James & Wade ci sono, Westbrook piega gli Hawks!

Westbroom piega pure Atlanta con la 9^ tripla-doppia, James influenzato batte con brivido Indiana, bene Chicago, Golden State e Memphis, maratona Nets-Bucks, Wade on-fire!

Orlando Magic – Portland Trail Blazers 111-104
ORL: Frye 10, Vucevic 22, Oladipo 22, Payton 22 (10 rimb, 10 ass), B.Gordon 11
POR: Aldridge 31 (10 rimb), Batum 8 (11 rimb), Lillard 18, McCollum 15

Elfrid Payton registra la seconda tripla-doppia consecutiva (22+10+10) ed Orlando batte Portland con un ottimo 4° periodo; i Blazers sono sul -2 (90-8) a 5’44” dalla fine, Payton realizza 4 punti nel break di 9-2 col quale i Magic volano sul +9 (99-90) a 3’37”, vantaggio poi difeso fino alla fine.

Philadelphia 76ers – New York Knicks 97-81
PHI: Mbah a Moute 14, Noel 25 (14 rimb), Smith 15, Canaan 12
NYK: Bargnani 17, Shved 25, Larkin 13

Italian Job: Bargnani 17 pt (4/8, 0/3, 9/10), 6 rimb (1 off), 2 ass, 2 perse, 1 stop in 26’

Nerlens Noel domina il pitturato aiutando Philadelphia vincere contro New York nella sfida tra le peggiori dell’NBA; 76ers che costruiscono il loro successo nel 3° periodo grazie ad un parziale di 10-1 che li ha portati sul +14 (72-58) a metà della frazione senza girarsi più.

Brooklyn Nets – Milwaukee Bucks 129-127 3OT
BKN: Johnson 20, Young 24, Lopez 32 (18 rimb), Bogdanovic 17, Anderson 13, Jack 12
MIL: Antetokounmpo 23 (14 rimb), Ilyasova 20 (13 rimb), Pachulia 22 (21 rimb), Middleton 29, Carter-Williams 19, Henson 4 (10 rimb)

Milwaukee Bucks v Brooklyn NetsAltra maratona tra Nets e Buck finita dopo 3 overtime con stavolta Brooklyn ad uscirne vincente; a 79” dalla sirena dei regolamentari Joe Johnson spara la bomba del pareggio sul 101-101 e poi nessuna delle due squadre segnerà più con Antetokounmmpo che sbaglierà l’ultimo tiro. Nel primo extra-time il greco di riscatta perché è suo il canestro che vale il 111-111 a 15” dalla fine con Joe Johnson che stavolta sbaglierà sulla sirena.
Il copione del 2° overtime è lo stesso dei tempi regolamentari, Carter-Williams fsegna il layup del +3 (114-117) a 27” ma J.J non ne vuole sapere di perdere, tripla del pareggio a 18” (117-117) con Middleton che non andrà a segno all’ultimo secondo.
Nel 3° OT Milwaukee è sulle ginocchia, Brooklyn scappa subito sul +5 (122-117) dopo neanche 52” di gioco e sarà quello il parziale che le darà il referto rosa.

Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 95-92
CLE: Hames 29, Love 11 (13 rimb), Mozgo 12, Smith 11, Irving 13, Dellavedova 11
IND: Hibbert 20, G.Hill 24, Scola 14 (11 rimb)

Indiana Pacers v Cleveland CavaliersMalgrado l’influenza LeBron James gioca contro Indiana, chiude con 29 punti e trascina i Cavs al successo; vittoria con finale concitato, a 2’03” LBJ dà il vantaggio ai suoi col floater del 93-92, per 2’02” nessuna delle due troverà più la via del canestro con Indiana rea di una persa e 0/5 dal campo! Si arriva a 1” dalla sirena con J.R che fa 2/2 dalla lunetta per il +3, i Pacers hanno un’ultima chance con Miles ma mancherà l’appuntamento col buzzer-beater!

Miami Heat – Denver Nuggets 108-91
MIA: Deng 15, Whiteside 14 (10 rimb), Wade 22, Dragic 18, Chalmers 10
DEN: Chandle 13, Faried 20, Nurkic 16, Foye 16, Lawson 10 (12 ass)

Italian Job: Gallinari DNP

786_1461940_425260Continua l’ottimo momento di Dwyane Wade e de suoi Miami Heat vincenti contro Denver (Gallinari a riposo) per la quarta vittoria consecutiva in casa; Miami che finisce sotto 11-21 subito ad inizio partita, poi risponderà con un parziale di 27-5 col quale ribalterà la situazione portandosi lei avanti 34-26 ad inizio 2° periodo. Gli Heat toccheranno più volte il +14 durante il resto della partita.

Chicago Bulls – Toronto Raptors 108-92
CHI: Dunleavy 21, Gasol 11, Noah 8 (14 rimb), Snell 10, Brooks 11, Mirotic 29 (11 rimb)
TOR: DeRozan 27, Vasquez 11, Patterson 17

201503202154788662457Vittoria importante per i Chicago Bulls di uno scatenato Nikola Mirotic (29+11) ai danni dei Toronto Raptors per la corsa al 2° posto di Cleveland; i padroni di casa dominano i primi 3 quarti della partita entrando nell’ultimo sul +18 (86-68) con Mirotic già a quota 20 punti e col 54% dal campo, oltre ai rimbalzi (36 contro 25).

Oklahoma City Thunder – Atlanta Hawks 123-115
OKC: Waiters 26, Adams 12 (16 rimb), Westbrook 36 (10 rimb, 14 ass), Collison 13, Morrow 21
ATL: Carroll 15, Millsap 19, Horford 10 (11 rimb), Bazemore 10, Teague 11, Schroder 21, Antic 22

Atlanta Hawks v Oklahoma City ThunderI primi dell’East vanno a fare visita a Russell Westbrook e lui li accoglie con la 9^ tripla-doppia stagionale che vale il successo in rimonta per i suoi Thunder; a 2’12” dalla sirena della terza frazione Atlanta è in controllo sul +12 (83-95), I Thunder piazzano un break finale di 7-0 entrando nell’ultimo quarto sul -5…poi Big O 2.0!
Westbrook realizza 15 dei suoi 36 nel 4° periodo, Morrow 12 dei suoi 21 e OKC ribalta la partita giocando un 4° periodo da 33-20 tirando col 50% dal campo contro il 34% degli avversari! Decisivo il break di 13-0 a metà della frazione che ha portato i Thunder dal -3 al +10 (115-105).

Dallas Mavericks – Memphis Grizzlies 101-112
DAL: Parsons 12, Nowitzki 16, Chander 9 (13 rimb), Ellis 12, Rondo 10, Harris 16, Villaneuva 12
MEM: Allen 13, Randolph 21, Gasol 15 (10 rimb), Conley 14, Green 15, Udrih 12, Carter 11

Memphis passa a Dallas col duo Gasol-Randolph sugli scudi; a 4’08” dall’intervallo lungo Mavs avanti 35-34 ma da quel momento comincerà il mega break degli ospiti, 20-4 per il +15 (39-54) dopo 3’ del 3° periodo, Dallas non rientrerà più in partita.

San Antonio Spurs – Boston Celtics 101-89
SAS: Leonard 22, Duncan 10, Splitter 18, Green 10, Parker 15
BOS: Turner 17, Bass 10, Bradley 16, Smart 10, Crowder 14

Italian Job: Belinelli (SAS) 5 pt (1/6, 1/4 da 3), 5 rimb, 1 ass, 2 perse in 23’ / Datome (BOS) (0/1, 0/1 da 3), 1 rimb, 2 perse in 6’

San Antonio non fa prigionieri, manda tutto il quintetto in doppia-cifra e supera i Boston Celtics; il match dura giusto i primi 12’, 32-19 Spurs che toccheranno anche il +34 (82-58) nel 3° quarto. Boston ha una reazione ma la porterà massimo fino sl -7 con 4’ da giocare.

Sacramento Kings – Charlotte Hornets 101-91
SAC: Casspi 10, Gay 33, Williams 13, Evans 4 (16 rimb)
CHA: Kidd-Gilchrist 13, Jefferson 17, Henderson 20, Walker 18

Dolorosa sconfitta esterna dei Charlotte Hornets che perdono ancora dai Kings trascinati stavolta da Rudy Gay; Kings sempre al comando delle operazioni e sempre in doppia-cifra, momento critico sul -6 Hornets (87-81) a 4’57” dalla sirena finale ma un 7-0 ridarà il +13 agli uomini di coach Karl. Adesso Charlotte è fuori dai Playoffs a 0.5 gare da Boston.

Golden State Warriors – New Orleans Pelicans 112-96
GSW: Barnes 22, Curry 16 (11 ass), Barboa 12, Iguodala 10, Speights 13
NOP: Pondexter 15, Ajinca 15, Gordon 12, Whitey 14, Cole 16, Fredette 10

Stephen Curry si prende una notte di riposo (16 punti con 4/17 dal campo) ma Harrison Barnes no e Golden State fa un grande favore ai Thunder battendo i Pelicans; non c’è partita, i Warriors comandano dall’inizio alla fine entrando nell’ultimo quarto avanti 86-68! New Orleans adesso è a 2.0 gare da Westbrook.

Los Angeles Clippers – Washington Wizards 113-99
LAC: Griffin 22, Jordan 10 (23 rimb), Redick 26, Paul 30 (15 ass)
WAS: Nene 14, Gortat 12, Beal 18, Wall 19 (10 ass), Gooden 10, Seraphin 10

Chris Paul sente l’aria dei Playoffs e continua ad alzare il suo livello di gioco, 30+15 contro Washington e altra vittoria per i Clippers che adesso sono solo a 0.5 gare dal 4° posto dei Trail Blazers; L.A con le redini della partita sin dalla palla a due ma senza mai staccare definitivamente gi avversari, il break che spezza la partita arriva ad inizio 4° periodo, 9-2 per il +13 (103-90) a 5’19”,. stavolta Washington non rimonterà

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • system of a down

    russel “iradiDio” westbrook

  • Shady

    io propongo di sottoporre a “chi l’ha visto?” il caso di j.r. smith

  • mad-mel

    Joe Johnson è da analizzare nei tiri finali dei match. Assurdo.

  • bad boy

    ma qual’è il record di triple-doppie in una stagione nel nba moderna?

  • D-Matt

    stiamo carburando, occhio che ai PO saremo tosti x tutti…let’s go heat
    Westbrook numero 1 della lega secondo me, un mostro

  • low profile

    Io pensavo che Smart fosse un vero duro, che l’episodio del college fosse appunto un episodio…mi sa che questo è un altro finto duro, nel senso che fa il duro solo perchè è psicopatico, poi caspita, già prendersela con Bonner è da cretini e soprattutto prendersi il suo sguardo cattivo (mai visto prima, che spettacolo red mamba incazzato) senza manco far scattare la rissa è peggio che da cretini… è da Garnett 😉
    Speriamo solo che quel pugno non ci abbia privato del re dei food blogger del 2040, i panini del futuro si meritano un recensore all’altezza

  • mad-mel

    Sparo la cazzata del giorno, ma se fossi nella dirigenza di Okc un pensierino lo farei nel fare una trade mettendo sul piatto Durant.
    La squadra è totalmente nelle mani di Westbrook e offensivamente non ha problemi visto che con il solo Westbrook viaggia abbondantemente oltre i 110 punti.
    Ecco dovrebbero prendere due giocatori che sappiano dare anche una dimensione anche in difesa, vero punto debole con i thunder.
    Che ne so…un Noah+Butler per Durant…non me ne intendo di salary cap ecc….pero’ per rendere l’idea.

  • mad-mel

    @badboy cosa intendi per nba moderna? da quale anno?

  • michele

    low profile

    ma un giorno senza un tuo commento contro harden o garnett nel forum ci sarà mai? attendiamo fiduciosi eheheh

    comunque buono per boston che anche hornets e pacers hanno perso, i bucks sono in caduta libera ma hanno un buon margine.

  • Max

    Nella stagione 1961-62, ancora Oscar Robertson ha conseguito il primato di 41 triple doppie realizzate in una sola stagione. Fra i giocatori in attività, questo primato è detenuto da Grant Hill: 13 triple doppie nel 1997.

  • Max

    preso da Wikipedia 🙂
    ovviamnete ora Grant Hill si è ritirato!!! 😀

  • Michael Philips

    Continuo come un disco rotto: aribitraggio osceno nella gara tra pacers e cavs. Continua il trattamento “preferenziale” per james e ieri sopratutto per un irving che ha preso legnate in ogni singola entrata a canestro. Risultato? 6 liberi concessi in totale al duo lebron/kyrie, a cleveland.

    Westbrook in modalità terminator continua a macinare trascinando quel che rimane del roster dei thunder.

    Warriors che battono di quasi 20pts i palicans, senza klay e con un curry glaciale al tiro. Sono gare come quella di ieri che qualche volta mi fanno salire qualche dubbio riguardo l’mvp già in tasca a curry. Lui sta giocando da fenomeno, ma gli uomini di kerr pare abbiano il pilota automatico, e considerato che hanno un record di vittorie assurdo, inizio davvero a credere che curry sia sì l’mvp, ma il suo modo di trascinare il team non ha nulla a che vedere con quello di un westbrook, che oggi è il giocatore che sposta di più nella lega.

    Domanda : curry, senza klay, senza bogut e senza almeno un altro pezzo principale del roster di golden state(l’assenza di durant vale doppio), riuscirebbe a fare quello che westbrook sta facendo dal dopo all-star game? Chiaro non si sa, ma io ho una sensazione: no, assolutamente no.

    Riguardo i Pacers, mi tocca farei complimenti a vogel, che è riuscito a tenere uniti i suoi, nonostante indiana abbia perso suoi i 2 migliori giocatori della passata stagione. George dovrebbe tornare per i playoffs, e a questo punto rimpiango la stupida partenza di lance. Questi possono ancora ricostruire nel giro di una estate un roster spaccaculi, sopratutto se george ritorna ai suoi livelli.

  • Michael Philips

    Ah riguardo il rookie of the year, direi che al buon wiggins è andata molto di culo, già che il suo rivale jabari si è rotto quasi subito, e mirotic ha giocato pochissimo ad inizio stagione, per poi brillare in modo allucinante una volta avuti i minuti che merita. Lo vincerà wiggo, ma da quello che vedo non c’è storia, per me mirotic(che sta letteralmente salvando i bulls senza rose e butler)roy a mani basse.

  • Nicola

    mad-mel

    Sono d’accordo con te, in questo momento Durant e Westbrook non possono giocare insieme: sono due fenomeni che non possono dividere tra loro la scena ed entrambi dovrebbero essere i traghettatori di una franchigia.
    Secondo me Westbrook non potrà mai portare una squadra alla vittoria di un anello: troppo accentratore, troppo folle, troppo “prendere o lasciare”. Cioè questo ti può fare 50 punti tirando 18/20 dal campo come farti 20 punti con 5/19 e 10 palle perse. Non lo vedo davvero trascinare OKC alla vittoria di un titolo. Ecco perchè se dovessi scegliere io scambierei Westbrook con un paio di giocatori e darei la squadra in mano e Durant. In questo momento potrebbe sembrare una scelta folle ma secondo me, per i motivi detti in precedenza, è l’unica strada percorribile per arrivare fino in fondo.

  • low profile

    Michele

    Garnett è la pietra di paragone per tutti i fake tough guy, non è colpla mia eheheh
    Ma d’altronde s’è fatto mettere i piedi in testa dal gelato una volta..ancora ricordo l’epico commento di Barkley: They’re not gonna fight c’mon… o qualcosa del genere non ricordo le paroli testuali. Dai non te la prendere, scherzo

    Di Harden non mi sembra di essere l’unico a lamentarsi ma oggi non è in topic quindi…bah hai ragione, sono io a parlarne tutti i giorni

    Triple doppie

    Kidd ne ha fatte 13 nel 08 e 12 nel 07 se non erro

  • michele

    quello di Garnett è semplice folklore, che si è molto accentuato negli anni della vecchiaia, si diverte così e fa divertire i nerd che possono utilizzare le formule da nerd tipo “fake tough guy”, che volere di più dalla vita? non sarà fatto santo come duncan a fine carriera, con la canonizzazione in piazza san pietro con papa francesco e tranquillo in telecronaca, aspetteremo con ansia anche quel momento ehehehe

  • Michael Philips

    Michele

    il problema di garnett è che lui tendenzialmente queste facce, queste reazioni non le ha quasi mai avute contro i ben wallace, artest, mourning o shaq, ma spesso contro giocatori decisamente più piccoli o comunque gente che non celebre per avere carattere o famosa per le reazioni alla provocazioni. Da queste cose è nata l’acronimo “FTG”™.

    Non so se ricordi la mega rissa tra pacers e pistons. Quanti giocatori nella lega avrebbero reagito in quel modo contro artest? Pochini direi, ma ben wallace, lui sì che era un duro sul serio, e lo si è visto anche nel modo di affrontare shaq.

  • michele

    mah, MP a me tutte queste cose sembrano aspetti secondari, di Garnett mi è sempre interessato quello che faceva sul campo…..dei giochini con Calderon o del suo trash talking non mi è mai fregato nulla onestamente.

  • Michael Philips

    Michele

    eh lo so, ma stavo solo ricordando perché ha quella reputazione. Poi lui al di là delle provocazioni è sempre stato un giocatore energetico, aggressivo oltre ad essere stato uno dei migliori del decennio passato, quindi non esattamente uno che parla parla e poi è una mezza sega.

    Dove si può firmare una petizione per dare il ROY a mirotic?

  • low profile

    Appunto Michelozzo se non ti importa della sua fama da FTG cosa te la prendi a fare? no perchè altrimenti sembra che ti importa..

    Ed è molto maturo tirare in ballo terze persone che non c’entrano niente ad ogni post, Harden, TD, il prossimo chi sarà?

  • michele

    difatti non mi importa nulla, l’unica durezza di Garnett che mi interessava era quella dei suoi blocchi terminali, che hanno garantito non so quanti tiri facilissimi a Pierce o Allen, o il modo in cui chiuideva la saracinesca celtica in difesa…mi fa ridere solo che è l’oggetto costante di una delle tue tante campagne, come quella contro Harden, il senso del mio intervento era quello!

  • D-Matt

    @mad mel
    x una volta siamo d’accordo, traderei anch’io durant arrivati a questo punto, x almeno 2 ottimi giocatori ( come butler e noah) a quel punto se il cavallo pazzo è questo i thunder sarebbero devastanti

  • LMF

    Intanto ad okc la fortuna continua: Collison distorsikne alla caviglia

  • low profile

    Sarà che invece al contrario di tanti come te mi gusto l’nba ben oltre alla squadra che tifo? E solo perchè riesco a dormire il tempo necessario per vedermi qualche partita qua e là riesco a parlare di parecchie cose, meno di quelle che vorrei tra l’altro e Harden è una noia mortale per chi non lo segue solo tramite highlights e box score? Poi ti ripeto per la seconda volta, parliamo del barba quando gioca, che già lo facciamo pure tropppo, oggi non c’entra una mazza. Grazie

    Comuqnue bravo, sei riuscito a sviare l’attenzione dalla porcata fatta da Smart

  • michele

    Mi spiace, ma non sei certo l’unico appassionato…io qui mica parlo solo di Boston, tant’è che scrivevo anche l’anno scorso con la squadra in zona lottery. Su Harden ho solo fatto notare che è un altro tuo abituale bersaglio, mi sembra una cosa abbastanza assodata.

    Quanto a Smart, non c’è molto da dire: ha fatto una grossa sciocchezza, parliamo di un classe 1994, chi di dovere gli farà una bella lavata di capo. Anche perchè sarà giustamente sospeso e in assenza di Isiah Thomas per la prossima gara sarà un bel problema…….il termine porcata pero’ lo riserverei a cose fatte con molta più intelligenza, cattiveria e lucidità, ad esempio quelle dei Bowen e degli Horry 🙂

  • zed

    Mp io penso che quello che sta facendo West solo il. Migliore dei LeBron lo possa fare. Curry fa sempre il compitino 18 8 o giù di lì forse sono io che mi aspetto troppo dall ‘ mvp ma curry non mi esalta per niente. I gsw sarebbero forti lo stesso senza di lui ma se toglii Russ o il barba alle rispettive squadre sai che finaccia che fanno.

  • zed

    Ah Jordan fece 16 triple doppie nell’89 no ricordo ultimamente stagioni più prolifiche

  • michele

    sinceramente, io credo che a Curry dell MVP non gliene freghi nulla….ha detto bene Kerr, altri pensino pure a promuovere i rispettivi ronzini in quella gara, ai Warriors interessa vincere l’argenteria che conta davvero, non i riconoscimenti individuali.

  • zed

    E se non vince una mazza?io gsw non è che la vedo sicura finalista tutt’altro. Per curry un mvp potrebbe essere l’apice della carriera e penso lo voglia vincere eccome. A LeBron non interessa l’mvp ma il titolo sono d’accordo ma curry che fino a quest’anno non era una superstar sei sicuro che un mvp faccia così schifo?

  • zed

    Nota a margine Paul 15 assists 30 punti e una persa questo è un signor playmaker

  • michele

    ovvio che non ci sputerebbe sull’MVP (anche se con la sfiga che porta ultimamente, forse si toccherebbe le palle)

    però i warriors, come i grizzlies ( e prima ovviamente gli Spurs e la loro costola Hawks, lo dico a LP cosi facciamo pace eheheh) sono costruiti per vincere il titolo, più che per esaltare le qualità individuali e le statistiche dei loro giocatori.

    anzi, io credo che non vincere l’MVP sarebbe meglio per Curry, gli toglierebbe un bel po’ di pressione nella post season.

  • Michael Philips

    Ora non facciamo passare Curry come uno da 18pts, perché ne mette 23 e passa con ottime%.

    Quando si parla di epoca moderna come si fa a tirar fuori le triple doppie di jordan, risalenti a 26 anni fa mi chiedo io? La nba moderna nasce nel 2002-03 con l’introduzione della difesa a zona, cosa che più di tutte ha cambiato il gioco.

    In questa nuova nba è kidd ad aver messo più triple doppie in singola stagione, oltre ad aver chiuso i playoffs del 2007 con la tripla doppia di media(14.6+10.9+10.9).

    Poi chiaro che una tripla doppia da 10+10+10 non è come quelle di westbrook. Se solo Kidd avesse avuto un pelino di feeling in più con i punti, credo che ne avrebbe messe a referto altre 25-30.

    Da un certo punto di vista questo rende uno come lebron, con all’attivo 48 triple doppie(tra playoffs e rs) quasi sopravvalutato nel settore, considerato che con quei mezzi e quelle medie in carriera avrebbe potuto/dovuto averne messe a segno molte di più.

    comunque, per tutti gli amanti delle stats come LP ecco un dato interessante:

    westbrook – 21 triple doppie – 26.9+11.4+12.5 di media
    lebron – 48 triple doppie – 28.6+11.4+11.0 di media

  • zed

    Quoto Michele. Mp come al solito si arrampica sugli specchi per sminuire Jordan eh eh. 1989 ?per me il Vero basket moderno comincia con drj e Larry Vs Magic pochi cazzi.

  • low profile

    Michele non abbiamo mai litigato, non serve fare pace, lo sai che ti voglio bene! lol

    MP
    Grazie, mi mancavano le tue serie di punti assist e rimbalzi messi li a casaccio

  • Michael Philips

    LP

    Dopo aver dato da mangiare al cane, dovevo pur dare anche a te la dose giornaliera di cibo per l’anima. No?

  • wes mvp

    westbrook sta mettendo le stesse cifre di lebron nella stagione 2009/10,ma giocando in media ben 5 minuti in meno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • low profile

    MP

    No, avrei preferito il contrario, dai a me le crocchette e al tuo cane le stats, io mangerei meglio del solito e tu avresti un cane che anzichè l’inutile bastone ti riporterebbe le win shares

  • Michael Philips

    LP

    sei un ingenuo se pensi che io non abbia tentato di indottrinarlo con le stats.

    Ma quel bastardo peloso continuava a guardarmi con un’espressione tipo “ok bello, ma gli intangibles?”.
    Cazzo, ogni volta che si comporta così lo lascio senza cibo per giorni e giorni.

    Piuttosto si metta a migliorare il suo DER(dog efficency rating) perché quello attuale è scarsino. Poco movimento e tante crocchette.

    Per ora non vale assolutamente il max contract a cui aspira(cuccia extra-lusso, biscottoni saporiti a volontà, collare wireless, e cagnette disponibili in qualsiasi momento).

  • alert70

    Westbrook vincerà l’MVP. In NBA molti addetti ai lavori lo indicano come l’uomo giusto per il premio.

    I Thunder a fine stagione dovranno capire che fare col duo.

    Bucks in crisi nera, si stanno letteralmente suicidando. Va detto che Carter Williams lo sbolognerei immediatamente. Mi da sui nervi. Giannis invece è il prototipo dei passi. Ne fa a bizzeffe durante la gara. Lo devono fermare.

    Kings
    Hanno vinto ma dovevano perdere. Non possono andare oltre il sesto peggior record.

  • low profile

    MP

    Ho la soluzione per te
    Portalo dal guru degli addestratori analitici, Cesar Mhollinger, detto anche stats whisperer