NBA Vs Manga, ecco gli alter ego!

Perché ad NBA-Evolution ci piace essere sempre diversi ed unici, questa volta abbiamo calato un vero e proprio asso perché la MARVEL associò i suoi eroi all’NBA, ma con i Manga nessuno!

NBA-MANGAEra primavera iniziata da molto poco, ed avevo un brutto infortunio alla mano causato da un abbonamento Gold a Brazzers, quando il Direttore F.M.B mi scrisse:”Ho in mente una cosa per te che ti farà svalvolare”

Curioso come un Delfino con le caramelle Dufour, chiesi subito di cosa si trattasse, il magnifico mi tenne sulle spine per qualche ora e poi mi diede l’incarico, uccidere il presidente? Di più. Salvare il mondo? Ancora più importante.

Qualche anno fa la NBA associó alcuni suoi giocatori ai supereroi Marvel.

Non capendo una beata fava di supereroi Marvel e nel mio caso manco di giocatori nba, abbiamo pensato di fare una cosa del genere anche noi, ma utilizzando i personaggi dei manga, dai più famosi ai meno famosi.

Questi sono quelli che ho scelto, non è una top10 ma un semplice elenco di analogie che ho trovato tra due mondi che distano anni luce uno dall’altro.

Kobe BryantVegeta (Dragon Ball)

KobeVegeta per diventare SS4 aveva bisogno di una macchina in grado di sparare raggi lunari, Kobe per il sesto anello ha bisogno di una squadra. Tanta analogie tra i due “principi” che verosimilmente ora si stanno allenando insieme nella stanza dello Spirito e del Tempo, o a gravità 100, per raggiungere le loro ossessioni. MJ per il Mamba, Kaharoth per l’orgoglioso Sayian.
Entrambi sembrano cattivi, ma alla fine sono solo dei duri che vogliono migliorarsi all’infinito.
Vegeta non invecchia mai, e Kobe? Nemmeno lui.
PRINCIPESCHI

Larry BirdJun Misugi (Capitan Tsubasa)

BirdDue aristocratici del gioco, uno del basket e uno del calcio. Perché associare Misugi, che era malato di cuore e poteva giocare al massimo 15-20 minuti a partita, con il grande Larry?
Carisma a fiumi per entrambi, talento e sopratutto voglia di vincere nonostante gli infortuni. Bird gli ultimi anni di carriera dovette far fronte a dei dolori lancinanti alla schiena eppure riuscì lo stesso a scendere in campo col Dream Team e con i suoi Celtics. Misugi, splendido capitano della Musashi, non molló mai e alla fine sconfisse la sua malattia, trovando anche un nuovo ruolo in cui giocare nella nazionale giapponese.
SANGUE BLU.

Allen IversonCongo Agon (Eyeshield 21)

IversonTreccine: le abbiamo.
Pelle scura: c’è
Talento mostruoso: a pacchi
Voglia di allenarsi: saltami addosso.
Molti non sapranno di chi io stia parlando, ma per quanti abbiano letto lo splendido manga sul football americano, sapranno che questo paragone era doveroso.
Due CAMPIONI così simili, e con così poca voglia di allenarsi. Agon molto spesso non giocava neanche le partite, preferendo stare in tribuna con due belle femmine (e come dargli torto) e IVERSON preferiva non allenarsi, perché tanto era iverson e un trentello every Night lo avrebbe piazzato comunque.
I ruoli? Playmaker e Quarterback. Esatto, più o meno lo stesso.
LAVATIVI

LeBron JamesKen Shiro (Hokuto no Ken)

JamesPerché associare il Re dell’Ohio con Ken Shiro? È presto detto. Di tutti i manga che ho letto, e in tutti i forum in cui sono stato, il protagonista è sempre il più amato. Tranne in “Ken il guerriero”. Tantissimi detestano Ken, non reputandolo un protagonista all’altezza, e tantissimi “haters”, come amano chiamarli i suoi tifosi, detestano Lebron.
Io stesso, in Ken, preferisco Rei, l’airone bianco di Nanto.
Dopo aver perso due finali, Lebron fece ritorno, e cambio squadra e vinse due anelli.
Dopo aver perso la donna della sua vita per mano del nemico Shin, Ken intraprese un viaggio che gli insegnó cosa fosse la tristezza, ritrovó la sua donna e diventó il più forte di tutti. Esatto, come il Lebron attuale.
PROTAGONISTI

Stephen CurryGon (HunterXHunter)

CurryUno dei più bei manga mai pubblicati, e uno dei paragoni che mi piacciono di più.
Sempre con il sorriso sulla faccia come se quello che stessero facendo fosse la cosa più bella del mondo (e forse lo è davvero)
Normodotati (Gon è addirittura un bambino di 10 anni) ma tremendamente forti.
Steph sta vivendo un’evoluzione che non si vedeva dal Cenozoico, diventando uno dei giocatori più determinati della Lega, Gon fa lo stesso, acquisendo giorno dopo giorno le capacità che lo porteranno ad essere un vero Hunter, un cercatore di tesori.
Quale tesoro? L’anello, ovviamente.
TALENTUOSI

Michael JordanRoronoa Zoro (One Piece)

MJIl massimo esempio di due forniti di una mente diversa da quella degli altri. Nati per dominare, nati per essere i più forti.
Entrambi conoscono la parola sconfitta molto presto (jordan contro gli odiati Pistons, Zoro contro il suo nemico giurato e obiettivo Drakul Mihawk, lo spadaccino più forte al mondo) e poi, non la conobbero più.
Zoro lo ha dichiarato “non perderò mai più”, MJ no, ma i suoi occhi parlavano chiaro.
Mj tornó dopo due anni di assenza più forte che mai, Zoro, si riunì dopo due anni alla sua ciurma alle Isole Sabaody, ed era più forte che mai.
VINCENTI

Wilt ChamberlainMonkey D Rufy (One Piece)

WiltIl protagonista di uno dei miei manga preferiti, non poteva non essere associato a una LEGGENDA della palla a spicchi.
Wilt era ( pace all’anima sua) alto 216 cm.
Rufy sfiora a malapena il metro e 75, ma può allungarsi, rendendo le sue braccia e le sue gambe simili a quelle dell’unico uomo ad aver segnato 100 punti in una partita.
Quando sei così forte dovresti avere un minimo di “cattiveria” dentro di te, ma Wilt era un bonaccione, amava le belle donne.
Rufy è così, come Wilt. Semplice, amante della carne, e dei suoi compagni più di ogni cosa.
IMMORTALI

Derrick RoseCrilin (Dragon Ball) & Minato Namikaze (Naruto)

Rose“Goku sono qui per aiutarti”
Morto.
“Sono tornato, per la terra”
Morto.
“Sono Crilin, e..”
Morto.
Ecco D-rose negli ultimi 3 anni potrebbe essere paragonato a Crilin.
“I’m Back”
Rotto.
“I’m BACK again”
Rotto again
Che poi entrambi ci mettono anche impegno ma ogni volta che appare un nuovo nemico, Crilin muore, ogni volta che inizia una nuova stagione, Rose si infortuna e lascia da solo i suoi Bulls.
Quando però sta bene, il windy City assassin diventa come il lampo giallo della foglia, quello che era considerato il ninja più veloce di sempre.
54 parole dette da Minato in tutto il manga, 57 Parole dette da Rose in tutta la sua vita.
ODI ET AMO

Tim DuncanBarbabianca (One Piece)

DuncanI suoi “figli” lo chiamano “papà”, e dominava i mari nonostante l’età avanzata.
Si sacrifica per cercare di salvare la vita a uno dei suoi figli, Ace, e viene definito un mostro. Un immortale.
Così come lo é Tim Duncan, prima scelta assoluta al Draft del 1997, e che da ormai 18 stagioni domina la NBA. Come? In maniera semplice e pulita, senza l’arroganza dei più forti, così come il grande pirata Barbabianca, che dominava nel nuovo mondo, ma considerava comunque tutti, anche i nemici “figli del mare”.
Forse il pirata più temuto e rispettato, stessa cosa per Timmy, che cerca di tirare avanti la sua nave, e far crescere i giovani.
Uno voleva creare un nuovo re dei pirati, l’altro ha fatto nascere un nuovo mvp delle finals.
“QUESTA ERA PORTA IL NOME DI BARBABIANCA!!!” O di Tim Duncan.

Shaquille O’NealToriko (Toriko)

ShaqCosa accomuna l’autoproclamatosi “MOST DOMINANT EVER” con uno dei sovrani del cielo, il portentoso “gourmet hunter” (sostanzialmente un cacciatore di cibi) Toriko?
Sicuramente l’allegria e la voglia di non prendersi mai troppo sul serio.
Indubbiamente la fame. Entrambi mangiano cibo a tonnellate, dolci, carne, e chi più ne ha più ne metta (World peace), e senza ingrassare, anzi, diventando sempre più forti.
Oddio, poi Shaq aveva una panza che neanche un alcolista di Monaco di Baviera, ma i 3 anni che ha fatto ai lakers, dove ha praticamente vinto ogni cosa, era in una forma fisica devastante.
Sembra che tutte due abbiano lo stesso motto. “‘Ca se muore”, come dicono a Napoli, e allora tanto vale godersela, sta vita.
Entrambi fortissimi, ma entrambi hanno bisogno di qualcun altro per raggiungere i propri obiettivi. Per toriko, l’alimento supremo “GOD”, e verrà aiutato dal cuoco Komatsu e dagli altri 3 sovrani del cielo, per Shaq, nei suoi 4 luccicanti anelli, Un gran contributo di Kobe con concorso di Derek Fisher, Robert Horry e tanto tanto Flash. No, non il supereroe, ma quasi: D-Wade.
Oh, un’altra cosa… Non fateli incazzare. Come tutti i buoni, diventano terribili quando sono incazzati.
INGORDI

Dennis RodmanZaraki Kenpachi (Bleach)

Rodman“Se davvero sei il quincy più forte, non desideri ardentemente di schiacciare lo shinigami più forte??”
“Sanità mentale? Non ricordo di aver mai avuto un simile fastidio”
Direi che queste frasi riassumono alla perfezione il personaggio di Zaraki Kenpachi, il dio della morte più forte mai esistito nella Soul Society di Bleach, il manga di Tite Kubo.
Associare questi due è fin troppo semplice. Più l’avversario é forte e più si esaltano: il verme, considerato uno dei migliori rimbalzisti di sempre, era quasi sempre costretto a vedersela con avverarsi più grossi di Lui. E che problema c’è? Gioco d’astuzia.
Zaraki ha l’handicap di una spada utilizzabile solo per un quarto del suo effettivo potere. Entrambi desiderano essere eccessivi e battagliare in ogni situazione.
Entrambi si esaltano in situazioni difficili, amano le sfide dure anche se alla fine vinceranno sempre loro.
Sono due “Bad Boys” per antonomasia.
Rodman fu trovato in un parcheggio con un fucile pronto a sparare e affermó che era nato un nuovo uomo quella sera.
“Sanità mentale? Non ricordo di aver mai avuto un simile fastidio” potrebbe dirlo anche Dennis Rodman, soprattutto riferito a quando si sposò da solo vestito da donna.
LA FOLLIA DEL PIÙ FORTE

E adesso tocca a voi, qual’è l’accoppiamento che vi è piaciuto di più? Ditecelo nel sondaggio e commentate con i vostri!

[poll id=”222″]