NBA Finals 2015, le pagelle di Gara2

Cleveland sbanca la Oralce Arena con un monumentale LeBron e un Dellavedova gladiatore, male Curry, Green spartano fino in fondo, qui le pagelle di Gara2!

GSW-Bar

Stephen Curry 5,5: Come in gara 1, deve sbagliare 5 tiri prima di metterne uno, soffre evidentemente la marcatura di Dellavedova. Non riesce ad incidere e a far prendere ritmo alla sua squadra, poi quando la palla inzia a pesare esce fuori il vero Curry, e di peso porta i suoi all’overtime. Se la sua squadra avesse vinto lui sarebbe stato decisivo, ma questa volta l’epilogo giustamente è diverso, in più si prende il tiro della possibile vittoria con troppa fretta, facendo un inaspettato airball.
ADDOMESTICATO

Andrè Iguodala 7: Non ha la vena realizzativa di gara 1, ed era sicuramente prevedibile, in più viene battuto in qualsiasi modo da Lebron. Nel secondo tempo si ritrova mentalmente e inizia a difendere in modo sublime sullo stesso James, inducendolo anche a pelle perse per 24 secondi, ovvio la stanchezza del prescelto ha inciso non poco.
AGENTE SPECIALE

Marreese Speights 4: 5 palloni toccati, 2 tiri falliti, 2 passaggi e una schiacciata sbagliata in contropiede in totale libertà che sul finire di terzo quarto poteva gas a Golden State. Risultato 0 punti.
DISASTRO

Festus Ezeli SV: Prova a cercare di contenere i lunghi avversari a rimbalzo ma non ci riesce, si rende però protagonista di un bel canestro in faccia a Mozgov.

Klay Thompson 7,5: I due falli prematuri rischiano di mandarlo fuori dalla partita dopo pochi minuti e 9 punti. Lui però con la stessa faccia rientra e inizia a buttare dentro tutto quello che gli passa per le mani. Ci mostra tutto il suo repertorio e a fine primo tempo sono 20 con 9/13 dal campo. Al rientro dagli spogliatoi le sue mani sembrano finite nel congelatore, ma da grande campione si ritrova e rinizia a macinare i suoi canestri. Alla fine chiude con 34 punti fallendo qualche tiro di troppo nel finale, ma se GS è stata in gara fino alla fine è soprattutto merito suo. INFUOCATO

Draymond Green 5: Inizia sbagliando 3 tiri dei suoi, poi esita quando deve sparare da tre e finisce in un buco nero da cui non riesce più a uscirne con un atteggiamento pessimo. Il supplementare lo rigenera e trova 4 punti di energia, in più uno stoppone su Lebron clamoroso, questo però non basta ai suoi per la vittoria e per la sua sufficienza.
SUPPONENTE

Harrison Barnes 5: Trova la schiacciata con fallo del -2 nel finale, ma per il resto della partita è poca roba.
NASCOSTO

Andrew Bogut 4: All’inizio è una colonna nel suo pitturato area con rimbalzi e aiuti di qualità, poi si addormenta completamente e concede qualunque cosa ai piccoli avversari in termini di penetrazioni e ai lunghi per quanto riguarda i rimbalzi.
IMPRESENTABILE

Shaun Livingston SV: Soliti minuti concessi, ma non riesce a incidere dalla panchina come di solito ha fatto vedere in stagione.

Leandro Barbosa SV: 5 punti per scuotere la sua squadra e nient’altro.

Steve Kerr 5: Quando le cose vanno male, passa al quintetto piccolo per giocare ancora di più la sua pallacanestro, e come in gara 1 porta avanti le sue idee tattiche fino alla fine, è fortunato nell’andare all’OT il problema che questa volta i suoi pupilli lo tradiscono.
DISARMATO

CLE-Bar

Lebron James 8: Tripla doppia da 39 punti, 16 rimbalzi e 11 assist, dopo una gara 1 giocata in quel modo, ma stiamo scherzando? Be allora forse adesso ho qualche dubbio sull’UMANO delle pagelle precedenti. Infine paga ancora un overtime in cui è stremato, ma ragazzi cosa vogliamo pretendere di più da quest’uomo, sempre ammesso che sia un uomo?
INENARRABILE

Timofey Mozgov 7: Finche resta in campo è un autentico rebus per Golden State. E’ di fatto il miglior bersaglio dei passaggi di Lebron James e mangia in testa a chiunque, poi Kerr passa al quintetto piccolo e Blatt lo panchina inspiegabilmente per tutto il resto della gara.
INCONTENIBILE

JR Smith 5: Segna la bomba del +10, ma poi inizia a commettere un fallo più insensato dell’altro che regalano liberi preziosi per la rimonta Warriors ed è fortunato che l’epilogo non sia uguale a quello di gara 1.
BERTOLDO

Iman Shumpert 7: Prestazione superiore sicuramente a quella della gara precedente, con giocate difensive degne di nota, in più anche una tripla importante al supplementare, ma ottimi segnali in vista di gara 3.
DIESEL

Tristan Thompson 6: Prende tutto quello che passa per aria, e va bene, ma il canestro non lo centra mai neanceh per sbaglio. Viene sfidato ai liberi da Steve Kerr e si salva con un 2/4 in più fallisce il tap-in sulla sirena finale.
RAGNO

Matthew Dellavedova 8: Verrebbe da dire che con solo il cuore alle Finals non si va da nessuna parte, e ad inizio gara poteva sembrare così, poi una difesa fuori dal normale sull’Mvp, 7 punti di un’importanza capitale nei 48′ e infine per non farsi mancare nulla, il rimbalzo offensivo da cui sono scaturiti i due liberi realizzati della vittoria. Ah, e se vogliamo dirla tutta, protagonista dell’airball finale di Curry che manda di fatto i Cavs sull’1-1. Senza parole di fronte all’australiano. COMMOVENTE

James Jones 6.5: 7 punti fondamentali, tra cui due con palleggio e arresto e tiro. Una novità bella e buona nel suo repertorio.
RISORTO

Mike Miller SV: Scongelato nel terzo periodo da Blatt, fa in tempo a sbagliare un tiro da tre e poi a risiedersi in panchina.

David Blatt 8: Si adegua al quintetto di piccolo di Golden State, tirando fuori il migliore in campo, Mozgov, in più tiene praticamente a 7 le rotazioni, a parte la comparsa nel terzo periodo di Mike Miller. Alla fine ha ragione lui portando a casa l’1-1 nonostante la sua squadra abbia fatto di tutto per perderla. Ancora una volta dimostra la sua dote nel spingere i suoi a dare oltre i loro limiti, Dellavedova esempio lampante.
STOICO

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • mad-mel

    Scusate gara 1 Curry aveva preso 6 e in qst solamente mezzo punto in meno.
    Beh tarate un pò il giudizio.

  • fabiostoppani

    Ci sta la difformità di giudizio essendo fatte da persone differenti. Probabilmente Nico P non avrebbe mai dato 6 al Curry di gara1. Io comunque non concordo nemmeno oggi sul 5.5. Steph ha sbagliato davvero tutto e non. Un bel 4 se lo meriterebbe di diritto. Si è presentato sul serio con due folate e nulla più.

  • InYourWais

    Concordo…Curry misurato ma decisivo in G1, qui ha fatto pena, ricordiamoci che è l’MVP 2015, non uno qualsiasi, 5/23 e palle perse a iosa da uno così forte non sono accettabili (capitano, per carità, ma il voto deve essere basso)

  • zed

    Curry merita 3 ha sbagliato di tutto e quando all’overtime poteva riscattarsi ha fatto quell’airball da denuncia

  • Giasone

    Curry 4 meritato

  • Nico P

    Ragazzi le pagelle le ho fatte tutte e due le volte io, invece nelle prossime due gare le farà il Doc Abbati. E ho provato a spiegare proprio nel post apposito le motivazioni del perchè di quel 6. Premesso questo spiego anche la scelta del 5.5 a Curry, che poteva anche essere un 5, ma alla fine ho optato per un 5.5, di certo non un 4. Ho avuto la sensazione che dopo aver fatto pena per tutto il tempo, si è poi riscattato nel momento decisivo della gara, e ha trovato i canestri dell’OT. Ok poi l’OT è stato quello che è stato, ma se poi avesse messo quel canestro li della vittoria? Sarebbe stato Mvp e da 7. Non si può passare da un 4 a un 7. E non mi voglio basare sulle percentuali. Ribadisco ci stanno le critiche e le accetto, ma se mi porti all’OT hai i tuoi meriti che non sono sufficienti infatti ma un tiro finale non può dare questo sbalzo di voti. Anche perchè poi Lebron ha fallito le scelte decisive nella gara, eppure il voto è quello per tutta la partita che ha giocato. Stessa cosa in gara 1. Non possiamo basarci solo sulle percentuali, e chi mi parla di uniformità di giudizi, questa vuol dire uniformità di giudizi. Perchè citando proprio Lebron qualcuno gli avrebbe dato l’insufficienza se Cleveland avesse perso? Eppure ribadisco ha sbagliato tutti i tiri dal 45′ in poi, subendo anche uno stoppone in OT da Green, questo per farvi capire che all’incontrario Curry si è ritrovato negli ultimi 5′ ed è stato decisivo comunque.

  • Steven John

    Invece di ridurre tutto sempre ai soliti paragoni statistici tra Lebron, MJ e altri… mi piacerebbe analizzare alcune cose della partita con voi, che sicuramente capite di basket giocato più di me, visto che non sono un grande esperto di tattiche, rotazioni e quant’altro.
    1) Uno come Marion è proprio in condizioni indecenti e non può permettersi di giocare qualche minuto visto che, almeno difensivamente mi sembra sia meglio di Mike Miller che di certo non è al top della carriera…
    2) Quando Kerr è andato con il quintetto piccolo capisco la scelta di Blatt di adattarsi, ma dato che è cominciato l’hack a TT e quest’ultimo in attacco non ne metteva una, nonostante il grandissimo lavoro difensivo, mi sono sorpreso di non rivedere dentro Mozgov che ai liberi è meglio di TT e dava qualche soluzione in attacco oltre a non essere un telepass in difesa..
    3) Invece per GSW mi chiedo se David Lee sia un giocatore da non avere nemmeno un minuto di possibilità. Ok in gara 1 a Speights entrava tutto, ma ieri ha sbagliato l’impossibile e va a 1 all’ora. Penso che ai Cavs forse Lee qualche minuto lo troverebbe…
    Infine una considerazione: è vero che Lebron ha tirato con % brutte ieri, ma mi pare abbastanza normale se sei quasi l’unica opzione offensiva della tua squadra e di conseguenza gli avversari raddoppiano su di te, poi devi crearti tu le occasioni dal palleggio e non ha nemmeno un play che almeno la porti avanti per farti rifiatare. In alcune occasioni ha messo in moto i compagni, smazzando cmq la bellezza di 11 assist, non contando quelli che ha fatto servendo Shumpert e JR da 3 che hanno fallito tiri molto abbordabili. Cmq onore a lui, penso che in questa lega non ci sia nessun altro giocatore che affiancato a Mozgov, Shumpert, JR, TT, Delly, JJ e Mike Miller potesse far vincere una gara di finals alla Oracle Arena contro questa GSW, su questo penso ci siano pochi dubbi anche per il peggiore degli hater.

  • Il Nichilista

    Curry soffre davvero tantissimo il carattere e la marcatura soffocante di Dellavedova.
    Si meritava un bel 4, 5/23 dal campo direi che parla da solo

  • sakukoziz

    il voto a Kerr non si può leggere, è stato lui a portare all’OT Golden State, con decisioni impeccabili. Poi sulla preparazione complessiva pre-gara possiamo discutere anche parecchio, ma in the game è stato bravissimo.
    Mozgov (in relazione alle capacità) avrebbe meritato di più, fra l’altro è glaciale nei finali, Curry di meno, e JR anche di meno, è stato un idiota totale in un paio di occasioni. Su una l’ha tirato via della vedova.

    A Speights avrei dato 0. Sbaglia uno schiaccione da solo (appoggia, no?) e dopo si mette a ridere…

  • sakukoziz

    pazzesca in effetti la decisione di non far nemmeno vedere il campo a the matrix
    dev’essere in condizioni S-C-A-N-D-A-L-O-S-E

  • Michael Philips

    sakukoziz

    c’è una statistica su speights che ho letto su poco fa. 1/4…nelle schiacciate in questi playoffs…io non ho parole. da un 210cm poi.

    Sulle condizioni di marion, da quello che ho visto per tutta la stagione, lui è cotto o bollito, scegliete. Svogliato pure e quando blatt lo ha buttato in campo quasi sempre ha fatto delle scelte assurde in attacco. Uno squilibrato.

    Miller poi boh, io non so, faticava a correre già durante le finals del 2012 eppure…poi da lì è scomparso. Diciamo che quest’anno lui funge un pò da “tappeto di lebowski”: da un tono all’ambiente dei cavs…

    Sui voti, direi Curry un pelino meno di 5,5, perché dopo quello che ha fatto vedere nei playoffs, il margine per scusarlo si restringe, è ben protetto dai suoi e giocava in casa. Lebron con una gara totale, tripla doppia di questa portata e vittoria, potrebbe anche arrivare ad un 8.5 eh.

  • rofled

    Hahahahaha ciccione col buco in testa meritava un voto negativo

  • lilin

    se gioca miller che zoppica anche seduto in panchina al suo posto vuol dire che marion è ai limiti dell impresentabile…
    curioso vedere come esclusi i 7 della rotazione gli altri siano:

    joe harris-miller-marion-perkins-haywood…non c è che dire, in nba un contrattto lo danno a tutti.
    blatt secondo me ormai evita pure di girarsi a guardare la panchina per non piangere.

  • hanamichi sakuragi

    nico io anche avrei dato 4 a curry.. se gioca da 5 all’overtime non ci vanno. come ho motivato il perchè il 6 dell’altra volta era ingiusto. le tue motivazioni le condivido tutte ma non le conclusioni.

    riguardo Speights con quei 2 punti vincevano la gara.. deficiente fotonico