LeBron cede l’attacco Cavs a Kevin Love

Nella Off-Season LeBron James (30 anni) aveva fatto capire che in questa stagione avrebbe preferito preservarsi evitando di caricarsi sulle spalle tutta la squadra come fece nella seconda parte della passata annata, dopo le prime 2 partite di Regular-Season le sue richieste sembrano essere state accolte perché Kevin Love (26 anni) adesso è il perno dell’attacco dei Cavaliers.

A Memphis l’ex Minnesota ha chiuso con 17 punti e 13 rimbalzi mostrando un’eccellente condizione atletica, con Kyrie Irving (22 anni) fermo ai box a tempo indeterminato e con un James in controllo Love può avere la libertà offensiva che nella scorsa stagione lamentava, lo stesso ‘Bron ha ha confermato la volontà della squadra di giocare per l’ex prodotto di UCLA, così a Dave McMenamin della ESPN:

Lui è il punto focale del nostro attacco, so che posso andare fuori e fare quello che serve alla squadra ma ho bisogno che Kevin sia aggressivo come lo è stato stanotte, quando va a rimbalzo così poi piovono i tiri per lui. Lo useremo in qualunque modo lui voglia essere usato, gliel’ho detto, avrà una stagione infernale e tornerà allo status da All-Star!

L’anno scorso il rapporto tra James e Love ha stentato molto a decollare, soprattutto ad inizio stagione con frecciatine da entrambe le parti ma quest’anno la musica è cambiata, che sia stato il famoso meeting in piscina?

lebron-kevin-love-pool

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Max

    si fra 20 partite siamo punto ed a capo..e Lebron si riprende in mano l’attacco e la difesa

  • Massu4

    Può essere un contentino… Come può esser una scelta intelligente…
    LeBron può fare tutto, mentre Love non può difendere…
    Se vogliono vincere, devono trovare il modo di mettere tutti nelle condizioni di rendere al meglio.

  • Da febbraio

  • Shady

    sicuramente finchè irving starà ai box love avrà molto più spazio in attacco, anche io ho i miei dubbi sull’utilizzo di love quando saranno nuovamente al completo, a lebron piacciono le AG che gli aprono l’area, ma poi il ruolo di queste si “limita” spesso a qualche scarico, poi con UncleDrew nuovamente in campo la metà dei possessi passeranno a lui che generalmente non è uno molto altruista

  • In Your Weis

    Il concetto base e’ in questa squadra nessuno si puo’ prendere 30 tiri…immagino che per uno come Love passare dal gestire un pallone su due in attacco, al doversi spesso accontentare degli scarichi, pero’ e’ anche normale che non puo’ piu’ fare 25 punti a partita

    Sapeva prima di venire cosa l’aspettava, avra’ visto cosa succedeva agli Heat con Bosh…se giochi con LeBron molti palloni passano da lui, ed in squadra ci sta pure Irving, altro che ha una certa propensione a controllare la palla. Se vuole vincere il titolo, deve farsi trovare pronto quando serve, e capire che potrebbe non andare All Star Game come capitava ai TWolves

    A me quello che non sconfinfera e’ il modo in cui e’ usato, forse ora che non c’e’ Irving potrebbero dargli molti possessi in post, da dove sa giocare, invece di tenerlo fuori dalla linea da 3…immagino che per la chimica di squadra un 4 perimetrale sia la cosa migliore per aprire il campo alle altre due stelle, di certo cosi’ sfruttano solo una parte del suo talento

  • Michael Philips

    Love, lo ricordo, è un tizio che per 2 anni ha chiuso a 26pts di media(pochissimi nella nba odierna hanno sforato questi numeri) segnando da ogni posizione: da 3, da sotto, dalla media dal post, tutto.

    Da quando è ai cavs lo hanno sfruttato solo come tiratore da fuori, come fosse un ryan anderson qualunque. Blatt deve riuscire a creare giochi per lui che non si riducano al piazzare il blocco e poi saltellare dietro i 7,25.

    Considerati i suoi scarsi mezzi fisici, questo se lo fai giocare nel pitturato prende i rimbalzi in testa a chiunque, che sia jordan o drummond o cousins, non mi spiego come, ma lo ha sempre fatto ai wolves. Devono sfruttarlo da sotto, fargli prendere rimbalzi offensivi, farlo andar ein lunetta, insomma, anche come passatore è ottimo.

    Il problema è che sicuramente lebron e blatt guardano al bosh degli heat campioni nba, quello che mi faceva innervosivre da quanto era monotematico.

  • Shady

    spero pure io che quest’anno lo inseriscano meglio anche con il ritorno di irving
    c’è da dire che comuqnue in un anno sarebbe stato miracoloso creare un gioco per i cavs, sistemarli difensivamente e riuscire a integrare perfettamente tutti e 3 i violini…
    in un hanno blatt e riuscito a completare i primi due punti e a far convivere lerbon e irving, quest’anno spero che con altre 82 partite riesca a incastrare meglio pure love

  • L’Ammiraglio Sterling

    Opinione spassionato è che è un errore; storicamente LBJ è stato straripante quando era il primo ed unico motore della squadra (vedere primi anni a Cleveland, ma anche l’ultima finale); deve essere il fulcro della squadra.
    Questo non significa non creare giochi per le altre due star o per gli altri ottimi giocatori di cui dispongono, ma far restare LBJ come punto fermo, il resto è secondario.