Impressioni sul Draft 2015 (Top 10)

Andiamo ad analizzare il Draft 2015 vedendo chi potrebbe aver fatto l’affare e chi rischia di aver preso una fregatura, Towns promette bene!

Draft

Solitamente questo post lo scrive il nostro Ste imbottito di caffeina dopo aver seguito tutto il Draft (CLICCA QUI per leggere) la notte prima, stavolta non è possibile perché lui è a New York e ha seguito LIVE dal Barclays Center tutta la cerimonia, quando tornerà poi racconterà il suo viaggio e le sue sensazioni, quindi vi tocca subirvi me!

Andiamo ad analizzare le prime 10 scelte immacolate senza trade, al momento, che hanno riservato sorprese, conferme, scommesse:

1) MINNESOTA: Scontato Karl-Anthony Towns ma molto intrigante l’arrivo da Cleveland di Tyus Jones, squadra giovane ma con un potenziale smisurato a disposizione di Flip Saunders e del suo comandante di ferro Kevin Garnett.

2) L.A LAKERS: Colpaccio e sorpresa della notte, aspettando di vedere come Towns si ambienterà in NBA D’Angelo Russell sembra già pronto a fare la differenza, bravi a non farselo scappare ma adesso sorge l’incognita su cosa il GM Mitch Kupchak farà..arriverà Cousins? Arriverà Aldridge dalla Free-Agency?

3) PHILADELPHIA: Gabbati in pieno dai Lakers perché Russell era il loro sogno nel cassetto hanno ripiegato furbescamente su Jahlil Okafor, è chiaro che ci sono troppi lunghi ai Sixers, potrebbero tirare fuori una trade molto interessante più avanti. Di certo non ne escono vincenti dal Draft…per ora

4) NEW YORK: Apriti cielo! Tifosi in lacrime come ogni anno ma non di gioia, opinionisti scatenati ma questo Kristaps Porzingis non è per nulla da buttare via, deve mettere su qualche Kg di muscolo in più sulla parte alta, talento e dinanismo ci sono, manu educata dalla media distanza, nel medio-lungo termine potrà dare soddisfazioni alla Grande Mela…il problema è che l’ambiente è stufo di aspettare, qui lo sfogo di Stephen A. Smith

5) ORLANDO: Scommessa intrigante quella del croato Mario Henzojna, per molti è più pronto di Prozingis all’NBA ma è finito in una squadra con Elfridio Payton in cabina di regia e Victor “Mangia-palloni” Oladipo, se Scott Skiles gli trova il giusto ruolo Orlando non sarà da sottovalutare

6) SACRAMENTO: Parlare dei Kings in questi giorni è come commentare il finale di stagione de “Il Trono di Spade”, troppe idee, troppe teorie, troppo caos…Willie Cauley-Stein è un valido centro soprattutto in difesa, questa scelta significa automaticamente l’addio di Cosuins? Boh

7) DENVER: Vogliono rifondare e sono andati fino in Congo per trovare il loro nuovo uomo franchigia, Emmanuel Mudiay è il giocatore sul quale si hanno più dubbi, niente college (per problemi famigliari), il campionato cinese non è un banco di prova serio e si troverà subito la franchigia in mano. Per fortuna sua c’è Mike Malone in panchina, potrebbe faticare molto all’inizio ma poi esplodere.

8) DETROIT: Sin dal giorno della Lottery era scritto che avrebbero scelto Stanley Johnson, adesso i Pistons hanno un trio d’esterni giovane e di talento con Reggie Jackson, Kentaviuos Cladwell-Pope e appunto Johnson, giocatore sensazionale in NCAA ma le sue lacune (specie al tiro e alla selezione di tiro) sono un difetto da risolvere subito.

9) CHARLOTTE: Ma vieni Michael! Ancora una volta gli Hornets vanno su un lungo al Draft con la loro prima scelta, contando i precedenti non fa ben sperare i tifosi…scelta molto discutibile, Frank Kaminsky al college era uno dei giocatori più dominanti ma in NBA c’è un altro tipo di gioco, di fisicità e velocità.

10) MIAMI: Steal Of The Draft! Punto. Justise Winslow personalmente lo ritengo uno di quelli già pronti a dire la loro tra i PRO; mancino velenoso in attacco e mastino in difesa, che Wade resti o no gli Heat hanno trovato il loro prossimo uomo franchigia, attenzione però, il giocatore è un diamante ma che deve essere raffinato.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B