Boston vittoria chiave, DeRozan batte Harden!

Bradley trascina Boston ad un vitale successo per i Playoffs, DeRozan esplode contro Houston, Portland va ai Playoffs, Clarkson batte i 76ers, ok Memphis e Atlanta.

Charlotte Hornets – Boston Celtics 104-116
CHA: Ma.Williams 10, Jefferson 12, Henderson 17, Walker 28 (12 ass), Mo.Williams 19
BOS: Turner 15, Bradley 30, Smart 14, Thomas 10, Crowder 14, Olynyk 11

Italian Job: Datome DNP

468171118_masterAvery Bradley (30 punti) si carica sulle spalle i Celtics e li trascina alla vittoria sul campo degli Hornets, diretti rivali per la corsa all’8° posto; primi 3 quarti da favola per Boston che a 2’ dalla sirena del 3° periodo tocca anche il +22 (61-83) con Bradley autore di 26 dei suoi 30 finali! CHarlotte però ci vuole provare, dal -22 riesce a portarsi fino al -6 (102-108) a 52” dal termine, i Celtics però saranno gelidi dalla lunetta chiudendo con 8/8 negli ultimi 40”. Con questa vittoria Boston torna 8ava a pari record con Brooklyn mettendo 1.5 gare di distacco dagli Hornets.

Philadelphia 76ers – Los Angeles Lakers 111-113 OT
PHI: Covington 12, Noel 19 (14 rimb), Smith 17, Canaan 18, Robinson 13
LAL: Johnson 12 (11 rimb), Kelly 16, Ellington 20, Clarkson 26 (1 ass), Brown 22, Hill 5 (10 rimb)

Philadelphia 76ers V Los Angeles LakersAltra sconfitta di misura nel giro di 48 ore per i 76rs che stavolta si arrendono dopo un’OT contro i Lakers di Jordan Clarkson; proprio la matricola giallo-viola pareggia sul 102-102 a 11” dallo scadere dei regolamentari con 2 liberi, Ish Smith si incaricherà dell’ultimo tiro ma niente da fare. Nell’OT è ancora Clarkson protagonista, Noel pareggia sul 111-111 a 12” ma Clarkson sulla sirena segna il layup della vittoria!

Atlanta Hawks – Milwaukee Bucks 101-88
ATL: Carroll 23, Millsap 15, Horford 18, Korver 11
MIL: Antetokounmpo 18, Ilyasova 12, Pachulia 17 (13 rimb), Middleton 12, Bayless 14

Tornano i titolari ed Atlanta batte senza difficoltà i Bucks; gli Hawks scappano via a cavallo tra il 3° e 4° periodo, break di 10-4 per il +13 (77-64) dopo 3’ del 4° periodo, Milwaukee non rimonterà.

Toronto Raptors – Houston Rockets 99-96
TOR: A.Johnson 8 (16 rimb), Valanciunas 15, DeRozan 42 (11 rimb), Williams 13
HOU: Aruza 15, Harden 31, Brewer 13

Houston Rockets v Toronto RaptorsDeMar DeRozan dice 42 (14/27 dal campo) e Toronto supera di misura gli Houston Rockets di James Harden (31 punti); a 104” dal termine Airza porta avanti Houston con la tripla del 95-96 ma sarà anche l’ultimo canestro della partita dei texani, DeRozan (12 nel 4°) risponde subito per il contro-sorpasso e a 18” segna il jumper del +3 (99-96). Houston ha l’ultimo tiro a per 2 volte Ariza non riuscirà a segnare.

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 97-83
MEM: Green 16, Randolph 15, Gasol 8 (11 rimb), Lee 10, Conley 18, Koufos 8 (12 rimb)
SAC: Gay 24, McCallum 12, Williams 10

Dopo 3 sconfitte consecutive tornano a vincere i Memphis Grizzlies battendo i Kings; match sostanzialmente deciso nel primo tempo con i padroni di casa avanti 56-43 (Randolph 10 dei suoi 15 finali) dopo aver toccato anche il è +15, vantaggio poi amministrato per il resto della partita.

Minnesota Timberwolves – Utah Jazz 84-104
MIN: Wiggins 17, Hamilton 11, LaVine 21, Budinger 14
UTA: Hayward 22, Booker 17 (13 rimb), Gobert 15 (12 rimb), Burke 19

Con un super 3° periodo gli Utah Jazz battono i Minnesota T-Wolves, bene ancora Trey Burke uscendo dalla panchina; si va all’intervallo lungo sul +10 Jazz (40-50), nel 3° quarto Minnesota tirerà col 30% contro il 50% di Utah perdendo anche 5 palloni, parziale di 17-31 e +24 (57-81).

Portland Trail Blazers – Phoenix Suns 109-86
POR: Batum 16, Aldridge 17, Afflalo 16, Lillard 19, Kaman 12
PHX: Macus Morris 11, Markieff 11, Tucker 10, Bledsoe 12, Warren 13, Green 13

Portland vince a Phoenix e stacca il biglietto per la post-season;, anche qui 3° quarto spacca-partita; grazie ad un break di 6-0 negli ultimi 47” del primo tempo Phoenix va al riposo sotto solo di 6 (49-55) ma nella ripresa non ci sarà storia! Nella 3^ frazione gli ospiti si imporranno 16-37 con Damian Lillard autore di 10 dei suoi 19 punti finali, dal +6 al +27 (65-92) e partita chiusa.

STANDINGS

Schermata 2015-03-31 alle 08.47.08

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • michele

    hana

    ti rende onore quello che dici

    nel sito dei canarini italiani, dopo mesi in cui ad ogni sconfitta dei celtics il refrain era “maiali verdi, stanno tankando per rubarci la prima scelta che ci spetta di diritto” adesso sono passati a un “celtics mediocri, se fanno i playoff è solo perchè la eastern fa schifo, verranno sweepati, e noi comunque rinvinceremo un titolo prima di noi perchè siamo la nobiltà degli ultimi 30 anni”

    mi faccio certe risate a leggerli eheheh

  • michele

    “prima di loro”, ovviamente. refuso!

  • hanamichi sakuragi

    @ mad-mel: secondo me MP ha ragione.. a livello di fisico RW è troppo superiore a curry… insomma quest’ultimo si sfiancherebbe prima… un conto è difendere su uno che ti fa 1000 finte.. un conto è farlo su chi attacca a 1.000 all’ora. fisicamente il secondo ti prova più del primo non credi?

  • 8gld

    mah…le motivazioni, mente, voglia di vincere etc. non li valuterei con i mezzi fisici…o ce l’hai o nisba. Quanti corazzieri farebbero sfaceli con il loro fisico, agilità e altro e invece non fanno nulla?
    E’ l’ IQ e la voglia …il primo è parte dei campioni, insieme dei grandi che saltino una foglia o un dizionario.

  • mad-mel

    @hanamichi….ti manca un dettaglio Russell westbrook non difende proprio. Inoltre golden state a livello collettivo e tra le migliori difensivamente. Cosa che di okc nn si puo dir proprio.
    Insomma il semplice accoppiamento non paga come ragionamento.
    Certo westbrook ti fara’ sui 35-40 di media…ma con che percentuali e con quante perse??

    Curry al contrario fara’ meno (non cosi tanto) ma con un collettivo superiore avra medie percentuali nettamente superiori.

    Insomma il basket e’ un gioco di squadra grazie a dio…e non basta accoppiare come le figurine per ruolo i giocatori, altrimenti okc un paio di titoli li avrebbe gia in bacheca.

  • michele

    “Insomma il basket e’ un gioco di squadra grazie a dio…e non basta accoppiare come le figurine per ruolo i giocatori, altrimenti okc un paio di titoli li avrebbe gia in bacheca.”

    esattamente

  • Michael Philips

    mad-mel

    curry ti fa smattare, ma tra i due ho più fiducia nella tenuta fisico-atletica del n.0 in una situazione di marcatura durante una o più gare, e questo perché probabilmente in questo momento non c’è nessuno nella lega più faticoso di lui da dover tenere per 40+ minuti.

    Big Game james

    “Curioso come le statistiche di Chamberlain vs russel rientravano nella media..”

    beh, tieni conto di un “microscopico particolare”: la nba non ha i referti e le stats complete delle stagioni prima del 1963-64, quindi di wilt perdiamo i box score(non le medie e i totali) delle stagioni da 37, 38, 50 e 45 pts a gara…inclusi i 7 cinquantelli che ha piazzato contro russell
    con un massimo di 62…e te credo che le medie sono bassine rispetto al solito.

  • Max

    G.s-Oklaoma 4-1 e tutti a casa!!

  • Michael Philips

    max

    beh, senza durant e Ibaka mi pare il minimo.

    I giocatori dei warriors da “testare” sotto pressione sono klay, green, barnes(che però fece dei super playoffs da rookie ma fece male l’anno scorso)marrese e lee, mentre ovviamente curry non ho dubbi farà bene, ma anche gente come iguodala, barbosa sono rodati.

  • Max

    la classifiche delle 25 guardie ed ali grandi dove si trovano??

  • Max

    Ovvio Mp..se ci fosse stato Durant ed Ibaka forse sarebbe stata uan serie molto più equilibrata.Credo che cosi’ Weestbrok una se la porti a casa ma per il resto il gioco corale di Golden State abbia la meglio senza grandi patemi d’animo.
    Ovviamnete voglio vedere anche io l’impatto che avrannoa lcuni giocatori di Gs nei playoff come greeno Thomposn e voglio a nche vedere come c’arriva Bogut visto che per ora nella sua carriera ha fatto solo 2 post season e credo che possa essere uno degli uomini chiave per GS nei playoff.

  • Michael Philips

    Max

    su bleacher report…

    ragazzi è appena uscita quella sui pivot……

    i popcorn sono pronti…

  • Max

    grazie mille MP 🙂

  • Max

    aahhahahahhaha Howard decimo.ahahhahahahha

  • Max

    i primi 4 si possono interscambiare come volete e ci possono stare ma David Robison quointo sopra The Dream è una bestemmia.

  • Michael Philips

    LOL

    hey mad-mel, spiegami il vostro willis reed 23simo, e howard al n.10….

    hey brazzz moses al n.7 e david robinson al n.5 – – prima di hakeem che sta al n.6??? EH?!

    ragazzi, robert parish troppo in basso, 13simo non penso, vadano gli anelli, la carriera lunghissima, ma qualitativamente non vale quel posto.

    Concordo con i primi 3.

  • low profile

    “Insomma il basket e’ un gioco di squadra grazie a dio…e non basta accoppiare come le figurine per ruolo i giocatori, altrimenti okc un paio di titoli li avrebbe gia in bacheca.”

    esattamente”

    Esattamente pure io

    Lista delle PF
    Occhei Sheed ha sprecato un talento e occhei non parliamo di quelli di mille anni fa ma Sheed fuori dai 25 e Bosh 15°
    Eccheccazzo,

    Lista dei C me la leggo adesso

  • mad-mel

    @mp pubblica sta lista dei centri cosi mi faccio un idea…
    ma walt frazer ad esempio a che posizione e’ tra i play?

  • kareem

    il solito mentecatto di philips.
    dice che non bisogna paragonare giocatori/atleti di epoche diverse e poi è il primo che dice che in caso di titolo di lebron in quest’annata il paragone con bird automaticamente sarebbe a senso unico a favore di lebron.
    io dico che uno che entra in nba pompato come il messia del gioco ti aspetteresti una carriera da goat,invece qua per davvero il paragone che fanno con jordan è per tutti a senso unico con multa compresa e ritiro di patente in caso che qualcuno lo affronti contro mano.

    e mi dispiace anche che per sottolineare la forza mentale di lebron si ricordi solo delle sue gradi partite ai playoff trascurando i suoi numerosi fallimenti alle finali.

  • Michael Philips

    kareem abdul trollar

    “e mi dispiace anche che per sottolineare la forza mentale di lebron si ricordi solo delle sue gradi partite ai playoff trascurando i suoi numerosi fallimenti alle finali.”

    lol! cosa dovevo tirar fuori per sottolineare la forza mentale di lebron? le finals contro dallas? Ma che ragionamento sarebbe?

    beh, chi si ricorda i tiri sbagliati? Chi ricorda le sconfitte? Di bird si dice sempre che ha vinto 3 anelli, non che ha perso 2 finali, che pure lui ha giocato brutte gare in finale e nei playoffs.

    Pensa che tendenzialmente i gicatori mettono a referto più tiri sbagliati che segnati nelle loro carriere, and so?

    Magic ha vinto 5 anelli, ma ha pure perso 4 finali con annesse gare-no.

    Non credo di aver mai nascosto il black-out di lebron nel 2011 e quelle gare delle finals 2013 in cui pur giocando bene, e spostando su entrambi i lati del campo, sembrava non avere la forza di imporsi a piacimento.

    Il paragone con giocatori di epoche passate lo ha fatto bleacher report e io ho preso quelle liste come spunto per vedere i pareri.

    Bleacher report fa le sue classifiche, io tenderei sempre a farle per epoche, o più semplicemente per decenni.

    Questi troll che provano a discutere con pacatezza mi insospettiscono ben più dei troll classici.

  • michele

    mah, la motivazione per cui robinson è finito davanti a olajuwon in sostanza è che ha avuto parametri statistici avanzati superiori e che prima dell’era duncan ha avuto compagni scarsi rispetto a quelli dei rockets

    aspetto i commenti indignati di brazz eheheheh

  • Procionide

    E va beh, rimane sempre il problema che si sono voluti vincolare a parametri rigidi per fare la classifica. Non esiste semplicemente che Robinson sia d’avanti a olajuwon.