Bryant e Lakers già pazzi di Julius Randle

Stagione da rookie durata neanche una partita l’anno scorso per Julius Randle (20 anni) costretto al forfait per un infortunio, quest’anno l’ex Kentucky c’era e malgrado la sconfitta contro Minnesota la piazza e il suo leader sono già pazzi per lui.

Randle ha chiuso con 15 punti e 11 rimbalzi arrivando anche a muso duro con niente meno che Kevin Garnett (39 anni), sul finire del 2° quarto Roy Hibbert (28 anni) conquista un fallo, Randle raccoglie la palla e mentre la sta per consegnare all’arbitro ecco piombare “The Big Ticket” con qualche parolina delle sue, Randle non indietreggia ma anzi..sta al gioco facendo fischiare il fallo tecnico al veterano.

Nel post-partita Kobe Bryant (30 anni) non ha usato mezzi termini per commentare il suo sophomore usando l’espressione “grown-ass man”, mentre la PF dei Lakers ha voluto confermare la sua forte personalità:

Non ho paura di nessuno! KG è un combattente, è il leader della sua squadra, è stato bello affrontarlo, sappiamo che il trash-talking è una cosa sua, questo è quello che lo fa, cercare di entrare nella testa delle persone, l’ho osservato per tutta la mia vita quindi sapevo cosa aspettarmi! Stasera ero più emozionato che nervoso, spiace perché era una partita che dovevamo vincere.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Airlea

    Tutti a scuola da KG

  • Hanamichi Sakuragi

    io in randle ci credo.. se non se spacca…

  • lorenzo tonelli

    Idem..piace molto anche a me

  • Airlea

    Non può non ricordare Zach Randolph, quel mancino e quella qualità di movimenti di piedi. Speriamo rimanga sano e che non metta su peso perché fisicamente mi sembra abbastanza tendente a metter su chili