Curry si carica i Warriors ed è Match-Point!

Stephen Curry trascina i suoi Warriors alla vittoria in una importantissima gara 5 contro dei Cavs guidati dal solito LeBron James in tripla doppia

Barra-Finals

Golden State Warriors (#1) – Cleveland Cavaliers (#2104-91
(22-22;51-50;73-67)
  GSW 3-2 

WARRIORS: Curry 37 (6/10,7/13,4/4), Thompson 12 (4/10,1/4,1/1), Iguodala 14 (3/6,2/5,2/11), Barnes 8 (3/7 da 2pt.,2/4 T.L.,10rim.), Green 16 (3/6,1/3,7/10), Livingston 2 (1/3 da 2pt.), Barbosa 13 (3/4,1/1,4/4), Lee 2 (1/3 da 2pt.), Ezeli.
All.Kerr

CAVALIERS: Dellavedova 5 (1/4,1/5 da 3pt.), Shumpert 10 (0/3,3/6,1/2), James 40 (12/26,3/9,7/9,14 rim.,11 ass.), Thompson 19 (6/11 da 2pt,7/10 T.L.,10rim.), Mozgov (0/1 da 2pt.), Smith 14 (1/1,4/14 da 3pt.), Jones (0/1 da 3pt.), Miller 3 (1/1 da 3pt.)
All.Blatt

Recap

2015 NBA Finals - Game FiveGara 5 inizia nervosa che più nervosa non si può, ci vogliono 3’44” per vedere un canestro, Klay Thompson, poi Golden State aumenta i giri specie in difesa e trova canestri facili in transizione per il primo allungo Warriors 8-2 con 7’09” da giocare nel primo quarto. Ma questa volta coach David Blatt ci impiega pochissimo a reagire, toglie Mozgov ed abbassa il quintetto, trova importanti risposte in JR Smith, e quando anche Shumpert batte un colpo dall’arco i Cavs rientrano e sorpassano 16-17 a 2’54”. Il primo quarto termina con Stephen Curry e LeBron James che iniziano a farsi vedere e siamo 22 pari.

Il secondo quarto inzia con LeBron James che a suon di punti ed assits lancia i Cavs in un tentativo di allungo, Smith mette anche due triple consecutive e siamo 30-37 con 7’10” da giocare. A quel punto Curry ritorna prepotentemente in scena anche lui con due canestri dall’arco, e ad aiutarlo dalla panchina esce Leandrinho Barbosa, in contumacia Thompson, che segna 9 punti in un amen. L’ultima giocata del quarto è una poderosa schiacciata a rimbalzo offensivo di Harrison Barnes che subisce fallo da James e con il 2+1 porta all’intervallo lungo Golden State avanti di uno, 51-50.

Il terzo periodo si gioca all’insegna dell’equilibrio totale. Per lunghi tratti nessuno riesce a mettere le mani sulla partita, e le difese sembrano prendere il sopravvento. James segna solo 4 punti ma riesce a trovare un valido aiuto in Tristan Thompson, presente offensivamente oltre che a rimbalzo come di duo solito. Dall’altra parte sul finire del quarto, Andre Iguodala ritrova punti importanti ed insieme a Draymond Green, partita ricca di alti e bassi ma sempre un carico di energia per i Warriors, ed al solito Barbosa, provano l’ennesimo allungo 73-67 alla fine del terzo quarto.

L’ultimo periodo parte con James che riprende il discorso in parte interrotto nel terzo quarto, e grazie alle sue giocate, arriva l’ennesima tripla doppia nemmeno a dirlo, i Cavs richiudono il gap, 85 pari con 9’35” da giocare. Il finale è bellissimo e drammatico, sportivamente parlando. James mette una tripla dal parcheggio della Oracle Arena a 7’47” per il 79-80, quello che sarà l’ultimo vantaggio Cavs. Immediatamente gli risponde Curry con un’altra tripla incredibile, poi ancora dall’arco Thompson, all’unico vero colpo della partita, ed in un attimo si è sull’85-80. Da li i Warriors non si gireranno più indietro. Curry sale in cattedra, così come Iguodala, tre triple quasi consecutive dei due portano i Warriors sul +10, 96-86 con 2’44” sul cronometro.

Coach Blatt tenta anche la carta dell’hack a Andre, con qualche risultato, Iguodala finisce con un 2/10 tragico dalla lunetta e LeBron mette l’ennesima tripla da casa sua, ma a mettere in cassaforte un’importantissima vittoria in questa gara 5 per Golden State ci pensa l’MVP, con un incredibile canestro dall’arco.

Finisce 104-91 e l’allegra banda di coach Steve Kerr avrà martedì notte il primo match point.

StatsG5

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • low profile

    Mel

    Al ManU faceva il centrocampista i primi 2 anni, per il resto ha sempre fatto l’esterno d’attacco a maggior ragione quando giocava vicino a Tevez e Rooney che facevano i galoppini correndo per tutto il campo lasciandogli sempre il via libera per la porta. Era ed è un attaccante, che di completo ha solo il tiro, quello si destro, sinistro e di testa, completo..ma se ne facciamo una questione di dribbling da fermo zero, mille finte ma non salta un birillo, visione di gioco sotto la media e capacità di caricarsi sulle spalle la squadra quando va male meno di zero. Scena muta nei quarti con l’atletico, ectolplasma con la Juve e pessimo pure nel ritorno con lo Shalke. In campionato poi che te lo dico a fare, 50 gol a dicembre e pochi pochissimi quando è iniziata la crisi degli infortuni.
    Sono pazzo ma non volevo trollare, togli Modric e il Madrid va in pappa, con o senza Ronaldo.
    Ma soprattutto ha la mentalità del grande campione..un esempio recente che sintetizza al meglio il personaggio:
    http://www.calcioweb.eu/2015/04/real-madrid-cristiano-ronaldo-furioso-arbeloa-gli-ruba-un-gol-video/204781/

    MP
    Tu non fai ragionamenti, fai autentici voli pindarici.
    E per la cronaca io rispetto molto il James giocatore, se lo paragoni alla checca isterica ai miei occhi lo insulti. Hater!!! ehehe

  • gasp

    “A te si, pazienza” no eh non concordo su quello che scrive su James ma concordo (in parte) con l’ ultimo paragrafo…capisco che qui si legge ogni cosa anche tra le righe (vedi quando si parla dei Warriors)
    Poi scusami, sarò duro di comprendonio, se non sono d’accordo con la sua opinione non posso esprimermi su quello che pensa? Mica sto dicendo che è un coglione o un ignorante, dico solo che secondo me ha scritto in buona parte cazzate

  • Bryce

    Ripeto: andate al campetto ! Giocate divertendovi con amici e non! Poi quando sarete un po’ più calmi gustatevi una bella partita delle finals . Quando sarete con il culo attaccato al divano e la schiena appiccicata per il sudore, ripensate a come al campetto (nonostante un anno di allenamenti duri ) non siate nemmeno riusciti a sognarvi la visione di gioco del 23 “scimmione”.

  • kaepernick

    The chosen one…in effetti e uno dei tatuaggi più da maraglio che uno si potesse fare ..

  • mad-mel

    scusa ma low ma come nel basket anche nel calcio i campioni vincono con forti vicino.
    Sfido chiunque senza modric, tony cross affaticato, benzema rotto e bale cadavere vincere una champion.
    Immagina messi senza suarez neymar iniesta e un altro. Anche lui penso che combinerebbe pochetto anzi ne sicuro perche’ la controprova si chiama Argentina dove a parte xonvivere con altri grandi attaccanti il supporting cast restante e mediocre.
    Infatti guarda gli ultimi mondiali dagli ottavi in poi oppure guarda chi e ancora il cannonniere dell argentina visto che con il barca gli ha desintegrati tutti.
    Messi e Ronaldo hanno cifre drogate perxhe giocano in duae corazzate assurde create da qst ffp che ha rovinato gli equilibri europei.

    Ah ronaldo nn ha bisogno di dribblare…va dritto per dritto…:-)
    e chiudo con il calcio…

  • low profile

    Ma che sia un gioco di squadra anche il calcio straconcordo, per questo aborro il personaggio, uno che festeggia i suoi 6 a 0 al 90′ come avesse vinto i mondiali e non fetsteggia gli 1 a zero al 90′ fatto da altri. E non esagero succede.
    Cosa strana poi vai a vedere il real vincere 7-0 e sei sicuro di una sua tripletta, vai a vedere un uno a zero tirato e puoi scommettere che non è lui l’autore del gol…e succede spesso. Io questo lo chiamo ipervalutazione…

    A Messi hanno rotto i maroni per anni con Xavi e Iniesta (per inciso il mio secondo e terzo giocatore preferito degli ultimi anni) e quest’anno che s’è rimesso a posto fisicamente (MP amo Messi ma anche su di lui incombe l’ombra del doping ma è un artista e non vive di strapotere atletico per questo lo amo a prescindere…vedi tu..)
    Ha trascinato la squadra con Xavi panchinaro e Iniesta ombra di se stesso tranne in finale. Adesso parte la tiritera O’ney e Suarez. Grandi campioni non v’è che dire ma il boss è lui che grazie ai 2 fa vedere doti da rifinitore uniche che prima passavano in secondo piano, a maggior ragione per uno che fa 50 gol all’anno…differenze con quello la ehehehe

    Con L’Argentina ancora non ha sfondato ma il numero di gol fa spavento date le circostanze, deve venire sempre dietro a prendersi la palla, sempre, e nonostante tutto ha il record del Bati a portata di mano.
    Poi io dico la verità in finale dei mondiali tifavo Germania, penso di essere stato l’unico in Italia perchè il loro gioco corale e sprintoso piaceva tanto ma Messi ha avuto la sola sfortuna di essersi trovato davanti una corazzata in tutti i reparti.
    Capita e ricapiterà ma come leadership tra i 2 non c’è paragone a parità di super team di appartenenza.

    E chiudo anche io col calcio

  • hanamichi sakuragi

    Su cr7 Secondo me lp gli fa dei torti ma quanto a gioco per la squadra e altruismo hai ragione é molto deficitario… Ha un fisico stratosferico motivo x cui ad oggi dribla poco nello stretto (ma quel poco gli riesce bene) e predilige gli spazi aperti dove, quando in forma, é devastante. Cmq é il n.1 nel doppio passo.