Notte magica per Brooklyn e NY, bene gli Spurs!

Le due di New York battono Raptors e Mavericks, San Antonio chiude la 9 trasferte vincendo a Phoenix, Atlanta di forza a Miami, Washington torna a sorridere, ok Grizzlies.

Washington Wizards – Detroit Pistons 99-95
WAS: Pierce 14, Nene 21, Gortat 16 (17 rimb), Wall 22
DET: Monroe 21 (10 rimb), Drummond 13, Dinwiddie 20

I Washington Wizards ritrovano Bradley Beal e tornano al successo dopo 6 sconfitte consecutive, battuti i Pistons in volata; i capitolini dominano il 1° tempo andando al riposo lungo sul 60-44 dopo aver toccato anche il +21, ma gli ospiti non ci stanno e a 18” dalla fine sono sotto 96-95! Beal va in lunetta a 10”, segna il primo, sbaglia il secondo ma ecco il rimbalzo offensivo di Gortat che apre per Wall il quale poi subirà fallo, 2/2 e partita in ghiaccio.

Miami Heat – Atlanta Hawks 91-93
MIA: Walker 10, Whitesode 14 (24 rimb), Wade 22, Chalmers 16
ATL: Bazemore 15, Millsap 22, Schroder 16 (10 ass), Jenkins 12

Atlanta Hawks v Miami HeatProva di forza di Atlanta che mette a riposo Horford, Teague, Carroll e Antic e vince di misura a Miami; Heat che stanno in partita ed inseguono sul -5 (72-77) a 5’23” dalla conclusione, Schroder si mette in proprio realizzando 4 punti e assistendo Millsap per la tripla del +10 (74-84) a 3’40”. Atlanta si difenderà nel finale dalla rimonta di Miami malgrado qualche errore di troppo dalla lunetta.

New York Knicks – Toronto Raptors 103-98
NYK: Bargnani 19, Hardaway Jr. 22, Shved 15
TOR: J.Johnson 14, Valancoiunas 16, DeRozan 13, Vasquez 14, Patterson 10, Williams 22

Italian Job: Bargnani 19 pt (5/10, 1/2, 6/7), 3 rimb (1 off), 3 perse in 31’

_gk_3486wMomento super per i New York Knicks che rifilano al 5^ sconfitta consecutiva ai Raptors (senza Lowry) e firmano la loro 2^ vittoria consecutiva, ancora bene Bargnani; anche qui finale in volata, Toronto piazza un 6-0 che la porta sul -2 (98-100) a 33” dalla sirena finale, ci pensa Galloway che spara la bomba del +5 (103-98) con 13” da giocare, DeRozan sbaglierà il layup e Hardaway Jr. farà 0/2 ma mancheranno solo 4”.

Minnesota Timberwolves – Memphis Grizzlies 97-101
MIN: Wiggins 25, Martin 13, Rubio 13 (10 ass), Dieng 13, Neal 16
MEM: Green 13, Randolph 7 (11 rimb), Gasol 27 (11 rimb), Conley 17, Allen 11

201502282138779235615Altra vittoria tirata e in rimonta quella di Memphis al Target Center di Minnesota sui T-Wolves con Kevin Garnett espulso; match punto-a-punto sin dalla palla a due, a 43” dal termine Kevin Martin segna la tripla che vale il 95-95! Mike Conley risponde con la stessa moneta 13” dopo e sarà proprio la sua bomba a segnare il match, Memphis chiuderà gli ultimi 30” con un parziale di 6-0 con Martin che sbaglierà la tripla del possibile pari a 8” sul 97-100.

Dallas Mavericks – Brooklyn Nets 94-104
DAL: Nowitzki 20, Ellis 12, Aminu 12, Harris 14
BKN: Johnson 15, Plumlee 14 (10 rimb), Williams 25, Jack 14, Young 16

201502282223806375852Colpo della notte firmato dai Brooklyn Nets che conquistano un’importante vittoria in chiave Playoffs battendo i Mavericks a Dalla nel giorno del rientro di Rondo; Nets che vanno all’intervallo sotto 51-47, cominciano a marce alte il 3° quarto con un 7-0 per il +4 (51-54) e non si gireranno più indietro.
Il 3° quarto verrà dominato dagli ospiti 21-35 con Deron Williams autore di 12 dei suoi 25 punti finali, 72-82 il punteggio con Dallas che non riuscirà a ribaltarlo.

Phoenix Suns – San Antonio Spurs 74-101
PHX: Markieff Morris 10, Tucker 5 (11 rimb), Bledsoe 12, Marcus Morris 19
SAS: Leonard 22 (10 rimb), Duncan 6 (10 rimb), Green 12, Diaw 12, Baynes 12 (10 rimb)

Italian Job: Belinelli 4 pt (2/4, 0/2 da 3), 1 rimb in 17’

San Antonio Spurs v Phoenix SunsRuggito dei San Antonio Spurs che spazzano via Phoenix nell’ultima trasferta di 9 partite (4-5); partita già segnata all’intervallo con i campioni in carica avanti 24-51 con 3 giocatori in doppia-cifra (Leonard 11, Green 12, Bayness 10), nella ripresa sarà solo pura formalità.

 

Utah Jazz – Milwaukee Bucks 82-75
UTA: Hayward 14, Favors 16 (12 rimb), Gobert 12 (10 rimb), Burke 23, Booker 12
MIL: Ilyasova 12, Middleton 18, Carter-Williams 16

Nell’ultima partita della notte i Jazz superano i Bucks col duo Burke-Favors; math equilibrato e deciso ad inizi 4° periodo, sul -1 Milwaukee (58-57) Favors realizza 4 punti consecutivi seguiti poi da una bomba di Trey Burke per il +8 (65-57), vantaggio amministrato fino alla fine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Lemmy

    Ma…Whiteside?!?!

  • alert70

    DeRozan
    360! Figura di -ierda. Gara giocata male specie in difesa. In attacco è stato pietoso. Non hanno cavalcato Valanciunas che stava dando dei problemi in post basso. Rapts giustamente sconfitti.
    Knicks che per la seconda volta hanno vinto e tirato più di 25 liberi, frutto di attacco al ferro e buona circolazione della palla. Il gioco ha fatto dei passi in avanti. Bargs discreto ma ha messo il suo mattoncino alla W.

    Deron Williams
    Quando è sano o si sente bene fa ancora la differenza.

    Spurs
    Asfaltati i Suns. Non c’è stata gara.

    Tonnara ad est per l’ottavo e settimo posto. Ad oggi non saprei dire chi andrà ai PO.

  • low profile

    Ottima w di Atlanta date le circostanze, ok che Miami di questi tempi non fa necessariamente paura a nessuno ma far riposare dei pezzi così importanti e saper gestire anche un finale complicato è un buon segno. Poi oh, magari sarà un fuoco di paglia ma presentarsi coi 7 nani sotto canestro per contrastare Whiteside poteva pure costare caro, prendeva i rimbalzi con gli occhiali da sole e mojito in mano, tanto dominava. Che gran storia la sua.

    Finalmente un caxxo di blow out spurs. Quanto mi è mancato ehehe.
    Leonard in marcatura fissa su Bledsoe (e vorrei vedere visto il cadavere ciccione di Parker di quest’anno) specialmente nel primo tempo è stato un qualcosa di eccezionale. Da manuale del basket

  • mad-mel

    Dallas da qnd e’ arrivato Rondo non e’ stata piu’ la stessa.
    Mi e’ impossibile pensare che la causa sia solo lui.
    Ma il tedesco e Monta sono quelli di inizio stagione o sono in calo?
    chiedo a chi segue Dallas

  • gasp

    Whiteside incredibile che fino a qualche mese fa era in Cina ora è uno dei migliori C ad Est

  • rofled

    Lato bianco 10 rimbalzi nel solo primo quarto lol

  • Michael Philips

    Gasp

    la cosa assdurda è che Whiteside ha fatto tutti i giri del mondo e ora alla prima vera occasione in nba sta facendo benissimo(e questo qui non ha nulla a che fare con la linsanity) e di fatto il suo rendimento(quando spo lo fa giocare un minimo) è sui livelli di quelli di drummond e jordan, ma con più abilità difensive e con un bagaglio tecnico superiore e un jumper che entra pure. Ora guardate quanto prende jordan e drummond e quanto prende whiteside. Come si dice, un affarone.

    Penso a lui e mi vengono in mente quei falliti di olowokandi o liquame, scelti alla prima e gonfiati di hype per niente. Questo cagato da nessuno arriva e mette subito numeri di ottimo livello. Niente da fare, nell’hs o ncaa spesso conta chi riesce a farti avere la giusta visibilità. Leonard, Lillard e tanti altri chi li aveva mai sentiti nominare qualche anno fa quando stavano al college?

  • InYourWais

    Beh Whiteside io me lo ricordo nella NCAA, in realtà era considerato un talento enorme, a Marshall viaggiò sulle 5 stoppate a partita nell’unico anno di college, ricordo come se ne parlasse di una potenziale lottery pick, ben sapendo che era molto immaturo ed a rischio…per certi versi la stessa sorte toccata a DeAndre, anche lui uscito troppo presto dal college

    Passi per Sacramento che sono dei noti rincoglioniti, ma anche Memphis lo scorso anno l’ha preso e rilasciato in tempo reale, forse mentalmente e fisicamente non era minimamente quello di oggi. Agli Heat ha trovato probabilmente l’ambiente ideale, ed appena ha avuto spazio, ha giocato bene, preso fiducia, e da lì è partito in loop positivo…

    Io spero solo non faccia la fine di un Sexy James o un McIlvaine qualunque, gente che fa un anno buono, firma il contrattone, e diventa una zavorra. Sembra un bravo ragazzo, spero sia solo l’inizio

  • low profile

    Si, negli anni del college e nel tempo a Sacramento specialemente aveva denotato carenze di testa anche parecchio importanti, veniva considerato molto, ma molto immaturo. Probabilmelmente il girovagare in posti improponibili lo avrà fatto centrare un minimo. Occhio che ha un contratto di un solo anno, se non è maturato definitivamente potrebbe anche essere un boomerang contrattuale pesante tra pochissimi mesi.
    I numeri per 36 minuti in ogni modo dicono che è il miglior rimbalzista in NBA, più di DeAndre e Drummond

  • InYourWais

    Mi sa che ha il contratto pure per il 2016, vedevo su basketball references

  • alert70

    Quando venne ai Kings, seppur i Kings dei Maloof, si presentò dicendo che sarebbe stato il nuovo Garnett.
    Quello non fu una uscita infelice infarcita da prestazioni orrende. Fu mandato in D-League e quando fu chiaro che era una causa persa lo lasciarono andare.
    La colpa fu sua, non era lontanamente quello di oggi, maturo il minimo necessario per fare le giocate giuste. Inoltre il suo girovagare ha pagato, ha visto altri lidi, nuove culture, basket differente ect………….. E’ arrivato agli Heat senza pretese ed è fiorito.

    I Grizz che non sono una squadraccia lo hanno mollato, evidentemente non era quello di oggi. Fortuna Heat che se lo ritrovano tra le mani, fosse andato ai Knicks, ai Bobcats….. sarebbe esploso lo stesso.

  • Michael Philips

    Intanto D. Jordan 17 carambole in 24 min…contro gasol e noah.

  • low profile

    Andavo a braccio ma era una cosa che controllai non appena iniziata la Whitesanity
    http://hoopshype.com/salaries/miami.htm

    Chiamerà bei soldi, speriamo per chi glieli darà che il ragazzo non si culli sugli allori di questa, imprevista, popolarità perchè se continua così potremmo aver visto appena la superfice del suo potenziale

  • Michael Philips

    Intanto fine primo tempo tra cavs e houston: gara equilibrata, james menato senza soluzione di continuità ma senza beneficiare dei liberi. Harden presente. Terrence Jones potrebbe diventare une belva ed è mancato terribilmente ai rockets.

    Al competo con beverly, harden, ariza, howard e
    terry il lituano e josh smith dalla panca non temono nessuno.