Sollievo Seahawks, Chancellor torna ad allenarsi!

La Safety interrompe il suo sciopero nei confronti della franchigia e torna ad allenarsi col gruppo, sarà in campo questa domenica contro Chicago.

Chancellor

Ima go help my teammates that are understanding of my position and the ones who aren’t. God forgives all, why can’t i? Time to help us get back to the big dance . I can address business after the season. Me and Marshawn started a mission 2 years ago. I can’t let my Dawg down….Real talk

Con queste parole Kam Chancellor (S, 27 anni) ha annunciato il suo ritorno ai Seahawks dopo il lungo periodo di holdout, che lo ha portato a saltare l’intero training camp di Luglio, i match di pre-season e le prime due partite stagionali contro St. Louis Rams e Green Bay Packers. Per i tifosi dello stato di Washington un enorme sospiro di sollievo alla vigilia della prima casalinga contro i derelitti Chicago Bears.

Insoddisfatto del trattamento economico ricevuto dai Seahawks, Chancellor ha chiesto a più riprese di poter avere un adeguamento del suo contratto dagli attuali $7 milioni (esattamente 4 anni per $28 milioni di questi 17 di garantito, già al top fra gli stipendi per le varie strong safety in giro per la NFL, ndr) verso cifre più vicine ai $9 milioni annui (e un maggiore “garantito”).

Il rinnovo è avvenuto nel 2013 e ha allungato la durata del rapporto fino al 2017. 

I recenti rinnovi di Earl Thomas (4 anni per $40 milioni, con $26 milioni di garantito), Richard Sherman (4 anni per $56 milioni, con $40 milioni di garantito), Bobby Wagner (4 anni per 43 milioni di dollari con $22 milioni di garantito), Marshawn Lynch ($31 milioni per i prossimi 3 anni) e, soprattutto, Russell Wilson (4 anni per $87,6 milioni con $60 milioni di garantito), hanno probabilmente spinto Chancellor a chiedere un adeguamento del proprio trattamento economico per renderlo maggiormente in linea con quello degli altri leader della squadra.

Fonti parlavano di una differenza di circa 900.000$ l’anno fra la proposta del 
management e le richieste del giocatore (8.100.000$ vs 9.000.000$); richieste che sono rimaste inascoltate dalla dirigenza dei Seahawks e han portato alla prolungata assenza dell’ex prodotto di Virgina tech. 

Come avevamo sottolineato recentemente, numerose sono le voci di scricchiolii all’interno dello spogliatoio di Seattle.

I rinnovi contrattuali sopracitati che hanno accontentato alcuni e deluso altri (fra cui lo stesso Chancellor), una strisciante sfiducia nel Coaching Staff dopo le scelte suicide 
dell’ultimo Superbowl, qualche nuovo arrivo non perfettamente integratosi in schemi e gameplan (Graham chi!?), hanno reso fumantina l’atmosfera a Seattle e il prolungarsi dell’holdout di Chancellor ha visto il crearsi di diversi fronti a riguardo. Chi estremamente favorevole alle posizioni di Kam (Lynch su tutti), chi sostanzialmente neutrale e chi, silenziosamente, poco incline a prendere le parti del compagno.

Ora Chancellor torna disponibile e la Legion of Boom ritrova il suo “hitter” più temuto.

Restano da valutare le condizioni fisiche del #31: allenarsi in proprio a questi livelli garantisce un buon grado di preparazione, ma non è la stessa cosa rispetto ad un training camp con i compagni. E soprattutto resta da vedere come l’intero spogliatoio accoglierà il suo ritorno. Da sottolineare che in questo prolungato periodo di “sciopero”, Chancellor ha accumulato quasi $2 milioni di multe per le assenze: vedremo se riuscirà a trovare un accordo con la dirigenza di Seattle almeno su questo punto.

Chi non avrà alcun dubbio è la tifoseria verde e blu, il mitico #12 uomo, pronta a riaccogliere Kam come se niente fosse successo

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G

  • Giasone

    Quindi per ricapitolare: non solo i giocatori guadagnano fior di milioni, ora vogliono pure rialzi in automatico non appena compagni di pari rango rinnovano i contratti, pena lo sciopero a tempo indeterminato. E io che ero rimasto a quello che c’è scritto sul contratto, come se questo avesse ancora valore (in particolare nella parte in cui dice che quei soldi te li guadagni lavorando). A questo punto solidarietà al povero Irving che poveretto si trova come all star un contratto da ridere e non alza nemmeno un sopracciglio.

  • Chancellor doveva essere il 1° rinnovo perché lui è l’anima della difesa, invece hanno soddisfatto prima Lynch e poi Wilson…quindi ha tirato su questo cinema e senza di lui Seattle 0-2!

  • fabio r

    bhè, Rams e Green Bay in trasferta erano insidiose a prescindere, mentre le prossime due in casa Chicago e detroit sono mooooolto abbordabili e saranno due W facili, Kam o non Kam.

    Poi in week 5 si va a Cincy (i miei Bengals 🙂 )……e preferirei tornasse a scioperare 😉