Ancora Super James e vantaggio Cavs, 2-1!

Il Re ancora sugli scudi (40 punti) e un Dellavedova sempre più determinante fanno 2-1 per i Cavs, Curry ha provato la rimonta ma non è bastato.

Barra-Finals

Cleveland Cavaliers (#2) – Golden State Warriors (#1) 96-91
(24-20; 44-37; 72-55)
CLE 2-1

Cavaliers: Dellavedova 20 (5/11,2/6, 4/5), Shumpert 3 (1/2 da 3pt, 0/2), James 40 (12/28, 2/6,10/12,12 rimb), Thompson 10 (4/6, 2/4 tl.,13 rimb), Mozgov 6 (3/6 da 2pt), Smith 10 (2/4, 2/5 da 3pt), Jones 7 (2/2 da 3pt, 1/1 tl), Miller
All. David Blatt

Warriors: Curry 27 (3/7, 7/13 da 3pt), Thompson 14 (4/11, 2/7 da 3pt), Barnes (0/7 da 2pt, 0/1 T.L.), Green 7 (1/6, 1/4, 2/3), Bogut 4 (2/3 da 2pt), Barbosa 11 (2/7 da 2pt), Iguodala 15 (4/4,2/8, 1/2), Ezeli 5 (2/6, 1/2 tl), Livingston 4 (2/3, 0/1 da 3pt)
All. Steve Kerr

Recap

2015 NBA Finals - Game ThreeLeBron James e i suoi Cleveland Cavs partono carichi a mille, con proprio James e Dellavedova a farla da padroni nell’area Warriors mentre per Golden State sembra avere una faccia diversa Step Curry che tiene li i suoi; 12-5 dopo 4:30 di gioco. Gli Warriors non riescono ad arginare le penetrazioni dei Cavs mentre dall’altra parte si scuote Dreymon Green che sembra dare segnali di vita rispetto alle prime due gare. Shumpert cerca di passare sopra un blocco dello stesso Green e subisce una botta terrificante alla spalla e va negli spogliatoi. Cleveland continua a bucare la difesa Warriors con le giocate anche di energia di un Tristan Thompson più coinvolto offensivamente, mentre dall’altra Curry con una faccia diversa distribuisce pallacanestro anche se non supportato da Barnse. il primo quarto dice 24-20 Cavs, con un Lebron limitato dopo un avvio furioso, ancora una volta dalla difesa di Andrè Iguodala.

Golden State con la panchina si torva a suo agio e pareggia a 26 con la bomba di Iguodala, poi si accende improvvisamente JR che ha qualcosa da farsi perdonare e con un canestro impossibile e un razzo fa 5-0 di parziale (31-26 dopo 2:30). LeBron cerca di azzennare la partita in penetrazione, ma non ha aiuto dai propri compagni che falliscono qualche tripla aperta molto ghiotta, e allora ci pensa un Green parecchio esitante a ridare gas a Golden State con la tripla del -3 (34-31 a 5:31 dall’intervallo). La bomba di Shumpert ci da la notizia che è rientrato dallo spogliatoio e che può tranquillamente riprendere a giocare e Lebron prova a ridare una spallata decisiva al match, ma i Warriors rimangono vivi grazie all’energia di un gagliardo Andrè Iguodala che schiaccia in contropiede per il -3. Curry e tutti i suoi Warriors faticano per davvero sul finale di quarto e allora ne approfitta James Jones che sulla sirena trova la bomba del massimo vantaggio Cavaliers (44-37). Per Curry (3 punti a referto all’intervallo) e compagni o entrano con una faccia diversa o si fa davvero difficile la storia.

La ripresa inizia con un Mattew Dellavedova sempre più commovente, con 5 punti filati (51-41 dopo 2′) a dire che Cleveland ha voglia di vincere questa serie mentre Golden State è completa crisi d’identità, soprattutto lo sono Steph Curry e Klay Thompson. Proprio Klay Thompson prova a dare qualche segnale di vita con un’inchiodata in faccia a Mozgov e una tripla delle sue, ma Lebron ridà la carica ai suoi e con l’aiuto di Dellavedova fa +13 per il 61-48 con 5′ da giocare nel terzo quarto. Golden State è irriconoscibile, in più offensivamente continua ad esitare subendo l’aggressività pazzesca di Cleveland, con Lebron che azzanna la gara con una cattiveria mai vista e il terzo quarto si chiude sul 72-55, Cleveland ha a portata di mano il punto del 2-1.

Il quarto periodo vede subito la reazione dei Warriors, con Iguodala che griffa un parziale di 8-0 da spevantare i Cavs che sono rientrati col pensiero di averla già vinta. David Lee e Leandro Barbosa riaprono completamente la gara e riportano completamente sotto la propria squadra fino a -5, fino a che non si sveglia Steph Curry che mette la bomba del -4 (77-73). La partita è riaperta e Curry si accende, facendo vedere i fantasmi a Cleveland, arriva la bomba del -1 (81-80), ma dall’altra parte c’è un eroico Matt Dellavedova che trova un canestro e fallo impossibile, poi ci pensa Lebron a ridare il gas necessario ai suoi infilando la tripla del 87-80. Curry non vuole mollare e arriva un’altra tripla, ma subito dopo perde una palla sanguinosa non da lui. Alla fine le palle vaganti che possono decidere la gara sono tutte di Matt Dellevedova, l’eroe autentico di questa gara e i Cavs vanno sul 92-85. Qualche sciocchezza di Cleveland e Curry realizza la bomba del -4 a 27″ dalla sirena finale. James fa 1/2 dalla sirena, e Curry con la bomba impossibile regala ancora il -3 ai suoi, ma stavolta James è freddo come il ghiaccio e congela la partita, andando a regalare il punto del 2-1 ai suoi Cavaliers.

Schermata 2015-06-10 alle 05.58.41

Nico P

Nico P

Appassionato di ogni tipo di sport, con il basket a svettare nella sua classifica, tifo Lakers e Broncos con la preferenza sempre verso la squadra più debole. Nickname: Nico P

  • sconocchini

    max

    mica l’ho tirata fuori io la storia. stavo solo facendo il precisino. mannaggia a me…

  • Max

    Mp ma chi ti conosce?ma come ti permetti di dare giudizi su persone che nemmeno conosci??se qualcuno fà dell’ironia e tocca il tuo amato lebron e prendi cosi’ fuoco sono tuoi problemi non certo miei o quelli di altri.Non è possibile che ogni qualvolta si tocca James esce fuori il tuo sermone di san lebron da clevaldn a difenderlo..e checazzo..
    poi se qualcuno ti fà notare come james per ora sia 2/5( con 2 finale giocate indegnamente) apriti cielo…poi se invece fà prestazioni mostruose roiconosciute da tutti rprati in quinta con i tuoi sermoni delle triple doppie,degli assist,delle fasciette lanciate per aria e via scorrendo.Stai diventando patetico.

  • zed

    Per me quello che sta facendo le bronzo non è superiore alle finals fatte da Wade nel 2006 o a quelle di akeem nel 1995 o alle 3 di shaq o ad almeno 4 delle finals vinte da Jordan. La differenza loro non giocavano con la palla in mano per 48 minuti e dovevano dividere le azioni con gli altri e soprattutto non giocavano contro 4 Pisciasotto. Vogliamo mettere i puntini sulle i è mettiamoli.

  • Max

    scusa Sconocchini(giocatore che ho amato da morire nella mia Virtus)ma ho risposto a te per rispondere atutti.sorry 🙂 😀

  • Max

    lo shaq dei 38 di media contro indiana secondo me è quello che gloi si avvicvina di più con la differenza che Shaq aveva Kobe di fianco come secondo violino e Rice come terzo

  • AIRTIME

    Perché THE GOAT avrebbe dovuto giocare tutta la carriera senza all star al suo fianco mentre Lebron può permettersi di andare da Wade con Bosh o di tornare a Cleveland con Irving e Love è un mistero che solo i fan di Lebron possono attuare.

    Non avesse avuto Pippen e Grant prima o poi con qualche stella ci avrebbe giocato ed avrebbe vinto titoli perché non a caso è THE GOAT.
    E non dimentichiamo i meriti di THE GOAT nella crescita mentale di Pippen.

    Le migliori finali di THE GOAT dai numeri si evince che siano quelle del 1993 ma non sempre i numeri dicono tutto.
    Quelle del 1991,1992 e del 1997 possono dire la loro perché giocate sugli stessi livelli monstre del 1993.

  • gard

    che tortura che è michael philips.
    l’utente airtime ha fatto giustamente i complimenti a lebron e lui lo attacca come se avesse sparato merda addosso al prescelto.
    per certi elementi fino a quando non gli si dirà che lebron è il più grande di tutti i tempi continueranno a farsi stupide guerrie immaginarie.
    battaglia persa in partenza,perchè per quanto si cerchi di trovare il pelo nell’uovo nella sua inimitabile carriera qualsiasi appassionato di basket con un minimo di cognizione di causa sa benissimo che jordan era di un livello superiore,mentalmente in primis e poi per un discorso tecnico.

  • Bryce

    Grasse risate! Ne riparliamo tra 10 anni..

  • Max

    perchè fra 10 anni c’è il giudizio universale??

  • gard

    ridi quanto vuoi,possiamo aspettarne anche 100 di anni ma il discorso non cambia.
    lebron è fortissimo ma anche lui ha dato spesso la sensazione di essere umano.
    jordan di umano su un campo da basket aveva ben poco.
    non a caso ancora non si capisce quando sia stato all’apice visto che tutta la sua carriera è stata all’apice senza cali,soprattutto quando contava.

  • ILoveThisGame

    Con calma ragazzi, James ha 30 anni e la storia dice che i grandi giocatri si realizzano subito dopo i 30 perche’ l’ esperienza e la forza mentale(base del basket) sono all’apice. La base di partenza e’ 4 mvp, 2mvp finals, 2su5 finali, 2 anelli. Vediamo quest’anno e i prossimi, se mi pizza 8 9 finali in fila a sto punto non mi stupirei.

  • Max

    con la penuria che c’è ad est ci sarebe da meravigliarsi??

  • ILoveThisGame

    Di sicuro sarebbe una cosa mai vista e quindi impressionante.

  • ILoveThisGame

    Poi ovvio che l’ est sia di basso livello ma la difesa che hanno fa capire che oltre ai demeriti di Atlanta e soprattutto dei Bulls c’e un ampio merito del sistema cavs.

  • gard

    magic,bird,russell,kareem,chamberlain,bryant,duncan,robertson,shaq non mi sembrano dei pivellini.
    tutte leggende di questo sport,eppure nessuno regge il confronto con jordan quando si tratta di scegliere il migliore dei migliori.
    il problema non è lebron che forte è forte,quanto che quell’altro ha messo l’asticella a livelli troppo alti per chiunque.
    tutti ci esaltiamo giustamente per questo stratosferico lebron,ma jordan a questi livelli seppur con uno stile di gioco diverso ci giocava quasi sempre ai playoff.

  • sconocchini

    ma davvero ci si può sentire credibili a cambiare nome ogni giorno? boh…

    a parte le solite sbrodolate su jordan, si hanno notizie di dellavedova e shumpert?

  • gasp

    “magic,bird,russell,kareem,chamberlain,bryant,duncan,robertson,shaq”
    Io questi nomi (alcuni) dire che non reggono il confronto con MJ mi sembra na boiata…ma sorvoliamo…

    Quello che volevo dire è che perché bisogna rovinare una interessante e bella giornata di commenti sulla gara e sulle Finals per tirare in ballo i paragoni con MJ

  • InYourWais

    “Indisputable fact: Michael Jordan never scored a single point against Matthew Dellavedova” I supporters Cavs meritano un titolo solo per questa affermazione

  • cuni

    sconocchini

    ho letto che dellavedova lo dimettono a breve perché va molto meglio, mentre shumpert gli fanno la risonanza magnetica alla spalla.. altro non ho trovato

  • Doctor J

    Io continuo a ripetere che a me questo Lebron inizia a farmi un po’ di paura. Ha un controllo mentale oltre che tecnico sulle partite che è impressionante. Davvero io una roba così l’ho vista solo con Jordan con tutte le dovute proporzioni e differenze. In questo momento ha raggiunto il top della sua carriera secondo me, avrà perso un po’ di atletismo ma a livello tecnico-mentale fa paura. Mai come nel basket è vero il detto che prima di vincere devi imparare a perdere. Questo processo per James è durato molto ed anche in 3 (per ora) finals, a differenza di Jordan (dato che si sta parlando di lui) che le bastonate le ha prese sempre prima delle finali quando non aveva ancora imparato a vincere, ma ora ho veramente paura di quello che potrà fare James da qui in poi a maggior ragione se vincesse (molto difficile ancora) questo titolo.

  • zed

    Gasp stiamo solo facendo complimenti a LeBron da inizio serie; chiedi spiegazioni agli estremisti fan di LeBron riguardo la tua domanda. Iltg in 12 stagioni LeBron forse avrà vinto 3 titoli Jordan 6 .se quest’anno vincerà ed è tutto da vedere poi si ritirerà 2 anni per giocare a baseball e tornerà a giocare a basket facendo un 3 peat ne riparleremo. Per adesso se vince sarà ai livelli di Wade 3 titoli con un titolo vinto da superstar. Scherzo si capisce. Su un sito c’erano alcuni pirlotti che dicevano meno male che l’antidoping serio arriva dall’anno prossimo nella Lega sennò altro che 41 di media.ecco quei geni potrebbero essere il degno contraltare di scono Mp e iYw

  • Doctor J

    Shumpert comunque per esperienza personale vi dico che gli è chiaramente uscita la spalla e penso che solo perchè qualcuno ha guardato giù non sia finito come Love!

  • Doctor J

    Infatti secondo me il fatto che davvero qualcosa in questo giocatore sia cambiato è vedere e sentire come ne parlano quelli che sono stati da sempre i suoi più grandi detrattori ( solo quelli intelligenti però ). Solo questo, se si è davvero tifosi di questo ragazzo; secondo me può bastare.

  • gasp

    Zed
    Ma io sto parlando in generale, non so bene come e chi ha iniziato il paragone ma ho visto solo che da 80 circa commenti si è passati a 107 in un’ ora…27 commenti solo di paragoni, inutili e sempre i soliti

  • mad-mel

    Invece se continua con qst andazzo Curry in che posizione della classifica nominata “peggiori finals di un mvp nella storia” lo mettiamo?
    Io avrei solo un paio di nomi forse…
    Perche e’ il principio degli opposti, per esserci un grande mvp come lebron qualcuno deve fare altrettanto negativamente.

  • Sconocchini non mi confondere con AIRTIME, siamo simili ma non uguali soprattutto dalle idee a quanto leggo ahah 🙂

  • Soprattutto diversi nelle idee a quanto vedo*

  • Alessio

    Airtime: michael jordan fece quelle medie ma quanto finì la serie? 3-0 per boston.
    Neanche lui, da solo riusciva a far vincere una squadra. Anzi, la prima finale l’ha giocata al settimo anno da professionista, a 28 anni, età in cui lebron ne aveva già giocate 3.
    Io credo che se vincerà questo titolo (cosa su cui continuo a nutrire fortissimi dubbi) james avrà fatto un’impresa veramente senza precedenti perché questi cleveland incerottati, senza di lui, faticherebbero a fare 15 vittorie (basta vedere le provenienze dei vari giocatori e che cosa facevano i cavs lo scorso anno).

  • InYourWais

    Hanamichi

    No ti sbagli, non mi nascondo dietro ad un dito e Blatt ad inizio stagione pensavo fosse inadeguato al ruolo (mi ha ampiamente smentito, comunque vada la finale), ma confronti con Brooks non ne ho mai fatti, anche perchè non lo ritenevo esattamente un genio

  • lilin

    attenzione perchè il 23 in genere ha sempre una gara di onnipotenza al tiro dalla media e non l ha ancora tirata fuori…se dovesse pescare una partita del genere ci sarebbe da divertirsi con il numero di tiri che si piglia.

    stanotte partita fondamentale se vanno 3 a 1 la portano a casa se invece 2 a 2 non credo abbiano le energie mentali e fisiche per vincerne ancora 2 su 3 a questi ritmi.

    dal -20 hanno allentato un attimo la tensione e si sono ritrovati quasi a perderla.

    fate un monumento a delly.

    p.s.

    perkins credo sia il giocatore piu odiato dalla seconda fila degli spettatori, pago un pacco di soldi per trovarmi in piedi un bisonte per 48 min, ma siediti no?!

  • zed

    Lilin anche curry non ha fatto ancora una delle sue partite da 40 punti con 7 su 10 da tre. Stanotte sarà una battaglia epica. Io dico che Cleveland deve vincere 4-1 per portarsi a casa il titolo ;una partita delle 3 a Cleveland gs e se la vince

  • zed

    E se vince stanotte vincerà di sicuro anche domenica e Cleveland se va sotto è finita. Per me anche sul 3-1 Cleveland la serie sarebbe ancora aperta

  • mad-mel

    Secondo me Lebron nn fara mai qst gara “in canna” semplicemente perche sta facendo un gioco offensivo nn nella sua natura, nel senso che prende gia una barcata di tiri.
    Inoltre se si aggiunge che deve fare assist difesa e rimbalzi giocare 45 min la vedo impossibile essere sciolti e precisi al tiro.
    Cmq vado con il pronostico e stasera si pareggia 2-2.

  • Michael Philips

    lilin

    “dal -20 hanno allentato un attimo la tensione e si sono ritrovati quasi a perderla.”

    l’altro giorno thibodeau faceva notare come nei playoffs l’utilizzo delle stelle deve essere massivo a livello di minutaggio(cosa per cui lui è sempre stato criticato).

    Ha preso come esempio proprio la rimonta dei warriors, ricordando che quando i cavs stavano sul +20, lebron è andato in panca e un minuto dopo i warriors avevano piazzato un parziale di 8-0.

    I cavs si sono rilassati ma i warriors hanno provato il tutto per tutto.

    Riguardo la gara in cui a lebron entra tutto, storicamente l’ha quasi sempre messa all’interno di una serie, ma bisogna vedere se ci riuscirà con tutto il carico di lavoro che ha sul groppone, e in questo mad-mel potrebbe aver ragione.

    Su steph: credo che curry preferirebbe aver perso di 20 gm3 ed essersi conservato quelle triple fuori ritmo messe nel finale, per gara 4. Ma può semplicemente riprendere da dove ha finito gara 3. Qualche dubbio rimane perché lui ha fatto festa quando non c’era più delly a marcarlo, ma il talento per metterne 40 tutti in testa al difensore c’è.

    vediamo se ha davvero capito come bucare il pick&roll difensivo dei cavs.

  • lilin

    zed

    verò anche curry qualcosa dovrà tirar fuori dal cilindro ma per golden la vedo meno essenziale come cosa…in fin dei conti se gli splash facessero una partita decente entrambi e ci aggiungi un terzo che la metta con continuità per loro il gioco è quasi fatto.

    mad mel

    vero che sta giocando contro natura, ma anche vero che lebron ha un modo molto strano di approciare offensivamente una partita…difficilmente lo vedi caldo in ogni aspetto dell attacco, cè la partita che ti ammazza solo di jumper, quella in post o piuttosto di triple come con san antonio…è capace di mettere tutti i jumper cadendo all indietro e fare schifo ai tiri liberi per dire…
    boh secondo me è poco decifrabile ed è la sua forza e se vogliamo la sua “debolezza”, non ha un aspetto dell’attacco in cui si fida al 100%.
    inizia la partita e batte chiodo a seconda dell asppetto in cui si sente caldo.

    mp

    beh quando è uscito lebron hanno avuto 3 attacchi al limite dell’imbarazzante, lo stesso dellavedova ha fatto un paio di cose da film horror.
    è il motivo per cui non li vedo vincere in una gara 7…o lebron la porta a casa in poco o il fisico comincerà a risentirne e l aggressività dei suoi compagni calerà sempre di più.

  • Michael Philips

    Lilin

    dici bene, lebron non entra mai con un game plan offensivo chiaro. Ogni gara si adatta a come i tiri gli entrano. Può essere un jump shoot game, un low post game, un 3 point game, un mi butto nel pitturato perché altrimenti tiro solo mattoni. Le cose strane che ho notato in decine e decine di gare è che spesso quando tira male i liberi, tira bene da 3 e viceversa…boh?

    Non è uno shaq che sai come attaccherà dal post basso 10 volte su 10, non è un kobe che sai che andrà di jumper dalla media, non è jordan che sai andrà un pò in post basso – fade away jumper, e non è curry che sai proverà minimo una decina di triple. Poi con questi citati, il fatto di avere una chiara idea di come giocheranno non ti da comunque alcuna garanzia di poterli fermare.

    Il limite e allo stesso tempo il vantaggio di lebron è l’essere imprevedibile per se stesso e per gli avversari.

  • sconocchini

    mp

    io più che aspettarmi la gara da 45 punti col 75% da lebron temo un suo crollo fisico o una partita da 5 su 20 piena di lamentele con gli arbitri. non so se riuscirà a mantenere questa concentrazione e questo livello di resa fisica. per me quello che ha fatto in queste tre gare è fuori da ogni logica, non l’ho mai visto così concentrato e deciso per più di due gare (forse contro okc nel 2012, ma lì era anche trascinato dall’entusiasmo di una serie che dopo gara 3 era evidentemente decisa perché i suoi mettevano tutti i tiri da tre e i thunder non rtiuscivano a fermarlo in penetrazione).

    per questo credo che una vittoria dei warriors indirizzerebbe definitivamente la serie, mentre un 3-1 cavs non darebbe certezze di titolo a cleveland.

  • Shady

    intanto notizia del giorno il premio più ambito della lega, lo Shaqtin MVP, fa a Otto Porter che batte la concorrenza di Knight e di Ciccio Waiters; è incredibile come quest’ultimo non riesca a primeggiare in niente

  • lilin

    3 a 1 cavs non darebbe sicuramente certezze, gs non appena capisce di piu come attaccare la ribalta, ma sicuramente battere lebron 3 volte su 3 senza margine d errore con il tipo di gioco di gs molto impostato sul tiro da 3 può diventare davvero dura…senza contare la pressione che avrebbero sulle spalle.
    secondo me questa è la gara decisiva per tanti motivi…spero che se lebron debba avere una partita storta nella serie non sia questa perchè i compagni li vedo molto fragili psicologicamente, ieri erano chiarmente in trance agonistica e se iniziano ad avere dubbi chiudiamo baracca e burattini.

    sono curioso di vedere se kerr una partita proverà a raddoppiare sistematicamente lebron…magrai non a cleveland dove i compagni da 3 potrebbero far male ma ad oakland specie se sul 3 a 1 secondo me la prova…

  • Redbull

    Beh mp, secondo me qua sbagli di grosso, mj e kobe credo fossero tutt altro che prevedibili

  • sconocchini

    lilin

    penso anche io che kerr potrebbe provare a raddoppiare. ma poi il recupero sui tiratori sarebbe una fatica immensa per i suoi. fortunatamente per lui, ha una panchina lunghissima. io ci proverei già a cleveland, ma soltanto se la situazione si mette male.

    dall’altra parte molti chiedono a gran voce un cambio di strategia per i warriors in attacco: isolamenti continui di curry contro delly, che lo marca bene seguendolo sui blocchi ma non lo tiene in palleggio. potrebbe avere senso. il problema è che al massimo cleveland concederebbe una marea di tiri dalla media o floater a curry, non il tiro da tre, e inoltre i warriors dovrebbero snaturarsi. per me dobbiamo anche aspettarci, prima o poi, una gara in cui lebron va molto più spesso in lunetta. finora gli arbitri hanno lasciato correre molti contatti sulle sue penetrazioni, ma la lega ha già fatto capire che certi falli vanno fischiati. probabilmente succederà in un momento in cui i warriors sono avanti. sono discorsi schifosi, ma sappiamo tutti come funziona.

    stiamo a vedere. io do assolutamente per scontata la vittoria di golden state in gara 5, quindi questa è una sorta di pivotal 2-2.

  • Michael Philips

    Redbull

    prevedibili nel senso che jordan segnava, sopratutto nel secondo three-peat, una vagonata di canestri identici, sempre nello stesso modo, perché lui aveva davvero una soluzione offensiva “sicura”, quel fade away dal post che non c’era verso di fermare. Vedi quelle gare e si ripetono senza soluzione di continuità. Kobe se ricordi le finals contro orlando e boston, aveva sempre quel jumper dalla media, palleggio arresto e tiro letale.

    Entrambi avevano una impostazione di gioco che portavano avanti gara dopo gara.

    Prevedibili in quel senso. Secondo me il punto è che la parola, prevedibile, spesso è letta in senso negativo, ma non lo è in questo caso.

    Vedi un karl malone: pick&roll sempre e comunque con stock, eppure funzionava sempre. Shaq sempre dal post, sempre in due modi diversi, ma funzionava.

    Un altro big che non aveva un tipo di movimento sicuro per segnare, era magic, che volendo poteva metterne 25 a sera senza problemi, ma ogni gara era molto diversa dalla precedente, nel suo modo di segnare.

    Credo che questo sia legato al fatto che gli scorer puri(jordan, kobe, malone e altri) hanno proprio la tendenza a perfezionare soluzioni sicure. Pur sapendo segnare in qualsiasi maniera(malone no), ma gli highlights di jordan tra 1996 e 1998 sono un deja-vu continuo.

    Lebron non ha una “mattonella” da cui è letale, ha un andare al ferro sulla sx che funziona bene, ma non ha un movimento che ha imparato alla perfezione e che sa di poter usare in momenti cruciali. Il che è un vantaggio/svantaggio per lui e per le difese.

  • Michael Philips

    Sconocchini e gli altri:

    ma secondo voi, kerr cambia registro difensivo raddoppiando lebron, o continua la sua strategia? quella a cui evidentemente ha pensato e ripensato prima delle finals.

    Il rischio è come detto cambiare approccio alla serie, ma a questo punto deve prendere qualche rischio. Io credo che iguodala debba stare molti più minuti di barnes su lebron e l’ideale sarebbe anche mettere pressione su lbj fin da quando porta palla.

    Credo che kerr continui a volere un lebron vs tutti perché storicamente così non si vince, quindi lui avrebbe ragione.

    Dubito fortemente però che prima di gm1 lui avrebbe immaginato un lebron da 30 tiri a sera. Questo è un fuori programma, e infatti in carriera lebron pochissime volte ha sforato così tanto al tiro. Questo può aver rotto un pò i piani dei dubs.

  • Shady

    In questa gara 4 non mi aspetto che kerr raddoppi fisso lebron, forse giusto nel 4q per mettere più pressione anche hai gregari, però una cosa che deve fare è togliete barnes da James, non l’ha tenuto una bontà che sia una, così è un suicidio difensivo, io gli metterei fisso iguo e talvolta thompson o Green, ma barnes lo fibre ne aver capito che non ci può stare

  • Doctor J

    Secondo me i cavs vinceranno queste finali in un solo caso, devono battere i warriors stanotte e dovrebbero farlo coi warriors che giocano una bella partita. Così sarebbe davvero il colpo del KO per loro. Comunque anche a livello di dichiarazioni di giocatori ed allenatori, oltre per le 3 partite viste, mi sembra davvero un déjà vu delle finali 2012. Anche allora i giovanotti dicevano che dovevano solo riprendere a giocare come avevano fatto per tutto l’anno, che non sentivano la pressione, che avevano già affrontato grandi difficoltà (allora con gli spurs, adesso con memphis) e sapevano come uscirne. Ci trovo tantissime similitudini, la vera grossa differenza è che il leader tecnico di quella squadra era su un altro pianeta rispetto a Curry per quello che ha fatto vedere sul campo.

  • lilin

    doctor j

    però okc giocava molto molto peggio di gs e si trovava di fronte un avversario molto piu forte…
    questa serie gs la può davvero svoltare in un amen perchè gli equilibri di cleveland sono davvero troppo precari…
    oltretutto gs ha dei signori difensori su lebron perchè barnes non è cosi scarso, semplicemente lebron è spaziale e iguo sta facendo delle grandissime finals , in più nel pitturato bogut e green son sempre due difficili da attaccare, senza dimenticare thompson che è tutt altro che un buco nero.

  • Redbull

    Mp

    Se mi dici che kobe e jordan fossero praticamente ottimi su pochi movimenti sicuri mentre lebron non ne ha perfezionato uno o due ma è più o meno bravo in tutti sono d’accordo