Rose parla del rientro: “É stato un inferno!”

La stella dei Bulls è tornata a giocare dando ottimi segnali ma ha sofferto molto per poter recuperare in tempo per i Playoffs, proprio lo stesso giocatore lo ha detto!

RoseCon la vittoria di stanotte al Barclays Center di Brooklyn i Chicago Bulls si sono assicurati il fattore campo al 1° turno dei Playoffs, per la lotta al 3° posto invece la corsa è quasi compromessa visto che Toronto ha ancora 2 partite da giocare ed entrambe agevoli (sulla carta), ma a far ben sperare i Bulls è il ri-ritorvato Derrick Rose (26 anni)!

Dopo una prima partita di assestamento dopo 2 mesi di stop D-Rose è tornato a macinare ottime prestazioni andando sempre in doppia-cifra nelle ultime 3 partite con una media minuti di circa 22′, un bel e forte segnale per la franchigia dell’Illinois in vista della Post-Season anche se questo ha fatto patire molto l’ex Tigers; infatti la riabilitazione è stata molto dura a detta dello stesso giocatore

Le ultime 6 settimane sono state infernali! Devi nuovamente calarti nella riabilitazione, svegliarti ogni giorno alle 7:30, arrivare 2 o 3 ore prima degli allenamenti e svolgerne 3 al giorno, giocare le partite è molto più facile, sicuro.

Nella vittoria di sabato a Philadelphia Rose ha chiuso con 22 punti realizzando molte delle “sue” giocate di dinamismo attaccando il ferro

Appena mi sento bene posso giocare come so, è sempre una benedizione quando si torna e fai parte di una squadra come questa dove ti permettono di giocare il modo in cui sai, sono grato per questo e sono felice che sto giocando anche nel 4° periodo.

Fare previsioni ad oggi sulla griglia Playoffs è molto difficile ma SE Chicago dovesse chiudere al 4° posto l’attenderebbe un 1° turno ostico contro i Washington Wizards di John Wall (24 anni), un bel banco di prova per Rose!

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B