Hard-Drive Team: Atlanta Hawks

Paul+Millsap+Miami+Heat+v+Atlanta+Hawks+rEbZKvQLGRqxGli Atlanta Hawks  sono stati decisamente la grande sorpresa NBA della scorsa stagione. Coach Mike Budenholzer è riuscito nella piccola impresa di mettere su dei simil Spurs nella Eastern Conference, e, con una squadra senza una stella ben definita di prima grandezza, i suoi Hawks hanno letteralmente dominato ad est.

Anzi addirittura per un paio di mesi, all’inizio dell’anno solare, sono sembrati la miglior franchigia della lega intera. Poi le cose ai playoff non sono andate così bene, infortuni, alcuni gravi, un calo di forma non preventivato e forse un roster che è risultato più corto di quello che era sembrato in regular season, e già le finali di Conference sono state raggiunte con fatica, dopodichè subire uno sweep è stato inevitabile.

L’estate non è stata nemmeno troppo tranquilla, la perdita di uno dei migliori giocatori della scorsa stagione, Carroll, non è stata coperta adeguatamente, Scott ha avuto problemi con la legge, che sono ancora lontani dall’essere risolti, senza contare il “problema” Sefolosha. Insomma ad Atlanta non vedono l’ora di tornare ad occuparsi di basket giocato. Anche perché la stagione alle porte non sarà così facile per la franchigia della Georgia, attesa quest’anno dalla cosa più difficile da fare per una squadra che è confermarsi al vertice.

Certo coach Budenholzer ha dimostrato di saper allenare, ha creato un gruppo che gioca di squadra, dove in tanti hanno responsabilità offensive, e dove la difesa di squadra è un punto forte. Lo scorso anno tutti i giocatori chiamati hanno risposto presente, e lo hanno fatto anche oltre le più rosee aspettative. Per rimanere lassù dovranno semplicemente riconfermarsi, ed alcuni giocatori saranno chiamati, probabilmente, agli straordinari. La cosa positiva è che, anche in questo caso, l’ossatura è rimasta, anche se forse servirebbe qualcosina in più per fare il salto di qualità definitivo. Adesso analizziamo il roster della squadra.

BACKCOURT: Iniziamo da Jeff Teague, PG che negli ultimi anni mi ha sorpreso per come è gradualmente migliorato, diventando uno dei migliori della lega nel suo ruolo. Lo scorso anno a tratti incontenibile, specie nella difesa sulla palla, ha comunque ancora margini di miglioramento. Kyle Korver sarà ancora lì, con il suo implacabile tiro da tre punti, ma non solo. Insospettabile difensore ed ottimo rimbalzista, oltre ad essere un veterano utilissimo nello spogliatoio. Dennis Schroder ha giocato una gran bella scorsa stagione, quest’anno potrebbe avere molto più spazio anche in coppia con Teague, ed il ragazzo tedesco ha una velocità di esecuzione notevole anche per la lega. Thabo Sefolosha è reduce da un infortunio non di gioco e molto brutto, oltre che essere risultato vittima di una situazione che sarà definita in aule giudiziarie. Se a posto fisicamente la sua difesa e la sua capacità di giocare per la squadra saranno recuperi importanti. Kent Bazemore è possibile che trovi molto spazio, giocatore fisico, esuberante, deve trovare più continuità nel tiro per poter diventare davvero pericoloso. Dai Knicks è arrivato Tim Hardaway Jr., giocatore che ha avuto problemi nello spogliatoio a New York, ma che se messo nel giusto roster potrebbe alzare la qualità del suo gioco e rendersi utile sui due lati del campo. Shelvin Mack è alla terza stagione agli Hawks, giocatore che sa farsi trovare pronto, sia da PG che come tiratore. Justin Holiday ha meno talento del fratello, ma è un signor atleta che ha avuto anche spazio ai Warriors, e qui potrebbe trovare una sua dimensione.

Stelle3
FRONTCOURT: Al Horford è un altro giocatore che lo scorso anno è ulteriormente cresciuto. Ha perso in esplosività, ma sta dimostrando un intelligenza cestistica notevole, una migliorata capacità difensiva, e quel tiro da 5/6 metri sempre pericoloso. Anche Paul Millsap è un altro veterano che è cresciuto ulteriormente in leadership la scorsa stagione. Con il collega di reparto hanno formato un bel duo che si integra perfettamente, e che gioca di tecnica più che di fisico. Mike Scott ha due problemi, uno fisico, che dovrebbe aver superato, l’altro un pochino più serio con la giustizia, e staremo a vedere cosa accadrà e quanto influirà nella sua testa. Al di là di queste considerazioni, il suo atletismo ed il suo tiro sono armi decisive nell’attacco Hawks. E’ arrivato Tiago Splitter che dagli Spurs è passato ai…….mini Spurs….Scherzi a parte per lui non dovrebbe essere un problema integrarsi in questo roster, le somiglianze nei giochi sono evidenti. Rimbalzista, gran tagliante, buon passatore, un lungo sempre in movimento che manca un po’ agli Hawks. Mike Muscala è un altro lungo giovane e dinamico che potrebbe trovare spazio, ed è anche dotato di buona mano. Chissà se Walter Tavares riuscirà a ritagliarsi minuti. Qui ci sono tanti cm, una discreta tecnica e un fisico su cui lavorare. Poi io non so se DeQuan Jones riuscirà a fare la squadra, in fin dei conti nella lega ha già giocato dimostrando di potersi ritagliare un ruolo, di sicuro è l’unico del roster attuale con scritto di fianco SF.

Stelle3
QUINTETTO BASE: Teague-Korver-Bazemore-Millsap-Horford.
Non c’è una SF di livello, il che potrebbe essere davvero un problema, si tenterà di andare piccoli, oppure di provare Scott da 3? io vado con la prima ipotesi, già battuta la scorsa stagione.

PCT. PLAYOFF: 60%– Partono avvantaggiati dall’esperienza positiva della scorsa stagione e se non succedono strane cose i playoff dovrebbero arrivare. Certo sarà importante affrontare bene l’inizio della regular season, per evitare di trovarsi in affanno con il passare dei mesi.

Arrivederci a domani con i Cleveland Cavaliers.

Hard-Drive Team 2015/16
• Minnesota Timberwolves
• New York Knicks
• Philadelphia 76ers
• Los Angeles Lakers
• Orlando Magic
• Sacramento Kings
• Denver Nuggets
• Detroit Pistons
• Charlotte Hornets
• Miami Heat
• Indiana Pacers
• Utah Jazz
• Phoenix Suns
• Oklahoma City Thunder
• Brooklyn Nets
• Boston Celtics
• Milwaukee Bucks
• New Orleans Pelicans
• Toronto Raptors
• Dallas Mavericks
• Portland Trail Blazers
• San Antonio Spurs
• Washington Wizards
• Chicago Bulls
• Memphis Grizzlies
• Los Angeles Clippers
Houston Rockets
• Atlanta Hawks

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati

  • lorenzo tonelli

    Playoff sicuri…non credo di vederli in finale di conference ma non mi stupirei di trovarceli ma sarebbe un altro sweep coi cavs…

  • mad-mel

    3 stelle nel reparto lunghi non sono poche??

  • Doc.Abbati

    Ero indeciso, però, calcolando la profondità da valutare del settore, non mi sono sentito di dare più stelle. Andando oltre il duo titolare troviamo dei giocatori che, Splitter a parte ma nel sistema spurs che sappiamo quanto a volte amplifichi i meriti del singolo, non hanno mai brillato per continuità o devono ancora dimostrare qualcosa

  • Airlea

    Obiettivamente mi sembrano poche le stelle anche se capisco che questi siano un classico esempio di squadra forte ma che se consideri i singoli nomi sono buoni e non forti. Anche se 4 stelle a tutti e due i reparti ma soprattutto ai lunghi le avrei date

  • 8gld

    Arriveranno ai p.o. poi li’ si fermeranno max al 2^ turno.
    Giocheranno bene in r.s., si spenderanno parole di elogio…poi?
    Manca qualcosa.