Playoffs Player Of The Round: Stephen Curry!

Nuova rubrica per i Playoffs del nostro Mago che ad ogni turno analizzerà e decreterà il miglior giocatore in assoluto, per il 1° round unanimità al #30 dei Warriors.

16564112-mmmainCon l’inizio dei Playoff NBA-Evolution ha deciso di analizzare quale giocatore è stato il migliore turno dopo turno. Per questo 1° turno dei Playoffs 2015 il migliore indiscusso non può non essere il PG dei Golden State Warriors, Stephen Curry (26 anni).
I suoi Golden State Warriors, teste di serie della Western Conference, hanno sfidato i New Orleans Pelicans. Serie archiviata con un rapido 4-0, dove il #30 è stato vero e proprio mattatore.

LA SUA SERIE

Gara 1: 107-99 GSW. Curry gioca 40 minuti e mette a referto 34 punti, distribuisce 5 assist e cattura 4 rimbalzi. Serata non eccellente al tiro visto un 4/13 da tre, ma ciò che dimostra il valore del playmaker è il plus minus: +20. Con lui la squadra corre e segna, tutti i compagni entrano in ritmo e per gli avversari sono guai seri. Il risultato finale non è veritiero visto il sostituto del titolare. Infatti con Shaun Livingston in campo la squadra raccoglie un plus minus che recita: -20. Questa differenza di 41 punti spiega come Golden State sia “Steph Curry dipendente”.

Gara 2: 97-87 GSW. 37 minuti sul parquet, 22 punti e un Draymond Green infuocato. Quest’ultimo viene cercato spesso da Steph, il quale lo mette a suo agio con passaggi smarcanti e assist al bacio. Il lungo chiude con una prestazione sbalorditiva: 14 punti, 12 rimbalzi e 5 assist. Complice anche un grandioso Klay Thompson da 26 punti, i Warriors si portano sul 2-0 nella serie.

Gara 3: 123-119 OT GSW . Steph Curry show. Con una prestazione da leader indiscusso, conduce la squadra a una rimonta inimmaginabile. A 6 minuti dalla fine i Pelicans, condotti da un Anthony Davis superlativo, sono avanti di 17 punti e si preparano a festeggiare il 2-1, ma le cose non vanno esattamente così. Quando mancano 14 secondi alla fine, e i GSW sono sotto di 5, Curry firma la bomba del -2, successivamente a 4 secondi dalla fine, con Anthony Davis di fronte, il futuro MVP della NBA segna la tripla del pareggio ed è overtime. Nel supplementare la sua tripla, l’assist per Bogut e una freddezza incredibile ai liberi portano Golden State sul 3 a 0 nella serie. Chiude con 40 punti (7/18 da 3), 9 assist e 5 rimbalzi.

Gara 4: 109-98 GSW. 39 punti(5/12 da 2, 6/8 da 3, 11/12 ai liberi), 9 assist e 8 rimbalzi in 38 minuti di gioco sono la motivazione di perchè è stato scelto come MVP dei quarti di finale Playoff NBA 2014-2015.

MEDIE

Punti: 33.8
FG%: 45%
Rimbalzi: 5.3
Assist: 7.3
Perse: 4.0
Rubate: 1.3
Stoppate: /
Minuti: 39.8

Il Mago

Il Mago

Responsabile Comunicazione e Marketing della Gagà OrziBasket. Sono uno studente di Scienze Motorie, super appassionato di pallacanestro passando dalla Serie A della mia amata Vanoli Cremona fino alla NBA dei miei New York Knicks. Già, tifo i Knicks perchè nella vita per le cose belle bisogna saper aspettare. Nickname: Il Mago