Top 10 pellegrini sconosciuti con l’anello!

Andiamo ad analizzare la Top 10 di quegli sconosciuti che, pur non facendo niente, hanno nella loro bacheca un anello di campioni NBA, quanti Spurs!

La scorsa notte, dopo aver visto “Dallas Buyers Club“, mi son messo a cazzeggiare sul web per cercare notizie per oggi quando ad un certo punto la luce, l’illuminazione, una roba che Maurizio Crozza nelle vesti del Presidente della Sampdoria Ferrero direbbe “Bè dai, capolavoro!” e non ho potuto esimermi: su 20 ne ho scelti 10, quei 10 “sconosciuti” con un anello NBA!

Troppo facile citare Eddy Curry o Darko Milicic ma noi vogliamo andare a prendere quelli così sconosciuti e sfigati in certi casi che neanche le loro madri sanno di aver messo al mondo, eccovi i 10 pellegrini titolati tra i quali anche degli ex del nostro campionato…piccola nota su 20 ben 7 Spurs!

1_215457_1Numero 10: Mike Wilks (SAS)
Campione NBA nelle bellissime NBA Finals 2005 tra Spurs e Pistons finite solo a Gara7 col trionfo dei Texani, costui non ha mai visto il campo nei Playoffs giocando però 48 partite in stagione regolare, vi è anche una breve parentesi a Siena nel 2008

Numero 9: Tremaine Fowlkes (DET)
Campione NBA con i Pistons nel 2004 nella squadra di Billups e Sheed, mai visto il campo nei Playoffs, dopo i Pistons un anno ad Orlando e poi dimenticatoio

Numero 8: Mengke Bateer (SAS, foto)
Campione NBA nel 2003 con gli Spurs, dopo una stagione giocata a Toronto torna a giocare nella sua Cina dove è anche stato attore in 2 film intitolati “The Blue Xanadu” e “Bodyguards and Assassins” con anche un cameo. Oggi a 40 anni gioca ancora!

Numero 7: Jelani McCoy (LAL)
Campione NBA nel 2002 nei favolosi Los Angeles Lakers di Kobe & Shaq, quelli del “Three Peat”, dopo l’esperienza giallo-viola altre 2 stagioni in NBA prima di girare il mondo facendo anche tappa in Italia con la Viola Reggio Calabria nella stagione 2006.

Numero 6: Gerard King & Andrew Gaze (SAS)
Questi possono dire “Si, io c’ero!”, perché signori questi due pellegrini c’erano nell’anno del 1° titolo dei San Antonio Spurs del duo Duncan-Popovich e King giocò pure nei Playoffs realizzando 4 punti. Curiosità su King? Prima di approdare agli Spurs giocò in Italia a Siena per ben 2 stagioni. L’altro è tornato in Australia chiudendo la carriera con i Melbourne Tigers.

Numero 5: Sun Yue (LAL)
Colui che era stato pronosticato come il Magic Johnson d’Oriente…l’anello ce l’ha perché portava le borracce ai Lakers di Kobe Bryant e Pau Gasol nella stagione 2008/09, adesso fa l’alfiere di Stephon Marbury ai Beijing Ducks.

NuORLANDO, FL - JUNE 14: DJ Mbenga #28 of the Los Angeles Lakers holds the Larry O'Brien trophy in the locker room after the Lakers defeated the Orlando Magic 99-86 in Game Five of the 2009 NBA Finals on June 14, 2009 at Amway Arena in Orlando, Florida. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Ronald Martinez/Getty Images)mero 4: Rusty La Rue (CHI)
A Varese se lo ricordano bene o meglio, è nella storia della Pallacanestro Varese per aver realizzato un buzzer-beater nei Playoffs del 2002 al Lido di Milano contro l’allora Pippo Milano, tripla che costò l’eliminazione ai meneghini. Bè, La Rue ha un titolo NBA vinto nel 1998 nei Chicago Bulls di MJ..si, lui ha visto e forse condiviso il parquet Michael Jordan.

Numero 3: Damion James (SAS)
Questo è fresco fresco perché ha vinto proprio il titolo l’anno scorso con i San Antonio Spurs…credo che neanche Popovich sapesse di averlo in squadra e sono altrettanto convinto che non gli hanno neanche fatto l’anello.

Numero 2: DJ Mbenga (LAL)
Sconcosciuto non lo è ma ragazzi non 1…ma ben 2 titoli NBA senza fare un’emerita sega con i Los Angeles Lakers di Bryant & Gasol, riportiamo un career-high di 1,7 punti e 4′ di utilizzo di media nei Playoffs 2010!

Numeri 1: Scott Brooks (HOU)
Si, proprio lui, l’ex allenatore degli Oklahoma City Thunder, così sfigato che ha vinto il titolo più anonimo/snobbato della storia ossia quello del 1994 tra Houston e New York! Per lui 11 punti in quell’edizione dei Playoffs ma nettamente il numero 1 di questa categoria, sconosciuto ai tempi tanto quanto il suo titolo.

scott-brooks-rockets-arms

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Shady

    ahahah geniale so morto però DJ “so na sega” non me lo dovevate toccare!!!
    se st’articolo lo leggono iversone, malone, barkley ecc ecc. o si dedicano all’alcolismo oppure si suicidano direttamente

  • mad-mel

    Si rischia l’eresia mettendo Will Ferrell…idolo…
    Mmmaaaaaa il polpettone cazzo…

  • in your wais

    Su Brooks sono in disaccordo, in quei Rockets aveva un ruolo decente, tipo Dellavedova oggi

    Riguardo Betaar (Bataar), in realtà è Mongolo, primo ed ultimo nella storia NBA…

  • michele

    adam morrison?

  • zed

    Mel è della scena in elf con quello del trono di spade che mi dici? Per rimanere in tema che mi dite di buechler dei Chicago bulls? Un surfista a Chicago mitico