Rivincita Warriors, Wade strepitoso, ok OKC!

Golden State annichilisce Atlanta prendendosi la sua rivincita, Wade favoloso in volata contro Portland, Westbrook bate Boston, facile Cleveland, bene Phila e Chicago!

Cleveland Cavaliers – Brooklyn Nets 117-92
CLE: James 16, Love 10 (11 rimb), Kozgov 17, Smith 17, Irving 12 (10 ass), Thompson 10, Shumpert 10
BKN: Lopez 10, Brown 10, Williams 20, Bogdanovic 12, Jack 11, Plumlee 10

Brooklyn Nets v Cleveland CavaliersTorna Kevin Love e Cleveland asfalta i Nets mandando 7 giocatori in doppia-cifra a referto; la partita cambia nel 2° quarto, J.R Smith realizza 14 punti (4 triple) dei suoi 17 finali in una frazione dominata 36-21 che ha permesso ai Cavs di chiudere avanti 59-47 i primi 24’, nella ripresa la banda di coach Blatt archivierà la partita.

 

Philadelphia 76ers – Detroit Pistons 94-83
PHI: Noel 11, Richardson 14, Smith 15, Grat 10, Robinson 12
DET: Caldwell-Pope 20, Drummond 9 (14 rimb), Jackson 11 (11 rimb, 10 ass)

Reggie Jackson piazza la tripla-doppia a (11+11+10) ma Detroit perde a Philadelphia; a metà del 4° quarto i Pistons si fanno sotto sul -6 (78-72) ma Phila in 4’ chiude la partita, break di 9-0 chiuso da una bomba di J-Rich per il +15 (87-72).

Miami Heat – Portland Trail Blazers 108-104
MIA: Deng 24, Whiteside 12 (10 rimb), Wade 32, Dragic 20 (11 ass)
POR: Aldridge 34 (12 rimb), Afflalo 15, Lillard 17

Portland Trail Blazers v Miami HeatSecondo trentello consecutivo per Dwyane Wade e Miami batte anche Portland raggiungendo momentaneamente il 7° posto ad East; vittoria in volata per gli Heat,a 52” Portland è avanti 102-104 grazie ad un jumper di Aldridge ma ecco “Flash”! Wade realizza gli ultimi 6 punti della partita , decisiva l’infrazione di campo commessa dagli ospiti a 11” sul +2 Miami (106-104), D-Wade chiuderà dalla lunetta.

Toronto Raptors – Minnesota Timberwolves 105-100
TOR: Ross 15, Valanciunas 15 (15 rimb), DeRozan 21, Patterson 14, Vasquez 11
MIN: Wiggins 15, Martin 37, Budinger 19

Faticano ma alla fine i Raptors battono i T-Wolves con DeMar DeRozan trascinatore; anche qui ultimi 100” di fuoco, Kevin Martin sbaglia il tiro del possibile pareggio a quota 98 a 2’03” dalla conclusione, Toronto risponderà per le rime con DeRozan, Williams e tripla di Vasquez per il +7 (104-98) a 55”. Negli ultimi 48” nessuna delle due segnerà più con Minnesota che sprecherà le chance di rimonta.

Chicago Bulls – Indiana Pacers 103-86
CHI: Dunleavy 21, Gasol 19 812 rimb), Noah 6 (14 rimb), Snell 14, Brooks 13, Mirotic 25
IND: S.Hill 13, Hibbert 12, Miles 10, G.Hill 10, Stuckey 11, Scola 10

Indiana Pacers v Chicago BullsGrande vittoria dei Bulls che battono gli acerrimi rivali di Indiana grazie al duo spagnolo Gasol-Mirotic; Mike Dunleavy realizza 19 dei suoi 21 punti nel primo tempo aiutando i suoi ad andare al riposo lungo avanti 51-41, nella seconda metà di partita si scatena Mirotic (solo 3 punti nei primi 24’)! Indiana non riuscirà mai ad andare oltre il -3, il break che chiude definitivamente le danze arriva a metà del 4° periodo, un 12-2 per il +16 (98-82) a 2’12” dalla fine.

Milwaukee Bucks – San Antonio Spurs 103-114
MIL: Antetokounmpo 19, Ilyasova 17, Pachulia 10, Middleton 15, Carter-Williams 11, Bayless 12
SAS: Duncan 19, Leoanrd 14, Green 20, Parker 15, Diaw 18, Belinelli 11

Italian Job: Belinelli 11 pt (0/3, 2/6, 5/5), 2 rimb, 1 ass, 1 persa in 24’

Tornano a vincere gli Spurs espugnando Milwaukee con i 20 punti di Danny Green; San Antonio chiude avanti di 9 il primo tempo (54-63) ed apre la ripresa con un parziale di 13-3 per il +19 (57-76) senza più girarsi indietro.

Oklahoma City Thunder – Boston Celtics 122-118
OKC: Kanter 22 (10 rimb), Adams 14 (13 rimb), Westbrook 36 (10 ass), Morrow 20, Augustin 10
BOS: Bass 20, Turner 8 (10 ass), Zeller 12, Bradley 13, Smart 25, Crowder 11, Olynyk 20

Italian Job: Datome (0/1 da 3) in 3’

201503182121768883936Russell Westbrook risponde ad Anthony Davis scrivendone 36 a referto nel successo interno contro i Celtics; il #0 realizza 10 punti nel 4° periodo e tutti e 10 negli ultimi 73” di partita compreso l’8/8 ai liberi che ha permesso ai suoi di difendere il vantaggio acquisito durante la partita e respingendo l’assalto finale di Boston.

Dallas Mavericks – Orlando Magic 107-102
DAL: Nowitzki 25, Ellis 21, Rondo 9 (11 ass), Viallenueva 10, Harris 12
ORL: Harkless 18, Frye 11, Vucevic 12, Oladipo 19, Payton 15 (10 rimb, 12 ass)

Dallas supera i Magic e la tripla-doppia di Elfrid Payton malgrado il relax dell’ultimo quarto; i texani entrano nell’ultimo quarto di gioco avanti 86-70, alzano però le mani da manubrio e a 17” dalla conclusione Orlando è sul -2 (104-102)! Devin Harris va in lunetta, fa 1/2 per il +3 ma Channing Frye non riuscirà a segnare la tripla del possibile pareggio, Aminu chiuderà i giochi com un 2/2 per il 107-102 finale.

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 105-116
SAC: Gay 23, Thompson 12, Stauskas 13, Evans 8 (11 rimb), Miller 16, Williams 11
LAC: Turkoglu 19, Griffin 19 (10 rimb), Jordan 6 (15 rimb), Paul 30 (11 ass)

Chris Paul e il redivivo Hedo Turkoglu trascinano i Clippers al successo sul campo dei Kings (senza Cousins); match equilibrato che viene segnato da un parziale di 15-4 ad inizio 4° periodo per il +12 Clippers (90-102) con 5’30” da giocare, nel break triple per Turkoglu, Paul e Redick.

Golden State Warriors – Atlanta Hawks 114-95
GSW: Barnes 25, Green 18, Bogut (14 rimb), Curry 16 (12 ass), Iguodala 21, Barbosa 13
ATL: Carroll 16 (12 rimb), Millsap 16, Teague 12, Mack 10

Atlanta Hawks v Golden State WarriorsLa rivincita tra le prime della classe stavolta va ai Golden State Warriors trascinati dal solito Stephen Curry e dal duo Barnes-Iguodala; i Warriors vanno al riposo lungo sul 59-57 e nel 3° quarto uccideranno la partita, Atlanta arriva sul -8 (69-61) a 4’55” dalla conclusione della frazione ma segnerà solo 3 punti da quel momento subendone 14 per il +19 Warriors (83-64).

Utah Jazz – Washington Wizards 84-88
UTA: Haywdr 26, Favors 16, Gobert 9 (14 rimb), Burke 14
WAS: Pierce 18, Wall 24

John Wall guida Washington alla 5^ vittoria consecutiva vincendo sull’ostico campo degli Utah Jazz; Washington che suda freddo a 11” dalla fine quando, sul +2 (84-86) e palla, Wall la perde ma per sua fortuna Gordon Hayward non segnerà la bomba che darebbe valsa il sorpasso, il #2 si farà perdonare con un 2/2 finale.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • anonymous

    7.4 assist sì (8 8 8 8 5)

  • InYourWais

    Vi debbo contraddire…anche il babbo era molto atletico (oltre che molto più tecnico…)

    https://www.youtube.com/watch?v=mJ_sIJnn86Y

  • zed

    Certo la longevità ad alto livello conta eccome nel giudicare un giocatore .per questo Kobe è stato più forte di Wade in generale.

  • anonymous

    pur avendo tifato wade negli anni di shaq e pur essendo un kobe-hater, direi che non è solo un tema di longevità. se anche prendiamo per dire i 5 anni centrali (chessò dai 25 ai 30 anni) dei due, non credo siano in molti a preferire wade

  • slava medvedenko

    @iyw

    io il big dog l ho visto dal vivo a fine carriera e non saltava un dollaro.(a phila)
    purtroppo nell’epoca in cui ho iniziato a seguire l nba(fine 90) non l ho mai visto giocare causa mancanza mezzi per poter seguire l nba.
    ma il figlio mi sembra comunque messo meglio come gambe.

  • zed

    Anonimo io per esempio ho sempre preferito Wade ma a me piaceva più Zola che Baggio tanto per dire a parte Jordan non ho mai tifato per i migliori idolatrati da tutti ma Jordan è Jordan

  • gasp

    Zed
    Stai un pò cercando il pelo sull’ uovo…sti ultimi giorni ha alzato il suo rendimento, ma in stagione ha alternato ottime prestazioni ad altre anonime…detto questo in una squadra lo vorrei sempre

  • low profile

    Parlando di Robinson mi è venuto in mente che nei tanti momenti amarcord dove si tira fuori di tutto quei Bucks non vengono mai nominati, eh si che ce n’erano di fenomeni, Big Dog, He got game, Sam I am, Redd anche se agli inizi ma visto quello che è durato, Karl in panca, insomma tra soprannomi talenti sprecati e varie ed eventuali erano degni di nota

  • zed

    Gasp mi fa sempre piacere vederlo giocare a ottimi livelli Spero che Miami vada ai play offs e magari incontri i cavs è bello vedere i giocatori più Forti scontrarsi fra loro

  • hanamichi sakuragi

    Ciao mitsui complimenti x il Nick