Playoffs 2015, Semifinali Conference: analisi!

Golden State affronta Memphis con Conley ancora ai box, LeBron attende i Bulls, sfida rovente tra Rockets e Clippers, Atlanta vita difficile con Washington.

East

Atlanta Hawks (#1) – Washington Wizards (#5)

Scontri in regular season: 3-1 ATL

john-wall-jeff-teague-nba-washington-wizards-atlanta-hawks-850x560Qui Atlanta: Le due sconfitte a Brooklyn, hanno minato le sicurezze degli Hawks, che però nonostante tutto con il loro credo hanno dimostrato di rimanere concentrati e solidi. Ora l’avversario è ben più consistente e vedremo come si comporterà questa squadra, snobbata praticamente da tutti, anche se si è guadagnata la #1 ad Est.

Qui Washington: L’impressionante facilità con la quale hanno spazzato via i Toronto Raptors non se l’aspettava nessuno, ma questa è una semplice dimostrazione che le cose rispetto allo scorso anno sono ben diverse. Paul Pierce è l’emblema di tutto questo, il leader carismatico pronto a guidare questa banda di ragazzotti, pronti a stupire l’intera NBA. Adesso vediamo se riusciranno a superare il secondo turno, risultato non riuscito lo scorso anno.

Chiave Tattica: Per Atlanta l’obbiettivo primario è contenere John Wall, lui accende la scintilla che può far saltare il banco, le alternative ci sono, e non vanno sottovalutate, ma se si accendo lui, per gli Hawks si mette davvero male. Per gli Hawks si è mostrato una spina nel fianco Brooke Loopez, può e deve esserlo anche Nenè, lui con il suo atletismo ha sicuramente  anche la possibilità di contenere Hoorford difensivamente. La difesa di Washington deve essere attaccata, il gioco fluido della squadra di Budhenolzer si è un minimo arenato, ma potrà tornare ad essere efficace, con la fiducia e l’energia positiva delle ultime due gare vinte contro Brooklyn.

Duello (Teague-Wall): Sfida tra le due PG ad alta velocità, come dimostrazione che le loro squadre vanno dove decidono loro. Si marcheranno e se le daranno di santa ragione sportivamente, a viso aperto.

Pronostico: La testa mi direbbe Atlanta per la qualità del roster, e per le cose mostrate in RS, ma l’istinto mi dice Washington visto come escono dalla serie con Toronto. Chiudono in 6 gare, dopo aver strappato il fattore campo subito.(4-2, WAS 60%)

[poll id=”233″]

Cleveland Cavaliers (#2) – Chicago Bulls (#3)

Scontri in regular season: 3-1 CLE

Cleveland Cavaliers' LeBron James (23) drives past Chicago Bulls Joakim Noah (13) during the third quarter of an NBA basketball game Sunday, April 5, 2015, in Cleveland. The Cavaliers defeated the Bulls 99-94.(AP Photo/Tony Dejak)

Qui Cleveland: La serie contro Boston è stata una semplice formalità, non è di certo da sottovalutare la sicurezza con la quale la squadra di Blatt abbia vinto anche al Boston Garden. Il problema principale, risale al nome di Kevin Love, infortunato e fuori da 4 ai 6 mesi, e sappiamo quanto era importante per aprire il gioco offensivo nei meccanismi di Blatt. Sarà anche un fattore psicologico, che Lebron e compagni dovranno essere bravi a superare in fretta.

Qui Chicago: Un po’ come la stagione regolare è andato via il primo turno per i Chicago Bulls, tante convinzioni crollate in poco tempo. Dopo il 3-0 con qualche patema con i quali avevano messo in ghiaccio la serie, all’improvviso si sono fatti azzannare da una squadra molto modesta, andando anche a perdere in casa, fortunatamente non ci sono state ripercussioni successivamente, ma semplicemente perché il Bulls sono troppo più forti dei Bucks. Adesso la sfida che tutti avevano pronosticato come finale dell’Eastern Conference, la squadra sta bene, le notizie più positive arrivano da Derrick Rose.

Chiave Tattica: Il credo principale di Thibodeau sarà dare la palla dentro, i lunghi di Chicago, soprattutto il catalano a nome Pau Gasol, può e deve fare la differenza in post. Senza Love saranno punti che mancano alla causa, ma soprattutto una soluzione difficile da marcare, quella del tiro da tre punti, in positivo c’è da dire che i problemi difensivi a cui espone la squadra saranno limitati. James saprà che l’attacco verte soprattutto su di lui e dovrà essere bravo a scaricare la palla. I tiratori di Cleveland dovranno essere pronti, perché saranno sfidati parecchio al tiro. Sarà una serie costruita sui dettagli, che toglierà parecchie energie e per questo la difesa di Chicago può essere un fattore importante, al contrario quella dei Cavs.

Duello (James-Butler): L’unico insieme a Leonard in grado fisicamente ed atleticamente di tenere Lebron James, è proprio il prodotto di Marquette. Sarà interessante se questo accoppiamento darà i suoi frutti anche sul campo dei playoff e non solo sulla carta, sicuramente se James verrà limitato i Cavs potrebbero avere seri problemi in fase offensiva.

Pronostico: Senza Love cambiano gli scenari, ma Cleveland è più solida rispetto a una squadra che potrebbe dominare se pensiamo alla qualità dei giocatori che ha in rosa, invece si perde in un bicchier d’acqua. Prevedo una G7 all’ultimo sangue, dove il fattore campo prevarrà. (4-3, CLE 60%)

[poll id=”234″]
 West

Golden State Warriors (#1) – Memphis Grizzlies (#5)

Scontri in regular season: 2-1 G.S.

imageQui Golden State: Nel primo turno non hanno giocato un basket eccelso ma hanno rifilato uno sweep ai Pelicans. Buone notizie per loro, pessime per gli avversari. Steph Curry ha dimostrato di essere molto pronto a giocare questa post season, dietro di lui i vari Thompson, Green e Barnes, leggermente discontinui nel primo turno di playoff, non possono che crescere per tornare ai livelli visti in regular season.

Qui Memphis: Un primo turno passato, come si pensava, in maniera agevole, l’unico vero, ma grosso, problema è l’infortunio di Mike Conley. Per il resto i Grizzlies che venivano da un momento difficile sul finale della regular season, con questa vittoria sembrerebbero aver ritrovato il gioco e gli automatismi che li avevano portati ad essere per lungo tempo la seconda forza della Conference. Soprattutto hanno ritrovato Gasol e Zebo, non poco davvero.

Chiave tattica: Vincerà questa serie chi riuscirà ad imporre il proprio ritmo. Tanto è veloce, a tratti incontenibile e basato sulle sue fenomenali guardie quello dei Warriors, quanto controllato e centrato sul gioco dei due lunghi quello dei Grizzlies. Chi controllerà i tabelloni controllerà il ritmo. Senza sottovalutare le due difese. Sarà lotta durissima anche nelle proprie metà campo, con le due migliori difese di squadra, anche meglio degli Spurs quest’anno. Senza contare le panchine, con le seconde linee Warriors che si fanno preferire alla panchina Grizzlies.

Duello (Green-Randolph): Il vero duello di questa serie. Due giocatori duri che si sfideranno non solo fisicamente ma anche vocalmente, conoscendo i due personaggi. Limitare il post basso di Randolph da una parte, cercare di contenere l’energia micidiale, specie a rimbalzo offensivo, di Green dall’altra. Sinceramente non vedo l’ora di vederli uno contro l’altro, da loro dipenderà molto di questa serie.

Pronostico: Golden State ha decisamente i favori del pronostico e non solo per il vantaggio del fattore campo. Oltretutto contenere gli splash brothers in contumacia Conley non sarà facile per Memphis. ( 4-2 G.S. 70%)

[poll id=”235″]

Houston Rockets (#2) – Los Angeles Clippers (#3)

Scontri in regular season: 2-2

7850330Qui Houston: I Rockets arrivano alle semifinali di Conference forti della netta superiorità dimostrata contro i Mavs. James Harden ha trovato un validissimo cast di supporto in Ariza, Jones e Brewer, senza contare Dwight Howard, decisivo senza chiedere di essere troppo coinvolto in attacco.

Qui Los Angeles: Dopo le energie fisiche e nervose spese nella splendida serie giocata contro gli Spurs, i Clippers non faranno fatica ad entrare in questa serie. Certo bisognerà vedere in che condizioni sarà Chris Paul, ma se c’è una squadra che può mettere in difficoltà i Rockets fisicamente questi sono i Clippers.

Chiave Tattica: Due squadre molto simili, entrambe vogliono correre e tirare da tre, quindi importantissimo sarà vincere la battaglia a rimbalzo. La squadra che riuscirà inoltre ad allargare meglio il campo liberando i tiratori potrebbe prendere in mano la serie, così come non si devono sottovalutare le difese, specie nei close out sul perimetro.

Duello (Griffin-Jones/Smith): Per come ha giocato Griffin è stato chiaramente l’ago di bilancia della serie contro gli Spurs. Compresa la tripla doppia in gara 7 e malgrado CP3 versione Willis Reed. Fermare la sua energia e la sua vitalità offensiva ed a rimbalzo è decisivo per i Rockets. Che hanno però nel duo Jones/ Josh Smith due carte importanti da giocarsi. Entrambi sono molto cresciuti nei playoff ed hanno fisico e tecnica per mettere in difficoltà il #32 bianco blu.

Pronostico: Davvero difficile, due uomini in missione Harden vs Paul. Ma appunto io non vedo un arma che possa disinnescare il barba in maglia Clippers, e se Howard si è convinto davvero e gioca come ha fatto fino adesso vince Houston (4-2 Rockets 60%)

[poll id=”236″]

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • rofled

    Sarò di parte, ne capirò poco ma non concepisco come possano i rockets anche solo giocarsela vs questi clips.

  • kaepernick

    Vado con atlanta piu che i wizards..

  • Lore

    rofled hai visto giocare i rockets??? hahahaha harden se li beve i clips…howard ha giocato bene, smith, brewer jones stanno tutti giocando bene, in più sono riposati…poi Paul s’è fatto anche male…sarà una serie lottata anche per me però Harden può vincere con tutti, basta vederlo giocare…

  • rofled

    Se cp3 sta bene può tranquillamente tenere il barba. Se sta male invece purtroppo sta serie neanche inizia. Vedere Rivers jr giocare più di 10 min sarebbe da vietare ai minori.