Charlotte ancora viva, bene Chicago, OKC K.O!

Gli Hornets non mollano i Celtics battendo le seconde linee degli Hawks, Chicago recupera una gara sui Cavaliers umiliando i Knicks, Aldridge solito show, tonfo Thunder!

Charlotte Hornets – Atlanta Hawks 115-100
CHA: Ma-Williams 17, Henderson 20, Walker 21, Biyombo 9 (11 rimb), Hairston 12, Mo Williams 18
ATL: Bazemore 20, Muscala 18 810 rimb), Jenkins 16, Schrder 17 (11 ass)

Bismack Biyombo, Kent BazemoreCoach Mike Budenholzer mette e riposo tutto il quintetto base e i Charlotte Hornets ne approfittano portando a casa una preziosa vittoria in chiave Playoffs; a rompere la partita è stato Kemba Walker andando a segno in negli ultimi 3 possessi del break di 11-2 che ha permesso agli Hornets di scappare dal +3 al +12 (75-63) a metà del 3° quarto. Le seconde linee degli Hawks non rientreranno più in partita con Charlotte che toccherà anche il +15 (110-95).

Chicago Bulls – New York Knicks 111-80
CHI: Dunleavy 10, Gasol 19 (12 rimb), Butler 18, Brooks 14, Gibson 14, Mirotic 24
NYK: Bargnani 14, Galloway 12, Ledo 11

Italian Job: Bargnani 14 pt (7/14, 0/1 da 3), 7 rimb (1 off), 1 ass, 3 perse in 26’

New York Knicks v Chicago BullsI Chicago Bulls rifilano la sconfitta stagionale numero 60 (record di franchigia) ai New York Knicks con ancora Nikola Mirotic protagonista; dopo 3 quarti coach Thibodeau può già schierare le seconde linee, 53-84 il punteggio con Gasol da 19+12, Butler 18 e Mirotic 16 punti dei 24 finali. COn questa vittoria i Bulls rosicchiano una gara ai Cavalier portandosi al -2.0 gare dal 2° post.

Milwaukee Bucks – Golden State Warriors 95-108
MIL: Antetokounmpo 12, Pachulia 12, Middleton 14, Henson 8 (10 rimb), Dudley 13
GSW: Barnes 13, Lee 12, Thompson 21, Curry 25, Mcdoo 12, Speights 12

Golden State archivia Milwaukee con i soliti “Splash Brothers”; le squadre vanno al riposo lungo sul 38-48 Warriors, nel 3° quarto Klay Thompson realizza 17 dei suoi 21 punti spingendo i suoi sul +19 (63-82) dopo una frazione vinta 25-34 tirando col 68%.

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 94-89
UTA: Hayward 17, Booker 12, Gobert 13 (15 rimb), Burke 22
OKC: Kanter 18 (11 rimb), Adams 5 (14 rimb), Westbrook 37, Morrow 12

Oklahoma City Thunder v Utah JazzBrutta sconfitta in rimonta per gli Oklahoma City Thunder a Salt Lake City contro i Jazz, adesso le gare di vantaggio sui Pelicans sono 2.5; i Thunder giocano un super 1° quarto (21-32) andando a toccare poi anche il +16, i Jazz non mollano, rimontano e toccano il +8 (91-83) a 2’ dalla fine! OKC prova la rimonta disperata con Westbrook che spara la tripla del -2 (91-89) a 31” ma Gobert non tremerà dalla lunetta per il +4 a 8” dalla sirena finale.

Portland Trail Blazers – Denver Nuggets 120-114
POR: Batum 15, Aldridge 32 (11 rimb), Lopez 12, Afflalo 21, Lillard 8 (10 ass), Kaman 14
DEN: Chandler 13, Faried 14 (10 rimb), Foye 17, Lawson 13, Barton 12, Nurkic 10, Nelson 22

Italian Job: Gallinari DNP

Ancora un super LaMarcus Aldridge (32+11) trascina i Portland Trail Blazers al successo e si avvicinano sempre di più al loro 6° titolo di Division; a 5’38” dalla fine Denver è in partita sul -3 (101-98), Portland risponderà con un break di 7-0 chiuso da 5 punti consecutivi di Nicolas Batum per il +10 (108-98) a 2’28”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • InYourWais

    Non sono molto per le faide, per i “feuds” o come li vogliano chiamare, ma certi commenti Kanter se li poteva risparmiare, e sono contento che i Jazz gli abbiano cacciato su per il culo le sue parole. Per carità, ha tutto il diritto di pensare che Utah non fosse il posto giusto per lui, che si trovi meglio ad OKC, e tutto il resto, ma poteva usare altri toni ed altre parole

    Definire, in sostanza, i Jazz come una organizzazione di Serie B, vero o falso che sia, non è stato il massimo, specie alla luce del loro record senza di lui, ampiamente positivo, specie dopo aver detto, sostanzialmente, di non essersi sempre impegnato al 100%. Poi lo scambio pare aver giovato ad entrambe e questo è positivo, ma poteva usare altre parole, essere più diplomatico

  • michele

    Budenholzer proprio una merda, chissà da chi avrà imparato eheheh….almeno Pop faceva riposare i big, tutto il quintetto base messo a riposo non credo abbia precedenti ( manco siamo nell’ultima settimana di regular season)…cosa poi spudorata visto che la lotta playoff a est è incertissima, basta una sola partita a decidere: ma va bene lo stesso, Boston ha battuto Atlanta con tutto il quintetto in campo, i Celtics non hanno bisogno di regali.

  • Il Nichilista

    Gerald Henderson doveva finire in panca e nel dimenticatoio con l’arrivo di Lance Stephenson a Charlotte.. eppure nel corso dell’anno non solo si è ripreso il posto da titolare ma sta anche giocando la stagione della vita.. Straordinario, è un giocatore molto forte

  • gasp

    NY una corazzata del tanking, Philadelphia cerca da due anni a questa parte di creare schifezze urlandole ai quattro venti però c’e sempre chi riesce a fare più schifo durante la RS, con la differenza che i Knicks potrebbero ritornare competitivi già dall’ anno prossimo invece Phila dovrà aspettare altri 2-3 anni per vedere solamente una parvenza di competitività…

  • low profile

    La prendi nel modo sbagliato Michele, dovresti essere orgoglioso invece che incazzato, si vede che Bud vi considera più pericolosi tanto da scegliersi un altro avversario per i PO.

    No dai torniamo seri, Pop non ha mai avuto il vantaggio campo garantito a 10 dalla fine gli hawks si, ringrazia che manda in campo il secondo quintetto che il pop al posto suo avrebbe raccattato dei ragazzini nei playground della città.

  • michele

    low, vallo a dire a milwaukee, che hanno perso con i warriors al completo e stanno venendo risucchiati sempre più nella tonnara orientale eheheheh

  • low profile

    Vero
    Infatti non capisco cosa ci stanno guadagnando a far giocare i big anche nel garbage time. Lo dico in serio

  • michele

    sei più popoviciano di tranquillo

    neppure flavione raggiunge livelli simili di devozione, neppure nella storica puntata di “la lavagnetta” in cui difese a spada tratta la decisione di pop di panchinare duncan nell’azione decisiva di gara 6 2013 eheheheh

  • low profile

    Non si tratta di essere popovicciano, basta il buon senso, a memoria non ricordo le 2 leader di conference così distaccate dalle inseguitrici a così tante partite dal termine.
    E giunti a questo punto non vedo perchè non approfittarsene evitando rischi inutili, mica perchè sono vecchi da preservare ma semplicemente per evitare situazioni spiacevoli con la post season alle porte.
    Giusto per farti capire che anche i migliori sbagliano il caso Ginobili 2011, per una insignifacante partita a seed acquisito costò agli spurs una post season intera.
    Non vedo perchè non imparare dagli sbagli, anche se altrui.

    Tranquillo non mi stancherò mai di dirtelo non lo reggo da un bel po’, ah ieri ascoltando la telecronaca l’ho sentito chiamare qualcuno giggi er bullo. Vedi un po’ tu.
    O sei tu il troll e hai preso spunto o lui legge i commenti, cosa che ho sempre sospettato tra l’altro

  • michele

    e ridaje

    un conto è far riposare un paio di big ogni tanto, ma panchinare tutto lo starting five, nemmeno ad aprile, è una presa per il sedere di tutta la lega….kerr è stato molto signore, quando ha chiesto scusa a quei tifosi che si erano lamentati perchè in una partita non ha fatto giocare gli splash brothers ( e non era tenuto a farlo, far riposare due titolari ci puo’ stare una tantum).

    quanto a giggi er bullo, chiedi pure a FMB, potrà confermarti che non sono io, con un banalissimo incrocio degli IP…ma poi parli tu di queste cose, che per anni hai tenuto l’alter ego “pride” per scimmiottarmi eheheheh

  • low profile

    Abbiamo capito che ti aspettavi una mano da Atlanta, peccato che Bud sta saggiamente centellinando le forze in vista dei PO. Questione di punti vista.
    Kerr ha altre idee, sempre questione di punti di vista, io eviterei rischi inutili, anche perchè vincere in scioltezza con tutti i big contro squadre chiaramente inferiori ha poco senso in quanto il primo turno a ovest è un reality check della madonna, anche con OKC menomata sarà battaglia come non lo è stato praticamente mai per loro durante tutto l’anno. Meglio evitare rischi e prepararsi mentalmente allo scontro, visto che tatticamente e tecnicamente lo sono

    Su pride non capisco proprio come pensi possa essere io, cioè il tipo era un genio e figurati se non mi sarebbe piaciuto esserlo a me! poi non era manco offensivo, non è che volevo darti del coglione in maniera volgare e mi serviva un altro (perchè non è che mi chiamo low profile eheheh) alter ego, usava l’ironia in maniera piuttosto educata. Anche perchè quando ho assunto il nick low profile non l’ho mica fatto contemporaneamete con il vecchio usandone uno per insultare e l’altro per parlare tranquillamente.
    Non mi sembra inoltre di essermi mai fatto mancare battute ironiche verso tutti con il mio nome vero.
    Poi se un buon tempone ha deciso di scrivere low pride o cose del genere non ricordo non è colpa mia..e comunque non vedo neanche tutta sta smoking gun se vuoi scrivo un post col nome Michele er bullo ahahaha

    Ps non dico che sei tu, io non l’avevo sentito prima di ieri anche se non sempre vedo le repliche in italiano, a sto punto è più probabile che abbia veramente preso spunto da qua

  • michele

    dai, una volta “pride” posto’ seriamente, parlando di basket e di san antonio col tuo inconfondibile stile e tutti lo fecero notare, anche in your weis…eri stato disattento a non fare log out, capita!

    a me pride stava simpatico, figurati. era una parodia, mica una cosa offensiva..stessa cosa per lo storico “flavio tranquillo”.

    per quanto riguarda bud, davo per scontato che charlotte in casa avrebbe battuto atlanta, fresca di sigillo del primo seed…ma c’è modo e modo.

  • Michael Philips

    Mah, per me gigi er bullo è zed, che è uno degli unici a citarlo sempre e tirarlo in ballo per qualche motivo.

    Tornando a cose serie: il coach of the year?
    A chi lo diamo? Kerr? Budellahoozer?

    Da un lato un esordiente che rischia di chiudere la stagione con l’mvp e il dooty nel roster e un record vicino alle 70W.

    Dall’altro lato un coach che senza avere materiale esplosivo andrà forse a vincere 60 gare stagionali, avendo creato un sistema che valorizza anche i parenti più stretti dei giocatori messi in campo.

    Ragazzi è dura eh.

  • ILoveThisGame

    Secondo me se Curry, come penso, vincera’ l MVP il CoY andra’ ad Atlanta e anche meritatamente, la differenza di talento e profondita’ dei roster e’ evidente e gli Hawks anche contro l’ovest hanno dimostrato quanto valgono..

  • InYourWais

    Non ha senso parlare di presa per il culo o altro, sono anni ormai che praticamente tutti i coaches fanno riposare gli elementi più usati, Popovic ha aperto la via, gli altri hanno seguito, ed i continui infortuni di molte stars, magari a babbo morto (chissà quante volte CoachT si sarà dato dell’idiota per non aver tolto prima DRose) hanno accelerato il processo

    Figuriamoci se agli Hawks interessa chi tra Boston, Charlotte, Nets o Indiana andranno ad affrontare, dovrà sudare con tutte, anzi, per certi versi Boston sarebbe meglio, dato che sono i più giovani ed i meno esperti del gruppone

    Non so niente di nicknames, malgrado alcuni commenti del ritardato ho sempre usato il mio, Pride era oltre ogni limite di genialità, condensava il tutto in 2-3 righe, Low è più serio, prolisso, e mi pare dica le cose che pensa. I coglioni che usano altri nick lo fanno di solito per potersi sfogare in incognito, dato che non hanno le palle di dire certe cose con la loro identità

  • michele

    soluzione salomonica, e la più logica

    MVP Curry
    COY Bud

  • low profile

    Michelozzo
    Grazie alle possibilità che il seo ci offre son riuscito, con una brevissima e facilissima ricerca, a ritrovare il post incriminato.
    Ariticolo del 6 febbraio 2014, cercatelo.
    Una di quelle giornate con i/il troll al suo/loro meglio

    Credo il 9 di febbraio ci ha pure riprovato, ecco perchè ricordavo low pride

    Deal with it amico Michele/Flavione

  • alert70

    Mancano 9/10 gare ai PO, sei primo, vuoi arrivare sano all’appuntamento, te ne freghi se di fronte hai gli Hornets o sbirulino. Se ci fossero stati i C’s avrebbe fatto lo stesso.

    Budenholzer fa quello che deve fare e bene, anch’io se fossi stato al suo posto avrei fatto lo stesso..

    I C’s se vogliono fare i Po devono battere le dirette concorrenti e a guardare il calendario di occasioni ne avranno. Non solo ma avranno lo stesso privilegio di giocare contro i Raptors (penultima) e probabilmente i Cavs (terzultima e quartultima) con alcune “assenze”.

  • alert70

    MP

    Budellaholzer……….lo merita. I Warriors erano già forti di loro.

  • zed

    Lo vedi che sei tu Er mitico Giggi il tuo commento da arrogante mono neurone ne è la conferma. Iyw è Giggi da quando ho cominciato a prenderlo per il culo per questo fatto Giggi è scomparso ed è rimasto Iyw. Poi se non è lui chissene Iyw come bulletto da tastiera basta eccome

  • michele

    non mi fa postare il link alla pagina del 6 febbraio

    guarda low, quel post di pride che casualmente parla di basket e non di prese per il culo al sottoscritto ricalca in tutto il tuo stile

    poi ripeto, a me ha sempre divertito pride, ben altra cosa erano gli attacchi ad esempio a michael philips., quindi nessun problema…dovessi incontrare un giorno tranquillo, mettero’ sempre una buona parola per farti assumere come analista da sky eheheheh

  • gasp

    Kerr ha fatto giocare i titolari per avere la matematica certezza del primo posto nella Western (che prima o poi sarebbe comunque arrivato)…

    Per il CoY concordo anch’io darlo a Budholzer, anche se non si vede tutti i giorni un coach rookie fare 60+ vittorie
    1) Budholzer
    2) Kerr
    3) Kidd

  • michele

    alert70

    io casi di un INTERO starting five panchinato, senza nemmeno attendere l’ultima settimana di regular season, non ne ricordo…….parli di boston, ma anche ai tempi dei big three al massimo nell’ultima settimana di regular season riversa faceva rifiatare garnett e allen

    charlotte avrebbe vinto lo stesso anche coi titolari di atlanta probabilmente, ma non è questo il punto.

    lo ha fatto atlanta e nessuno dice nulla perchè è una squadra simpatica..se lo avesse fatto cleveland ad esempio, molti si sarebbero scandalizzati, fidati.

  • low profile

    Quindi per prendere per il culo te mi auto dico di avercelo piccolo. Va bene.
    Il tipo copiò paro paro un mio intervento di un giorno prima.
    Fattene una ragione, inovocai anche l’intervento di FMB, prenditela con lui se ancora vivi con l’ossessione di sapere chi era pride. Te lo dico di nuovo, mi sarebbe piaciuto e mi onori facendomi così geniale ma ahimè non lo sono

  • Michael Philips

    Zed

    ho usato google translate per avere un resoconto in italiano, ma niente, continuo a non capire il tuo commento.

    Alert

    sì buldogboozer merita, ma c’è chi dice che anche gli hawks erano forti l’anno scorso, e tecnicamente va detto che entrambi i team hanno fatto un bel balzo in avanti:

    2013-14 Hawks 38-44 (.463)
    2014-15 Hawks 55-18 (.753) e potenziale record di 64-18

    2013-14 Warriors 51-31 (.621)
    2014-15 Warriors 60-13 (.822) e potenziale record di 69-13!

    gli hawks giocarono senza horford ma il balzo è troppo assurdo, ma pure i warriors, con coach nuovo e roster identico hanno fatto un balzo di 15+gare vinte.

    è dura eh.

  • michele

    dai, polemica chiusa per quanto mi riguarda, oggi è una bella giornata e vado al mare a prendere un caffè. buona domenica a tutti e scusate per l’off topic

  • ILoveThisGame

    Secondo me Atlanta in qualche modo deve essere premiat e dato che giocatori in lizza per i vari premi non ce ne sono, penso e spero che vincera’ coach Bud.
    Kerr lavoro incredibile ma le basi le aveva gia’ buon buone, qualita’ del roster incredibile sui due lati: giocatori come Green ( puo’ difendere su 4 ruoli) Iguo e Barnes (difende sugli 1 2 3 e a volte 4) Thompson e Livingston ( sugli 1 2 e a volte 3), che anche in attacco sono di medio o alto livello sono merce rara tutti nello stesso roster..Poi vabbe ce il 30 e Bogut( solo dietro Gobert per % concessa al ferro e per % di tiri contestati) che si compelta alla perfezione con Speights, squadrone.

  • Giasone

    In ogni sport i calendari regalano di questi incroci, c’è poco da fare. Più che altro come faceva notare qualcuno non si ricorda a memoria una stagione in cui la prima della classe in una conference prende un tale vantaggio e lo mantiene fino a questo punto della stagione. Stando così le cose il turnover “anticipato” è solo una conseguenza. Oltretutto schierare i titolari contro una squadra che sai già darà tutto quello che può è un rischio inutile.

    Westbrook 9 palle perse, lancio ufficialmente l’hashtag: #NitrorobNonMollare

  • Michael Philips

    ILoveThisGame

    guarda io sarei per buldhawkseer perché è un miracolo, ma pure kerr ha preso un team da 50w e lo ha trasformato in un team che rischia di chiudere con il terzo record di vittorie nella storia nba.

    Anche queste cose contano. In più c’è chi direbbe che se curry ha lo stesso rendimento dell’anno scorso ma sta giocando con il piglio da mvp, se green da carneade è diventato basilare e a rischio dpoty, qualche merito andà anche a steve, no?

  • Michael Philips

    Giasone

    westbrook da quando ha preso le redini del team, oltre a viaggiare a cifre ridicole, viaggia anche a quasi 6 palle perse a serata.

    Notevole.

  • alert70

    MP

    Gli Hawks erano buoni lo scorso anno penalizzati dagli infortuni e dal nuovo corso portato dal coach. Quest’anno con il ritorno dei soliti noti, la crescita del tedesco e di Teague, oltre all’acquisizione di Tabo hanno fatto il definitivo salto di qualità, almeno nella RS.
    Le aspettative si attestavano sulle 50/54 W non 55 a 9 dal termine.

    Kerr ha preso un team forte, in rotta col coach, con Bogut inviperito a dir poco, facendo un lavoro eccezionale. La differenza con Budenholzer è che ad inizio di stagione si sapeva che avrebbero fatto una stagione al top, non così al top ma 55/57 W erano in preventivo. Vanno per le 65 (mi limito) un upgrade enorme.

    Però guardando al talento dei due roster è chiaro che quello californiano è una spalla sopra, motivo per cui lo darei al coach degli Hawks.

  • alert70

    Michele

    Acquisito il vantaggio ai PO è normale far riposare i cestisti anche per evitare gli infortuni. La “colpa” si fa per dire è dei Cavs che ci hanno messo troppo ad ingranare le marce. Se fossero stati un filino più competitivi ad inizio stagione, avremmo visto le due squadre in lotta per la leadership della conference.

    Ti ripeto quanto scritto prima: James, Irving e forse lo stesso Love non giocheranno contro i C’s se la seconda posizione fosse garantita. Quindi quello che i C’s devono fare è vincere le prossime tre gare contro le dirette concorrenti, è li che si giocheranno l’accesso ai PO.

  • michele

    alert

    ho capito, ma io ho fatto un discorso generale….esistono anche le mezze misure e il buon senso, tra lo schierare lo starting five e mettere 5 riserve ce ne passa

    la juventus potrebbe schierare 11 riserve nella partita di campionato prima del quarto contro il monaco visto che lo scudetto è già vinto , ma non lo farà; ci sarà un turn over calibrato….se lo facessero scoppierebbe una polemica infinita, ti immagini?

    quanto alla paura degli infortuni, ragazzi quelli capitano comunque…karma is a bitch! durant pensava di essere molto più furbo di george saltando i mondiali, e adesso george rischia di rientrare prima di lui eheheheh

  • michele

    rob, ti prego…un commento sulla gara di motogp

  • Michael Philips

    James in lebrick edition contro phila, per ora 8/24 and non counting…

    almeno metterà il game winner dai