Dramma Clippers, Houston domina Gara7!!!

Harden ma soprattutto le magate di Prigioni lanciano Houston alla finale di Conference, Clippers battuti con Doc Rivers che rivive l’incubo del 2003!

PlayoffsLOGO

Barra-West2015

Houston Rockets (#2) – Los Angeles Clippers (#3) 112-100 [W HOU 4-3]
HOU: Ariza 22, Smith 15, Howard 16 (15 rimb), Harden 31, Brewer 11
LAC: Griffin 27 (11 rimb), Jordan 16 (17 rimb), Redick 10, Paul 26 (10 ass), Crawford 17

during Game Seven of the Western Conference Semifinals at the Toyota Center for the 2015 NBA Playoffs on May 17, 2015 in Houston, Texas. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and/or using this photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement.

Houston vola alle finali di Conference battendo in gara 7 i Los Angeles Clippers e diventando la nona squadra nella storia della NBA capace di vincere una serie rimontando da 1-3. La tanto attesa gara 7 dura poco più di un quarto. Harden inizia fortissimo segnando 12 dei primi 22 punti dei Rockets, i Clippers forza no troppo in attacco perdendo troppi palloni, ed il primo quarto finisce 28-21. Nel secondo quarto è la panchina di Houston che con Brewer ed un solido Josh Smith provoca il primo break portandosi sul +15, 48-33. Da qui in poi non si volteranno più indietro. Il finale di secondo quarto vede un riavvicnamento Clippers con Crawford ed il solito eroico Chris Paul e si va al riposo lungo sul 56-46. All’inizio del terzo quarto il solito CP3 con un Griffin più attivo offensivamente ricuciono fino al -3, 60-57.
Ma è un fuoco di paglia. Ancora una volta la panchina Rockets fa la differenza, il solito Smith e Pablo Prigioni con giocate di intensità sui due lati del campo creano un solco non richiudibile, aiutati da Trevor Ariza e dal solito Harden ed alla fine del terzo periodo siamo sul 85-68. La partita finisce qui, nell’ultimo parziale i Rockets controllano la situazione e solo nel finale sembrano mollare qualcosa, -8 LAC a meno di due minuti dal termine, ma Harden, Brewer ed Ariza mettono i tioli di coda per il 113-100 Houston, con Doc Rivers che rivede i fantasmi del 2003, quando sopra 3-1 con Orlando contro i Detroit Pistons, perse anche quella serie 4-3. La stagione Clippers finisce qui, per i Rockets 48 ore di pseudo riposo e poi via con le finali di Conference

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • zed

    Kaepernick anch’io penso che non ci sarà più della finale di conference per Howard ma ritengo anche che sia stato sfanculato troppo presto e in malo modo dai lakers. Detto questo visto il tuo Nick dico sempre forza 49 ers il mio cuore nella nfl batte per quelli della baia.

  • kaepernick

    Io non mi esprimo sul suo rapporto coi Lakers…nessuno veramente a parte chi faceva parte dello staff e della squadra sa come sono andate le cose..io uno che durante le finali del 2009 come approccio rideva..mai migliorato tecnicamente..neanche ai liberi..non la reputo una grossa perdita..avremmo avuto sicuramente record migliori di quelli dell anno scorso e quest anno..non che ci voglia molto e magari avremmo fatto anche i play-off ma saremmo cmq andati a casa…

  • DrDre

    Sconocchini
    Ma che c’entra? Hai capito almeno perché ha fatto tutto ciò?
    Erano sotto di 6 o 8 punti a 1:20 da giocare, Jordan in lunetta e visto che non si può fare più l’hack a qualcuno negli ultimi 2 minuti è andato a rimbalzo contro Howard cercando di fare fallo. È un azione di gioco cosa c’entrano i soffi di Stephenson o le sue sceneggiate….???

  • hanamichi sakuragi

    Premesso che howard stà giocando degli ottimi P.O. elevando, come l’anno scorso il suo rendimento, anche se cmq vs di lui jordan ha messo numeretti discreti, anche io, col senno del poi non la vedo una grossisima perdita. sicuramente con lui i lakers avrebbero fatto meglio dire che prendevamo i p.o sarebbe stato tutto da dimostrare.
    detto questo i lakers gli hanno offerto il max e lui ha rifiutato. cosa avrebbero potuto fare di più non so. anzi si una cosa sola.. non incanzarsi quando faceva il coglione dopo i liberi sbagliati.

  • Michael Philips

    se gara 5 è stata uno statement game dei rockets ai “danni” di harden, lo è stato sopratutto ai danni dei clippers, che non solo stavano vincendo di 20 e stavano sopra di 20, ma si sono fatti recuperare da un team PRIVO appunto di harden. Un fail biblico.

    Dei 4 team rimasti in gioco, ci sono il primo, secondo e terzo arrivati per l’mvp, e tutti e 3 sono responsabili di punti e assist(uno anche di difesa e rimbalzi)in abbondanza.

    A livello di punti realizzati più i punti creati dai propri assist vediamo che

    Curry 28.2pts + 6.8 assist(16.1 punti) = 44.3 pts
    Harden 26.7pts + 8.0 assist(18.4 punti) = 45.1 pts
    Lebron 26.5pts + 7.9 assist(19.8 punti) = 46.3 pts

  • sconocchini

    dr dre. riguarda le immagini attentamente. guardale due o tre volte. poi leggi quello che hai scritto. poi trai le dovute conclusioni, se ce la fai (su paul in generale nella serie penso di aver espresso un punto di vista equilibrato)

    so benissimo quale era il contesto dell’azione. se voleva fare fallo a rimbalzo poteva tranquillamente farlo in mille altri modi. qui cerca di fare un fallo in modo ridicolo e intanto simula anche buttando la testa indietro come se fosse colpito da howard. parte per cercare il fallo e poi smiula vergognosamente. howard è immobile e nemmeno lo guarda. brutta figura, come altre volte (e come tanto altri, lebron james compreso).

  • sakkukoziz

    Paul presenta queste cifre nella serie: 22/9 con 51/42/93 di percentuali. Più che accettabili, difficile addossare la colpa a lui se non per momenti specifici (e fa tutta la differenza del mondo, d’accordo): poteva gestire meglio i momenti di vantaggio palesi avuti sovente nella serie, in quei frangenti ha dimostrato, più che mancanza di leadership, una sconsiderata leggerezza.
    Ma le motivazioni principali della débâcle nell’economia della serie mi sembrano due, la prima la mancanza totale di panca alla prova dei fatti. Le 14 partite si sono fatte sentire. Crawford si è rivelato secondo me poco efficace (o almeno a me è piaciuto poco, il suo gioco è sempre stato di iso e dunque altalenante), Redick niente più di un buon sesto uomo. DJ ha avuto contro un centro con le sue stesse caratteristiche ma più forte. Questa situazione ha avuto l’effetto di stancare troppo Paul, abbassandone le prestazioni.
    La seconda, le pessime prove di BG nei quarti quarti (un problema che ha avuto spesso).
    West aveva più “punch” di Griffin nei finali. BG si è proprio spento.
    Ciò detto, How Clippers managed to blow this, is beyond me