Vendetta di Thomas, Conley salva Memphis, Spurs K.O!

Pelicans e Grizzlies vittorie importanti e di misura, Thomas si vendica sui Suns, Dragic trascina Miami su Phila, Spurs tonfo a Salt Lake City, bene Bulls e Harden da tripla-doppia!

Miami Heat – Philadelphia 76ers 119-108
MIA: Deng 29, Whiteside 12 (14 rimb), Wade 18, Dragic 23 (10 ass), Walker 11
PHI: Sims 12, Noel 18, Covington 16, Canaan 11, Thompson 22

Philadelphia 76ers v Miami HeatGoran Dragic mette la firma nella sua prima prima vittoria in maglia Heta (23+10) battendo i 76ers nella ripresa; gli ospiti tengono botta nei primi 24’ andando al riposo lungo sotto solo 61-60, ma nel 3° quarto Miami cambi marcia! 30-19 il parziale del 3° quarto con Dragic autore 11 punti, Phila finirà sul -12 e non rientrerà più.

Chicago Bulls – Milwaukee Bucks 87-71
CHI: Gasol 15 (10 rimb), Noah 8 (16 rimb), Butler 11, Mirotic 16 (14 rimb), Snell 20
MIL: Antetokounmpo 11, Ilyasova 15 (11 rimb), Middleton 17

Nessun problema per i Chicago Bulls contro i Bucks; all’intervallo Bulls avanti 48-33 che diventerà poi 54-33 dopo il break di 6-0 col quale hanno aperto il 3° quarto, torna a battere u colpo Nikola Mirotic (16+14).

Houston Rockets – Minnesota Timberwolves 113-102
HOU: Ariza 10, Jones 15 (15 rimb), Motiejunas 12, Harden 31 (11 rimb, 10 ass), Brewer 11, Smith 17
MIN: Wiggins 30, Payne 11 (10 rimb), Pekovic 16 (13 rimb), Martin 21, Rubio 14, Dueng 7 (14 rimb)

786_1445751_995178James Harden piazza la sua 4^ tripla-doppia in carriera (31+11+10) e batte i T-Wolves di Wiggins; Minnesota dà molto filo da torcere ai texani tanto che a 3’21” dalla conclusione è sotto 97-96, Houston però reagisce e lo fa con un parziale di 14-2 con Jones autore di 6 punti, Harden 5 e Ariza3 per il +13 (111-98) a 51” dalla sirena finale.

New Orleans Pelicans – Toronto Raptors 100-97
NOP: Asik 14 (11 rimb), Gordon 11, Evans 13 (12 ass), Ajinca 16, Cole 15, Babbitt 18
TOR: J.Johnson 15, Valanciunas 17 (14 rimb), DeRozan 14, Lowry 22

Grande vittoria in rimonta dei New Orleans Pelicans che rimontano 18 punti a Raptors e rimangono in scia ai Thunder per la corsa all’8° posto; dopo aver recuperato dal -18 i padroni di casa se la giocano punto-a-punto e il finale è emozionante. Ajinca realizza a 50” il layup del sorpasso sul 98-97, sbaglia Lowry, sbaglia Evans e a 16” Toronto ha la palla per tornare avanti ma Asik stoppa Lowry!!! La palla finirà a Fredette, 2/2 ai liberi per il +3 a 4” e sulla sirena Lowry non troverà la tripla del pareggio.

Denver Nuggets – Brooklyn Nets 82-110
DEN: Gallinari 22, Arthur 10, Nurkic 7 (10 rimb), Harris 10, Lawson 6 (10 ass), Barton 15
BKN: J.Johnson 12, Anderson 13, Plumlee 14, Brown 10 (11 rimb), Williams 16 (12 ass), Lopez 19, Young 15

Italian Job: Gallinari 22 pt (4/7, 3/5, 5/5), 2 rimb, 1 ass, 2 rec in 30’

Danilo Gallinari gioca una delle sue migliori partite (22 in 30’) ma i Nuggets cadono in casa contro Brooklyn, 7 giocatori in doppia-cifra per i Nets; match deciso a cavallo tra il 2° e e 3° quarto, a 1’32” dall’intervallo Brooklyn segna 6 punti seguiti poi da altri 13 in un parziale di 19-7 che li ha portati dal +4 al +16 (52-68) dopo 4’ della ripresa, Denver non riuscirà a rimontare.

Phoenix Suns – Boston Celtics 110-115
PHX: Tucker 13 (12 rimb), Len 10 (12 rimb), Knight 20, Bledsoe 21, Goodwin 10, Wright 11
BOS: Turner 10, Bass 18, Zeller 12, Bradley 23, Thomas 21, Crowder 12

Italian Job: Datome DNP

Boston Celtics v Phoenix SunsVendetta dell’ex in quel di Phoenix dove Isaiah Thomas realizzato 21 punti guidando i Celtics al successo contro i Suns; proprio Thomas è il game-winner del match, suo il gioco da 4 punti e il layup che hanno dato il +7 (100-107) ai suoi a 40” dalla fine, Phoenix arriverà massimo sul -4 e negli ultimi 15” Boston sarà perfetta dalla lunetta (6/6).

Utah Jazz – San Antonio Spurs 90-81
UTA: Hayward 18, Favors 14 (10 rimb), Gobert 7 (14 rimb), Ingles 10, Burke 23
SAS: Duncan 14 (10 rimb), Diaw 13, Joseph 10

Italian Job: Belinelli 7 pt (1/2, 1/5, 2/2), 2 rimb (1 off), 2 ass, 1 rec in 24’

Per la seconda volta in stagione i San Antonio Spurs perdono 3 partite consecutive, stavolta a dUtah con ben 22 palle perse; anche a Salt Lake City inizio di 3° quarto decisivo, 9-2 per Utah che dal +7 dell’intervallo scappa sul +14 (56-42), vantaggio che poi difenderà fino alla fine.

Los Angeles Clippers – Memphis Grizzlies 87-90
LAC: Paul 30 (10 ass), Jorda 9 (17 rimb), Crawford 15
MEM: Green 16, Randolph 7 (10 rimb), Gasol 14, Conley 18, Allen 10

201502232307832669919I Memphis Grizzlies resistono ai 30+10 di Chris Paul e alla rimonta nel finale dei Clippers portando a casa il referto rosa; a 2’28” dal termine Courtney Lee spara la tripla che vale il +8 Grizzlies (80-88), L.A non ci sta e arriva fino al -1 (87-88) e palla in mano a 37”! Paul sbaglia il layup, Randolph non uccide la partita e a 14” ancora CP3 con la palla che però gli verrà scippata da Mike Conley a 1” dalla fine!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • 8gld

    errata corrige per il personale commento di ieri. Gsw vs Was e Cavs vs Det è questa notte. Sorry

  • mad-mel

    Possono stare simpatiche ma la realta’ dei fatti e’ che Raptors e Wizards sono semplicemente due buone squadre se non mediocri.
    Sono in quella posizione perche’ semplicemente l’est fa cagare.

    Sugli Spurs sembrano un pugile alle corde. Siamo praticamente a Marzo e richiano la qualificazione.

  • michele

    Mad Mel

    considerando che Phoenix ha mollato gli ormeggi e che i Pelicans senza Davis non valgono molto gli Spurs rischiano al massimo di finire ottavi.

    Veramente un peccato che i Suns siano finiti cosi.

  • Il Nichilista

    Spurs rotazione atroce imo, giocano 12 giocatori e quasi tutti 20 minuti..
    Sarebbe meglio responsabilizzare i big in questo momento difficile e scegliere 8 giocatori facendo giocare solo quelli

  • Detto tra di noi, a San Antonio frega un piffero di questa stagione; la loro rivincita l’hanno avuta l’anno scorso giocando delle Finals superbe…fossero ad East questi problemi di record non ci sarebbero, chiaro che con la competitività dell’Ovest e la stagione post-titolo le difficoltà ci sarebbero state.

    Dubito che New Orleans possa rubare l’8° posto, però anche loro al 1° turno non sono una pratica semplice

  • mad-mel

    Beh sono fuori condizione fisica gli Spurs. In netto ritardo. (Cosi’ dicono dall’altra parte dell’oceano).
    Magari e’ tutto calcolato dai loro preparatori visto l’eta’ avanzata di alcuni uomini chiave. Maggio e’ ancora lontano.
    Guardando Duncan che sta facendo l’ennesima stagione irreale nn mi convince questa teoria.
    Insomma i segnali sono tutti negativi.

  • nitrorob

    io non mi preoccuperei degli spurs, secondo me trà poco inizieranno a marciare come si deve
    e cmq Leonard per me ha qualche problema, non stà giocando ai suoi livelli

  • low profile

    Se Duncan è di gran lunga e sempre il migliore in campo un problema c’è.
    Inutile negarlo.
    Poi che si possano anche risolverli sti problemi è plausibile ma il calo quando erano pieni di infortuni era anche comprensibile, oggi che sono tutti abili e aruolati molto meno.
    Quelli che mi preoccupano di più sono i francesi, bobo è quello più svogliato (non l’avrei mai detto..) ma Parker è in assoluto il più sconcertante di tutti.
    Leonard non mi preoccupa troppo, lui è un animale da finals, se gli altri ci saranno lui il suo lo darà

  • Michael Philips

    i 20 min a testa stanno compromettendo la stagione degli spurs.

    Leonard(23 anni) gioca quanto duncan(38), e forse sarebbe il caso di iniziare a responsabilizzare il finals mvp, perché onestamente così non funziona:

    ultime 5 degli spurs (2-3) gare di leonard:

    26 min – 8.4pts 5.6reb 2.6ast – 31% dal campo.

    #Largoaigiovani

    Da capire se questo prolungato apprendistato di Kawhi avrà fine prime del ritiro di Duncan, perché il ragazzo può fare molto bene, solo che qui continua ad essere usato con il contagocce, quando uno come lui, nel pieno delle energie dovrebbe essere in campo il più possibile.

    Non capisco se il pop vuole semplicemente giocare come l’anno scorso, estremizzando ancora di più le rotazioni, o se in realtà leonard non abbia la stoffa per fare quel go-to-guy che serve e servirà agli spurs.

  • low profile

    MP

    Veramente stanno giocando fin troppi Iso per Leonard. Lui e Green sono nel bel mezzo di uno slump, questa è sicuramente una situazione transitoria, i problemi sono altri

  • Michael Philips

    LP

    “Leonard non mi preoccupa troppo, lui è un animale da finals, se gli altri ci saranno lui il suo lo darà”

    Se continua così le finals se le sogna, ma come detto, non capisco se è lui a tirarsi indietro o se è popovich a tenerlo(ancora) al guinzaglio(più probabile).

  • nitrorob

    Bo sarà, secondo me è lui che deve tirare la squadra ora e non gli altri (visto che i mezzi ce li ha)
    ma posso anche pensare che il pop sappia quello che fa
    per assurdo gli può anche convenire arrivare ottavi per incontrare GSW piuttosto che Memphis o altri
    con lui non si sa mai ehehe

  • mad-mel

    mmmm a senzazione memphis come avversario e’ meno ostico di golden state per gli spurs
    cmq questi discorsi si potranno fare meglio a fine marzo.
    Se si guarda la classifica….houston portland dallas clippers spurs sono molto vicine.

  • Michael Philips

    Una cosa su Wiggins che piano piano sta iniziando a convincermi:

    contro i big avversari e i pari-ruolo ha sempre alzato il suo livello andando a prendersi sempre il giocatore più forte del team avversario, offensivamente per quanto grezzo ha un potenziale che non mi aspettavo, mentre è atleticamente che mi sembra involuto. L’esplosività non è quella dell’hs e non è quella della ncaa. L’elevazione mi pare davvero lontana da quella che lo ha reso famoso. Molto strano.

    Nitro

    il pop giustamente pensa: squadra e modalità di gioco che vince non si cambia. Sa il fatto suo.

  • low profile

    MP

    Intendevo che nei PO, quando c’è bisogno di lui, risponode presente.
    Comunque no, nessuna briglia da parte del Pop, sta semplicemente giocando male, come ti dicevo gli stanno chiamando un sacco di Iso, ma non fa canestro. Tutto qui.

    Ribadisco, non è un suo slump a preoccuparmi, sono gli altri, se gli altri ci saranno lui ci sarà, non è un giocatore da io solo vs il mondo. E meno male, chi mi preoccupa sono gli Splitter i Mills ecc ecc

  • mad-mel

    Apro parentesi Pacers. Sono incredibilmente con mille infotuni a giocarsi l’ottavo posto. Complimenti.
    Rumors dicono.che George potrebbe rientrare a meta’ marzo.
    Altra bella norizia perche’ come giocatore lo adoro.

  • Michael Philips

    LP

    quello è vero, ma è pure vero che in estate potrebbe ritirarsi duncan(e a seguito ginobili), e allora come la mettiamo? Leonard sono 3 anni che gioca sullo stesso livello, quasi identiche responsabilità, insomma non c’è stato il lento e costante passaggio di consegne per prepararlo a prendere in mano il team.

    Lui continua a fare lo stretto necessario riposando esattamente quanto gente 15 anni più vecchia di lui. Sinceramente per quanto il pop possa avere un piano, la cosa è abbastanza priva di senso.

    Come dire, funziona quando si vince e tutti giocano al 110%(finals 2014)altrimenti mi pare assurdo vedere gli spurs che soffrono e lui che sta in panca per quasi 20 min.

    Se poi di si parla di slump perché tira male, allora è da inizio stagione che tira male, dal campo e da 3(molto peggio rispetto alle passate stagioni) quindi manco è una cosa momentanea. Il problema è quando la rotazione comprende 12-13 giocatori. Se uno è in giornata comunque non viene sfruttato perché la tabella di marcia è quella e tanti saluti.

    Poi chiaro, viste le finals 2014 nessuno dirà nulla contro il pop.

  • Geppetto

    Vittoria convincente e anche abbastanza scontata coi Bucks, coi quali ci accoppiamo proprio bene.
    I loro lunghi ci fanno un baffo e noi possiamo viceversa scatenare i nostri.
    È l’accoppiamento PO che sinceramente spererei proprio.
    Contentissimo per Nokolino, che come vede un po’ di campo fa sempre vedere belle cose.
    ottimo, come sta succedendo spesso ultimamente, Shell sui 2 lati del campo. A ke continua a non convincere, ma finché gioca così nulla da dire se non bravo!

  • The Whiteside Of The Moon

    Mi allaccio alla vostra discussione su Leonard, non sarà che più che la gestione del Pop si arriva a un punto in cui è il giocatore a dover alazare l’asticella e prendere le redini della squadra?
    Non fraintendetemi il giocatore è completo e fantastico ma non sarà che l’MVP delle Finals lo ha dipinto come quello che forse non sarà mai, cioè il leader di una squadra che punti al titolo?
    Il collettivo meraviglioso degli Spurs espresso in questi anni è stata una bella culla per lui, ma ora servirebbe si ergesse a un ruolo di leader più sostanzioso , se ne ha le capacità ,perchè Duncan anche se c’è a ancora( eccome se c’è) non può tirare la carretta a 38 anni e ingenerale lo stato attuale della squadra lo richiederebbe, e credo che il Pop abbia la sapienza ti non tarpargli le ali se intravedesse questa possibilità reale per il giocatore.
    Alla fine quando è palese che uno deve essere la prima opzione e il fulcro del team uno lo deivtna e basta, anche Duncan nei suoi anni d’oro pur non essendo un accentratore e un realizzatore in senso stretto era il leader della squadra anche per punti, vero è che è erano deli Spurs diversi ma comunque Popovich non credo avrebbe problemi se Leonard diventasse tipo da 25 ad allacciata come magari in questo momento servirebbe pure…il punto è la valutazione reale del potenziale del giocatore più che la gestione di Popovich secondo me.

  • Michael Philips

    The Whiteside Of The Moon

    è questo il punto, non capisco se è il pop a non dargli la green light o se è lui ad essere un giocatore alla odom nel re-peat, ottimo come terzo violino, difensore super ecc.. ma non leader.

    La cosa che mi lascia perplesso è la volontà del ragazzo ad avere il massimo salariale, per poi giocare non come uno che merita così tanti soldi, ma come appunto un gregario di lusso.

    Il finals mvp ha ovviamente alzato il suo prezzo di mercato, ma come dire, non si può campare di rendita. Vedremo come si evolve la cosa.

    Magari è come dici tu, e deve essere lui ad “imporsi” e guadagnare la fiducia di un pop che magari sta solo aspettando che sia lo stesso leonard a fare il prossimo e più importante step mentale.

  • zed

    Leonard quest’anno sta deludendo molto spero da tifoso spurs che nei playoffs si riprenda l’anno scorso è staTo decisivo. Molti dicono giustamente che incontrare okc al primo turno sarebbe un guaio ma se ci arriva san Antonio chi li incontra non credo faccia i salti di gioia

  • low profile

    Agli Spurs l’ultimo che si è “imposto” l’hanno segato su 2 piedi. 2 volte, la prima con bon ton, la seconda senza pietà. Chiedete al buon capt. Jack.

    Agli spurs certe cose funzionano con dinamiche differenti ed in quest’ottica il ragazzo si sta imponendo, non puoi dire ai 3 scansatevi che ci penso io, non lo potrebbe fare manco James, non credo sia quello il problema.

    Il Pop è stato detto e ridetto mille volte, tra i tanti suoi capolavori c’è stato quello di cambiar radicalmente modo di giocare, e non è mistero che sempre dentro a quel capolavoro la capacità di abbandonare i suoi credi e lasciarsi “ispirare” da Ginobili è stato determinante. Ci sono voluti comunque anni. Anni anche bui ma se avesse messo in atto una transizione troppo traumatica i risultati non sarebbero stati quelli che son stati.
    Ora il gruppo non sta bene, magari potrebbe essere questa l’occasione di un taglio netto col passato ma certe valutazioni non verranno mai fatte a stagione in corso, io mi auguro proprio mai, perchè per certe cose ci vuole il tempo che ci vuole, ragion per cui Leonard non mi preoccupa minimante. Il sistema è questo, lui si fa grande dentro al sistema e contemporaneamente lui fa grande al sistema stesso. Ma devono stare tutti bene, e al momento tolto TD stanno tutti male.
    Vediamo i PO, adesso le valutazioni sono inflazionate dal brutto momento

  • The Whiteside Of The Moon

    low profile

    Ma che paragone è Steph Jackson?Prima lo si esalta come MVP finals e poi si nomina Jackson come metro.. con tutto il rispetto per Jackson…

    Sinceramente sarei pronto a scommettere forti somme che Leonard al di fuori di un contesto come gli Spurs 2014 l’MVP delle Finals non lo vincerebbe mai, mio parere eh, ma piu che limitarlo statisticamente come mi pare pensi tu il sistema Spurs per me lo ha invece valorizzato, non che da altre parti sarebbe una pippa ma parliamo pur sempre di un giocatore che si è costruito negli anni non di uno con le stimmate della prima star, uno ideale per gli Spurs appunto.
    Poi vi leggo spesso e francamente tu da tifoso non sei molto obiettivo su Leonard, a me a volte pare che ne parli confondendoti con uno che gioca a Cleveland col 23.
    La storia dell’NBA insegna che non si vive di soli intangibles ma questa lega si è fondata sui numero 1, su personaggi con cui vivi e muori che magari in alcuni casi pur non essendo bravi in tutto sanno tirare fuori gare da 30-40 e pure piu punti costruendoseli anche da soli e senza un sistema corale come gli Spurs del 2014 attorno. Che poi tra l’altro molti dei piu grandi non è che fossero mezze seghe buone solo a segnare punti eh (fare gli esempi di James e Jordan è semplice…ma pure prendendo Barkley, Bryant quando serviva sapeva difendere,Magic e via dicendo..).Paradossalmente questa è una lega piu per gli Harden,gli Anrthony, giocatori che pur con i loro limiti sanno tirare fuori quelle gare che Leonard non avrà mai nelle corde mi pare evidente…anche quel poeta di Steph Curry, splendido direttore d’orchestra a GS se serve un cinquantello te lo sa mettere..
    Poi non fraintendetemi, un Leonard è fondamentale per vincere, e molti ci costrusicono sopra la squadra più che con un Harden o gli Anthony ovviamente , ma ciò non toglie che per me non può ancora stare nel gruppo dei piu grandi di oggi, ripeto per me il sistema Spurs lo ha valorizzato piu che limitato, io oggi fatico a vederlo fatico piu forte di uno Scottie Pippen sinceramente..che non è dire poco eh, ma dell’ MVP Finals me ne frega poco, è un contesto anomalo quello degli Spurs , specie quelli del 2014 con Duncan e Gino non nel loro prime..ideale per Leonard appunto.

  • low profile

    “Ma che paragone è Steph Jackson?”

    Il paragone della mentalità spurs o meno, non ci si impone, anzi, si gioca per il compagno. Get over yourself. Lo ripetono all’infinito. Leonard lo fa

    “Sinceramente sarei pronto a scommettere forti somme che Leonard al di fuori di un contesto come gli Spurs 2014 l’MVP delle Finals non lo vincerebbe mai”

    Ci vuole un team capace di scovare diamanti nella spazztura. Vero. Rimane un diamante che era sepolto. Non vedo lo scandalo

    “ma piu che limitarlo statisticamente come mi pare pensi tu il sistema Spurs per me lo ha invece valorizzato, non che da altre parti sarebbe una pippa ma parliamo pur sempre di un giocatore che si è costruito negli anni non di uno con le stimmate della prima star, uno ideale per gli Spurs appunto.”

    il sistema valorizza lui, lui valorizza il sistema. Detto e ridetto. Non capisco dove hai preso le tue idee su quale sia il mio pensiero

    “Poi vi leggo spesso e francamente tu da tifoso non sei molto obiettivo su Leonard, a me a volte pare che ne parli confondendoti con uno che gioca a Cleveland col 23”

    Bevi di meno. Ha molti più capelli tra l’altro

    “La storia dell’NBA insegna che non si vive di soli intangibles ma questa lega si è fondata sui numero 1, su personaggi con cui vivi e muori che magari in alcuni casi pur non essendo bravi in tutto sanno tirare fuori gare da 30-40 e pure piu punti costruendoseli anche da soli e senza un sistema corale come gli Spurs del 2014 attorno”

    Bravi loro. Posso prediligere il gioco di squadra? Gioco e seguo anche il Tennis. Se ho voglia di one man show preferisco gli one man sport. Sarà un mio diritto credo.

    “Paradossalmente questa è una lega piu per gli Harden,gli Anrthony, giocatori che pur con i loro limiti sanno tirare fuori quelle gare che Leonard non avrà mai nelle corde mi pare evidente…”

    Fino ad aprile sicuramente.

    “ma ciò non toglie che per me non può ancora stare nel gruppo dei piu grandi di oggi, ripeto per me il sistema Spurs lo ha valorizzato piu che limitato”

    Anche per me. Infatti ti ho dato un consiglio al terzo virgolettato