Misurare la grinta in NBA? Primi tentativi

Nell’ultima Summer League la Lega ha provato ad aggiungere alle statistiche NBA quella dello sforzo sul campo con parametri di voto per ogni giocata

Rodman

Quante volte abbiamo sentito la frase “fa piccole cose che non vanno a referto” o “giocate che non vengono registrate ma fondamentali”? Bè, non nell’immediato ma già durante l’ultima Summer League l’NBA ci ha provato, Jason Conception di Grantland ha riportato i parametri di valutazione.

Il senior vice-presidente delle operazioni NBA Kiki Vandeweghe ha dichiarato che le “Hustle Stats” sono un tema di discussione e che il tutto è nato da una semplice domanda: Come si possono quantificare gli intangibles di una partita?
Qui sotto ecco i parametri di valutazione riportati pari dal processo di introduzione da parte della NBA, da ricordare che è solo agli inizi e che potrebeb essere soggetto a cambiamenti nel tempo:

Tiro da 2 punti contestato: contestare un tiro diminuisce la probabilità che un tiro da 2 vada dentro dello 0,05 x 2,0 (valore in punti di un tiro da 2) = valore grinta 0,1.

Tiro da 3 punti contestato: contestare un tiro diminuisce la probabilità che un tiro da 3 vada dentro dello 0,05 x 3,0 (valore in punti di un tiro da 3) = valore grinta 0,15.

Deviazione: è stimato che la squadra il cui giocatore ha deviato il pallone abbia una probabilità dello 0,25 di recuperare il pallone x 1,0 (valore in punti atteso per un possesso guadagnato) = valore grinta 0,25.

Palla vagante recuperata
: recuperare un pallone vagante aumenta la probabilità di successo del possesso dello 0,5 x 1,0 (valore in punti atteso per un possesso guadagnato) = valore grinta 0,5.

Sfondamento: 1,5 (valore in punti atteso per aver provocato una palla persa e aver impedito al tempo stesso all’avversario di prendersi un buon tiro, solitamente vicino al canestro) + 0,25 (valore in punti atteso per aver fatto commettere un fallo al giocatore avversario portandolo così più vicino al suo limite di falli, e conseguentemente aver portato la squadra avversaria più vicina al bonus) = valore grinta 1,75.

Il Vandeweghe ha anche aggiunto che questo processo è stato suggerito indirettamente dagli allenatori:

Tutti gli allenatori ce l’hanno e ne parlano: durante l’intervallo, dopo le partite, agli allenamenti, parlano di deviazioni, tiri contestati, palle vaganti conquistate, tutto. Sono stato centinaia di volte in uno spogliatoio, e ho avuto tantissimi grandi allenatori: Jack Ramsay, Pat Riley o Larry Brown. Molte volte essi stessi erano sorpresi di scoprire, che ne so, che in un tempo avevamo contestato dieci palloni avversari. Credo che la genesi di questi nuovi dati sia questa

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • low profile

    E fu così che Michael Philipps iniziò ad apprezzare gli intagibles

  • Quaqquo (sonostatoazzurrodisci)

    ahahahahahahahaha non me ne vogli l’amico MP… ma questa è mitica !! Grande Low 😉

  • Quaqquo (sonostatoazzurrodisci)

    vogli senza la “A” .. è un po’ come “ragioniere, che fa.. batti ?”

  • brazzz

    Di una cosa sono certo…in questa statistica la mozzarella mai la vedremo