NBA Finals 2015, le pagelle di Gara4!

Curry e Iguodala sugli scudi e il solito Green promossi, Kerr stavolta meglio di Blatt che inizia a vedere la stanchezza della sua stella.

CLE-Bar

Matthew Dellavedova 6,5: cuore e grinta non sempre bastano, qui funzionano solo per due quarti. Poi anche lui deve fare i conti con le energie fisiche in calo, ma comunque mai domo.
DISINNESCATO

Iman Shumpert 5,5: a parte un paio di giocate difensive non riesce ad incidere come dovrebbe, specie nella metà campo offensiva.
LIMITATO

LeBron James 7,5: soffre la presenza di Iguodala in quintetto, non riesce a partire forte come vorrebbe, ma comunque senza di lui i Cavs non avrebbero attacco e sfiora l’ennesima tripla doppia delle Finals.
DISARMATO

Tristan Thompson 7,5: 12 punti e 13 rimbalzi e l’idea che i Warriors non abbiano la più pallida idea di come prenderlo a rimbalzo. Solo che anche lui deve fare i conti con la benzina che per come sta giocando può esaurirsi.
TOTEM

Timofey Mozgov 8: gioca una partita specie offensiva pazzesca, facendosi trovare sempre al posto e nel momento giusto. Ed anche lui fa il vuoto a rimbalzo offensivo. Punito dai fischi oltre i suoi demeriti in difesa.
SHAQUILLIANO

JR Smith 4,5: nullo totalmente sui due lati del campo, se non riesce ad inventare qualcosa è dannoso oltremodo.
GRAMIGNA

James Jones 5: volontà ne mette tanta ma stavolta non basta, oltretutto non riesce a farsi trovare mai libero sul perimetro ed in difesa subisce tutti
FERMO

Mike Miller, Kendrick Perkins, Joe Harris s.v.: entrano solo nel garbage time

David Blatt 6,5: il suo piano partita naufraga presto sotto i colpi del ritmo imposto da Golden State. Lui ha poche contromosse ma comunque cerca di rimetterla in piedi con quelle e quasi ci riesce ma alla fine la benzina per i suoi giocatori finisce.
IMPOTENTE

GSW-Bar

Stephen Curry 8: a tratti ritrova il suo gioco e quando lo fa i Warriors non sono fermabili. Si da molto più da fare, finalmente, anche nella sua metà campo segno di ritrovata vitalità.
RITROVATO

Klay Thompson 5,5: una delle due note negative della serata Warriors. Non riesce a farsi trovare pronto e, come in gara 3, sembra sempre avere fretta di voler fare la cosa giusta. Non riuscendoci
SPENTO

Andre Iguodala 9: nella baia è pronto il monumento equestre. Disinnesca James affrontandolo forte da subito e non subendolo in pratica mai almeno stanotte. Ed in attacco è molto più deciso e sicuro e i punti finali sono li a dimostrarlo.
TRASCINATORE

Harrison Barnes 6,5: buone notizie dal pianeta Barnes. Inizia forte dimostrando di non avere nella testa lo 0/8 di gara 3, lotta su ogni rimbalzo e questa volta non si perde mai d’animo.
RECUPERATO

Draymond Green 7,5: altro giocatore che entra forte nella partita dimostrando quegli attributi richiesti. Gioca bene la sua pallacanestro, con meno chiacchiere e più sostanza.
RITORNATO

David Lee 7: rientra nella rotazione perché è l’unico lungo che attacca deciso. Certo stasera qualche errore di troppo, ma è l’unico che fa il taglia fuori e la decisione offensiva paga sempre.
RISPOLVERATO

Shaun Livingston 7: dalla panchina fa quello che gli viene richiesto, più del compitino visto in gara 3. e lo fa sui due lati del campo. Il suo aiuto nella zona pitturata è fondamentale.
ATTIVO

Andrew Bogut 4: gioca tre minuti commette tre falli, tra cui uno inutile e dannoso su James, e non lo vediamo più. Mentalmente e fisicamente fuori da questa serie.
NULLO

Leandro Barbosa 6: entra determinato ad attaccare il canestro, gioca poco ma con grande cattiveria, quella che ra mancata per troppi momenti nelle altre gare.
FRENETICO

Marresse Speight, Justin Holiday, James McAdoo s.v.: grbage time per loro

Steve Kerr 8,5: cambia, forse, l’inerzia di questa serie con un nuovo quintetto e nuove rotazioni, per ritrovare il suo gioco ed il suo ritmo. Una mossa molto Popovichiana che lo premia.
DETERMINATO

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati