Infortunati, le situazioni di: Rose, Paul e Wall!

I PG di Washington, Chicago e Los Angeles non al 100% per il resto delle serie, Rose non è preoccupante, Wall vuole altri pareri e Paul è sempre in dubbio.

Wall-Rose-PaulLe sorti di Wizards, Bulls e Clippers in questi Playoffs dipenderanno molto dalle condizioni dei loro PG, John Wall (24 anni) non è sceso in campo stanotte per la Gara2 ad Atlanta, Chris Paul (30 anni) è sempre in bilico mentre Derrick Rose (26 anni) non dovrebbe essere grave, qui sotto analizziamo le e situazioni:

John Wall

L’ex kentucky si è infortunato al polso destro nella Gara 1 delle Semifinali di Conference (video sotto), coach Wittman per precauzione non ha voluto rischiarlo stanotte dopo che il giocatore non si è sentito a suo agio nel riscaldamento; non ci sono fratture ma il polso non è al 100%, in questi giorni Wall sentirà i pareri dei medici per capire la situazione e che trattamenti fare. Washington tornerà in campo sabato tra le mura amiche per Gara3

Chris Paul

La sua è la situazione più delicata, ad oggi Chris è “Questionable” per giocare stanotte la Gara2 a Houston, molto difficilmente scenderà in campo anche se coach Doc Rivers continua a sostenerà che ci sia il 50% di possibilità di vederlo; la decisione verrà presa prima della partita anche se, visto l’ottima prestazione in Gara1, il Doc poss tenere ancora a riposo il suo leader per averlo nelle gare casalinghe.

Derrick Rose

Ogni volta che D-Rose si tocca qualche parte del copro durante la partita i tifosi dei Bulls tremano, in gara1 l’ex Tigers ha subito un forte colpo alla spalla, al momento sembrava qualcosa di grave ma solo al momento; nel post-partita il giocatore ha tranquillizzato tutti dicendo che è tutto sotto controllo e che si è trattato solo di una forte botta passata dopo qualche minuto. Sarà in campo regolarmente stanotte per la Gara2.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B