James accoglie Chicago: “Ambiente ostile”

Chiamati a vincere almeno una delle 2 partite in quella dello United Center la stella dei Cavs parla di queste ore di riposo prima di tornare in campo proprio stanotte.

CEdIxWFW0AAP7ew.jpg-largeSe c’è una cosa che il Commissioner Adam Silver dovrà mettere mano in merito ai Playoffs oltre al formato anche il calendario visto il poco tempo di riposo tra una partita e l’altra soprattutto in queste fasi delicate, stanotte i Cleveland Cavaliers tornano subito in campo in quel di Chicago per la delicata Gara3, LeBron James (30 anni) sa cosa lo aspetta.

A parte qualche malizioso like su Instagram (CLICCA QUI per vedere) e la telefonata all’amico Chris Paul (30 anni) dopo la super prestazione di Gara7 contro gli Spurs, la stella dei Cavs sta mantenendo la promessa di non interagire via social se non con “Uninterrupted“, 100″ di video per commentare il pre e post partita di questa post-season; ‘Bron è il più attivo dei giocatori NBA (l’altro è Draymond Green), atterrato a Windy City ha parlato delle solite cose come i trattamenti, alla preparazione della partita tramite i video aggiungendo:

Saremo pronti per stanotte, la partita è arrivata molto velocemente ma faremo il possibile per essere preparati ma è grandioso! È bello essere qui, bellissima città, fan molto calorosi, oggi farò i miei trattamenti, prenderò cura del mio corpo e cercherò di tenere la mia mente sul pezzo come sto facendo in questi Playoffs per poter dare il mio contributo soprattutto in un ambiente ostile come questo.

Tutto il giorno in Hotel anche perché:

Se potessi mi piacerebbe fare una passeggiata per le vie di Chicago ma non sarebbe una cosa saggia.

Un James che nella gara2 ha ritirato fuori la fascetta del potere che da mesi aveva abbandonato, ecco spiegato il perché:

Volevo assomigliare più ai miei compagni senza, poi è come se mi avesse richiamato e adesso è una sorta di “Game Time Decision” per indossarla.

Tornando a cose più serie i Cavaliers stanotte ritrovano dopo le 2 gare di squalifica J.R Smith (29 anni) ma allo stesso tempo potrebbero non avere l’ottimo Iman Shumpert (24 anni) infortunatosi proprio in Gara2 all’inguine sinistro, coach David Blatt è ottimista ma potrebbe anche tenerlo a riposo per averlo al meglio nelle prossime partita.

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B