Playoffs Player Of The Round: LeBron James!

Ebbene sì, il King fa il bis e dopo aver trascinato Cleveland nella sfida contro i Bulls, tramortisce gli Hawks conquistando la quinta finale consecutiva.

LeBron+James+Atlanta+Hawks+v+Cleveland+Cavaliers+TEsd3yoeYdpxLa sfida tra James e Curry è stata serratissima ma alla fine a spuntarla è l’ala dei Cavs che ha stradominato la serie contro Atlanta, terminata con un netto sweap a danno dei georgiani, mai pervenuti nelle 4 sfide disputate.

LA SUA SERIE

Gara 1: 97-89 CLE. Fin da subito Cleveland e James fanno capire che quelli ad aver timore dovranno essere i vincitori della Eastern Conference. 31 punti con 12/26 al tiro (solo 0/1 da tre, dopo il pessimo 10% nella serie con i Bulls) e una leadership sempre in continua crescita. Vedi la prestazione di JR Smith da 28 punti. E con Irving a meno di mezzo servizio…

Gara 2: 94-82 CLE. La serie comincia a prendere una piega netta: violata per la seconda sera di fila la Philips Arena di Atlanta. Irving è out per i problemi al ginocchio, ma nessun problema: LeBron si tiene in linea con la media della prima uscita sparando 10/22 per 31 punti uniti a 11 assist e 9 rimbalzi. Ancora il supporting cast fa il suo dovere, con il “fedelissimo” James Jones e Iman Shumpert protagonisti.

Gara 3: 114-111 OT CLE. Match decisivo in Ohio per le sorti della serie: Atlanta con le spalle al muro e Cleveland con la chance di poter praticamente chiudere i conti. Irving è ancora ai box, James comincia scagliando le sue prime 10 conclusioni sul ferro (record negativo in carriera) ma gli Hawks nonostante un super Jeff Teague non approfittano della situazione. LeBron riemerge dal buio e all’overtime spara prima la sua unica tripla del match messa a segno da posizione davvero complicata e poi l’appoggio al vetro in entrata per il +3, Shelvin Mack sbaglierà 2 volte la tripla del pareggio per la festa Cavs. Per il #23 Super tripla-doppia finale combinando 37 punti (ma con un 14/37), 18 rimbalzi e 13 assist.

Gara 4: 118-88 CLE: È il Match-Point e per non saper ne leggere ne scrivere ‘Bron comincia subito con le marce alte per non correre rischi tanto che la prima giocata della partita è un intercetto chiuso con la sua classica schiacciata in contropiede solitario! I primi 12’ di Cleveland di fatto indirizzano la gara, James va al riposo lungo con a referto 15 punti, 4 rimbalzi e 6 assist, +17 per i suoi Cavs al riposo lungo e titolo di Confernece archiviato. Ancora qualche lampo nella ripresa prima di godersi il meritato riposo e la standing-ovation del suo pubblico

MEDIE
Punti: 30.3
FG: 43.8%
Rimbalzi: 11
Assist: 9.3
Perse: 3.8
Rubate: 1.5
Stoppate: 0.5
Minuti: 38.3

N.S

N.S

Sangue Romagnolo ma cresciuto 19 anni a Como, si innamora della palla a spicchi nell’ormai preistorico 2001 (militando in squadra con FMB), al Pianella di Cantù per il derby contro i cugini varesotti. Tifoso Lakers, Packers e del Cesena calcio, venera Jason Williams, le IPA fortemente luppolate e la jersey viola dei Raptors di Damon Stoudamire. Nickname: N.S

  • zed

    Piagnone tu sei fantastico te l’ho detto come comico toscano non hai niente da invidiare a nessuno.

  • zed

    Mp e iyw =j.r e Perkins ma senza figa lol

  • nicola

    Se i Rockets avessero accettato l’offerta dei Blazers seconda scelta per Sampson,adesso Jordan avrebbe gli stessi titoli di Russell e di Olajuwon ne parleremmo tutti come del più grande pivot mai esistito.
    Una coppia del genere sarebbe stata troppo illegale per chiunque,soprattutto pensando al dominio che i due avrebbero generato su entrambi i lati del campo.

  • zed

    Mp mi raccomando non mi gufare visto quello che è successo a klay e curry mi sa che ci sai fare. Mp=menagramo piagnone

  • Michael Philips

    zed

    tranquillo, che senso ha gufare contro uno che è già sfigato di suo? Ti pare?

  • low profile

    MP

    M’hai provocato e ho dovuto usare l’artigleria pesante. Ma nel mio caso è una vera e propria WMD. Ma siccome lo dico prima questa volta avrà l’effetto opposto rendendo il tutto…l’anno dei cavs.

    Vi lascio ai vostri schrezi quotidiani. Ma il Goat è stato e sempre sarà Vincenzino Esposito

  • Quaqquo (sonostatoazzurrodisci)

    Ho ristretto a due possibilità :

    1 : Zed ha perso i tasti della punteggiatura nel PC (o il tasto per cambiare carattere del telefono)

    2 : è la reincarnazione di Joyce e vuol far tornare di moda il flusso di coscienza

    Ma non so ancora quale sia la più affidabile…

  • 8gld-WeBelieve-

    Tolto che preferisco sempre più ricordare la squadra che il singolo atleta.
    Tolto che il basket lo fanno i gregari.

    Giusto dire che Pippen non avrebbe vinto sei anelli senza Jordan, come difficile non attestare lo stesso nella visione inversa.
    Forse si dimentica di come giocava a basket Pippen.
    Di sicuro Pippen ha tenuto molto meglio fisicamente di Wade e il secondo supporting cast di Jordan, con un’occhiata alle franchigie che c’erano, non male veramente.
    Poi quei Blazers (Wallace-Sabonis) andarono vicini pochi minuti e due fischi strani dalla meritata finale che, con molta probabilità, avrebbero fatta loro.

    Sul resto leggo.

  • Quaqquo (sonostatoazzurrodisci)

    8gold

    rilancio :

    Steve Smith (perfetto per quel roster), Migthy Mouse, dalla panca Detlef (il cognome non lo so scrivere) + JR Rider (l’acquasanta e il diavolo) + Jermaine giovanissimo + PlsticMAn Augmon + B. Grant + Bonzi + qualcuno che dimentico.

    Lo dico da simpatifoso lacustre, sei Blazers avessere vinto quella G7 non solo sarebbe arrivato il titolo, ma probabilmente avrebbero anche acquistato una sicurezza mentale che li avrebbe resi molto più solidi per i 2/3 anni dopo.

    Oppure sarebbero tutti morti ubriachi o crivellati di pallottole durante i festeggiamenti, visti gli elementi.. chissà 😉

  • 8gld-WeBelieve-

    Forse con Detlef vorresti ricordare il cestista tedesco che non saprei scrivere nemmeno io e non ho molta voglia di andarlo a cercare 🙂

    Dire che avrebbero acquisito una forza mentale dopo quello che capitò 1 o due anni dopo non saprei…sopratutto tra Wallace e Sabonis e poi quei Lakers avrebbero vinto prima o poi (Shaq era troppo).
    Ma quell’anno ci andarono veramente molto, molto vicino e Pippen, riprendendo il discorso da dove è nato, era un signor giocatore di basket (poi si dirà che non era forte mentalmente…ma un’occhiatina la darei).

  • low profile

    Non un gran fa degli amarcord cestistici e men che meno i confronti tra ere ma voi 2 ragazzi siete fantastici. Grazie per ricordare i mitici Jail blazers.

  • Redbull

    Io non capisco come mai lebron stia tirando così di merda, mi ricordo anni in cui la metteva da ogni dove.. Di solito un giocatore quando invecchia dovrebbe migliorare il tiro da fuori