A Lakers-World è scontro: Buss Jr. Vs Magic Johnson!

Il proprietario dei Lakers non le manda a dire all’ex leggenda rea di averlo accusato di essere un pessimo proprietario e di non saper ascoltare nessuno.

Magic-Jim1

Da quando la gestione dei Lakers è nelle mani di Jim Buss i risultati e l’immagine dei golden purple sono decisamente colate a picco, in questi anni abbiamo assistito all’allontanamento di Phil Jackson, a mosse di mercato dissennate e ad una assenza di mediazione tra le forti personalità dei giocatori transitati nello spogliatoio.

Nel mentre il front office ha continuato ad agire come se il centro gravitazionale dell’universo cestistico fossero ancora i Lakers, che potessero attrarre giocatori e vittorie per il solo fatto di esistere, incuranti dei cambiamenti riguardo alla regolamentazione del salary cap, cechi di fronte alla realtà di un mercato della Lega che non è più soltanto legato alle capacità finanziarie delle singole franchigie.

A dar voce al disappunto di molti tifosi è stato Magic Johnson, il cui nome è eternamente legato alla maglia giallo-viola, con alcune dichiarazioni pungenti riguardo la management e all’urgenza di firmare una vera superstar per sollevare le sorti della squadra, così durante una puntata di “First Take” sulla ESPN:

Sembra abbiano un buon pick al draft, mettilo insieme ad un buon free agent e possiamo tornare di nuovo in gioco. Se questa estate però non riusciamo a firmare un giocatore importante per noi è finita. (Jim Buss) Sta cercando di fare tutto da solo, per provare che suo padre ha preso la decisione giusta lasciandogli le redini. Sta evitando di consultare chiunque possa aiutarlo a raggiungere i suoi obbiettivi e il suo sogno di vincere un titolo NBA

L’ideatore dello Show Time non si è fermato e, in un’intervista con Stephen A. Smith su SiriusXM/Mad Dog Sports Radio, è andato a toccare il discorso riguardo al possibile ritiro di Kobe Bryant (37 anni) in caso Jim Buss non riesca a circondarlo di giocatori validi

È quasi obbligatorio pensarla così, perché se torni ad affrontare la nuova stagione con lo stesso livello di talento di quella precedente, otterrai gli stessi risultati

Consigliando, infine, a Kobe di mettere pressione su Buss in modo che si metta al lavoro il prima possibile.
La replica non si è fatta attendere, intervistato da Sam Amick di USA Today, “Il Trota” con tutta la classe e il tatto che lo contraddistinguono ha esordito ammonendo Magic Johnson:

Magic Johnson si sfoga su di me? Per davvero? Amico, mio padre ti ha quasi reso miliardario. Seriamente? Da dove arrivi?

Per poi ribadire che sono altre le opinioni di cui tiene conto, come quelle di Jerry West, Pat Riley e del “Black Mamba”

Se Jerry West mi criticasse allora si che mi farebbe male. Non saprei cosa fare in quel caso

La classe e le competenze non si comprano Jimbo, fattene una ragione.

Intanto noi tifosi dei Lakers speriamo sempre nell’intervento di una qualche forza mistica che distolga l’attenzione di Buss jr dal basket, per indirizzarla verso attività meno dannose come, per esempio, la caccia al Dodo.

Adrien

Adrien

Il basket dei playground milanesi gli regala esclusivamente infortuni, relegandolo ad una vita di solo NBA League Pass e cibo del discount. Cuore giallo-viola con Bargnani sempre in cima ai suoi pensieri…ma non quelli nobili Nickname: Adrien