Billups frecciata ad Anthony: “Non un vero leader!”

Compagni di squadra sia a Denver che New York ma l’ex Pistons non crede che la stella dei Knicks sia un vero leader che possa prendere per mano la squadra.

Billups-MeloInsieme a Chauncey Billups ai tempi dei Denver Nuggets Carmelo Anthony (30 anni) ha raggiunto quello che ad oggi è il miglior risultato in carriera nei Playoffs, finale Western Conference 2009 persa (4-2) contro i Lakers di Kobe & Pau vincitori poi del titolo, Melo vuole tornarci e andare oltre ma stando allo “Smooth Criminal” ex Pistons non è un leader adeguato.

Alla trasmissione radiofonica della ESPNThe Knicks Blog with Anthony Donahue” Billups ha parlato proprio del suo ex compagno di squadra col quale oltre alla casacca dei Nuggets ha vestito pure quella dei New York Knicks per 3 mesi quando ci fu la storica trade; amico, grande talento ma…

Carmelo è un mio caro amico, è il giocatore più forte con il quale abbia mai giocato, ma non è quel tipo di ragazzo che si alza in mezzo allo spogliatoio e si mette a parlare la squadra per caricarla, non è quel tipo di leader. Lui è quello che scende in campo ogni notte, si allena ogni giorno ma non è quel tipo di persona, un leader vocale.

Poi arrivano gli elogi ma anche un suggerimento indiretto al presidente Phil Jackson

Pe quello che è, è un grandissimo giocatore! Ma devi trovare un altro ragazzo che possa essere un leader, uno che possa parlare agli altri, Carmelo non è il tipo che rompe la barca (che non prende in mano la situazione, ndr).

Ai tempi dei Denver Nuggets Melo era si la stella ma non il punto di riferimento all’interno dello spogliatoio, prima lo fu Andre Miller, poi Allen Iverson e infine lo stesso Billups, a New York ci sono già stati problemi con alcuni compagni e in una squadra che la prossima stagione partirà da 0 sarà fondamentale avere una figura di riferimento…della serie o adesso o mai più?

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B