Paul doma Westbrook, Gallinari piega Atlanta!

I Clippersi impongono ad Oklahoma City con CP3 padrone del campo come il Gallo contro Atlanta, Chicago salvata da Brooks, bene Boston, Golden State e Portland su Harden.

Charlotte Hornets – Sacramento Kings 106-113
CHA: Kidd-Gilchrist 23, Marvin Williams 13, Henderson 17 (11 ass), Mo Williams 20, Stephenson 11
SAC: Gay 26, Landry 10, Cousins 20 (14 rimb), McLemore 27

Torna Kemba Walker ma Charlotte cade in casa sotto i colpi del trio Gay-Cousins-McLemore che riporta Sacramento alla vittoria dopo 4 sconfitte consecutive; lo scontro viene deciso negli ultimi 5’ di partita, gli Hornets rimontano dal -7 e si portano sul +1 (95-94) ma Sacramento risponderà con un contro-break di 8-0 con Cousins autore di 5 punti per il +7 (95-102) a 3’21”. Charlotte arriverà sul -3 ma un gioco da 3 punti di Rudy Gay a 46” chiuderà i giochi sul 104-109.

Philadelphia 76ers – Chicago Bulls 95-104 OT
PHI: Smit 23, Noel 8 (15 rimb), Covington 12, Canaan 20, Robinson 7 (15 rimb)
CHI: Mirotic 16 (12 rimb), Gasol 27 (16 rimb), Snell 10 (10 rimb), Brooks 31

Philadelphia 76ers V Chicago BullsChicago passa a Philadelphia ma ha avuto bisogno di un overtime e dei 31 di Aaron Brooks; proprio Brooks salva a 33” i suoi con la tripla del 92-92, Phila avrà ben 2 chance per vincere ma prima Canaan e poi Mbah a Moute non le sfrutteranno.
Nell’extra-time non c’è storia, 12-3 Chicago con Brooks autore di 7 punti e Phila rea di un solo canestro dal campo.

Boston Celtics – Memphis Grizzlies 95-92
BOS: Bass 12, Zeller 12, Bradley 17, Crowder 16, Olynyk 15
MEM: Green 11, Randolph 14, Conley 20, Allen 16

Italian Job: Datome 2 pt (1/2, 0/1 da 3), 1 stop in 9’

Memphis Grizzlies v Boston CelticsMarcus Smart realizza solo 5 punti ma gli ultimi 3 sono quelli che hanno aiutato Boston a battere Memphis e a restare in scia per l’8° posto ad East; a 51” dalla fine Evan Turner alza l’alley-oop proprio per la matricola di Ohio State che segna col fallo realizzano anche il libero per il sorpasso 91-90 Celtics! Sul capovolgimento di fronte Tyler Zeller stoppa l’ex Green e poi farà 2 /2 dalla lunetta per io +3 a 39”. Non è finita perché Conley accorcia, Bradley fa 1/2 e a 7” Memphis è sotto di 3 e palla in mano…ma stavolta andrà bene a Boston perché Conley sbaglierà.

Miami Heat – Brooklyn Nets 104-98
MIA: Deng 10, Andersen 18 (14 rimb), Wade 28, Dragic 17
BKN: Johnson 12, Young 15, Lopez 15, Williams 18, Jack 18

Dwyane Wade trascina i Miami Heat contro i Brooklyn Nets nel giorno del rientro di Goran Dragic; nel 1° quarto Chris Andersen scrive a referto 10 dei suoi 18 punti con Miami che domina toccando anche il +13 (32-19), Brooklyn inseguirà per tutta la partita, arriverà massimo sul -6 (69-63) a 5’46” dalla fine del 3° ma gli Heat risponderanno con un break di 11-2 per il +15 (80-65).

Milwaukee Bucks – Orlando Magic 97-91
MIL: Antetokounmpo 11, Ilyasova 12, Pachulia 10 (12 rimb), Middleton 30, Carter-Williams 11
ORL: Harris 17. Vucevic 10 (14 rimb), Oladipo 14, Payton 14, Frye 13

Khris Middleton spara un altro 30ello e Milwaukee batte Orlando in volata; a 3’12” Middleton punisce i Magic con la tripla del sorpasso sul 91-89 dopo che gli ospiti si erano mangiati tantissime chance per allungare, Harris pareggia a 2’18” sul 91-91 ma sarà l’ultimo canestro dal campo dei suoi. Milwaukee chiuderà il match con un break di 6-0.

Oklahoma City Thunder – Los Angeles Clippers 108-120
OKC: Ibaka 15, Kanter 18, Westbrook 24 (10 perse), Morrow 26
LAC: Barnes 22, Jordan 18 (17 rimb), Redick 25, Paul 33, Davis 12

Los Angeles Clippers v Oklahoma City ThunderRussell Westbrook sfiora la quadrupla-doppia (24+9+7+10 perse) ma i Thunder stavolta devono arrendersi ai Clippers di un superbo Chris Paul; il match ha la sua svolta a cavallo tra il 3° e 4° periodo, OKC è a contatto sul -4 (57-61) a 2’30” ma da quel momento L.A scapperà via! Parziale di 12-2 con triple di Paul, Redick e Barnes per il +14 (59-73) dopo appena 100” di 4° quarto! I Thunder subiranno il colpo tanti da finire sul -20 (73-93).

Denver Nuggets – Atlanta Hawks 114-102
DEN: Gallinari 23, Faried 14, Foye 11, Hickson 10, Nelson 13, Barton 16, Arthur 10
ATL: Millsap 12, Korver 18, Schroder 13, Jenkins 10

Italian Job: Gallinari 23 pt (4/7, 4/5, 3/3), 5 rimb (1 off), 5 ass, 1 persa in 23’

Atlanta Hawks v Denver NuggetsDanilo Gallinari conferma lo straordinario momento di forma trascinando i Nuggets al successo contro niente meno che gli Atlanta Hawks; Denver domina dalla palla a due fino alla sirena finale i falchi, all’intervallo punteggio sul 60-41 Denver con Danilo autore di 18 dei suoi 23 punti finali, Atlanta non uscirà neanche dagli spogliatoi tanto da finire addirittura sul -30 (100-70)!

Phoenix Suns – Minnesota Timberwolves 106-97
PHX: Markieff Morris 24, Tucker 11, Bledsoe 18, Thornton 14, Wright 11, Warren 17
MIL: Wiggins 10, Payne 10, Martin 16, Dieng 10, Budinger 10, Hamilton 15

Phoenix batte Minnesota grazie a Markieff Morris che ha respinto da solo l’assalto geli ospiti nel finale; a 4’44” dalla conclusione i T-Wolve si fanno sotto sul -6, Morris realizza 4 punti consecutivi dando vita poi ad un parziale di 9-4 per il +11 (101-90) a 2’27”-

Golden State Warriors – Detroit Pistons 105-98
GSW: Green 13, Bogut 12, Thompson 27, Iguodala 13, Speights 12, Barbosa 10
DET: Monroe 20, Drummond 22 (27 rimb), Caldwell-Pope 13, jackson 14

Detroit da molto filo da torcere ai Warriors ma alla fine il referto rosa se lo porta a casa Steve Kerr malgrado una serata opaca di Steph Curry (9 punti con 4/15 dal campo); Pistons avanti 79-81 dopo 2’30” del 4° periodo, Klay Thompson sale in cattedra realizzando 10 punti nel break di 18-2 col quale Golden State si poterà sul +14 (97-83) a 4’39” dalla fine.

Portland Trail Blazers – Houston Rockets 105-100
POR: Batum 18, Aldridge 26 (14 rimb), Lopez 16 (10 rimb), Lillard 14, Kaman 6 (10 rimb)
HOU: Aeiza 11, Jones 17 (12 rimb), Motiejunas 10, Harden 18, Brewer 23

Houston Rockets v Portland Trail BlazersLaMarcus Aldridge e i suoi Trail Blazers fermano James Harden e Houston in match tirato fino alla fine; finale in volta con Corey Brewer autore di 5 punti consecutivi negli ultimi 49” per il -1 Houston (101-100), Afflalo va in lunetta ma non trema per il +3 a 12”, Houston va di nuovo dal suo 6° che però sbaglierà la tripla del pareggio, Lillard chiuderà dalla lunetta.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    Celtics Pride!

  • Se avessero perso solo la metà delle partite dove erano sul +20 sarebbero 5 ad East!

  • nitrorob

    Maremma che pena stanotte
    Westbrook torna mortale, tanti errori, ma è mancato un pò tutto
    non ci possiamo permettere di avere qualche minuto di Black out in una partita tirata
    ora uno potrà dire quello che vuole su KD, ma non che attualmente non servi ad OKC (riprendendo il discorso dell’altra volta)
    io personalmente non l’ho mai messo in dubbio, per carità, non sarà un leader non sarà stò cazzo ma quando la palla non vuole entrare serve uno come lui per svoltarti la partita e per togliere la palla a Westbrook eheheheh
    cmq Nola ci ha preso l’ottavo posto
    nelle ultime 10 noi siamo 6-4 e loro 8-2, molte di queste senza Davis, quindi complimenti
    speriamo almeno di prendere il posto di Dallas
    ora anche se la sconfitta è pesante dobbiamo pensare alla prossima, ora possiamo solo vincere
    sennò ce ne torneremo a casa prima del previsto

    complimenti a Paul che per una volta vince il duello con Russell, per ora mi rimangio le critiche fatte a lui……(ma solo per ora ehehe)

    incredibile Denver, squadra più strana dell’anno a mani basse

  • 8gld

    A oggi a -17 partite dalla fine:

    Okc: 11 in casa – 6 fuori // 5 contro squadre Est: 4 in casa – 1 fuori
    Nop: 8 in casa – 9 fuori // 2 contro squadre Est: 2 in casa

    Thunder: entro poco con Durant e rimangono favoriti sui Pelicans.
    Pelicans: possono provarci se vincono le prossime due e non sbagliano le 4 partite tra il 27 aprile-3 marzo contro: 2 Kings – Lakers – Minnesota.

    Curioso dei Pelicans nelle prossime partite.

  • KD torna tra una settimana

  • nitrorob

    è ma KD starà fuori ancora 1 settimana sicuro, se non 2
    ancora non si sa

    Westbrook deve fare un ulteriore step, sopratutto nelle partite come queste che non riesce a segnare

    ah riguardo il discorso del DPOTY direi che Jordan se lo potrebbe anche meritare via

  • 8gld

    27 marzo – 3 aprile…sorry

  • LMF

    Nitro tranquillo ai pelicans ora tocca il pezzo firte (memphis, clippers, houston, portland, warriors) a okc invece lakers minnesota e miami

  • BigGameJames

    Ma qualcuno sa quant’è il record di Denver da quando hanno cacciato shaw?

  • low profile

    8gld

    Occhio che Dallas a stretto giro riceve Clip-Okc-Orl-Mem tutte in casa e tutte in fila ma senza b2b, non stanno attraversando un buon momento e non dovendo fare almeno 3-1 potrebbero anche vedersi dimezzato il vantaggio. Poi vanno a Phx ricevono gli spurs e 2 giorni dopo li visitano, ancora trasferta contro i Pacers in formissima e b2b Okc-Rox al 2 di aprile.
    Da li in poi mancheranno 7 partite alcune insidiose ma vincibili altre proprio facili e altre contro avversarie come GS che a quel punto starà già preparando i PO.

    Per loro il magic number dovrebbe essere 11 o 12, non impossibile ma devono stare attenti

  • zed

    Nella partita di stanotte sono emersi i limiti difensivi di Russ con Paul che ha fatto tutto quello che voleva. Io non sono troppo ottimista su okc ai playoffs Nola mi sembra molto in forma e se Dallas non crolla ..

  • 8gld

    @lp:

    ci può stare quello che indichi ma ne hanno 16 con oggi un +4,5…come potersi permettere di perderne 4 ( rimangono 12 ) e rimanere avanti. Certo, non è da sottovalutare così come il periodo e i problemi che stanno incontrando.

  • ONIC76

    OKC de cambia stile di gioco (impossibile ora e soprattutto col coach che si ritrovano) nn si può vedere tutto quel talento usato così male…palla ferma e quando ci sono i due ci pensano loro o altrimenti ancora peggio in assenza di uno cè il onemanshow…
    Non si vedono tre passaggi in un azione nn so da quanto…desolante…
    Poi ripeto se le redini del team sono nella mani (e testa) dello 0 aiutooo

  • Michael Philips

    la cosa sconvolgente è che nola è tipo 5-5 senza davis, il che ha permesso di reggere il colpo durante la sua assenza. Già per questo meriterebbero i playoffs.

  • low profile

    8gld

    si per magic number si intende il combo di W proprie e L altrui, non affrontano Nola da qui alla fine ma 2 volte OKC, ed in quel caso, ovviamente, il magic number raddoppia o dimezza. Devono stare attenti, la matematica non li condanna ma nemmeno garantisce niente e cosa ben più importante, stanno giocando da schifo

  • Michael Philips

    Un paio di considerazioni:

    – paul non sta deludendo senza griffin(23+5+12 nelle ultime 6 gare)

    – curry è l’mvp ma molto spesso è capitato che i suoi abbian vinto nonostante il suo scarso contributo: in 8 gare in cui ha tirato male e segnato 15 o meno pts(tra queste due gare sotto la doppia cifra)i warriors sono comunque 7-1.

    Il che da un lato mostra quando diavolo siano compatti e unici i suoi compagni, e dall’altro che evidentemente non serve sempre un rendimento super da parte sua per far vincere questa squadra.

    Un harden che segna 15 o 17 punti o sotto il più delle volte ha condannato i suoi alla sconfitta.

    Idem lebron che nelle gare in cui ha segnato meno ha praticamente sempre visto una sconfitta dei cavs.

    – Brad Stevens sta chiaramente facendo un ottimo lavoro, e a sorpresa questi celtics sono già un bel pò avanti rispetto alle aspettative. Con la partenza di un rondo pessimo, lui ha finalmente potuto far giocare i suoi come voleva. A loro serve ora un big che possa iniziare a mettere le basi per una ricostruzione che potrebbe avvenire più in fretta del previsto.

    – passano gli anni e cousins migliora eppuer continua a sembrarmi uno che sposta pochino in campo. Ok ieri hanno vinto, ma dopo 5 stagioni nulla sembra cambiato. All’inizio era immaturo e non poteva spostare. Poi gli hanno dato più minuti e responsabilità e lui ha messo bei numeri, ma le sconfitte hanno continuato ad arrivare con lo stesso ritmo. Oggi il ragazzo è mostruoso, mette numeri da fenomeno eppure non riesce a far vincere i suoi. Non dico sia tutta colpa sua, ma sinceramente dopo 5 anni i risultati di squadra non hanno mai fatto un balzo positivo.

    OT
    mad-mel
    ieri quando ho visto che il psg aveva battuto il chelsea ho detto: oh bene, sicuro ha segnato ibra, così poi gliela faccio pesare a quelli. Poi guardo. il psg ha vinto con ibra espluso al primo tempo. ti giuro, ho riso.

  • rofled

    @mp infatti non mi spiego come mai curry sia avanti ad Harden x l’MVP. A sto punto lo chiamassero premio al miglior giocatore della migliore squadra in RS

  • Beh il record di squadra ha sempre contato e non poco sull’MVP, non si scopre certo oggi, quindi ogni volta stare a ripetere le stesse cose mi sembra un po’ pesante. Curry comunque fa più assist, tira con % migliori sia da 2 che da 3 che ai liberi, ruba più palloni e al contempo ne perde meno. GSW al 99% farà 60W stagionali mentre i Rockets non è detto arrivino a 55W, visto che gli mancano 18 partite e sono a 43 vittorie. Poi Harden è secondo dietro a Curry, mica decimo.

  • mad-mel

    @mp
    Ormai il campione statistico e’ importante e quindi non mente. Ibra e’ una sentenza ma in negativo nelle fasi finali di coppa.
    Ora il psg giochera senza di lui due turni…presumo semifinale assicurata…

  • nitrorob

    oh cmq stasera partitone trasmesso da SKY
    @Low quasi quasi non saprei chi tifare, oddio, in situazioni normali tiferei tutta la vita Spurs, ma visto che ti volevo restituire tutti i favori che hai fatto ad OKC quest’anno, quasi quasi tifo Cavs ahahah

  • low profile

    Harden è 3 w 4 l con 15 punti o meno, considerando anche il record totale non è che sia proprio un massacro, e comunque le W di Curry sono venute contro:
    Detroit
    OKC senza i 2, una squadra da D-league insomma
    Phila
    Sac 2 volte
    Utah di inizio stagione, un altra squadra in pratica
    Lac in cui se avete visto la partita pochi giorni fa avreste notato come veniva raddoppiato quando non triplicato costantemente

    Vediamole ste partite che è meglio

  • low profile

    Nitro se vuoi gufare come faccio io devi dire che i Cavs sono spacciati ahahahahah

    Ammetto di essermi fatto 2 anch’io ieri quando mi son messo a vedere la partita intorno al 75′ e cercando Ibra ho scoperto che non era uscito. Ah le grandi occasioni!

  • Michael Philips

    drdre

    il record conta ma conta anche il rendimento, e quello di curry è da mvp, chiariamoci. Solo che pare che questi warriors vadano anche oltre l’impatto di steph.
    Comunque sì, sono in ritmo per le 70W. Non credo faranno 70, ma rischiano di andarci vicini.

    Il punto è che magari senza di lui questi warriors non farebbero per niente schifo, mentre come già detto houston e cavs senza i loro leader non farebbero proprio nulla di buono.

  • frankiegarage

    ragazzi….. però oggi almeno un commentino per danilo-nostro….

    Premettendo che ho visto solo 2 minuti di sintesi, sembra che vada in campo “incazzato”, con le palle che gli fumano insomma, volendo rispondere a tutti i detrattori di questi ultimi mesi (in primis il vecchio coach).
    Poi certo, giocano liberi senza alcuna pressione. Inoltre hanno fatto pulizia di tutti quei mezzi giocatori che vanno in campo solo per mostrarsi e non per far giocare la squadra.

    Concludendo… forse il vero motivo è che hanno ripreso a giocare con un sistema adatto a loro (e non quello lento e compassato di shaw)

  • frankiegarage

    ahhh…. ieri grande PSG, ma soprattutto grande Thiago Silva…. un fuoriclasse, un mostro (si vede che è passato dalla scuola milan, quella dove c’era veri giocatori e veri uomini)

  • Michael Philips

    Low

    sì diciamco che harden avendo medie più alte ha bisogno di segnare di più per spostare(rispetto a curry) e prendevo le gare ben sotto le sue medie(15-17pts), ma pure con i numeri che hai preso te la differenza è palese: 7-1 contro 3-4. Ciò nonostante voglio vederli vincere il primo turno se capitano i thunder al completo, e ho già detto di vederli perdenti pur con il fattore campo contro westbrook&durant.

    Vedremo.

    Pronto per la gara di questa notte? Il duello james vs leonard è il meglio che ci sia per me.
    Credo che lebron voglia levarsi la scimmia di leonard e piazzare uno statement game come contro i warriors, che avevano tutto per fermarlo(green, klay, iguo, barnes).

    Solo che non credo ci sarà una gara di quel tipo. Sicuro non sarà passivo come all’andata a cleveland quando poi con la gara in bilico, nella corsa verso il ferro avversario perse la palla da solo, condannando i suoi alla sconfitta.

  • zed

    Non più tardi di 2 partite fa ha fatto 36 punti vincendo la partita di cosa stiamo parlando. L’mvp io lo darei ad harden ma curry lo.merita eccome. Per quanto riguarda Ibra da napoletano di fede milanista però vedere t.Silva fare la differenza nel bene e nel male e vedere il.Milan attuale mi fa male al corazon

  • frankiegarage

    zed…. parole sante.
    Ma il fuoriclasse si vede da quello. Ha fatto la cazzata, ma quando sei un predestinato, ma quando senti la partita…. sarai tu a risolverla.

    N.B. non è stato un caso… l’azione prima ha rischiato di fare gol e solo quel portiere discreto (tra i prime 3/4 attualmente) ha salvato josè

  • zed

    Frankie a me dispiacque più la cessione di t.Silva che quella di Ibra capii subito che un fuoriclasse del genere in difesa avrebbe lasciare un vuoto incolmabile. E i disastri biblici che vedo ogni settimana in difesa sono sale sulla ferita ancora aperta

  • frankiegarage

    zed…. mi hai letto nel pensiero, ma penso che hai letto nel pensiero di tutti i tifosi milanisti.

    La coppia centrale Nesta – T. Silva…. la vedremo con l’arrivo di un “nuovo Berlusconi” (sperando che però non si candidi)

  • low profile

    MP

    Sono 2 giocatori differenti e proprio delle loro differenze ne abbiamo parlato tante di quelle volte che è quasi superfluo ricordarle, il mio intervento era più per spiegare che si sono 7-1 ma andando a vedere nel dettaglio non è che ha mollato e si è fatto vincere le partite dai compagni, erano semplicemente gare molto facili, gare vincibili anche senza curry, che sarebbe stato molto meno di un curry giù di tono. Cosa anche normale per tutti, candidati all’mvp e non.
    Ma soprattutto dato il livello di quegli avversari non aggiungono ne tolgono niente alla sua stagione, al contrario della sensazione che ho avuto dal tuo commento

    Per stanotte mi auguro anche io un James incazzato, così da testare il ragazzo, anche se preferirei un Leonard umiliato stanotte ma 2 volte final MVP a giugno 😉

    Su ibra invece sono molto sorpreso, ho sempre creduto che per vincere bastava vendere ibra e prendere un campione vero al suo posto, mi sbagliavo. Non serve nessuno al suo posto. Così tanto sposta

  • 8gld

    @mp
    personalmente l’mvp interessa il giusto e come ti indicavo la scorsa volta o uno o l’altro, ok.
    Diverso è quello che viene dopo che non è da sottovalutare.
    Si può perdere anche in quel modo ma, sicuramente, alla lunga denota maggior equilibrio e minor dipendenza.
    In questo metterei un sassolino nella bilancia di Thompson.

    @lp
    non conoscevo il significato di magic number (di magic solo uno) e può andare, ma anche due sconfitte con okc li lascerebbe a +2,5 e devi andare a vedere, nel frattempo, quello che hanno fatto i Pelicans.
    Non sottovaluto quello che indichi e rientra nelle possibilità, ma in questo momento la corsa è più a due.

  • zed

    Non mi interesso di politica ma come presidente del Milan non posso che parlare bene del berlusca. Aver battuto Inter e Milan nel 2003 in champions uno dopo l’altra da milanista e Anti juventino ha reso realtà il mio sogno calcistico. Ma basta parlare di calcio sennò fmb ci caccia dal sito. Mp si può sapere di dove sei secondo me sei ligure dimmi solo si o no

  • @MP
    Sono sostanzialmente d’accordo con te, infatti il mio commento era più riferito a rofled, che addirittura non si spiegava come Curry fosse sopra ad Harden nella lotta per l’MVP.

  • Andando OT invece, per carità T.Silva fortissimo, adesso probabilmente il più forte centrale difensivo, ma dei veri fenomeni del passato (intendo anche solo 10-15 anni fa) per me è molto indietro.

  • LMF

    Comunque se okc finisce con un record pari ai pelicans purtroppo thunder out causa i pelicans hanno avuto piu vittorie negli scontri diretti

  • frankiegarage

    DrDre…. “ma dei veri fenomeni del passato (intendo anche solo 10-15 anni fa)”

    ci può stare, ma vai sentirti cosa dice nesta (che considero uno “dei veri fenomeni del passato”) su Thiago.

    Dopo mi tocca chiudere l’argomento (anche se mi interessa) sennò FMB mi caccia via

  • low profile

    che poi pare che Harden gioca con degli scappati di casa e Curry con gli alieni di space jam

    L’anno scorso rox 54 w GS 51 w
    Ok quest’anno hanno avuto infortuni, DH su tutti, ma strada facendo hanno sensibilmente migliorato la panchina con le aggiunte di Brewer ed il cancro J Smoove che farà sicuramente la gioia di chi lo vende, ma sta dando il suo contributo, i warriors sono sempre loro, crescono tutti insieme al loro leader, se non è essere valioso questo non so proprio cosa lo sia

  • fabiostoppani

    @MP Vedo che siamo sempre d’accordo 😀
    – Curry. A mio avviso MVP a mani basse. Ha una squadra costruita benissimo attorno a lui, con tanti giocatori maturati nel momento giusto e poi Klay è perfetto messo li accanto. Detto questo, ho visto tante volte GSW e mi ha sempre IMPRESSIONATO. Ha ormai il pieno controllo del giochino, una sicurezza irreale, tira con il 48% una qualità di tiri che il 99% della Lega tirerebbe con il 35% e fa girare terribilmente la squadra. GSW non risente quando lui non c’è? Semplicemente ha il RealPlusMinus migliore di tutta la Lega (dietro c’è Harden intendiamoci, per dire quanto sia importante anche il Barba). Senza di lui GS è tutta un’altra storia e basta vederlo sul campo.
    Nota a margine LBJ: se escludiamo il primo lungo periodo di assestamento in cui i Cavs erano pure tutta un’altra squadra e consideriamo da quando sono arrivati Mozgov, Shumpert e JR:
    Cavs 4L con Lebron 25+ (aggiungo addirittura 3L con Lebron 30+) e una sola sconfitta con lui 20-. Sempre con Lebron 20- sono arrivate invece ben 6 vittorie. Lo stesso Lebron pare aver capito che ai Cavs può vincere se gli ALTRI giocano bene altrimenti arriva la sconfitta.
    – Cousins. Beh che non sia migliorato in questi 5 anni… Ha fatto passi da gigante sotto tantissimi aspetti. Purtroppo ha una squadra meno funzionale rispetto ad altri costruita attorno a lui. E soprattutto gli manca il giocatore che possa mascherare i suoi difetti e mettergli meno pressione in alcuni momenti. Il ragazzo perde anche molte palle perché continuano a passargliela nei momenti clou anche quando è marcato praticamente da tutta la squadra avversaria perché altrimenti i Kings non saprebbero da chi andare (considerato che non stiamo parlando di Olajuwon). Sacramento ad oggi è una squadra molto meno funzionale e completa dei Pelicans di turno che vengono tanto bistrattati ma anche senza Antonio sono riusciti benissimo a reggere il colpo dimostrando di non esser poi così scarsi come sono descritti.

  • low profile

    A sto punto è il fan nba medio as essere nostalgico, pure negli OT, di solito nei forum calcistici si parla più di presente che di passato, qua si discute di calcio una volta all’anno e ci scatta subito il momento nostalgia.
    Si spiegano un sacco di cose