Kobe Bryant al MSG, sarà l’ultima volta?

Se c’è un’arena che Kobe Bryant (37 anni) ami anche forse più dello Staples Center quello è il Madison Square Garden di New York Knicks, per la città, l’ambiente, i personaggi nelle prime file con Spike Lee in primis e perché lasciare il segno in quella che è definita “The World’s Most Famous Arena” ha sempre il suo fascino.

Kobe lo lasciò pesantemente il 2 febbraio del 2009 con 61 punti a referto, stasera alle 21:30 ora italiana potrebbe essere la sua ultima volta sul parquet della Grande Mela; secondo molti il suo tour d’addio è cominciato in quel di Brooklyn giovedì notte, finché non sarà lui stesso a dire ufficialmente basta la speranza di vederlo ancora in campo vive, anche se le ultime dichiarazioni sono un piccolo indizio, così a Baxter Holmes di ESPN nel post-partita di Brooklyn:

Se oggi mi chiedeste se questa sia la mia ultima stagione stagione, vi risponderei che potrebbe ma mai dire mai, prendiamo quello che arriva e quel che succederà succederà. Se io volessi continuare a giocare ce la farei, assolutamente, la vera domanda è se io lo voglia ancora.

Poi ha parlato della trasferta al 4 di Pennsylvania Plaza con ancora un piccolo ma prezioso indizio:

Cerco sempre di dare un’occhiata in giro, di abbracciare il momento e sentire l’energia un po’, se questa volta sarà un po’ diverso? Si! Si, sarà un pochino diversa dalle altre volte ma cercherò di lasciare fuori questo blocco e andare fuori a giocare.

Oltre ai 61 punti la relazione tra il “Black Mamba” e il Garden ha vissuto altri episodi come il suo 1° punto in NBA arrivato dalla lunetta il 5/11/1996 o all’All Star Game del 1998 quando fece capire a tutti che non era uno dei tanti per non parlare dei teatrini a bordo-campo con Spike Lee.

Peccato che il palinsesto TV non si stato benevolo con l’Italia, alle 21:30 su SKY Sport 2 andrà in scena il match tra Cleveland e Indiana.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B