Butler alza la voce: “Non c’è la difesa!”

Se ci fossero ancora dubbi sul fatto che i Chicago Bulls sono la squadra di Jimmy Butler (26 anni) adesso è chiaro e lampante per tutti, il prodotto di Marquette ha preso coscienza di questo e non si nasconde più tanto da alzare la voce dopo il pesante K.O a casa dei Charlotte Hornets.

Nei 5 anni dell’era Tom Thibodeau i Bulls non avevano mai subito 130 punti nei 48′ regolare (Charlotte aveva chiuso al 28esimo posto la scorsa stagione per punti realizzati) prima della sconfitta di martedì Chicago aveva concesso 91 punti su 100 possessi dati che per una squadra che aveva nella difesa il suo punto forte stonano e non poco; a Butler questo non è andato giù e a Nick Friedell della ESPN si è espresso così:

Non abbiamo ancora iniziato a giocare in difesa e le squadra che abbiamo affrontato prima di Charlotte semplicemente tiravano male! Realizziamo abbastanza punti ma senza difesa non si vince, giocare duro è sempre stato motivo d’orgoglio per noi.
Quando ci sono tanti giocatori in grado di mettere punti a referto si cerca di segnarne un punto in più degli avversari, in difesa serve intensità, molte volte ci concentriamo troppo sull’attacco e dimentichiamo quel che serve per vincere nella nostra metà-campo. Dobbiamo difendere ed essere la squadra che gioca più duro di tutti.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B