March-Madness, Sweet 16: analisi EAST & SOUTH!

Domani notte sarà il tempo di Duke, Michigan State, Louisville e della sorpresa Villanova che affronterà proprio la banda di Pitino, attenzione anche ai Bruins contro Gonzaga.

logo

EAST

Oklahoma (#3) – Michigan State (#7)
Louisville (#4) – NC State (#8)

Favorita: Oklahoma
OklahomaNel consueto caos della prima settimana che ha fatto vittime illustri Oklahoma ne esce vincente, durante la stagione hanno vinto contro squadre importanti e stanno prendendo fiducia nei loro mezzi. Hield, Cousins e Woodard rendono il reparto piccolo uno dei migliori in assoluto, TaShawn Thomas dopo un inizio sotto tono sta salendo di giri e sotto canestro insieme a Spangler è una garanzia.

Upset Team: North Carolina State
NC StateHanno già battuto Duke e North Carolina durante il corso della stagione e ora hanno la grande opportunità di poter andare molto avanti nel tabellone, Louisville non ha giocato al meglio delle sue possibilità e in entrambe le partite giocate non ha mostrato segnali molto incoraggianti. Se Barber sarà in forma per il Wolfpack niente sarà impossibile.

Outsider: Michigan State
SpartansE’ in questa categoria perché nessuno dopo la stagione in chiaro scuro si aspettava di vederli alle Sweet16, Tom Izzo riesce sempre a far scattare qualcosa nei suoi giocatori e la motivazione in questo periodo è molto importante, a marzo le sue squadre si trasformano e potrebbero raggiungere l’ennesima la Final 4.

Terry RozierDa Vedere: Terry Rozier (Louisville)
Contro Northern Iowa ha segnato 25 punti portando una dote di punti non indifferente all’attacco dei Cardinals, avrà sicuramente alte responsabilità anche nelle prossime partite e Louisville punta molto su di lui. Da questa attenzione ne potrebbero uscire valide opzioni di gioco per Harrell, Blackshear e Snider.

SOUTH

Duke (#1) – Utah (#5)
Gonzaga (#2) – UCLA (#11)

Favorita: Duke
DukeSono l’unica reale avversaria di Kentucky alla corsa al titolo, dopo le eliminazioni cocenti degli ultimi anno contro Lehigh e Mercer hanno trovato la giusta cattiveria, Robert Morris e San Diego State non hanno mai avuto nemmeno l’opportunità di fargli paura. Jahlil Okafor è l’uomo da battere e il giocatore più importante del gruppo delle rimaste. Winslow sta crescendo partita dopo partita

Upset Team: UCLA
UCLABattere Gonzaga non sarà facile, ma scommetto che nemmeno da quelle parti saranno stati felici di dover affrontare UCLA alle Sweet 16, anche loro era addirittura a rischio presenza, ma ora ci sono e stanno giocando ogni partita con la giusta voglia e rabbia agonistica, Tony Parker sta finalmente facendo vedere il suo potenziale e contro UAB ha messo 28 punti e 12 rimbalzi nel suo tabellino. Di la ci sono Karnowski e Sabonis che daranno filo da torcere ai lunghi di UCLA, ma hanno qualche possibilità

Outsider Team: Utah
UtahMolti li avevano messi perdenti già al primo turno contro Stephen F.Austin, Utah invece ha giocato una buona partita e controllato il punteggio, contro Georgetoen hanno ottenuto un’altra soldia vittoria contr una squadra ben più quotata, Battere Duke è quasi impossibile, ma altre squadre ci sono riuscite, Delon Wright sarà l’arma da usare per sperare di andare avanti.

Schermata 2015-03-26 alle 12.46.24Da Vedere: Kyle Wiltjer (Gonzaga)
Contro Iowa ha fatto il bello e cattivo tempo con il 62% dal campo, nella seconda partita ha segnato 24 punti sbagliando solo 2 tiri ed è nel momento migliore della stagione, se continuerà su questi ritmi per Gonzaga potrebbero aprirsi le porte per la Final 4.

S.Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste