James-Love stendono Miami, Curry batte Harden, Durant-Westbrook 91!

Cleveland Cavaliers – Miami Heat 102-92
CLE: James 29, Love 24 (14 rimb), Thompson 13, Dellavedova 5 (10 ass)
MIA: Deng 11, Bosh 16, Wade 25

LoveLeBron James & Kevin Love combinano per 53 punti e nulla possono i Miami Heat di Dwyane Wade (25 punti); Cleveland tiene le redini del match per tutto il tempo ma non ammazza mai la partita, Miami grazie specialmente ai titolari rimane in scia anche quando Kevin Love si scatena da dietro l’arco nel 3° quarto.
I padroni di casa entrano avanti di 9 (76-67) nell’ultima frazione e, con il 2° quintetto, piazzano subito un break di 10-2 per il +17 (86-69) che di fatto condannerà D-Wade e compagni.

Orlando Magic – Oklahoma City Thunder 136-139 2OT
ORL: Fournier 22, Harris 30, Vucevic 26, Oladipo 21 (13 rimb, 10 ass), Gordon 15
OKC: Durant 43 (12 rimb), Westbrook 48 (11 rimb), Augustin 12, Kanter 10

DurantSuccede di tutto ad Orlando con i Thunder che vincono in extremis all’overtime rimontando da -18 grazie ai 91 punti combinati da Kevin Durant (43 punti con 15/30 dal campo) e Russell Westbrook (48 punti con 17/36 dal campo), vana la tripla-doppia di Victor Oladipo (21+13+10); i Magic volano sul +17 nel primo tempo toccando anche il +18 nella ripresa ma non hanno fatto i conti con l’orgoglio di Durant e Westbrook, la “Premiata Ditta” di OKC nel 4° periodo combina per 25 punti (su 42 di squadra) con giocate di altissimo livello: prima Durant spara la bomba del 114-114 a 13” dalla sirena finale, Oladipo risponde con la stessa moneta per il +3 Magic a 3” ma Westbrook senza coscienza, da centrocampo, pareggia con 7 decimi sul cronometro mandando tutti all’overtime.

Nell’extra-time segna solo Westbrook per i Thunder (9 punti) ma, ancora una volta, si va all’overtime grazie alla tripla sulla sirena di Victor Oladipo!!!!
Nel 2° overtime stesso copione, Westbrook fa 1/2 dalla lunetta per il +3 (136-139) con 6” da giocare ma stavolta ne Fournier e ne Oladipo troveranno la bomba del pareggio.

Philadelphia 76ers – Utah Jazz 71-99
PHI: Okafor 10, Noel 8 (10 rimb), Thompson 10, Stauskas 12, Grant 12
UTA: Hayward 12, Favors 20 (12 rimb), Gobert 8 (11 rimb), Hood 17, Burks 15, Burke 10

Prima vittoria stagionale per gli Utah Jazz che passeggiano a Philadelphia, partita già in cassaforte dopo i primi 24’ con gli ospiti avanti 33-50, Sixers che finiranno anche sul -30 (33-63) dopo 2’30” dell’inizio del 3° quarto.

Boston Celtics – Toronto Raptors 103-113
BOS: Zeller 10, Bradley 13, Thomas 25, Olynyk 11, Johnson 11
TOR: Carroll 21, DeRozan 23, Lowry 14, Ross 21

Toronto espugna Boston trascinata da duo Carroll-DeRozan; match equilibrato nel primo tempo (54-54) ma nel 3° quarto Toronto esce e un break di 8-0 con triple di Carroll e Scola lancia i canadesi sul +14 (68-84), Boston riuscirà ad arrivare massimo sul -10.

Detroit Pistons – Chicago Bulls 98-94 OT
DET: Morris 26, Drummond 20 (20 rimb), Jackson 22, Tolliver 11
CHI: Mirotic 22, Gasol 16 (12 rimb), Butler 23 (11 rimb)

DrummondAltro overtime della notte al Palace di Detroit dove i Pistons rimangono imbattuti superando i Chicago Bulls con un mostruoso Andre Drummond (20+20); a 86” dalla sirena finale Derrick Rose pareggia a quota 83 e lo stesso Rose, a 2”, ha la palla della vittoria ma il suo tiro non andrà a segno.
Scampato il pericolo Detroit non si fa pregare e l’extra-time comincia con un break di 7-0per il +7 (90-83) che manterrà fino alla fine per la prima sconfitta stagionale dei Bulls

Atlanta Hawks – Charlotte Hornets 97-94
ATL: Bazemore 19, Millsap 18 (10 rimb), Horford 18, Teague 14, Schroder 14
CHA: Batum 14 (11 rimb), Williams 13 (12 rimb), Lin 12, Lamb 11

Suda freddo nel finale ma alal fine Atlanta batte Charlotte con il suo trio Horford-Millsap-Teague; match tirato tanto che a 17” dalla fine Hornets sotto solo di 2 (94-92), Atlanta non è chirurgica dalla lunetta ma il suo 3/4 vale il +5 (97-92) a 13”. Kemba Walekr sbaglia ma il tap-in di Zeller tiene vive le speranze ospiti soprattutto quando Millsap perde ingenuamente palla lasciando 3” e palla in mano agli avversari, Walker però mancherà la tripla del pareggio.

Milwaukee Bucks – Washington Wizards 113-118
MIL: Antetokounmpo 27, Monroe 22, Middleton 18, Carter-Williams 13 (11 ass), Bayless 14
WAS: Beal 26, Wall 19 (10 ass), Neal 13, Sessions 23

Giannis Antetokounmpo torna, chiude con 27 punti e tanto di poster rifilato a Nene ma a vincere sono i Wizards della “House Of Guards”; Washington che vince in volata grazie a 4 triple consecutive realizzate da Beal (x2), Sessions e Wall che hanno portato la squadra della capitale da pari (102-102) a +8 (106-114) a 1’28” dalla fine.

San Antonio Spurs – Brooklyn Nets 102-75
SAS: Leonard 16 (10 rimb), Aldridge 10 (11 rimb), Duncan 15, Parker 10, Mills 11, Ginobili 12
BKN: Lopez 17, Jack 12, Hollins-Jefferson 10

Italian Job: Bargnani 5 pt (1/3, 1/1 da 3), 1 rimb in 16’

Qualche difficoltà all’inizio ma poi nessun problema per i San Antonio Spurs contro i Brooklyn Nets; dopo aver chiuso il primo tempo sotto 42-47 i giocatori di Popovich sono entrati in campo con una faccia diversa nella ripresa, 34-17 il parziale del 3° periodo con Kawhi Leonard autore di 10 dei suoi 16 punti finali e il 65% di squadra dal campo contro il 42% degli avversari, 76-64 e partita in ghiaccio.

Denver Nuggets – Minnesota Timberwolves 78-95
DEN: Gallinari 10, Faried 9 (15 rimb), Lauvergne 10, Mudiay 15, Barton 14, jokic 10
MIN: Towns 28 (14 rimb), Wiggins 18, Rubio 12, Martin 14, LaVine 10

Italian Job: Gallinari 10 pt (4/10, 0/3, 2/2), 2 rimb, 1 ass, 1 persa in 33’

Karl-Anthony Towsn firma la sua prima super-prestazione da 28+14 nel successo esterno dei suoi T-Wolves a casa dei Nuggets; Minnesota comanda dall’inizio alla fine e uccide la partita con un parziale di 9-0 a metà del 3° periodo per il +21 (52-73).

Houston Rockets – Golden State Warriors 92-112
HOU: Ariza 11, Harden 16, Lawson 11, Harrell 17, Brewer 11
GSW: Barnes 12, Thompson 11, Curry 25, Speights 14

CurryStephen Curry e i Golden State Warriors si confermano ancora una volta bestia nera di James Harden (16 punti con 4/18 dal campo) vincendo al Toyota Center senza troppe difficoltà; Houston resta in partita fino al -3 (37-40) a metà della seconda frazione, poi gli “Splash Brothers” si accendono con un break di 13-0 scappando via sul +16 (37-53) e mandando i titoli di coda anzitempo. I Rockets arriveranno massimo fino al -8 e chiuderanno il match col 21% da 3 (5/23).

Sacramento Kings – Los Angeles Lakers 132-114
SAC: Gay 19, Cousins 21 (11 rimb), Cauley-Stein 17, Rondo 21, Collison 14, Casspi 12
LAL: Bryant 13, Hibbert 10, Clarkson 22, ussell 13, Young 17, Kelly 10

Italian Job: Belinelli 6 pt (1/2, 1/5, 1/2), 2 rimb, 2 ass, 1 rec, 2 perse in 22’

A Sacramento la partita tra Kings e Lakers dura giusto il 1° periodo con i padroni di casa dominanti in lungo e in largo; 40-24 con Rajon Rondo scatenato da 10 punti e 5 assist e 61% dal campo di squadra, per i giallo-viola misero 39% con Kobe da 1 punto e 0/4 dal campo in 6’. Per il “Black Mamba” premio di consolazione il 5° posto nella classifica di tutti i tempi per canestri realizzati dal campo.

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 110-92
PHX: Morris 13, Chandler 15 (13 rimb), Knight 18, Bledsoe 22, Len 10, Warren 17
POR: Aminu 16 (10 rimb), Plumlee 15, McCollum 16, Lillard 24

Le calze di Steve Nash portano bene ai Phoenix Suns che battono Portland con un ottima prestazione di Eric Bledsoe; match deciso a cavallo tra il 3° e 4° periodo grazie ad un parziale di 10-0 per il +18 (87-69) Suns.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B