Gallinari superbo, Atlanta rimonta su Houston!

Atlanta rimonta dal -18 e batte Houston senza Harden, il Gallo batte da solo Milwaukee, Cleveland troppo facile su Boston, sorpresa Utah a Memphis, bene i Bulls, Kings e Charlotte.

New York Knicks – Sacramento Kings 86-124
NYK: Larkin 13, Shved 15, Smith 13
SAC: Gay 25, Cousins 22 (10 rimb), McLemore 20, Williams 17, Stauskas 15, Casspi 14

Italian Job: Bargnani 3 pt(1/4, 1/2 tl), 3 ass, 1 persa in 18’

Torna DeMarcus Cousins e i Kings annientano i Knicks a New York per la peggior sconfitta della stagione; il match è già finito dopo i primi 12’ (19-35) e all’intervallo siamo già ai titoli di coda sul sul 39-65 con 4 giocatori dei Kings già in doppia-cifra.

Charlotte Hornets – Los Angeles Lakers 104-103
CHA: Kidd-Gilchrist 12, Zeller 10 (11 rimb), jefferson 21 816 rimb), Henderson 21, Mo Williams 20 (13 ass)
LAL: Boozer 15 (11 rimb), Clarkson 19, Lin 23, Johson 10, Hill 10

Con qualche difficoltà di troppo ma alla fine gli Hornets battono di misura i Lakers grazie al duo Williams-Jefferson; proprio di Mo Williams una delle giocate chiavi del match, tripla a 60” dal termine per il +6 (98-92), negli ultimi 18” Charlotte tirerà 6/8 ai liberi e riuscirà a mantenere il vantaggio, fondamentale il 2° tiro libero realizzato sempre da Williams a 3” che ha dato il +4 (104-100).

Cleveland Cavaliers – Boston Celtics 110-79
CLE: James 27, Love 12, Mozgov 10, Smith 12, Irving 18, Thompson 10, Jones 10
BOS: Bass 15, Thomas 11

Italian Job: Datome 7 pt (2/4, 1/3 da 3), 5 rimb, 1 persa in 15’

201503031938706902422Non c’è partita a Cleveland con i Cavs che asfaltano senza difficoltà i Celtics tanto da da vedere Gigi Datome in campo per ben 15’ (7 punti); dopo 3 quarti di gioco il tabellone luminoso della Quicken Loans Arena recita 95-53 con LeBron James autore di 27 punti che gli hanno consentito di superare Ray Allen al 21° posto della classifica marcatori All-Time. Bene anche Kyrie Irving al rientro.

Atlanta Hawks – Houston Rockets 104-96
ATL: Carroll 11, Millsap 16 (14 rimb), Horford 18, Teague 25, Schroder 16
HOU: Jones 18, Motiejunas 14, Smith 14, Terry 21

Houston Rockets v Atlanta HawksProva di forza degli Atlanta Hawks che rimontano dal -18 e battono gli Houston Rockets provo di Harden (squalificato); a 104” dalla sirena del riposo lungo texani in controllo sul 39-57, il vantaggio è di soli 9 punti (72-81) dopo il 3° quarto e poi ecco gli Hawks! Nell’ultima frazione Houston crolla, tira col 23% dal campo contro il 52% dei falchi guidati da Jeff Teague, 32-15 il parziale dell’ultima frazione con decisivo il break finale di 8-0 negli ultimi 106” di partita da parte dei padroni di casa.

Chicago Bulls – Washington Wizards 97-92
CHI: Gasol 20 (10 rimb), Noah 14 (12 rimb), Snell 11, Brooks 22, Mirotic 23
WAS: Pierce 16, Gortat 12 (12 rimb), Beal 13, Wall 21 (11 ass), Porter 11

201503032157790533206Pau Gaosl e Nikola Mirotic si caricano sulle spalle i Bulls e li trascinano al successo contro i Wizards; finale convulso e caotico, sul +3 Bulls (94-91) a 55” Bradley Bela ha la palla del pareggio ma sbaglia la tripla, Brooks a sua volta sbaglia il layup ma Mirotic conquista il rimbalzo offensivo subendo fallo. Lo spagnolo farà 1/2 dalla lunetta a 35” per il +4 (95-91), Pierce lo emulerà nel capovolgimento di fronte e Gasol chiuderà i conti con un 2/2 a 8”

Memphis Grizzlies – Utah Jazz 82-93
MEM: Gasol 17, Randolph 6 (10 rimb), Lee 18, Conley 11, Adams 13
UTA: Hayward 21, Favors 21, Gobert 15 (24 rimb), Hood 13

Colpo della notte firmato dagli Utah Jazz che superano i Grizzlies al FedEx Forum con i 42 punti dell’accoppiata Hayward-Favors più i 24 rimbalzi di Gobert; match segnato da un break di 11-1 che ha dato il +14 (71-85) agli ospiti a 5’20” dalla conclusione.

Denver Nuggets – Milwaukee Bucks 106-95
DEN: Gallinari 26, Chandler 12, Faried 14 (14 rimb), Lawson 16 (10 ass), Hickson 6 (10 rimb)
MIL: Antetokounmpo 19 (11 rimb), Ilyasova 21, Middleton 20, Carter-Williams 11, Henson 10

Italian Job: Gallinari 26 pt (4/7, 4/9, 6/6), 7 rimb, 1 rec, 3 perse, 1 sop in 36’

Milwaukee Bucks v Denver NuggetsNon si ferma più Danilo Gallinari, altra super prestazione per lui e prima vittoria per Melvin Hunt da HC dei Denver Nuggets; padroni dic ass che chiudono avanti di 6 dopo il 3° quarto (76-70) e aprono il 4° con un parziale di 11-2 per il +15 (87-72) dopo neanche 3’ di gioco, vantaggio poi amministrato fino alla fine!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • nitrorob

    Denver è una delle squadre più strane dell’nba, una sera ti fa il partitone, la sera dopo le prende anche dalle squadre di minibasket….
    diciamo che la stabilità non è il loro forte

    sono giusto contento per il Gallo che finalmente stà tornando ai livelli del 2012
    mentre la delusione della stagione è Faried, uno su cui puntavo un sacco, ma che non è esploso come pensavo

  • kaepernick

    Certo che il 23 dal campo nell ultimo periodo non e una gran percentuale…

  • mad-mel

    Atlanta ai playoffs….

  • zed

    Commoventi i bulls che nonostante tutto rimangono davanti ai cavs alla fine verranno superati ma hanno tutto il mio rispetto. Kaepernick sei tifoso dei 49 ers presumo abbiamo una cosa in comune allora

  • InYourWais

    Considerazioni sparse

    Ovviamente siamo solo all’inizio, ma al momento la mossa Carter Williams non mi pare abbia pagato molto per i Bucks. Io continuo a pensare sia una mossa azzardata, specie alla luce di come stavano giocando con Knight

    Spero che i Bulls mantengano una buona percentuale W/L, per certi versi lo do per scontato, ma potrei sbagliare. Eppure per certi versi, immagino che Coach T, pur avendo bisogno dei titolari per ambire al titolo, un minimo sia motivato dalla sfida di farsi un mese senza Rose e Butler, tornando ai Bulls delle ultime stagioni, quelli tutta grinta, difesa, gioco a metà campo, senza stelle e con tanti operai

    La panca è profonda, Brooks senza Rose andrà tra i 15 ed i 20 a partita, Mirotic sarebbe quasi da rookie of the year, se non giocasse in una title contender, Noah finalmente sembra tornato se stesso, Snell ha tutto il talento del Mondo e questi minuti in più torneranno utili più avanti

    Gran bella mossa quella dei Nuggets di licenziare Karl (che, per la cronaca, sembra aver già dato un minimo di direzione ai Kings, che giocano senza Collison, giova ricordarlo), a due anni di distanza abbiamo una franchigia allo sbando. Ben gli sta, sono degli stronzi

  • low profile

    Più cresce Teague più cresce il maculato.
    Non si tarpano le ali a vicenda ma anzi, migliorano insieme. Molto ma molto bello, l’ennsimo sintomo che stanno facendo le cose come si deve.

  • Procionide

    IYW
    Io credo che Milwaukee non abbia fatto quella mossa in ottica di rinforzo immediato, ma per non dover dare il contrattone a Knight. In questo modo si concedono altri due anni per scegliere su chi puntare, anche economicamente.

  • Loco Dice

    Snell ha tutto il talento del mondo?

  • mad-mel

    Ogni tanto Memphis subisce di quelle sconfitte misteriose.

  • Michael Philips

    Certo i Bulls ogni volta che subiscono un colpo da K.O.(butler) riescono sempre a trovare una soluzione. Mirotic due gare con minutaggio serio, due prestazioni super, ma super davvero, con canestri di ogni tipo e di una bellezza incredibile. Oh, si chiamasse Michael Smith from Indiana, avrebbe ben altro trattamento.

  • low profile

    Mel
    Vero, ma considera che Utah ultimamente è una squadra in salute, non ho visto questa ma stanno giocando bene, l’anno scorso mi avevano dato delle buone sensazioni ma quest’anno sembravano involuti, da qualche settimana son tornati alle buone sensazioni.
    Le chiavi di lettura sono molteplici, nuovo allenatore per giunta esordiente, brutta (per il momento) pick, contrattone a Hayward, esplosione di Gobert con conseguente ruolo indebolito di Kanter.
    Ora tutto sembra marciare nella giusta direzione, spero per loro che a novembre non ricomincino tutto daccapo come quest’anno ma che invece continuino il percorso da dove lo stanno lasciando

  • gasp

    Per me scambiare Knight per MCW a febbraio è stata una mossa si buona ma tardiva, poi Ennis lo usano o no?

  • Giasone

    Denver più ancora di Karl paga la perdita del Masai

  • Io ho visto ben poche partite dei Kings e mi affido solo al tabellino statistico! Ma sarà almeno 20 anni che Demarcus fa una doppia doppia? A memoria non mi ricordo di averlo visto mai sotto i 10 rimbalzi e 15 punti! Poi oh magari mi ricordo male!