Stephenson non rimpiange Charlotte: “Un incubo!”

L’ex Indiana vuole dimenticare la terribile stagione a Charlotte descritta come un vero e proprio calvario malgrado le grandi aspettative, adesso ci sono i Clippers

Michael Jordan credeva fosse il pezzo del puzzle mancate per lanciare i suoi Charlotte Hornets ma Lance Stephenson (24 anni) a Buzz City è stato un vero buco nell’acqua tanto che dopo 2 mesi di Regular-Season era già sulla porta d’uscita per poi concludere una stagione deludente.

Per “Born Ready” i Clippers sono un nuovo inizio tanto che ha pure cambiato numero passando dal #15 al #99, recentemente è stato intervistato da Jared Zwerling di “Bleacher Report” e quando ha dovuto parlare della passata stagione queste sono state le sue amare parole:

Semplicemente non ha funzionato! Sentivo che io Kemba (facevamo le stesse cose e non è partito il click, inoltre ho tirato malissimo quindi è stata una stagione difficile. Ho sofferto anche diversi infortuni, ti dirò, questo è stato peggio che il mio anno da rookie in cui non ho neanche giocato. Ero davvero giù sotto tutti gli aspetti.

Da anti-Lebron delle finali di Conference 2013 al nulla più totale ma questo è il passato, infatti il primo botto di mercato ha visto il suo trasferimento ai Los Angeles Clippers di coach Doc Rivers che crede molto nell’ex prodotto di Lincoln, queste furono le sue parole al giorno della presentazione:

E’ un giocatore che cercavamo da tempo per la sua duttilità in campo. Lance può coprire due ruoli difensivamente mentre il suo grande ballhandling ci darà alternative importanti.

Stephenson sa che Rivers è uno di quegli allenatori capaci di lavorare e migliorare/rialzare giocatori in momenti difficili, contrattualmente percepirà $9 milioni ma per lui i soldi non contano

Nutro un gran rispetto verso di lui, ha una capacità di analizzare i giocatori e capire un modo per sfruttare al meglio le loro capacità, lui ti mette nella posizione migliore per dare il massimo sul parquet. Non è una questione di soldi, si tratta di status! Voglio essere classificato tra tutti i giocatori, non voglio avere solo tutti questi soldi, voglio essere tra i migliori.

Molto interessante l’analisi sul rapporto in campo con Kemba Walker (25 anni) visto che ai Clippers a ricoprire il ruolo di “tutto fare” ci sarebbe Jamal Crawford (35 anni) il quale in un tweet ha espresso il desiderio di poter essere quello che tecnicamente non è, Free-Agent..sapranno coesistere o “J-Moove” saluterà Hollywood ridando a Stephenson il ruolo che aveva ai Pacers?

Schermata 2015-07-23 alle 22.36.22

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B