James non ci sta: “Duro colpo, ma non molliamo!”

Il leader dei Cavs non ci sta ad alzare bandiera bianca già dopo la prima gara delle Finals, solidarietà a Irving e fiducia nei compagni.

James

Stanotte tornano le NBA Finals, ore 2:00 diretta SKY Sport 2 i Golden State Warriors cercheranno di infliggere il primo vero pungo ai martoriati Cleveland Cavaliers, in questi 2 giorni mediatici la parola d’ordine per i padroni di casa è stata all’unisono “Must win game” oltre alla solidarietà nei confronti di Kyrie Irving (23 anni), dall’altra parte LeBron James (30 anni) non ne vuole sapere di mollare.

Non è la prima volta in questi Playoffs che i Cavs dovranno fare a meno di Irving (operazione riuscita nella notte, ndr) ma questa volta non ci sono gli Atlanta Hawks dall’altra parte, James questo lo ha evidenziato nell’ultimo Media-Sessions di ieri caricando i compagni e avvertendo gli Warriors:

Capisco che siamo stati dati come sfavoriti sin dal primo giorno di questa serie e che con l’assenza di Kyrie le persone ci hanno dato spacciati/finiti, ok, capisco, questo non fa altro che motivarmi e preparare al meglio i ragazzi per Gara2, saremo pronti!

Su Irving:

È un’amara pillola da mandare giù, ci siamo già trovati in questa situazione e sapevamo che darebbe tornato, adesso lui è fuori per il resto delle Finals e anche per un lungo periodo, prima di tutto è una cosa orribile per lui, per noi un durissimo colpo basso soprattutto arrivati a questo punto. È una situazione difficile per la squadra, i ragazzi devono coprire la sua assenza, si tratta di poter stare attaccati per tutta la gara soprattutto quando si affronta un degno avversario come loro.

James ha chiuso Gara1 con 44 punti e il serbatoio della benzina oltre la riserva, 38′ di utilizzo, oltre all’apporto dei compagni sarà fondamentale che il “King” possa ripeteresi di nuovo, cosa che non sa neanche lui:

Non so quanto potrò essere ancora più aggressivo, se riesco ad essere più aggressivo di quello che ho fatto in 38′, posso arrivare a 50 e più…

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Jacopo

    Daje King, vinci sto MVP delle finals da sconfitto ed entra comunque nella leggenda!

  • Lebrimba

    A vucca è na ricchizza

  • LMF

    Da tifoso okc, spero che lo vinca lebron & co.

  • spursiano

    GODO

  • fabio r

    Una cosa è certa, dovesse mai vincere il titolo, ho come l’impressione che andrebbe solo dietro MJ e Magic. E anche i critici dovrebbero cucirsi la bocca. Io non do i cavs spacciati per nulla, hanno dalla loro il miglior giocatore del mondo e degli specialisti che se in giornata possono tirare bene (anche da 3), allentando la pressione su Lebron, e giocarsela fino alla fine.

    Questa gara 2 è una vera “pivotal”. Se i Warriors la vincono e vanno 2-0 allora davvero sarebbe trovo difficile per lebron & co vincerne poi 4 su 5 in queste condizioni. Ma se per qualche motivo (il basket è anche imprevedibile) cleveland riuscisse a portarsi sull’1-1, allungare la serie, mettere delle piccole pietre sull’ingranaggio dei GSW………bhè…ci divertiamo!!!!

    PIVOTAL

  • Fantocci

    Diciamo un Philadelphia – Lakers 2.0.

  • kaepernick

    Non poteva dire altro che questo chiaramente…

  • zed

    Anche se facesse 40 di media con tripla doppia lo darebbero al.migliore della squadra vincente. Ad esempio in gara 1 curry nonostante una prova appena sufficiente è stato giudicato l’mvp della gara. In America fanno così

  • Michael Philips

    Il concetto stesso di finals mvp dato ad un giocatore del team sconfitto per me è folle. Qualsiasi sia il rendimento dello sconfitto. Di vince tutti o si perde tutti. Non esiste un quasi vincitore.

    Ed è un bene che questo sia capitato una volta nella storia, con west, poi stop.

    E comunque in effetti non ricordo molti casi in cui questo premio avrebbero potuto assegnarlo ad un giocatore del team perdente. Se ci si pensa un attimo non me ne vengono in mente.

    A parte forse Lebron nel 2011 lol!

  • mad-mel

    Jerry west

  • Alessio

    In realtà il primo mvp in assoluto fu dato a West, malgrado i lakers avessero perso contro i celtics…

    se i cavs riuscissero a vincere il titolo (cosa a cui non crede nessuno) penso che lebron andrebbe considerato di diritto nella stessa riga di mj perché lo stesso incredibile jordan senza pippen e gli altri magari faceva 60 punti ma usciva al primo turno… …anche perché questi warriors, secondo me, sono la squadra più forte e completa degli ultimi 10-15 anni…

  • DrDre

    Più forti di questi Warriors negli ultimi 10-15 anni ci sono un bel pó di team secondo me: Lakers 00′ e 01′, Spurs 05′, Boston 08′, Lakers 09′ e 10′, Miami 12′, Spurs 14′ per non parlare di alcune ad Ovest nei primi anni 2000 che non riuscivano ad arrivare in finale vedi i Kings 02′.

  • fabio r

    Questi Warriors contro dei cavs completi le prendevano di santa ragione. Sono giovani, inesperti e secondo me avrebbero fatto la fine dei Thunder del 2012. Per dire gli spurs versione ’13&’14 erano nettamente ma nettamente migliori.
    Per questo do ancora uno spiraglio ai cavs, perchè a livello di nervi non so i warriors come reagirebbero andando sull’1 a 1…
    Lebron è alle quinte finals consecutive e non ha più nemmeno l’obbligo di vincerle. Io lo ripeto, per me è nella situazione più scomoda per degli avversari sbarbatelli come golden state. gara 2 da prendere con le molle…e sono certo che Kerr ai suoi starà ripetendo questo alla nausea.

  • MARALDA

    KOBE:7 finali, 5 titoli
    LEBRON:6 finali, 2 titoli, cambiando squadra per andare a giocare con gente forte, e battendo per la maggior parte squadre dell’est, cioè più tristi.
    Di cosa stiamo parlando?

  • ILoveThisGame

    I Lakers dei 3 titoli erano superiori perche’ la coppia Shaq Kobe era illegale, cosi’ come i Celtics 2008. Spurs 2005, Miami 2012-2013, Spurs 2014 e forse Lakers 2010 sono li. Per giudicare la squadra dei Warriors bisogna verificarne la continuita’ a grandi livelli perche’ un anno e poco, certo e che a livello di Statistiche hanno numeri mostruosi, praticamente miglior attacco e difesa della lega.

  • fabio r

    certo, dovessero riuscire a finire il lavoro e vincere il titolo già quest’anno, per loro si aprirebbe una possibile giovane dinastia. Sono tutti giovani, e grazie a quel volpone di West possono tenere l’ossatura di squadra per parecchi anni assieme.

    @ MARALDA

    ho letto una statistica dove Kobe ha battuto negli accoppiamenti playoff ben 24 squadre con un record in stagione oltre il 50% di vittorie (più di Jordan); Lebron solo 8 volte (di cui 2 quest’anno, bulls e atlanta).

    però lascerei perdere i confronti, non è il momento di iniziare con i caroselli. I tifosi Warriors nel leggere il tuo prematuro “2 su 6 di lebron” si staranno toccando senza sosta. Inoltre sono del parere che (anche se sempre complicati) i paragoni sarebbe meglio farli sempre a fine carriera.

  • in your wais

    Horry 7 titoli su 7 finali, Jordan 6 su 6, Malone 0 su 2, Barkley 0 su 1…di che stiamo parlando? Bob Horry almeno due spanne sopra tutti, Jordan compreso

  • Michael Philips

    Giocare senza secondo e terzo violino?

    Dura, ma proviamo a giocare “solamente” senza il secondo violino e vediamo cosa si perde, sopratutto durante il momento più importante della stagione, le finals nba:

    1991 20.8 pts 9.4 reb 6.6 ast 2.4 stl 1.0 blk
    1992 20.8 pts 8.3 reb 7.7 ast 1.5 stl 0.7 blk
    1993 21.2 pts 9.2 reb 7.7 ast 2.0 stl 1.0 blk
    1996 15.7 pts 8.2 reb 5.3 ast 2.3 stl 1.3 blk
    1997 20.0 pts 8.3 reb 3.5 ast 1.7 stl 1.8 blk
    1998 15.7 pts 6.8 reb 4.8 ast 1.8 stl 0.7 blk

    questo il rendimento di un secondo violino come Scottie Pippen durante i 6 anelli dei bulls nei 90’s. Numeri volendo degni del miglior grant hill che all’epoca era il go-to-guy dei pistons, giocatore meraviglioso che però rispetto ad un pippen non sapeva difendere. Perché da queste stats non emerge il lavoro allucinante svolto in difesa dal #33.

    Nei 2 anni in cui il rendimento è sceso (1996 e 1998) prontamente salì in cattedra uno come kukoc, che nei bulls più che il sesto uomo, faceva un pò il jolly. Rimaneva poi un horace grant tra 1991 e 1993 e un rodman tra 1996 e 1998 a fare i tristan thompson della situazione(…)

    Riguardo il giochino 2/6 o 2-4 e i vari record nelle finals, va sempre contestualizzato tutto: c’è chi ha vinto nettamente un anello giocando 5 gare su 6 segnando 15pts con il 36% dal campo, e chi le ha perse di brutto segnando 28pts con il 57% dal campo.

    Questa storia dei record nelle finals poi…. altra cosa mai discussa in passato. Mica si infamava magic perché aveva un record di 5-4(meglio kobe con 5-2?), proprio non esisteva l’interesse a questo aspetto. Interesse che è saltato fuori con lebron, come motivo(già perché ne mancava qualcuno..) per tirargli addosso altra merda.

    Io so solo che se c’è qualcuno che ha giocato la vittoria cavs in queste finals, e questi vincono, quest’ultimo diventa ricco per davvero.

    Probabilmente in un universo parallelo si sta giocando una finale tra i cavs di lebron love e irving contro i warriors di curry iguodala e barnes, con tutti a menarla a lebron con il “ti piace vincere facile eh?”.

  • mad-mel

    Nel 98 guardando le stat di Pippen fa capire la mostruosita’ di Jordan.

  • human

    citare i numeri di bryant in quelle finali considerando che in gara due dopo pochi minuti si slogò una caviglia è da polli.

    jordan aveva i pippen,rodman,grant,kukoc eppure in 5 finali su 6 tenne una media punti superiore ai 35 per far vincere 5 titoli ai suoi.
    già che ci siamo citiamo anche le giocate clutch e completiamo il quadro di un giocatore diverse piste avanti a james.

    la sfortuna di james in queste finali forse compensa il titolo del 2012,dove ray allen con quella tripla salvò la reputazione a lebron che fino a quel momento giocò una serie finale oscena compresi i due minuti precedenti alla tripla miracolo di he goat game in cui sbagliò l’impossibile.

  • human

    finali 2013

  • Michael Philips

    human

    “jordan aveva i pippen,rodman,grant,kukoc eppure in 5 finali su 6 tenne una media punti superiore ai 35 per far vincere 5 titoli ai suoi.”

    vedi il bello del blog è che spesso si possono citare numeri inventati, gonfiati(sopratutto con mj) o a caso e nessuno dice nulla. Io no.

    Jordan ebbe di media 31pts nel 1991, 35.8 nel 1992, 41(!) nel 1993, 27.3 nel 1996, 32,3 nel 1997 e 33,5 nel 1998. Quindi Jordan ha avuto più di 35pts di media in 2 finali su 6, non 5 su 6.
    Son dettagli, ma come al solito la percezione su mj viene distorta ogni volta che qualcuno scrive queste inesattezze.

    Quindi era per fare un esempio. hai sparato una panzana, tanto con jordan si può gonfiare dei numeri già allucinanti. Ed è per questo che mi arrabbio.

    Ho messo i numeri di kobe proprio per far capire come in alcune occasioni vista la situazione ci sono giocatori che hanno portato a casa l’anello facendo molti meno sforzi di altri che nemmeno lo hanno vinto.

    L’esempio era per contestualizzare il fatto che alcuni hanno 5 anelli, altri 11 altri 4 altri 3 e altri 2. Ma va controllato in che modo hanno vinto, contro chi ecc…

    Tornando a jordan, il fatto che avesse quelli citati dovrebbe farti capire che corazzata ha dovuto “trascinare”.

  • human

    genio,se fai il calcolo totale della media punti di jordan alle finali escluse quelle del 1996 dove i bulls vinsero senza imprese di jordan arrivi a 35 e passa di media.
    possiamo citare tutti i giocatori che vogliamo di quei bulls,ma se per vincere 5 finali su 6 nonostante quel supporting cast ha dovuto giocare a quei livelli forse era lui quello che faceva la super differenza.

  • human

    bryant nel 2013 aveva howard,gasol,artest e nash,eppure prima di infortunarsi il massimo a cui poteva aspirare era l’ultimo posto disponibile per i playoff.
    james nel 2011 aveva il vero wade e bosh eppure perse le finali.
    chamberlain nel 1969 andò a giocare con west e baylor ma non vinse il titolo quell’anno e neanche nei due anni successivi.
    jordan invece aveva pippen,grant o rodman ma per portarli a vincere 6 titoli ha quasi sempre dovuto trascinarsi appresso loro e tutta chicago.
    questo è.

  • InYourWais

    Resta il fatto che Jordan non avrebbe mai vinto il titolo con i Cavs 2007, nè con i Cavs di oggi menomati, nè se si fossero rotti Pippen e Rodman in pieni playoff. Affermare il contrario non è che significa essere haters, significa essere coglioni, il che è molto peggio

  • kaepernick

    Ancora con sta storia jordan- james…?non si puo sentire…