Gallinari-Nuggets: “Restare a vita? Perché no!”

L’ala italiana è pronta a affrontare la stagione 2015/16 al 100% con tanta voglia di riscatto dopo l’amarezza degli europei e non esclude di restare per sempre in Colorado.

Gallinari

Dopo una stagione a luci ed ombre i Denver Nuggets vogliono tornare a sire la loro, in panchina è arrivato in estate Mike Malone ma soprattutto c’è un Danilo Gallinari (27 anni) che scalpita per giocare un’intera stagione da protagonista col furore della delusione ad EuroBasket 2015.

Durante il Media-Day di lunedì il Gallo si è detto ottimista sulla stagione che sta per cominciare, squadra giovane ma stesso gruppo dell’anno scorso, niente promesse ma grande entusiasmo:

Siamo una scommessa, una squadra giovane ma che a sua volta ah già esperienza, siamo gli stessi dell’anno scorso anche se c’è qualche volto nuovo come Emmanuel Mudiay che mi sembra un ottimo giocatore. Siamo molto carichi, sono convinto che possiamo dire la nostra nella Western Conference, che però è molto difficile

Durante la Free-Agency l’ex Olimpia Milano ha rinnovato il contratto con la franchigia del Colorado per altri 2 anni a $34 milioni che farebbero $45 milioni compresi gli $11 milioni di questa stagione, una scelta non dipesa dall’ammontare economico ma dalla passione e l’amore verso Denver come spiegato a Christopher Dempsey del Denver Post

Sono grato di essere qui a Denver e questo era il mio obiettivo, se andate a vedere la storia dei mie contratti non era per soldi, perché se fosse stato per soldi sarei andato altrove. A me piace Denver, vorrei stare qui più a lungo possibile, mi piacerebbe finire la carriera qui, sono grato che siamo arrivati alla firma del contratto.

La scorsa stagione il Gallo giocò 59 partite con 12,4 punti compreso anche il career-high da 47 punti contro Dallas.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B