Horford eroico e 3-2 Hawks, Warriors facili ancora!

Atlanta vince all’ultimo secondo grazie ad una prodezza del suo lungo e si conquista il Match-Point, idem Golden State che vince facile du Memphis con Curry da record.

PlayoffsLOGO

Barra-East2015

Atlanta Hawks (#1) – Washington Wizards (#5) 82-81 [ATL 3-2]
ATL: Carroll 10 (10 rimb), Millsap 14, Horford 23 (11 rimb), Teague 14
WAS: Pierce 11, Gortat 14, Beal 23, Wall 15, Porter 9 (10 rimb)

Washington Wizards v Atlanta Hawks - Game FiveA sorpresa John Wall scende in campo ma il suo contributo non è bastato ai Wizards per espugnare la Philips Arena, vince Atlanta in rimonta che si guadagna pure il Match-Point all’ultimo secondo; ad inizio 3° periodo i Wizards toccano il massimo vantaggio sul +10 (41-51) ma gli Hawks recuperano in un amen e il resto del match sarà vissuto sul punto-a-punto, arriviamo negli ultimi 8” dove Paul Pierce, ancora una volta, sale in cattedra sparando la tripla che vale il sorpasso Washington sull’80-81!
Atlanta ha l’ultimo possesso, ci pensa Dennis Schrodr che si butta dentro ma viene stoppato da Wall, la palla però rimane agli Hawks grazie ad Al Horford che la cattura e poi segna il canestro del contro-sorpasso lasciando 1” ai capitolini. Ultima preghiera sarà di Wall ma non verrà accolta, gli Hawks chiuderanno il match col 41% dal campo e ben 13 stoppate a referto.

Barra-West2015

Golden State Warriors (#1) – Memphis Grizzlies (#5) 98-78 [GSW 3-2]
GSW: Barnes 14, Thompson 21, Curry 18, Iguodala 16
MEM: Green 10, Randolph 13 (10 rimb), Gasol 18 (12 rimb), Conley 13

Memphis Grizzlies v Golden State Warriors - Game FiveGolden State sfrutta l’assenza di Tony Allen e si porta sul 3-2 nella serie grazie ai 39 punti combinati dagli “Splash Brothers” con Steoh Curry autore di 18 punti, 6 recuperi oltre a diventare il più veloce a toccare i 100 punti realizzati nei Playoffs con sole 28 gare (record precedente di Ray Allen con 35); Grizzlies che partono subito forte toccando già nel 1° quarto il +13, Curry non ci sta e spara ben 4 triple compresa quella quasi sulla sirena per il 26-25 Warriors dopo i primi 12’, da quel momento in poi la partita sarà nelle mani dei ragazzi di coach Kerr.
Memphis prova a stare in scia all’intervallo (49-41) ma nella ripresa crolla, il break di 11-3 sul finire del 3° quarto vale il +17 (72-55), i Warriors raggiungeranno il +24 ad inizio 4° quarto e di fatto calerà il sipario su Gara5.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • low profile

    Volevate il got to guy? Accontentati
    Onore a Wall e ai wizard e brutta partita dei falchi ma se in g3 c’ha pensato Teague stanotte la coppia maculato+Al ha fatto la differenza, oltre ovviamente ad una super difesa che non è mai mancata in questi playoffs.
    Troppo bello trovare eroi diversi a seconda dell’occasione, ma in g6 dovranno fare meglio.
    La menzione d’onore non può non andare a PP che pare intenzionato a confermare il trend di questi giorni: palle che fanno provincia e bocca che fa macroregione del nord

    After Paul Pierce hit go-ahead 3-pointer, he looked at Hawks bench and said “Series.”

  • Luciano R.

    Mi arrapano i punteggi bassi.

  • 8gld

    5° andata:
    non serve per forza di cose arrivare alla 7°, se puoi la devi chiudere.

    Lp:
    concordo a mani basse che tutto in primis deve ruotare su un gioco di squadra e su un collettivo, senza ombra di dubbio, anche perchè in uno sport di squadra non vai assolutamente da nessuna parte. Ma ci sono dei momenti e dei frangenti, che oggi può essere uno, domani l’altro o il solito, in cui, fisiologicamente, si cerca o si può cercare un go-to-guy, quello che all’evenienza abbia una mano poco tremolante…come dire che hai JJ in squadra e dai l’ultimo tiro a Barnes o ti servono punti e invece di andare da Curry vai da Gortat. Horford è un signor giocatore.

  • 8gld

    ps: Washington merita la 7° e non si può sottovalutare lo stato fisico prima di Beal e poi di Wall.

  • InYourWais

    Il canestro di Horford ha poco a che vedere con l’essere go to guy, il go to guy designato per l’ultimo tiro infatti era Schroeder, che ha sbagliato malamente, Horford è arrivato come una bestia a rimbalzo (aiutato anche dalla sparizione dei lunghi Wizards), ed ha messo un canestro da 1 cm

    Senza quel rimbalzo, staremmo qui a parlare del perchè, con Teague, Millsapp, Korver ed Horford, si è dato palla ad un 2° anno che ancora deve dimostrare tutto

    Mi fa davvero ridere come cerchi di modificarti le cose per portare acqua al tuo mulino, come se si potesse paragonare la situazione degli Hawks, squadra bella, benissimo allenata, profonda, dal talento non disprezzabile, ma comunque vergine a certi livelli, con quella Spurs, dove il collettivo è composto da ex stars e superstars, da gente che ha costruito una carriera attorno alle spalle enormi di TD, Parker, Manu, Elie, e molti altri

    Guarda il collettivo Memphis ad Ovest, per carità, non è certo quello il motivo per cui sono sotto 3-2, ma lì la Democrazia sta faticando molto di più, anche perchè non ci sono dei WIzards mezzi rotti con la stella che ne gioca una si e tre no, ma una squadra talentuosa come i Warriors, che invece di go to guys ne hanno 2, neanche uno solo

    Gli Hawks stanno giocando una post season finora parzialmente deludente, con Wall a pieno servizio oggi si troverebbero sotto o forse già in vacanza, direi che non è il caso di prendere questa serie come esempio di quanto sia bella la Democrazia e di quanto schifo faccia lo Star Power

    Poi magari passano e da oggi in poi vanno dritti in finale, tornando quelli della regular season, non ne sarei dispiaciuto, sono un bel collettivo. Ma ad ora, nelle due conference, pare che lo star power stia funzionando piuttosto bene

  • low profile

    8gld
    Credo di non essermi mai spiegato bene.
    Io non penso che prendendo 5 giocatori qualsiasi, dandogli un gioco ben preciso si vince.
    Il mio pensiero è e sempre sarà che una squadra per essere forte ha bisogno di giocatori forti, da li non se ne esce.
    Solo che credo sia molto più fruttifero avere più gente capace di essere decisiva, e come lo fai? li responsabilizzi, li metti nelle condizioni di rendere al meglio delle loro possibilità.
    Il ball dominant, quello che ti toglie le castagne dal fuoco e si assume tutta la responsabilità per quanto clucth possa essere non sempre lo farà, un gruppo con ruoli ben precisi ne perde, ma non sempre perderà.
    Non so se è chiaro il concetto adesso.

    Poi il tema super star a me fa ridere proprio, quante star ci sono? abbastanza per un all star game eppure mi pare che ad ogni turno una star almeno va a casa, le squadre, quelle vere fai fatica a mandarle a pescare, ce le mandi, ci sarà sempre la super super star ma una , max 2 e anzi la storia recente dice che quasi meglio che ste 2 si mettano pure assieme, figurati..e manco basta più.

    Un altra cosa che mi inorridisce del pensiero comune, e oggi prendo ad esempio Al Horford ma ne potrei fare altri mille, è che per il fan nba se non segni 25 a partita non sei decisivo, non sei un grande giocatore, poi quando il grande giocatore da 25 a sera esce perchè non ha saputo responsabilizzare i suoi compagni e si è trovato solo sull’isola contro un team ben strutturato è colpa degli altri, poi vedi in giro che ci sono tanti ma tanti grandi giocatori che elevano il valore del gruppo prima di elevare il proprio e nessuno se li caga.

    Da Curry ci andavi anche 4 anni fa eppure tankavano.
    Curry è un fenomeno perchè oltre a far canestro eleva il valore dei singoli ed eleva il valore del sistema in cui gioca, ma prima non aveva un sistema in cui giocare ed il suo fare canestro era fine a se stesso.
    Di Curry ce ne sono pochi in giro, la maggior parte rimpingua stats e portafogli, beati loro

  • hanamichi sakuragi

    Sui hawks dico solo una cosa: ma alcuni qui non dicevano che nei cavs, lebron e JR escluso, nessuno aveva esperienza nei P.O. e che pertanto, pur avendo il miglior roster ad est non avevano l’obbligo di vincere e che partivano alla pari con i bulls?
    benissimo io questo discorso lo condivido poco, sempre detto che l’obiettivo dei cavs erano le E.C.F.
    ma se l’esperienza è una giustificazione che vale x i cavs, che hanno lebron, a maggior ragione vale per gil hawks che hanno meno talento e che hanno giocato con questo nucleo, neanche al completo, una sola serie di P.O.
    io penso che se arriveranno alle E.C.F. avranno fatto una stagione cccezzzzzionale (come dice piccinini) se dovessero uscire al 2° turno ci sarà l’amaro in bocca ma ad inizio dell’anno in pochi li avrebbero visti vincitori della RS ad est e secondo turno perso in gara 7 contro i wiz ben più talentuosi. credo che tutti i loro tifosi avrebbero firmato per questo

  • hanamichi sakuragi

    @ michele, sulla discussione di ieri su noah: naturalmente hai ragione mi confondevo di anno

  • low profile

    Iws

    lasciamo stare dai, sono giorni che lo ripeto, per giocare come gli spurs ci vogliono i giocatori degli spurs ma se Atlanta sta ancora qui a farvi mordere il fegato è proprio perchè hanno un sistema vincente in cui tanti grandi giocatori, non grandissimi ma grandi sono messi nelle condizioni di eccellere.

    Quella del go to guy era una battuta, se non la capisci non sono problemi miei

  • hanamichi sakuragi

    Per esempio mi pare molto più criticabile una houston ed il barba che gli hawks…

    @LP: “Un altra cosa che mi inorridisce del pensiero comune, e oggi prendo ad esempio Al Horford ma ne potrei fare altri mille, è che per il fan nba se non segni 25 a partita non sei decisivo, non sei un grande giocatore, poi quando il grande giocatore da 25 a sera esce perchè non ha saputo responsabilizzare i suoi compagni e si è trovato solo sull’isola contro un team ben strutturato è colpa degli altri, poi vedi in giro che ci sono tanti ma tanti grandi giocatori che elevano il valore del gruppo prima di elevare il proprio e nessuno se li caga.”

    Non sono d’accordo al 100% su tutto il tuo post, nel senso che secondo una stella è fondamentale (mettiamo davis x millsap agli hawk e ciao ciao) ma quel passaggio è splendido

  • low profile

    HS
    Faccio l’ultimo chiarimento poi chiudo per sempre sto discorso

    Una squadra con tanti giocatori forti, tutti capaci di fare la differenza, bene affiatati e una super star hai assolutamente ragione tu. Ma quante possibilità ci sono? Poche
    Ma tra una o due super star a fare il cavolo che gli pare con gli altri li solo per fare legna e una squadra con 6-7-8 buonissimi giocatori prendo la seconda tutta la vita.

  • 8gld

    Forse sbaglio:
    -se hai tutti giocatori forti tiri fuori all’evenienza chi può risolvere. L’importante è che siano forti anche a seguire determinate direttive, quindi seguire il coach. Se no hai una squadra piena di giocatori forti che entrano in competizione tra di loro ha chi lo ha più grande e non vai da nessuna parte.

    -se hai una squadra di giocatori funzionali a un sistema con uno, due giocatori forti hai alte percentuali di andare bene. Perchè il giocatore funzionale è di suo già capace di inserirsi in una funzione, in un sistema.

    -se hai dei giocatori funzionali e un sistema con uno, due giocatori forti e i primi democraticamente accettano i secondi e i secondi democraticamente accettano i primi e trovano gli equilibri psicologici allora vai lontano.

    -a una squadra zeppa di giocatori forti preferisco più una squadra con due forti e il resto funzionali perchè è il sistema di squadra che ti porta lontano. Un pistone non può fare la funzione di una ruota e la ruota non può decidere di fare il pistone.

    Spurs:
    la loro bravura è stata cavalcare tempo e giocatori. Prima si andava da Duncan, poi c’è stato il momento di Ginobili e poi quello di Parker. Trovare il giusto go-to-guy mentre gli altri accettavano il loro ruolo funzionale all’interno di un sistema.

    Questione di mentalità.

  • hanamichi sakuragi

    cmq gli spurs avevano tutti giocatori forti..

    una squadra incredibile sono stati i celtics dell’ultimo titolo… dove c’erano quelli forti (ma non i più forti) e tutti portavano legna

  • 8gld

    HS:

    forte, per me, vuol dire nelle due fasi. Se sei forte in difesa ma non in attacco sei funzionale. Perchè il resto della squadra deve sopperire a questo.
    Duncan è un giocatore forte…i bonner, Horry, Neal etc. etc. sono funzionali più che forti (che poi sono loro che fanno basket e vittorie…sono le loro piccole, grandi cose che ti portano a vincere).

    La squadra forte perchè funzionale alla causa e che democraticamente accettavano ruoli, fine e propri limiti e democraticamente accettavano la loro stella, il loro go-to-guy era i BadBoys.
    La miglior squadra di composta da campione, giocatori funzionali, taglialegna e psicopatici che insieme riuscivano a diventare una squadra di basket unita e unica.

  • hanamichi sakuragi

    solo una cosa su horry.. nei play off questo era forte in attacco e bastardo in difesa…

  • sakkukoziz

    come sempre, stars decisive nei play-off. Niente di strano, mi pare, visto il modo con cui si sviluppano le partite decisive in NBA, ben altra cosa la Regular. Quasi un altro sport (come paragonare tornei Atp ai Grandi Slam nel tennis secondo me). Le dinamiche, anche sono molto diverse, come ben si sa. Ad esempio contano molto di più i match-ups. Ad esempio c’è meno ricorso alla panca (e dunque conta di più avere panca affidabile), il che aumenta anche il peso specifico (e i minuti) dei titolari. Contano di più gli aggiustamenti e, in generale, il tipo di tattica adottato. Conta di più il gioco a metà campo. Conta di più il single coverage. E via dicendo.
    Se caliamo queste dinamiche in questo scontro, si vede facilmente che nei playoff gli Hawks sono molto più sensibili di altri ad avere contro una star/delle stars.
    Wall sano avrebbe anche secondo me fatto propendere per Washington

  • 8gld

    hs: sì, giusto…meglio altri nomi. Spero sia arrivato il personale pensiero.

  • low profile

    Horry è un ottimo esempio.
    Non un fuoriclasse, dipendeva ovviamente dai compagni (come tutti cribbio) ma aveva forse l’ingrediente principale per fare bene ai playoffs.
    2 palle così.
    Quelle che potrebbe avere il più insospettabile dei gregari e sempre quelle che spesso non hanno tante delle celebrate stars.

  • in your wais

    Poi mi spiegherai in che modo i buoni risultati degli Hawks dovrebbero, in qualche modo, farmi rodere il fegato

  • Michael Philips

    Horford Game, ieri. Dominante nel 4/4 in attacco e in difesa, quindi poco da fare, l’ha vinta lui, letteralmente. Il game winner non è il classico da go-to-guy, ma è il modo con cui è andato a prendere rimbalzo che conta. Ottimo davvero. E pierce comunque aveva messo quella tripla vagamente pesante alla fine.
    Poi chiaro, si è lasciato andare ancora una volta a parole e ancora una volta gli si è ritorno contro.

    Scusate ma wall non era al 99% fuori dai playoffs?

    3-2 e come si è detto, i wizs meritano un gara 7.

    Warriors superano il momento no e fanno la voce grossa. Pure qui la sfortuna di memphis è palese e il buco lasciato da allen si è fatto sentire. Memphis merita di giocarsela in gara 7.

    Hanamichi

    il discorso cavs è diverso da quello degli hawks: nei cavs c’erano 2 dei big tree con ZERO gare di playoffs(tristan idem, dellavedova idem), mentre negli hawks c’è gente che almeno di gare ne ha giocate nella post-season:

    Korver 78
    Horford 59
    Millsap 66
    Carroll 22
    Teague 47

    Ora vorrai ammettere che non è come arrivare ai playoffs con gente che non ha MAI giocato una sola gara. Inutile tirar fuori marion che ha esperienza(che non gioca, ed è bene così)o perkins che gioca 2 min e fa danni. Quelli di sopra è il quintetto degli hawks. Il quintetto attuale dei cavs ha lebron smith e poi i verginelli(di cui uno pure “spallato”)

  • hanamichi sakuragi

    MP hai ragione tu è diverso, avrei dovuto specificare meglio che come squadra ne avevano poca, che cmq è un nucleo che gioca i p.o. dall’anno scorso.

    su PP: niente da dire come giocatore ma come personaggio sto Jay – Z dei poveri proprio non lo sopporto. devo dire che una delle grosse gioie dell’ultimo titolo lakers è stata quella di avergli rificato in bocca il suo NON TORNEREMO A L.A. dopo la vittoria di G2…

  • Michael Philips

    E comunque Horford potrebbe(dovrebbe?)fare più spesso quello che ha fatto ieri. No, non parlo di mettere più spesso game winner, ma di prendere in mano il team. Non si può vedere il tedesco che si prende in mano il destino dei suoi(fallendo nonostante una difesa wizs messa malissimo).

    O Horford o Teague, ma più il primo.

    Ora alcune serie parrebbero quasi decise, ma io vedo invece un rischio gara 7 per tutte e 4 le serie.
    Gasol dobrebbe esserci per gara 6(la reputazione di essere un non difensore, cozza con il suo defensive rating, secondo solo a quello di bogut nei playoffs, e migliore di quello di gente come tony allen, green, horford e butler).
    Clippers che devono chiuderla oggi altrimenti si beccano una gara 7 a houston, con un harden da 29 liberi..

  • hanamichi sakuragi

    x me cavs e clips chiudono alla 6

    memphis – warr la vedo in 7

    mentre wash atl non saprei sbilanciarmi.

    Riguardo i Clips ho letto più volte, parlando dei cavs, che questi ultimi sarebbero spacciati contro i primi.. a me sebra proprio il contrario. i clips non li vedo mai nella vita vincerne 4 contro i cavs ma se dovesse accadere ovviamente spero di sbagliarmi.

  • tommy23285

    come sempre pochi commenti sui warriors…. già spariti dal forum quelli che li davano spacciati dopo le sconfitte in gara 2 e gara 3…
    x me quest’anno i miei warriors possono giocarsi l’anello, interessante finale di conference con i clippers, anche se li vedo favoriti.. cosa ne pensate degli accoppiamenti?

  • Shady

    io gara 7 la vedo solo per ATL WAS, però non sono mia stato un abile indovino, comunque per le mie occhiaie mi auguro che i cavs oggi chiudano la serie per darmi qualche notte di riposo in più…
    sono curioso di vedere le condizioni di rose che, botta al poslo a parte, già sembrava affaticato in gara4 e di irving, se riuscirà a giocare bene sopra i suoi problemi fisici nuovamente, inoltre vediamo se lbj riesce a mettere due partite buone di fila, secondo me comunque a meno che non becchino una serata storta di lebron la chiudono…
    clippers che sono quasi obbligati a vincere per non andare poi a HOU con il morale sotto terra, per come hanno dominato gara 3-4 penso che ce la possano fare, però le pessime prestazioni di rivers e crawford in gara5 non sono così rassicuranti

  • Shady

    GSW per me se ora come ora non vince l’anello fa un mezzo suicidio… considerando che già ora è difficile pensare che MEM ne vinca due di fila, probabilmente sarà l’avversaria più tosta che avrà affrtontato in questi PO…
    HOU e LAC con le difese che si trovano, possono pure giocare a chi ne segna di più ma a fare sto giochino con i warriors ne prendi 160 a partita,
    dall’est o lebron ti gioca una serie come ancora non l’ha mai fatta, con irving al 100% e costantemente in Iverson-Mode oppure i cavs se ne vinceranno 2 è già tanto
    i bulls pure se riusciranno nel miracolo di superare i cavs, qualcuno li vede vincere più di una volta contro GSW? atl was, sarò snob io ma non ce li vedo mai arrivare alle finals

  • docpretta

    horford sempre stato in condizioni precarie gli altri anni… tutti gli altri sempre stati umili comprimari.. che paragoni stiamo facendo?

  • mad-mel

    Horford monumentale.
    I wizards hanno perso l’occasione della vita perche una peggiore partita Korver ma soprattutto Teague non la possono fare.
    Korver si e’ salvato con la difesa ma Teague ha fatto piu danni della peste nera.
    Male i lunghi dei wizards.
    Dire che gli hawks stiano facendo una post season deludente e’ solo faziosita e perche stanno sui coglioni.
    Perche ricordare il canestro finale di Horford che alla fine se lo e’ guadagnato e nn la sculata di tabella di Pierce la dice lunga.

  • mad-mel

    Altra cosa sugli Hawks….soffrono dannatamente i pick n roll alti.
    Anche con i Nets si era visto.

    Poi spiegatemi a grandi linee perxhe Jimmy Butler e’ vista come una star qua dentro da alcuni mentre Horford o Millsap giocatori qualunque.

  • low profile

    MP

    Su Horford condivido ma il 4/4 del maculato, stoppata a parte, è stato sensazionale, io più lo guardo e più mi appassiono.

    Sull’esperienza PO non sono molto d’accordo, non mi puoi tirare in ballo Carrol che prima di quest’anno aveva giocato garbage time a Utah e l’anno scorso da 8°seed, così come Sap che insieme a Korver sempre dai mormoni non avevano nessuna ambizione.
    Per tutti loro questi sono i primi veri PO con delle aspettative alte, che sarà sempre meglio di zero presenze ma mettili tutti insieme e non fai un unghia dell’esperienza di James, gli Irving e i Love (lo so lo so è rotto ma parliamo in termini generali) sono in pratica bonus track.

    Per le serie dico che GS e Cavs 6 o 7 fa poca differenza, magari chiudono subito magari no, non dovrebbe cambiare la prospettiva
    I clips per me hanno fatto un grave errore in g6, hanno parcheggiato la missione che li ha contraddistinti quest’anno e hanno giocato mosci, ora devono recuperare il sense of urgency, per me è si, chiudono stanotte.

    Hawks giocando come stanotte vanno alla 7, ma possono sicuramente tornare a vincere in trasferta, staremo a vedere

  • 8gld

    @tommy23285:

    Ci sono dei momenti in cui capitano delle occasioni e non è detto che ricapitino.
    Per i tuoi Warriors questa è una di quelle.
    Prima ho cercato di capire Kerr, poi l’ho aspettato a metà stagione dove sembrava potessero avere un crollo o tentennamenti…poi ho iniziato ad avere delle strane idee.
    Poco prima della fine della r.s. ho osservato il piazzamento Spurs.

    Ora: si deve prima concludere la serie contro Memphis, per non rimanere con un pugno di mosche o assaporare la delusione.
    Poi, ti vai a giocare la Finale di Conference che per voi, immagino, sia veramente tanto. Ma qui arriva l’occasione. Gli Spurs sono ed erano la bestia nera. Questo non vuol dire che Houston o Clippers siano facili, anzi. Ma contro gli Spurs la vedevo male.
    Contro Houston e Clippers partono al 50% ma con entrambe hanno sempre giocato bene e portano più W.
    Con Houston quest’anno è un 4-0 e, personale pensiero, contro i Clippers possono farcela.

    Quindi sì, mentre scrivo con entrambi le mani, possono arrivare a giocarsi la finale Nba…poi lì goditi lo spettacolo e lasciati andare.

    Mentre leggi posso capire se una mano scende…ma queste sono occasioni che devi prendere e non lasciartele scappare.

  • mad-mel

    Sui warriors qnd sparano da tre cosi, prendono confidenza e ritmo non si salva nessuno.
    Quelle 4 triple di curry che hanno ricucito il meno 10 ha messo il nos….

  • InYourWais

    Ma perchè gli Hawks dovrebbero stare sui coglioni? Ripeto la domanda perchè a questo punto non capisco…abbiamo passato 6 mesi a tesserne le lodi, a dire che giocavano bene, ah che bello il collettivo, ah che bravo il coach (puro Spurs System), ed ora dovrebbero essere diventati antipatici?

    Ma qualcosa vieta di far notare che dopo le 60W ed un 1° seed mai messo in discussione, forse stiano giocando dei PO sotto tono? Che tanti limiti sono usciti contro i Nets, ed altrettanti contro gli Wizards, che con un Wall al 100% difficilmente si troverebbero sotto nella serie? A me pare solo buonsenso

    Poi come sempre ogni serie fa storia a se, Atlanta che tanto fatica oggi potrebbe trovare fluidità al turno successivo, idem i Bulls se passano, i Grizzlies, o chi per loro

  • tommy23285

    @8gld
    ti quoto in pieno.. anche io temevo moltissimo gli spurs.. e l’ostacolo più duro x me è Memphis.. contro i clippers (Houston faccio fatica a vederla vincere gara 6) per me si accoppiano molto bene e sono molto più profondi.. in teoria poi vs una squadra dell’est ci dovrebbe essere una differenza notevole sia in attacco che indifesa..

    dopo una super regular season ora hanno ingranato anche nei playoffs…
    spero solo che quando arriveranno le finali di conference e le finals non accusino la poca esperienza in post season e qualcuno soffra la pressione..
    xò già avere 2 esterni che ti possono fare super prestazione mi tranquillizza molto..
    io al momento nell’anello ci credo parecchio..
    poi con uno steph così ogni partita è una delizia, regala giocate spettacolari come pochi… cmq che x me era un predestinato a diventare mvp e superstar è diventato chiaro quando ha dominato 2 anni fa un paio di partite playoff vs gli spurs…

  • DrDre
  • hanamichi sakuragi

    vist5o il videvo di DrDre.. ma quindi Curry è nero? ero in dubbio che fosse bianco..

  • low profile

    Ma scherzi HS?
    Adesso non vorrei nemmeno scomodare la regina di tutte le milfone nba ovvero mamma Sonya dato che parlare di figa in internet lascia il tempo che trova, ma papà Dell dovresti conoscerlo!

    Tutti abbastanza neri, e nel caso di lei, pure bbona

  • beazzz

    Scusate ma una democrazia con una star non si può?paragone haws spurs ridicolo..gli speroni la star l’hanno sempre avuta…i falchi sono un insieme di discreti giocatori e stop…non so..mai visto un est come quest’anno…

  • michele

    @mad mel

    il giorno in cui melo riuscirà a mettere una tripla come quella di pierce l’altro giorno in una gara di playoff ( sempre che sia in grado di riportare i knicks ai playoff) leggeremo i tuoi commenti entusiasti, altro che culo eheheheheh

  • mad-mel

    ahahha michele…magari ti dico magari…esulterei come un bambino…
    cmq per la tripla di tabella significa sculata mondiale.
    Significa che hai tirato troppo forte…
    Ah Melo….era da un po che non lo sentivo nominare…

  • Michael Philips

    brazz

    mai visto un est come questo? Boh, forse tra ricorderai a fine 90’s(1999-2003) l’est è stato ridicolo, altro che quello di oggi, dai.

  • mad-mel

    Chris Paul is averaging 9.5 APG in his playoff career. He trails only Magic Johnson (12.3) and John Stockton (10.1).
    Assurdo calcolando la diminuzione dei possessi rispetto gli anni passati. E soprattutto alla faccia di quelli che dicono che Paul e’ finito o vale niente.
    Prendo ancora lui come Pg piuttusto di queste combo guard moderne.

  • gasp

    Wall eroico, cinque fratture al polso, 99% finiti i PO e lui non solo gioca, ma quasi la vince