Hard-Drive Team: Memphis Grizzlies

Torniamo nella Western Conference ed andiamo dove è nato Elvis Presley, Memphis, per vedere che musica suoneranno in questa stagione i Grizzlies.

Ultimamente ci siamo occupati di franchigie che, per un motivo o per l’altro, sembrano essere tutte ad una sorta di “last chance” per arrivare ad essere ancora operative sul parquet nel mese di Giugno. Probabilmente anche i Memphis Grizzlies, o comunque questo gruppo, possono essere considerati in queste condizioni. E se non sono all’ultima chiamata ci vanno davvero tanto vicino.

2015pg1grizzblazers5283*750xx3600-4800-0-0La scorsa stagione sono arrivati ad un passo dal poterlo fare, quel salto in avanti che avrebbe potuto portarli alle Finals, ma vuoi per gli infortuni, vuoi perché hanno affrontato una squadra comunque più pronta di loro, la corsa si è fermata a Maggio. Coach Dave Joerger, alla sua terza stagione sulla panchina della squadra del Tennesse, ha dimostrato di essere un signor allenatore, uno che fa lavorare tanto i suoi giocatori, uno che chiede grande attenzione difensiva, ma nella scora stagione si è anche visto un gioco che si è discostato dal lascito ereditario della gestione Hollins, ed i miglioramenti sono arrivati, ad iniziare dal record, 55-27.

Joerger non ha voluto grandi stravolgimenti nel suo roster, ha pensato di riempire qualche vuoto laddove ha ritenuto ci fosse, ha voluto fortemente la conferma di Zach Randolph, che sembrava già con i bagagli in mano, e riparte da dove il discorso è stato interrotto. Anche per lui il vantaggio è di lavorare con un gruppo che conosce, soprattutto nei leader, che rispetta e che lo rispetta e lo ascolta. Questa squadra non ha delle stelle di primissima fascia, anche se il catalano fratello piccolo è, secondo la mia opinione, il miglior centro puro della NBA, ma ha nel collettivo, nel piacere di giocare insieme in attacco e, fondamentale, in difesa, e nell’essere un gruppo vero i suoi punti di forza.

Viene da chiedersi cosa manca a questa franchigia per poter diventare la # 1 della Western, forse solo un po’ di fortuna e meno infortuni quando conta. Di sicuro questi lotteranno fino alla fine e daranno parecchio fastidio a tanti. Adesso andiamo ad analizzare il roster.

BACKCOURT: Come ogni anno inizio la mia battaglia personale a favore di Mike Conley, PG offensivo e difensivo di assoluto valore, ma che non avendo nel gioco “spettacolare” una caratteristica viene sottovalutato da molti. Io nella mia squadra un Conley lo vorrei sempre. Con lui ci sarà sempre Tony Allen, che odi se gioca contro di te ma ami visceralmente se gioca per la tua squadra. Un giocatore duro, cattivo, ma uno delle anime forti di questa squadra. Altro giocatore un attimo sottovalutato è Courtney Lee, SG dotato di buona mano, in particolare sugli scarichi, buon difensore specie sulla palla,ed un altro lottatore.
È rimasto Vince Carter, veterano che si sta ritagliando nel finale di carriera un ruolo da specialista, e che qui ha ritrovato anche una seconda, terza o quarta giovinezza fisica. Beno Udrih ha trovato una squadra perfetta per il suo modo di giocare. Qui ha dimostrato di essere ancora un giocatore NBA, ed oltretutto piace molto al coach, cosa che non fa mai male. Russ Smith, PG, potrebbe riuscire a trovare minuti. L’ex Cardinals ha talento, ha anche una bella testa per questo gioco, deve solo riuscire a diventare più fisico.

Stelle3
FRONTCOURT: Marc Gasol ormai è nell’Olimpo dei lunghi della lega. Su di lui mi sono già espresso, e non solo quest’anno. Ogni stagione che passa mi ricorda sempre di più un lituano che se avesse avuto altre ginocchia avrebbe dominato anche da questa parte dell’oceano. Avviso ai naviganti, sta cercando di allungare il suo range di tiro portandolo oltre l’arco, cosa facile per uno con quelle mani, così giusto per mettere un’altra freccia in faretra. Al suo fianco ci sarà per l’ennesima stagione Zebo Randolph. Lo scorso anno ha avuto qualche problema fisico di troppo, ma ha migliorato praticamente tutte le sue statistiche, a parte i punti segnati, lasciando però più spazio offensivo ad altri protagonisti, ed i risultati si sono visti. Jeff Green giocherà dall’inizio in questa squadra, talento ne ha, tiro ed atletismo anche, qui deve riuscire a trovare continuità nel gioco ed attenzione difensiva.
É arrivato Brandan Wright, e secondo me questo è un bell’acquisto per i Grizzlies. Attaccante di tutto rispetto, giocatore di pick and roll notevole, e per questo motivo tiene sempre pct. Di tiro intorno al 60% dal campo. Ma non solo questo, anche la sua mobilità difensiva potrebbe tornare utile. Così come risulterà molto utile avere Matt Barnes nel roster, specie alla voce difesa, gioco sporco ed anche tiro da fuori. Lui ed Allen nello stesso roster….avversari avvisati. Ryan Hollins potrebbe trovare minuti, ma attenzione a Jarnell Stokes, PF giovane, che sta studiando e molto da Zebo, ma che è molto atletico, e grande intimidatore.

Stelle5
QUINTETTO BASE: Conley-Lee-Barnes-Randolph-Gasol.
Barnes mi piace più di Jeff Green, assicura difesa e cattiveria agonistica, cose che piacciono a coach Joerger, e Lee è preferibile in quintetto rispetto ad Allen, ad esempio per le percentuali di tiro.

PCT. PLAYOFF: 75%– Anche per loro non è se ma come ci andranno ai playoff. La posizione nella griglia sarà decisiva, ed a ovest è chiaro che non è possibile giocare una regular season con il freno a mano tirato, altrimenti si rischiano accoppiamenti pericolosi.

Arrivederci a domani con i Los Angeles Clippers

Hard-Drive Team 2015/16
• Minnesota Timberwolves
• New York Knicks
• Philadelphia 76ers
• Los Angeles Lakers
• Orlando Magic
• Sacramento Kings
• Denver Nuggets
• Detroit Pistons
• Charlotte Hornets
• Miami Heat
• Indiana Pacers
• Utah Jazz
• Phoenix Suns
• Oklahoma City Thunder
• Brooklyn Nets
• Boston Celtics
• Milwaukee Bucks
• New Orleans Pelicans
• Toronto Raptors
• Dallas Mavericks
• Portland Trail Blazers
• San Antonio Spurs
• Washington Wizards
Chicago Bulls
• Memphis Grizzlies

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • Shady

    forse 4 stelle nel reparto lunghi sono un po’ troppe, ma dato il metodo di giudizio finora ci possono stare…
    comunque in generale su MEM non penso che quest’anno riusciranno a fare quel definitivo salto per le Finals, sono un ottima squadra con due/tre ottimi giocatori e tutti gli altri ottimi gregari perfettamente funzionali ma purtroppo per loro gli manca quel giocatore kobiano, ovvero che quando vede che la partita non viene da lui se la va a prendere con la forza… purtroppo senza una stella pura l’anello non lo vinci e questo è il caso paradossale degli orsi che pur avendo una fra i roster più completi dell’intera lega e avendo anche ottime riserve alla fine si devono arrendere a squadre anche più incomplete ma che hanno uno/due giocatori che ti possono portare la partita a casa. mi dispiace per conley gasol e Zbo ma non sono stelle pure
    quindi faranno un’altra ottima stagione, saranno rognosissimi ai PO ma possibilità di anello vicine allo 0

  • mad-mel

    Squadra che adoro.
    Quoto su Conley giocatore non spettacolare ma molto concreto.
    Agli orsi manca per me e da sempre un sesto uomo e la panca è sempre corta.
    Non la vedo produrre punti decisivi ai playoffs.
    Ogni anno pagano dazio per questo motivo.

  • Doc.Abbati

    Shady le stelle sono 5……..mi piace infierire!!! Anche perchè su Marc Gasol la mia idea è abbastanza chiara. Poi sarei curioso di vedere Memphis per una stagione senza infortuni in nessuno dei giocatori chiave, io mi auguro che possano andare fino alla fine, molti di questi ragazzi se lo meriterebbero

  • Michael Philips

    Per me quest’anno sarà la stagione della crisi del gruppo.

    Stanno sempre lì in rs, 65% di vittorie nelle ultime 4 stagioni, sono tosti, ma inutile, manca un go-to-gyu serio(marc gasol sarebbe un perfetto secondo violino)randolph è più vecchio, allen idem, conley più di quello non riesce a dare, green è un eterno incompiuto. Sono forti e perfetti per stare sempre lì vicino alla vetta, ma mi è impossibile vederli vincitori o anche solo in finale di conference. Quest’anno poi, clippers, warriors, rockets, spurs e thunder mi sembrano davvero superiori.

    Senza la stella non combineranno mai nulla e una volta andato via zach, si smonterà la baracca. Non sono i pistons del 2005, senza il fenomeno i turno, ma con grandi talenti abili in difesa e attacco e sarebbero ad un dirk nowitzki del 2011, dalla possibilità di lottare per l’anello.

    Per me potrebbero registrare il peggior record di vittorie dal 2011. Non vedo alcun futuro nel loro progetto.

  • mad-mel

    Io spero sempre in okc memphis a maggio….

  • Illmatic

    Vedo tutti sempre molto dubbiosi su memphis ma alla fine sono sempre la squadra che nessuna delle favorite vorrebbe beccarsi. Hanno pochi punti deboli e mettono in difficoltà chiunque. Gli unici a distruggerli sono stati gli sputa di qualche hanno fa. E lo hanno fatto prima di tutto per vendetta per l’anno precedente e poi grazie a due letture intelligenti di pop. Quel tipo di cose che gli altri allenatori non sanno fare.
    In quel caso furono il pick-N roll altissimo per far uscire zibo e obbligarlo a correre inutilmente dietro a parker quando attaccavano.
    E la difesa collassata su zibo visto che quel anno memphis non aveva un tiratore da tre neanche vagamente affidabile. Infatti sbagliarono l’ impossibile con chilometri di spazio.
    Per il resto ogni anno sono usciti più per episodi. Quel genere di cose che potrebbero andare in una maniera ed invece vanno in un’altra. Sicuramente una guardia che salta schiaccia fa highlight è tutto alzerebbe le loro quotazioni ma in realtà a me piacciono così. Cattivi e ignoranti.
    Aspetto maggio per vedervi stupire quando vedrete i vostri favoriti farsela addosso di fronte a questi eterni underrated.

    Ah visto il criterio di giudizio a stelle che è stato usato per altre squadre a me cinque stelle per zibo gasol sembrano pure poche.

  • low profile

    Grazie Ilmatic. Finalmente un commento con un minimo di criterio.
    La boutade delle troppe stelle alla frontline parla del sapere cestistico di chi l’ha scritta.

    Come sempre contro MP aggiungo che il problema di Memphis è la profondità del roster non le punte di diamante, specialmente i tiratori come fatto notare sempre da ilmatic.

    No, il titolo non lo vincono manco quest’anno ma state certi che come sempre per buttarli fuori saranno lacrime e sangue.

  • Shady

    LP se leggi bene ho scirtto pure che ci potevano tranquillamente stare 5 stelle dato altri voti, ho scritto ciò perchè io a differenza del Doc in tutte queste analisi avrei usato un metodo di voto più severo per molte squadre dando 5 stelle al frontcourt solo a SAS CLE e forse a Okc (ma più per la presenza di durant che per altro), però vabbe sono metodi di giudizio diversi che vanno bene entrambi

  • low profile

    Il punto shady non è che le stelle ci potrebbero stare dato il metro di giudizio.
    Questa Frontline è di livello assoluto da una vita è semmai visto il metro di giudizio dovrebbero essere di più, no che va bene date le circostanze.
    Poi a forza di sottovalutarli si sono anche invecchiati e magari una stagione giù ci potrebbe pure stare data l’età ma rimane che certi commento paiono fatti da bambini che non hanno mai visto il gioco in post come dovrebbe essere fatto. O meglio come non ne fanno più

  • Shady

    LP da quello che scrivi sembra che abbia detto che sono delle mezze seghe… anzi non mi sono fermato a giudicare i singoli ho solo affermato che non sono delle super-star, poi mi sembra di aver detto che come squadra sono pure molto più completa di altre contender.non mi sembra di averli sottovalutati, alla fine le nostre conclusioni giungono allo stesso punto… rognosi ai PO ma che non vinceranno. poi se ti basta 1 stella di differenza dal tuo metodo di giudizio per fare affermazioni sulla mia conoscenza del basket mi sa che te la prendi per molto poco… abbiamo idee diverse, ed è giusto che sia così, ma non mi sembra di aver sparato boiate tali da farmi passare per uno che ha visto due partite di basket in vita sua. 🙂

  • ILoveThisGame

    Continua a mancare un giocatore in grado di segnare in isolamento dal palleggio con continuita’, sono d’accordo con Shady, saranno sempre i soliti Grizz.
    Squadra che ammiro sia per gli interpreti che per il tipo di gioco che esprimono ma oggettivamente non li vedo come una vera contender.

  • Michael Philips

    ILoveThisGame

    c’è poco da fare, sono bravi, ben allenati, tosti ma non andranno da nessuna parte.

    Una cinquantina di vittorie in rs, sarà sempre una battaglia per batterli, ma alla fine niente.

    E ripeto, credo che quest’anno faranno peggio rispetto agli altri anni, perché non si sono rinforzati, continuano a credre che marc gasol possa trascinarli da go-to-guy, e nel mentre tutte le altre si sono rinforzate, hanno preso rinforzi(i clippers hanno un roster assurdo e già sono due anni che vincono 57 gare) gli spurs sembrano la top nella western e piaccia o no, thunder che nei playoffs hanno sempre battuto i grizz e tutte le altre hanno 1 o anche 2 giocatori che ti possono vincere le gare grazie a prestazioni personali super.

    Memphis no.

  • low profile

    Guarda che questo l’hai scritto tu eh:

    “forse 4 stelle nel reparto lunghi sono un po’ troppe, ma dato il metodo di giudizio finora ci possono stare…”

    e io ti ho risposto in soldoni che il metro di giudizio adotatto sin qui li penalizza, tu invece lo vedi come un attenuante.
    Poi io non me la prendo anzi, a leggere certe cose mi diverto propio! Continua così ragazzo che farai strada

    ps qua nessuno li da vincitori, ma si chiede un minimo di sensatezza per una squadra che da anni ormai rende la vita un infermo a mezza nba, poi perdono ma lo fanno sempre a testa alta e con l’onore delle armi. Già questo li separa da una miriade di squadre/giocatori super stellati. Michelin

  • ILoveThisGame

    Anche io li vedo addirittura un po’ piu’ indietro rispetto all’anno scorso ma credo che comunque faranno una stagione in linea con le aspettative cioe’ PO e a seconda degli accoppiamenti 1 o 2 turno.
    In una serie al meglio delle 7 non li vedo vincenti con nessuna fra OKC, GSW, SAS, LAC. I Rokets mi danno l’imprssione di poter vincere o perdere con tutti, quindi i Grizz forse potrebbero buttarli fuori ma partirebbero comunque da sfavriti.