Jalen Rose al veleno contro…Chris Webber!

Le due leggende entrambe ex Wolverines hanno avuto una collisione in merito proprio al documentario girato sulla storia dei “Fab Five” con l’ex Pacers molto accesso.

Webber-RoseSe c’è una cosa che l’NBA ogni ci regala ogni anno, oltre alle solite emozioni del campo, sono le leggende o ex giocatori che si lasciano andare pungendosi a vicenda su argomenti e fatti del passato, cosa che non potevano fare quando calpestavano il parquet, stavolta protagonisti Chris Webber e Jalen Rose.

Il colmo di questa faida sta che l’argomento di dibattito non riguarda fatti inerenti all’NBA ma all’NCAA quando entrambi vestivano i colori dei Michigan Wolverines andando a comporre i famosi “Fab Five” con Juwan Howard, Jimmy King e Ray Jackson sui quali è stato recentemente girato un documentario della serie “30 For 30“; nel documentario C-Webb non appare molto, al The Dan Patrick Show ha giustificato il tutto dicendo che non ebbe tempo di collaborare scoccando pure una frecciata dicendo che il documentario era fortemente voluto da “Hollywood” (soprannome dato da Webber a Rose) perché fosse tutto incentrato su di lui:

Non voglio dire che io fossi il John Lennon ma io avevo una grande storia da raccontare

Ha aggiunto nel finale, Jalen Rose non l’ha presa bene e visto che se non interviene una volta all’anno con qualche frecciata al veleno non è contanto, al Larry Brown Sport ha mandato una mail molto cattiva nei confronti dell’ex compagno che vi ripropongo testuale ed in lingua madre.

One dude traveled then called timeout. One dude lied to grand jury and hasn’t apologized. One dude tried to circumvent the documentary to HBO. One dude ignored multiple requests from everyone involved after agreeing to participate. One dude played like (President) Obama and sat in a suite during Michigan’s recent title game. One dude slandered Ed Martin after all he did for him and his family. One dude is not in contact with the other four (which is all good). One dude has been doing a rebuttal doc for four years. One dude clearly is delusional and still in denial

Senza stare a tradurla parola dopo parole è evidente che il “One Dune” è rivolto a Webber e che ogni frase sia una frecciata specialmente la prima dove fa riferimento a quella tragica finale del 1993, aggiungendo che l’ex compagno è un bugiardo perché più volte gli fu chiesto di partecipare al documentario.

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B