Eurolega: Top 16 (Day #14): Troppo CSKA per Milano

Una Milano già eliminata subisce l’impeto del CSKA, mantenendo la prima piazza nel girone, il Maccabi vince lo spareggio con l’ALBA e vola ai quarti salvando anche lo sconfitto Pana.

Gruppo E

ALBA Berlino – Maccabi Tel Aviv 64-73

Stella Rossa Belgrado – Panathinaikos 69-68

Galatasary – Fc Barcellona 65-88

Real Madrid – Zalgris Kaunas 99-83

Lo spareggio per l’accesso ai quarti di finale tra ALBA Berlino e Maccabi Tel Aviv, premia gli israeliani, per merito di una prova straripante di Devin Smith, che con 28 punti e 7/10 dall’arco, trascina da vero leader i suoi, portandoli di peso al turno successivo. Pochi rammarichi per i tedeschi, che dopo un’Eurolega favolosa, salutano il palcoscenico da grande sorpresa, per giocarsi all’ultima giornata l’accesso alle migliori 8 d’Europa, per lo più in casa, avrebbero firmato ad inizio stagione i dirigenti tedeschi. Alla fine ha prevalso la legge del più forte, ma soprattutto quella del più esperto. Il Panathianikos perde a Belgrado in una partita molto concitata e se non fosse per la vittoria del Maccabi Tel Aviv, avrebbe dovuto salutare anche lui in modo clamoroso l’Eurolega, non una grande Top 16 per i greci che accedono al turno successivo come quarta del girone, un risultato deludente, visto e considerato la storia del club. Infine ordinaria amministrazione per Barcellona e Real, che battono rispettivamente Galatasary e Zalgris, andando a mantenere la prima posizione a pari merito, ma per la differenza canestri negli scontri diretti, il Real Madrid è primo.

Gruppo F

Fenerbahce Ulker – Anadolu Efes Istanbul 83-72

Unicaja Malaga – Laboral Kuxta Vitoria 93-84

Olympiacos Pireo – Nizhny Novgorod 77-70

EA7 Milano – CSKA Mosca 79-88

Il Fenerbahce nel derby di Instanbul batte l’Anadolu Efes, chiudendo al meglio questo favoloso girone di Top 16, sebbene alla seconda posizione, semplicemente per merito di un CSKA troppo più forte. Senza più nulla da chiedere all’Eurolega, l’Unicaja Malaga, si sente in dovere di una prestazione degna di nota, dopo una top 16 mediocre, e chiude le porte in faccia al LAboral Kuxta, che perde in modo netto, dopo una grande Top 16 e saluta con qualche rammarico la competizione. L’Olympiacos, batte senza alcun problema il Nizhny Novgorod e chiude terzo nel girone della morte, un risultato a dir poco sorprendente, vedendo com’era iniziato la sua Top 16.

Infine l’EA7 Milano, già eliminata, ma che aveva voglia di un’ultima grande notte europea, battere i più forti, davanti al proprio pubblico. Questo non si è avverato, semplicemente perché il CSKA è troppo superiore, non solo a Milano sia ben chiaro, ma ad ora è la favorita numero 1 per il titolo finale. L’Olimpia solo nel girone di ritorno ha mostrato tutto il suo potenziale, tuttavia, non basta contro questo CSKA, che è troppo più grosso, troppo più profondo, e troppo più tecnico, e in avvio lo dimostra senza problemi, con il proprio leader Milos Teodosic, che inizia a mettere in mostra con i suoi classici passaggi ad una mano, e con la propria difesa, ad arrivare ovunque. Milano prova a scuotersi, con Alessandro Gentile, che non vede ostacoli, neanche se a Marcarlo c’è uno dei migliori d’Europa, ovvero Andrei Kirilenko. La gara rimane sempre in mano ai russi, Milano prova a combattere, prova a rientrare, ma poi bastano un paio di difese, un paio di giocate offensive e il CSKA rimette le mani sulla partita. Alla fine l’Olimpia non può essere scontenta di una gara di questo tipo, i valori sulla carta sono palesi e sono venuti fuori, Milano non ha raggiunto l’obbiettivo dello scorso anno, ma ha mantenuto una dimensione europea comunque di livello, sicuramente qualche domanda per come si è lavorato in estate bisogna porsela, ma ci sarà tempo per farlo e per non ri-commettere errori lampanti. Il CSKA invece punta dritto al titolo, quel titolo che rincorre ormai da troppo tempo, quest’anno ad ora sulla carta sembra difficilmente battibile come squadra, ma è quando conta che bisogna dimostrarlo.

ACCOPPIAMENTI QUARTI DI FINALE

Real Madrid (1) – Anadolu Efes Istanbul (4)

Fenerbahce Ulker Istanbul (2) – Maccabi Tel Aviv (3)

CSKA Mosca (1) – Panathinaikos Atene (4)

Fc Barcellona (2) – Olympiacos Pireo (3)

Inizieranno martedì 14 e mercoledì 15 aprile, il turno si disputa al meglio delle 5 gare, con le prime due in casa di chi ha il fattore campo a favore.

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P