Thompson, rassicura, tutto ok dopo la ginocchiata!

La guardia dei Warriors ha dovuto lasciare Gara5 per un brutto infortunio alla testa ma sarà regolarmente in campo per le Finals, parola del suo agente.

ThompsonGli “Splash Brothers” dei Golden State Warriors sono in grado di regalare forti emozioni ai loro tifosi ma anche momenti di panico cosa che si è verificata nelle ultime due gare delle finali di conference contro gli Houston Rockets e, caso ha voluto, sempre con Trevor Ariza (29 anni) protagonista.

In Gara4 attimi di paura per una brutta caduta di Stephen Curry (27 anni), l’MVP andò per la stoppata ai danni di Ariza il quale, astutamente, ha fatto una finta creando il proverbiale ponte dove Curry si è capovolto, fortunatamente niente grave soprattutto al braccio destro tanto che poi ha giocato Gara5 senza problemi; in Gara5 invece a spaventare i tifosi giallo-blu ci ha pensato Klay Thompson (25 anni) ricevendo una ginocchiata sulla testa dopo aver fatto saltare Ariza con una finta.
Thomspon è rimasto a terra dolorante, alzandosi era chiaramente stordito e perdeva pure sangue dall’orecchio destro, una volta entrato negli spogliatoi non ha più fatto ritorno in campo per via du una commozione.

Anche qui sospiro di sollievo per i tifosi Warriors, l’agente di Thompson Bill Duffy ha parlato così della situazione del suo cliente a Sam Amick di USA Today, elogiando anche come i Warriors abbiano gestito la situazione visto le male voci del passato:

Da quello che ho capito le radiografie sono state negative quindi non ci sono problemi! Sono molto felice di come la situazione sia stata gestita dalla franchigia, hanno parlato con Klay e con noi, tutto è andato bene senza bisogno di indagare, senza pressioni ed è cos che queste cose devono essere trattate.

A parlare è stato anche il papà di Thompson, Mychal:

Era molto stordito ma è normale quando hai una commozione, ne ho avute anche io un po’ quando giocavo nell’era dura dell’NBA e noi solitamente ci giocavamo sopra, ma adesso la Lega presta molta attenzione a questi infortuni.

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B