Jackson contro James e il gioco: “Troppi isolamenti!”

Il presidente dei Knicks non le manda a adire contro l’evoluzione del gioco e contro la stella dei Cavaliers rea di commettere sempre infrazioni.

Jackson-James

Ore infuocate a New York in casa Knicks, il Draft si avvicina e per il presidente delle operazioni Phil Jackson ci sono davvero tante “gatte da pelare”, le offerte per la loro 4^ scelta assoluta non mancano, lui pensa ad scipparne una al 2° giro (non ne ha una!) ma intanto l’ha toccata piano verso l’NBA e LeBron James (30 anni).

Per un devoto della “Triangle offense” dove ogni giocatore in campo, soprattutto quelli senza palla, ha un ruolo importante vedere i Cleveland Cavaliers tutti sulle spalle degli isolamenti della loro stella, anche per necessità, non è andata giù e ha commentato così questo tipo di gioco con tanto di frecciata al “King“:

LeBron James fa passi una volta ogni due che riceve palla, riceve palla, muove entrambi i piedi, e poi inizia la sua azione. E succede sempre, durante tutta la partita. Non c’è più disciplina nel gioco. Oggi non esistono più neanche i blocchi ma giocatori che spingono via gli avversari

Poi la frecciata al gioco dei giorni nostri in NBA, troppo individualista e poco collettivo

Vedendo i Playoffs mi sono reso conto di quanto la pallacanestro si stia allontanando sempre più dal concetto di gioco di squadra. Spesso vedevo quattro giocatori fermi a guardare il compagno che provava ad andare a canestro, si stiamo allontanando dall’essenza del gioco. Bisognerebbe insegnare la struttura del gioco prima di tutto.

E infine chiusura alla Phil Jackson con un esempio molto calzante ispirato dalla musica:

Un esempio è il musicista jazz: prima impara la melodia, poi le basi della musica, solo allora il musicista potrà improvvisare

Per gli amanti del pallacanestro nobile le parole dello Zen sono sacrosante tra l’altro queste critiche al gioco non sono nuove da parte di Jackson che già nei suoi libri aveva espresso più volte il poco gradimento al “One Man Show”, con frecciate anche verso suoi giocatori con Michael Jordan e Kobe Bryant (36 anni) in cima alla lista; l’ex coach di Lakers e Bulls predica molto bene ma deve stare attento a come razzola, questa estate sarà cruciale per le sorti dei Knicks, mettere delle basi solide per un futuro roseo è l’obiettivo perché il rischio è quello di vedere quello che lui non vuole…Carmelo Anthony (30 anni) contro tutti!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • il vicino di erba

    Lol

  • kaepernick

    Cose abbastanza ovvie

  • Lebrimba

    I passi sono il suo secondo talento di spicco dopo l’alopecia.

  • Ness

    Jackson sta facendo la fine di Sacchi che su Premium continua a parlare di melodia,di musicisti e di assoli……chiunque dotato di intelligenza capirebbe che i Cavs con gli infortuni potevano giocare solo in quella maniera…lui avrebbe fatto di meglio?nn credo

  • Max

    ha ragione su tutto come dicevamo anche ieri!!!

  • Max

    Ness se ci si ferma solo sulla frase dei 4 giocatori fermi ed uno che fà l’one man show non si riesce a capire bene quello che Jackson(uno che ha vinto 11 annelli non l’ultimo coglione venuto dal bronx)vuol dire e cioè che la nba sta diventando sempre più uno spettacolo e meno uno sport e un 1 contro 5 spesso e volentieri.Che poi Lebron spesso faccia passi(basta vedere la schiacciata in gara 6 quando recupera il pallone passato laterlamente)e che gli arbitri gle lo concedono è un dato di fatto..come è un dato di fatto(per chi conosce il basket)che spesso abusa del piede perno ed anche quello gli arbitri gle lo concedono.Che poi sia di riferimento per PJ credo sia normale visto che questa è l’era sua come prima era l’era di Kobe e prima ancora quella di Shaq e quella prima quella di Mj.

  • fabio r

    Lebron fa passi? davvero????

    🙂

  • Rabif

    LeBron non ha mai fatto passi. Il suo uso del perno è di esempio per tutti. Le sue partenze in contropiede idem. Non so di cosa parli quel Jackson lì, che tra l’altro non conosco neanche

  • Sandro Piccinini

    Lebron è il re delle sciabolate disperate e delle ammucchiate in area di rigore.tutto chiuso per lui

  • Bryce

    Tutta l NBA fa passi ! Di cosa stiamo parlando

  • sakukoziz

    il concetto dell’Nba è, come sappiamo tutti, che si fischian passi solo se l’infrazione costituisce vantaggio per chi la compie, altrimenti si lascia correre per non interrompere il gioco. Giusto, sbagliato? Non lo so. In ogni caso, è alle high school e al college che dovrebbero insegnare i fondamentali sui passi

  • hanamichi sakuragi

    non è vero che tutta l’nba fa passi.

  • zed

    Kobe ha 37 anni non 35.tutta l’nba fa passi? Non direi. Diciamo che fare passi è diventato accettabile da quando un grande passista (da oggi lo chiamerò così )è il giocatore di riferimento della lega.

  • brazzz

    Ah quindi giocano male…ma pensa che sorpresa…sui passi vero che sono permissivi in genere ma vero che con lebrone si esagera

  • Jeffrey

    questo è perchè continuano a saltare gli anni di college, se magari Silver si decidesse a rendere almeno 2 anni obbligatori… e sticazzi delle lamentele di quei pochi che non capiscono che sarebbe un bene prima di tutto per loro

  • sakukoziz

    jeffrey: sempre visto un’enormità di passi in Ncaa
    forse per curarli bisognerebbe fargli fare 2 anni in europa
    jennings mica fa passi