Durant onesto: “Non al livello di Curry e James”

La stella dei Thunder è tornata a parlare della più che dimenticabile annata sua e della sua squadra, lontanissimo dai livelli di Curry e James.

Durant

Dopo una stagione 2013/14 da fuoco e fiamme con tanto di MVP e Finali di Conference Kevin Durant (26 anni) vuole subito mettersi alle spalle questa stagione che, in pratica, non lo ha visto tra i protagonisti per via di un calvario di infortuni cominciato la scorsa estate.

Gli Oklahoma City Thunder malgrado un funambolico Russell Westbrook (25 anni) non si sono qualificati per la post-season, post-season che in aprile KD aveva fortemente negato di guardare ma alla fine, visto poi lo spettacolo che Warriors e LeBron James (30 anni) hanno messo su, non è riuscito a non accendere la TV; in un’intervista a Royce Young di ESPN ha parlato ha ammesso in maniera schietta:

La cosa mi faceva incazzare ma adesso l’adoro, non merito di stare al livello di Steph e LeBron quest’anno, l’anno prossimo sarà un’altra storia

Malgrado l’MVP della passata stagione e una carriera ad altissimi livelli i media e i fans continuano a snobbare l’ex prodotto di Texas soprattutto dopo un’annata che non la ha mai visto protagonista, 55 partite saltate per un totale di 25.4 punti e 6.6 rimbalzi e lui risponde così, con diplomazia:

A volte devi ricordare alle persone quello che fai, spesso tendono a dimenticare.

Ha ragione Durant quando dice che la prossima stagione sarà un’altra storia per una serie di motivi che lo vedranno proprio al centro dell’attenzione: il riscatto dei Thunder che sulla carta rimangono una contender, la nuova avventura con un coach rookie proveniente dall’NCAA quale Billy Donovan, sarà l’ultimo anno di contratto con OKC con le sirene della Free-Ageny che incombono già adesso e poi…e poi…il #0!

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B