Curry piega anche i Clippers, colpo Raptors, Beal batte gli Spurs!

Indiana Pacers – Boston Celtics 100-88
IND: George 26 (10 rimb), Allen 7 (11 rimb), J.Hill 16 (10 rimb), Ellis 13, G.Hill 10, Robinson III 10
BOS: Crowder 12, Sullinger 9 (11 rimb), Thomas 27, Bradley 21, Turner 11, Lee 10

Paul George (26+10) trascina Indiana contro Boston in match deciso proprio dalle sue giocate; partita che vive sul botta-e-risposta e infatti a 1’05” il tabellone luminoso recita 98-98, George sbaglia ma anche Thomas il canestro del sorpasso, ci pensa allora Monta Ellis che si compra 2 tiri liberi realizzandoli entrambi a 13” (100-98), Avery Bradley va per la vittoria ma la sua tripla non andrà a segno

Washington Wizards – San Antonio Spurs 102-99
WAS: Porter 19, Gortat 10, Beal 25, Wall 17 (13 ass)
SAS: Aldridge 10 (14 rimb), Leonard 23, Duncan 8 (12 rimb), Parker 17, Green 12, Ginobili 12

BealPrimo colpo della notte firmato Washington Wizards che rimontano e vincono sul silo in casa contro i San Antonio Spurs, eroe della partita Bradley Beal; capitolini che nell’ultimo quarto toccano subito il -8 (70-78) ma riacciuffano il match e se la giocano punto-a-punto, finale rovente con Tony Parker che spara la tripla del 99-99 a 7”, time-out Wizards, palla a Wall che trova Beal, il guardia manda al bar Aldridge e realizza con 7 decimi sul cronometro la tripla della vittoria.

Atlanta Hawks – Brooklyn Nets 101-87
ATL: Millsap 12, Horford 21, Schroder 20, Tague 16
BKN: Young 14, Lopez 27 (11 rimb), Bogdanovic 12

Italian Job: Bargnani 4 pt (2/2), 2 perse in 10’

Al Horford e Dennis Schroder combinano per 41 punti nel successo casalingo degli Hawks sui Nets, Brooklyn tiene botta per 3 quarti entrando nell’ultimo sotto solo 72-70, il match gira a 7’42” dalla sirena finale, sul +2 (84-82) ecco il parziale di 11-2 col quale i falchi si sono portati sul +11 (95-84) a 4’21”.

Cleveland Cavaliers – New York Knicks 96-86
CLE: James 23, Love 11 (12 rimb), Mozgov 10, Williams 22, Thompson 10 (13 rimb)
NYK: Anthony 17 (12 rimb), Porzingis 12, Galloway 12

JamesLa nuova T-Shirt (che LeBron è riuscito finalmente a rompere) porta bene ai Cleveland Cavaliers che battono in rimonta i Knicks col duo James-Williams autore di 45 punti; inizio shock per i padroni di casa che dopo i primi 12’ si trovano sotto 18-32, la rimonta è lenta ma a fine terzo quarto sono i Cavs che comandano le operazioni sul 70-69.
New York lotta e sta in scia (75-72) ma quando James decide che è il suo momento non ce n’è, break di 14-4 con LeBron autore di 9 punti per il +10 (89-79) a 3’32” dalla fine.

Houston Rockets – Orlando Magic 119-114 OT
HOU: Ariza 19, Thorton 18, Howard 23 (14 rimb), Harden 28, Lawson 16
ORL: Fournier 29, Harris 16, Oladipo 18, Gordon 19

HardenHouston manda tutto il quintetto base in doppia-cifra nella vittoria all’overtime contro Orlando, 28 punti con 6/22 dal campo per James Harden; tiri liberi che tradiscono i Rockets, a 12” dalla fine Corey Brewer è n lunetta sul +2 Houston (110-108) ma gli trema la mano e il suo 0/2 verrà punito ad 1” da Fournier che invece sarà gelido per il 110-110.
Nell’extra-time il “barba” si carica sulle spalle i suoi, realizza 7 dei 9 punti di squadra compreso il gioco da 3 punti per il +5 (117-112) a 2’40” che segnerà il match.

Milwaukee Bucks – Philadelphia 76ers 91-87
MIL: Antetokounmpo 17, Monroe 18, Middleton 21, Vasquez 11
PHI: Noel 17 (12 rimb), Okafor 21, Stauskas 14, McConnell 7 (12 ass)

Torna Jabari Parker (2 punti in 16’) ma è Khris Middleton il protagonista della notte dei Bucks, 21 punti e vittoria contro Philadelphia; a 2’30” dalla conclusione i Sixers ci credono e sono avanti 82-85 ma Monroe e Middleton hanno altri piani, il lungo realizza 4 punti filati e la guardia la tripla per il +4 Buck (89-85) a 48”, sarà poi Middleton ha mettere i 2 tiri liberi a 1” per il +4 finale.

Oklahoma City Thunder – Toronto Raptors 98-103
OKC: Durant 27, Ibaka 10, Adams 10, Westbrook 22 (16 ass), Kanter 15
TOR: Carroll 13, Valanciunas 17 811 rimb), DeRozan 28, Lowry 17

CarrollSecondo colpo della notte firmato Toronto Raptors che sbancano in rimonta nel 4° periodo Oklahoma City con un super DeMar DeRozan (28 punti); Thunder che entrano sul +8 (1-73) nel 4° periodo grazie ad una tripla sulla sirena del 3° da parte di Enes Kanter e sono avanti 97-91 a 2’18” ma proprio da quale momento finirà la loro partita. Toronto chiude il match con un parziale di 12-1con ben 8 tiri liberi, decisivo il layup di DeRozan a 47” per il sorpasso Raptors (97-99). OKC negli ultimi 2’ non segnerà un canestro dal campo (0/4).

Phoenix Suns – Sacramento Kings 118-97
PHX: Tucker 10, Morris 11, Chandler 7 (11 rimb), Knight 17, Bledsoe 19, Warren 13, Len 16
SAC: Anderson 15, Collison 13, Belinelli 15, Koufos 16

Italian Job: Belinelli 15 pt (4/6, 2/5, 1/1), 2 rimb, 3 ass, 1 rec, 1 persa in 26’

Ancora senza DeMarcus Cousins i Kings perdono anche a Phoenix sotto i colpi di Eric Bledsoe, vani i 15 punti dalla panchina di Marco Belinelli; partita equilibrata decisa da un break di 16-2 a metà del 3° quarto per il +14 Suns (71-57) che non si guarderanno più indietro.

Utah Jazz – Portland Trail Blazers 92-108
UTA: Hayward 19, Favors 6 (10 rimb), Hood 10, Burke 17, Burks 21
POR: Aminu 13, Plumlee 12 (16 rimb), McCollum 27, Lillard 35, Harkless 15 (10 rimb)

Damian Lillard dice 35 con 14/27 dal campo e Portland vince a casa dei Jazz; Portland prende subito le redini del match e toccherà anche il +14 (60-74) sul finire del 3° quarto stoppando sul nascere il tentativo di rientro dei padroni di casa.

Golden State Warriors – Los Angeles Clippers 112-108
GSW: Barnes 17, Green 10, Ezeli 12, Thompson 16, CUrry 31
LAC: Griffin 23 (10 rimb), Jordan 11 (13 rimb), Redick 13, Paul 24

CurryPartita della notte nella baia dove Warriors e Clippers si giocavano l’imbattibilità e, tanto per cambiare, Stephen Curry ha fatto la differenza trascinando i suoi a strappare il referto rosa; a 77” dalla fine DeAndre Jordan fa 1/2 dalla lunetta per il +1 Clippers (105-106) neanche 9” dopo ecco la tripla di “Chef” Curry per il contro-sorpasso!
L.A non segnerà più dal campo per più di un minuto con Curry che dalla lunetta allungherà sul +4 (110-106), Paul accorcia a 13” ma Klay Thompson sarà prima chirurgico dalla lunetta per il 112-108 e poi perfetto in difesa con la stoppata ai danni di Jamal Crawford.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B