vittoria a NY; grazie ad un 2° quarto da 22-33 Miami va al riposo lungo avanti 48-58 e non si girerà più indietro.

Minnesota Timberwolves – Phoenix Suns 111-109
MIN: Wiggins 20, Pekovic 16 (11 rimb), Martin 28, Rubio 10 (14 ass), Dieng 15 (12 rimb)
PHX: Tucker 11, Markieff Morris 31, Len 11 (10 rimb), Green 12, Bledsoe 12, Marcus Morris 14, Goodwin 12

Andrew Wiggins e Kevin Martin trascinano Minnesota di misura con i Phoenix Suns (senza Knight) con brivido finale; a 17” dal termine Wiggins va a segno col layup del +3 (110-107), Bledsoe sbaglia e dalla lunetta Dieng fa 1/2 per il +4 ma Phoenix non molla. Segna Tucker 2 veloci e Kevin Martin fa 0/2 dalla lunetta a 1” dalla fine, fortuna dei T-Wolves che i Suns non avevano più time-out a disposizione.

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 89-127
WAS: Nene 18, Wall 18
CLE: James 28, Smith 15, Irving 25, Shumpert 12, Jones 10

Cleveland Cavaliers v Washington WizardsLeBron James realizza 28 punti in 25’ guidando i suoi Cavs ad un’importante vittoria in quel di Washington; partita senza storia e finita dopo appena 15’, James realizza 10 punti nel 1° quarto e in apertura di 2° Shumpert spara 8 punti consecutivi nel break di 14-2 per il +21 (28-49) con ancora 8’25” da giocare, Cleveland non si girerà più indietro.

Dallas Mavericks – Houston Rockets 111-100
DAL: Parsons 12, Nowitzki 12, Chandler 10 (14 rimb), Ellis 12, Rondo 13, Aminu 17 (12 rimb), Harris 17, Villanueva 13
HOU: Ariza 16, Harden 26, Smith 15, Brewer 10

Houston Rockets v Dallas MavericksDallas batte per la rima volta in stagione gli Houston Rockets grazie ad un solido contributo dalla panchina; Mavericks padroni del campo sin dalla palla due, toccheranno anche i +20 ma, a 5’ dalla conclusione Houston è ancora viva sul -5 (94-89) e palla in mano, Harden però si farà scippare da Villanueva e Aminu realizzerà 4 punti consecutivi per il +9 (98-89) a 3’16”. Nel 4° periodo Villanueva e Devin Harris realizzeranno rispettivamente 10 e 12 punti.

Milwaukee Bucks – Denver Nuggets 89-81
MIL: Antetokounmpo 10, Dudley 11, Henson 14, Middleton 15, Bayless 11, Mayo 13
DEN: Chandler 19, Nurkic 11 (15 rimb), Gallinari 10

Italian Job: Gallinari 10 pt (3/6, 2/6, 2/2), 5 rimb (1 off), 2 ass, 4 rec in 35’

Milwaukee manda tutto il quintetto base nel successo interno contro Denver nel giorno in cui Gallinari ritrovava il quintetto base; proprio il Gallo tiene la partita aperta sul 74-71 grazie ad una sua tripla, Milwaukee riesce a 3’26” dalla conclusione a staccare gli ospiti con un parziale di 6-0 chiuso con la bomba di Middleton per il +10 (89-79) a 84” dall’ultima sirena.

Utah Jazz – Portland Trail Blazers 92-76
UTA: Hayward 20, Favors 16, Burke 19
POR: Aldridge 14, Matthews 13, Lillard 19

Batosta esterna dei Trail Blazers a Salt Lake City contro i Jazz di Trey Burke; ospiti in partita nei primi 24’ avanti 39-43 poi il nulla! Infatti Portland nella ripresa realizzerà appena 33 punti tirando 10/36 dal campo e subendone 53 con Hayward autore di 15 punti.

Sacramento Kings – Boston Celtics 109-101
SAC: Gay 28, Cousins 31 (15 rimb), McLemore 10, Williams 11
BOS: Bass 13 (10 rimb), Zeller 22, Bradley 28, Smart 16

Italian Job: Datome DNP

Buona la prima per coach Karl a Sacramento con DeMarcus Cousins dominatore (31+15) della partita; a 4’02” dal termine dell’incontro Boston è sotto solo di 1 (95-94) ma per 2’ abbondanti non troverà più la via del canestro, Sacramento nei approfitterà piazzando il break decisivo di 8-0 per il +9 (103-94) a 90” dallo scadere.

Golden State Warriors – San Antonio Spurs 110-99
GSW: Barnes 16, Green 11, Thompson 20, Curry 25 (11 ass), Lee 11, Iguodala 14
SAS: Leonard 12, Baynes 12 (10 rimb), Diaw 11

Italian Job: Belinelli 9 pt (3/6, 1/2 da 3), 1 rimb, 2 ass, 2 perse in 19’

786_1444659_428018I Golden State Warriors versione “Capodanno Cinese” asfaltano i San Antonio Spurs con gli “Splash Brothers” in prima fila; al riposo lungo Spurs sotto di 7 grazie al buzzer-betaer di Belinelli (62-55), nel 3° quarto però gli speroni non la buttano dentro mai, 4/20 dal campo contro 11/24 degli avversari che scavano il solco, 27-13 la frazione e +21 (89-68) con Curry già a quota 25 punti e Thompson a 17.

Los Angeles Lakers – Brooklyn Nets 105-114
LAL: Kelly 12, Sacre 13, Clarkson 12, Hill 12 (10 rimb), Davis 16 (14 rimb), Lin 18
BKN: Bogdanovic 18, Johnson 23, Anderson 14, Williams 12 (15 ass), Lopez 22 (14 rimb)

Deron Williams ritrova dopo 3 mesi il quintetto base, chiude cin 12+15 assist guidando i Nets al successo sui Lakers; anche qui partita spaccata in due nel 3° quarto, 20-40 il parziale Brooklyn con Joe Johnson autore di 13 dei suoi 23 punti finali, +19 (77-96) e incontro finito.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • kaepernick

    la maglietta dei warriors e inguardabile..

  • InYourWais

    Per quello che mi riguarda, forza George Karl, lo adoro dai tempi dei Supersonics

  • Shady

    oggi provo io a rompere il ghiaccio scrivendo qualche cazzata…
    corsa per i play-off mi sembra conclusa, NOP ha dimostrato che dietro davis c’è il nulla, e pure con tutti i miracoli del monociglio non potranno mai andare ai PO soprattutto in questo west spietato.
    i suns hanno fatto un suicido destabilizzando l’ambiente con tutte le voci di mercato e cambiando mezza squadra fra cui giocatori importanti, anche quest’anno probabilmente si guarderanno i PO sul divano da grandi esclusi…
    altana comincia a perdere qualche partita di troppo e a dimostrare qualche limite, se la serata non gli gira bene non hanno nessuno che gliela possa risolvere, ma hanno un vantaggio consistente (5 gare su TOR) per permettergli di mantenere la prima piazza, anche se ai PO non credo faranno troppa strada
    raptors che invece dopo un periodo di flessione tornano a macinare alla grande, non credo che spodesteranno gli hawks tranne clamorosi harakiri di questi, ma in compenso se non si suicideranno anche loro il 2 posto dovrebbe essere assicurato (5gare su CLE) ((dopo CHI e CLE li vedo i favoriti ad EST per i play off)
    CHI invece continua a non voler trovare una continuità nei risultati con CLE che si avvicina pericolosamente e che penso che fra pocò li supererà. e questo ai PO potrebbe essere importantissimo perchè con tutti i limiti che queste due squadre possano avere sono le uniche che si possano giocare le Finals ad est, quindi avere il fattore campo potrà aiutare
    CLE che invece sembra aver trovato quel minimo di chimica e di difesa che non guastano mai, non si può più dire che hanno battuto solo squadrette anckpekkè ALCUNE fra di esse stanno in zona PO (LAC POR OKC CHI ancora LAC) e comunque sia nei confronti di CLE che di CHI, non per fare quello che le da favorite per poi insultarle quando vengono eliminate, chi cazzo le vede perdere per 4 volte contro TOR WAS ATL?!
    comunque non male il #23 chissà che se non continui così curry non si debba guardare indietro…
    WAS spiegatemi voi cosa ha perchè è impensabile che una squadra del genere abbia dei cali così netti… wall e beal forse non erano tutti sti fenomeni… (attenti a MIL)
    Dallas che si riprende n’attimo pure con una discreta partita di rondo ma da qui a consolidarsi la strada è lunga… mentre HOU continua a non volerti dare quelle certezze da contender e harden da MVP
    POR in leggero calo come la scorsa annata, mi aspetto una corsa rovente per la 3 piazza con protagoniste HOU LAC POR e DAL
    SAS che secondo il mio modesto parere ne stanno perdendo troppe, così rischiano seriamente la 7 piazza con OKC, e comunque, non per darli per morti, ma st’anno mi sembrano un po’ più morti del solito, cominciano a perdere tante partite e con divari pesanti, cose quasi mai accadute gli anni passati, il gioco mi sembra meno fluido e meno incisivo, sinceramente darli messi meglio di altre squadre a quest PO mi sembra un azzardo, tutto questo non per sminuirli o denigrarli, ma semplicemente perchè la fine arriva per tutti
    GSW d’altra parte continua a fare faville a demolire tutti con un ottimo attacco difesa e con la sua stella che comincia a prepararsi il discorso da MVP

    bene ho messo un po’ di carne al fuoco, spero di non aver scritto troppe stronzate! 😀

  • @Shady Washington sta affrontando un momento di flessione e questo è il momento per capire se hanno maturato rispetto l’anno scorso

  • Illmatic

    i cavs non è che han trovato amalgama o robe del genere. Semplicemente Lebron si è messo a dominare. gioco di squadra pari a zero. Brutti proprio. Forse hanno iniziato a difendere un po’ meglio grazie a mozgov e a qualcuno che si è svegliato bene e ha deciso di provare a difendere.
    I bulls non hanno continuità e al momento in questa stagione butler é più forte e più importante di Rose. Credo che ciò abbia delle conseguenze.
    spurs ingiudicabili in rs. Finché ci sono duncan e pop non voterò mai contro. Poi li ho visti vincere la west e uscire al primo turno. Come cazzeggiare tutto l’anno e poi fare le finali. Ne riparliamo.
    Nelle prossime dieci partite vedremo Atlanta di che pasta è fatta. E come reagirà alle sconfitte.
    Io continuo a voler bene a memphis. Certo che spurs al primo turno sono il male. Specie da quando il pop ha visto che col pick N roll alto non sanno difendere. L’ultima volta 4/0

  • Michael Philips

    Ad ovest ad oggi ci sarebbe

    warriors vs thunder
    Memphis vs spurs
    Blazers vs mavs
    houston vs clippers

    L’ordine potrebbe cambiare ok, ma credo che se durant rimane sano, i thunder non potranno saltare i playoffs, e credo quindi che le 8 dei playoffs sono e saranno queste.

    Ad oggi golden state se come credo arriverà con il primo seed, sarà costretta a giocare uno dei primi turni più rischiosi che io ricordi: o thunder o spurs.

    Merda in entrambi i casi, con un serio rischio di una rievocazione storica di denver vs sonics 1994 o mavs vs warriors 2007, con la differenza che se una tra thunder e spurs mandano a casa i warriors non credo si griderebbe allo scandalo.

  • Secondo me per i GSW i Thunder sono la squadra peggiore da incontrare, in un eventuale primo turno non li vedo favoriti assolutamente.

  • low profile

    MP

    GS è al momento la miglior squadra ad ovest, ma entrando nel periodo ipotetico e dando per buono l’accoppiamento con OKC io non lo paragonerei ai casi citati, i Thunder sono al netto delle circostanze sfavorevoli di quest’anno (io???) una power house, una sfida del genere sempre e ribadisco se dovesse capitare varrà un primo turno 1 vs 8 ma potrebbe tranquillamente valere anche una finale di conference e la storia insegna che giunti alle finali di conference il seeding conta sempre tanto ma un pò di meno che negli altri turni. Ergo chi vince vince chi perde perde ma la sconfitta upset o no non sarà comunque “giustificata”

  • low profile

    c’era un non di troppo nella mia ultima frase

  • GSW-OKC al 1° turno…rischio Upset altissimo! Non mi sorprenderei si Kerr “tankasse” nell’ultimo mese ma credo che OKC possa arrivare (e azzardo) fino al 6° posto

  • michele

    i thunder arriveranno ottavi solo per colpa degli infortuni, altrimenti sarebbero finiti con ogni probabilità tra le prime quattro

    sono infinitamente più forti dei nuggets 94 o dei warriors 07.

    a est invece i risultati di stanotte rafforzano sempre più la mia convinzione che cleveland andrà in finale.

  • zed

    No Michele ma cosa dici i cavs fanno pena e i bulls son forti come quelli dei 2 3 peat solo un immenso prescelto potrà fargli passare un turno dei playoffs. Ovviamente sono ironico in finale di conference vanno di sicuro è se non vincono il titolO quest’anno lo vinco sicuro l’anno prossimo .Capitan coraggio LeBron quando si fa le squadre per vincere se le fa per bene.a proposito Ray Allen sorpresa sorpresa ha scelto i cavs

  • Michael Philips

    Michele

    infatti è quello che dico da un pò, i thunder son lì giusto perché hanno avuto out entrambi i propri go-to-guy e non per poche gare.

    Il paragone tra quelle serie del 1994 e del 2007 non è riferito al divario tra l’ottava e la prima, e da qui il clamoroso upset, ma al fatto che sia con san antonio e sia con i thunder all’ottavo posto si rischia uno storico upset. Poi che dire, se arrivano ottavi gli spurs ancora meno sorprendente l’upset, già che son giusto i campioni NBA in carica.

  • michele

    beh michael, ma io contesto proprio l’aggettivo “storico” che riferisci agli upset…. sia perchè teste di serie cadute nei playoff ce ne sono state tante ormai ( gli stessi Spurs nel 2011 contro Memphis), sia perchè se i thunder o gli spurs buttano fuori GSW è una cosa che ci puo’ stare, sono due squadre che valgono più della loro classifica. Come Houston nel 95 valeva certamente più del sesto posto in griglia che aveva, per fare un esempio. E vinsero il titolo sempre sovvertendo il fattore campo in ogni turno.

    upset storici furono quelli del 94 o del 2007 perchè nessuno li aveva pronosticati.

    E un upset storico sarebbe se Atlanta quest’anno uscisse al primo turno contro Boston per dire…hehheheh

  • Michael Philips

    Michele

    capisco eh, ma storico è riferito al fatto che gli upset che vedono il primo seed eliminato dall’ottavo sono molto rari, pur con una manciata di precedenti alle spalle, che appunto, sono solo una manciata in anni e anni.

  • michele

    considera pero’ che siamo nella “tonnara occidentale”, quindi la distanza tra la prima e l’ottava come qualità è già di per sè più sfumata del solito, senza contare la contingenza di quest’anno di cui si è parlato.

    anche l’anno scorso gli Spurs hanno rischiato le penne contro Dallas.

    poi certo, chiaro che a Oakland si stanno già toccando e non vorranno certo entrare nel ristretto club delle teste di serie cornute e mazziate, non deve essere proprio piacevole!

  • alert70

    Kings
    La svangano dopo aver concesso 30 punti da palle perse. Zeller è buono buono, Smart è cazzuto mentre Turner mi fa tristezza. Il ragazzo è un mammifero di difficile collocazione. Non sa fare nulla di buono ma sa fare tutto.
    I Kings dell’era Karl hanno iniziato con una W nonostante una partenza ad handicap. DMC si è preso un tecnico, sembrava quello dello scorso anno, poi buon per tutti ha messo la testa a posto e con Gay ha spaccato la gara in due negli ultimi 5 minuti.

    Spurs
    Devono stare attenti, rischiano la 6/8 piazza ad ovest. E’ vero che ai po sarà duverso però rischiano di affrontare al primo turno i Warrios, non proprio una passeggiata di salute.
    Sorpreso dalla batosta Hawks, vediamo nelle prossime 5/6 gare se c’è una flessione o è stato un incidente di percorso.
    Bucks
    La vera sorpresa della NBA, con un coach al secondo anno e una manica di giovani sta facendo meraviglie. Tendenzialmente è difficile vedere un grande cestista diventare un gran coach, ma Kidd sembra sfatare questa tabù.
    Sixers
    I telecronisti Kings si dicevano stupefatti dalla cessione di MCW. Non solo ma enfatizzavano il concetto secondo cui raccattare scelte andava bene per ricostruire, salvo constatare che non “vanno in campo”, con l’aggravante che se li cedono dopo due/tre anni è difficile intravedere la luce in fondo al tunnel. Effettivamente sembrano in confusione totale.

  • michele

    ciao alert, come va? è da un po’ che non ti facevi sentire.

  • mad-mel

    solo voi vedete il rischio up set di okc contro golden state.
    4-2 se okc fa tanto….

  • brazzz

    infatti la cessione di WMC non l’ho capita..ti fai ridere dietro per anni,con la scusa di ammassare scelte(già di suo una mezza cazzata).e si arriva a questa situazione..2 prime scdelte alte che han perso,entrambe,il primo anno,e un’altra scambiata per il niente..e quindi?resta una opzione..scambiare noelper la prima di qualcuno,purchè rigorosamente sginocchiata,poi l’anno prox cedere embid per la prima scelta di qualcuno,ma solo se protetta,poi suicidarsi direttamete,facendo esplodere il palazzo….dottore,moses,toney cheeks,jones,dove siete??? chuck e allen,dite qualcosa a questi ritardati…

  • InYourWais

    No no,infatti, chi non darebbe retta ai pronostici del grande esperto di NBA Mad-Mel? ESPN si basa sul tuo profilo facebook prima di pubblicare articoli

  • Michael Philips

    Intanto Durant fuori questa notte contro gli hornets per i soliti dolori al piede operato ad ottobre.

    Brooks dice che non ci sono rischi o problemi seri, ma il punto è che evidentemente qualcosa non è andato come doveva già che lui continua a giocare con discontinuità, e anche quando gioca spesso è limitato dai dolori. Forse c’è stato un ritorno troppo frettoloso.

  • Michael Philips

    CLAMOROSO

    bosh fuori per tutta la stagione a causa di alcuni coaguli di sangue in un polmone.

    Sfiga allucinante per un giocatore che per il resto è quasi sempre stato in perfetta salute e quasi nessun infortunio. Davvero assurda come cosa e ora credo apriranno una inchiesta già che bosh è il secondo dopo teletovic a chiudere la stagione a causa dello stesso problema.

    Sfiga per gli heat che avevano appena preso dragic e ritrovato wade in quintetto.

    Non ho parole. Spero solo che bosh si riprenda al più presto.