Phil Jackson “braccino corto” con Marc Gasol?

Il lungo spangolo è rimasto ai Grizzlies ma pare che non ci sia stato tutto questo grande interesse da parte dei Knicks visto la misera offerta.

Jackson

Ci si aspettava dei New York Knicks alla riscossa in questa Free-Agency, non sono arrivati grandi nomi ma complessivamente Phil Jackson è andato a ricoprire ogni posizione con giocatori di ruolo come Arron Afflalo (29 anni) e Robin Lopez (27 anni), il target #1 era Marc Gasol (30 anni) che però non ha mai preso in considerazione l’opzione.

Le domande sono due: è Gasol che non ha voluto sposare il progetto Knicks o sono stati i Knicks che hanno preferito salvaguardare le loro tasche? Sulla prima non lo sapremo mai ma sulla seconda lo stesso Presidente delle Operazioni aveva comunicato, in un’intervista Charley Rosen della ESPN, che avrebbe avuto un approccio razionale durante il mercato:

Non è facile, bisogna capire a chi vale la pena dare un sacco di soldi, ad uno affermato o qualcuno che ha un potenziale molto in alto? E poi c’è chi come Marc Gasol, che è certamente un vincente, che avrebbe voluto un contratto da circa $18 milioni, una cifra che ci avrebbe limitato molto. Ci piacerebbe avere un quintetto di giocatori da $5 milioni, ci sono infinite ramificazioni alla situazione del salary-cap e regole all’interno delle regole.

Uno Zen all’insegna del risparmio che però i media, specialmente quel Frank Isola del New York Daily News che porta avanti la sua battaglia dall’anno scorso, hanno bacchettato; non ha voluto svenarsi per Gasol offrendogli $18 milioni a stagione però ne ha dati $12,6 ad un modesto lungo come Lopez!

Eppure Jackson e il GM Steve Mills avevano ben operato librandosi di tutti i contratti pesanti a partire dal suo J.R-Shumpert fino alle uscite di Tyson Chandler (32 anni), Amar’e Stoudemire (32 anni) e Andrea Bargnani (29 anni).

Qui sotto la situazione contrattuale dei New York Knicks per la stagione 2015/16

Schermata 2015-07-29 alle 11.14.06

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B