Milwaukee batte LeBron, Clippers di forza!

Los Angeles Clippers – Detroit Pistons 101-96
LAC: Griffin 34, Jordan 10 (16 rimb), Crawford 27, Rivers 13
DET: Ilyasova 20, Drummond 18 (19 rimb), Caldwell-Pope 10, Jackson 20

CrawfordI Los Angeles Clippers, ancora privi del duo Paul-Redick, domano Andre Drummond e i Pistons grazie ai 71 punti combinati da Jamal Crawford (37) e Blake Griffin (34); Detroit mette le mani sul match entrando nel 3° periodo avanti 51-63 ma i Clippers no demordono, rientrano e se la giocano punto-a-punto. A 53” dalla fine Drummond fa 2/2 dalla lunetta per il -1 (94-95), Paul Pierce va per la giugulare ma sbaglia la tripla, sbuca Griffin che cattura il rimbalzo e successivamente realizzerà il tiro del +3 (97-94) con 17” da giocare!
Dopo i giri in lunetta di Jackson e Crawford Clips ancora avanti di 3 (99-96) ma con Detroit che ha l’ultimo possesso con 7” sul cronometro, ci pensa Caldwell-Pope ma la sua tripla non troverà il fondo del canestro

Washington Wizards – Orlando Magic 108-99
WAS: Humprgies 23, Poter 9 (10 rimb), Gortat 13 (10 rimb), Temple 18, Wall 15 (11 ass)
ORL: Harris 10, Vucevic 19 (13 rimb), Fournier 18, Payton 17, Gordon 12

Dopo 3 sconfitte consecutive tornano a vincere i Washington Wizards battendo in casa i Magic; uomo partita Khris Humphries, a 5’30” dalla fine Magic avanti 86-90, break di 11-1 con ben 2 triple dell’ala bianca con la seconda che vale il +6 (97-91) Wizards a 3’23”, Humphries si ripeterà ancora da dietro l’arco a 62” dalla conclusione dando il via al break finale di 7-0 col quale Washington chiuderà i giochi.

Houston Rockets – Dallas Mavericks 98-110
HOU: Jones 23, Capela 7 (10 rimb), Harden 25 (10 ass), Terry 19
DAL: Villanueva 19, Pachulia 10, Felton 23, Williams 11, Powell 13, Harris 15

Malgrado la T-Shirt “Clutch City” continuano le difficoltà in casa Rockets, sconfitti in casa nel derby dai Dallas Mavericks privi di Dirk Nowiztki; partita già segnata dopo i primi 24’ con gli ospiti avanti 34-57 con James Harden autore di 4 punti con 0/10 dal campo e un +/- di -23!
Houston proverà a rientrare ma arriverà massimo fino al -12

Milwaukee Bucks – Cleveland Cavaliers 108-105 2OT
MIL: Antetokounmpo 16 (11 rimb), Parker 12, Monroe 16 (17 rimb), Middleton 11, Carter-Williams 17, Bayless 17, Vasquez 13
CLE: James 37 (12 rimb), Love 24 (14 rimb), Smith 10, Jefferson 14

ParkerLeBron James (37 punti) e i Cleveland Cavaliers cadono dopo ben 2 tempi supplementari in quel di Milwaukee con i Bucks trascinati dal duo Carter-William/Bayless; ad inizio 4° periodo i padroni di casa toccano il +11 (82-71), Cleveland non molla e a 16” dalla sirena LeBron (autore di 11 punti nel 4°) schiaccia per la parità a quota 88, Bucks con l’ultimo tiro ma Bayless lo sbaglierà.
Il copione è lo stesso anche nel 1° overtime, LeBron pareggia sul 96-96 a 32”, stoppa Bayless a 9” e sarà lui a prendersi l’ultimo tiro ma niente Buzzer-Beater per lui.
Si va al 2° extra-time dove ecco sbucare Greivis Vasquez, sua la tripla spacca partita a 1’53” per il +4 Bucks (106-102), i Cavs non segneranno più dal campo se non a 27” con la tripla di J.R ma sarà inutile.

San Antonio Spurs – Philadelphia 76ers
SAS: Anderson 10, Aldridge 17 (19 rimb), Duncan 15, Parker 16, West 10
PHI: Grant 12, Okafor 21 (12 rimb)

Pure senza Kawhi Leonard e Manu Ginobili non ci sono stati problemi per i San Antonio Spurs contro i Philadelphia 76ers che, ancora una volta, vedono lo 0 nella casella vittorie prime 10 partite;
dopo aver chiuso il primo tempo avanti 43-37 i texani chiudono i giochi nel 3°, 33-21 col 55% per gli uomini di Popovich, dal +4 al +16 (76-60 con LaMarcus Aldridge già in doppia-doppia con 15 punti e 13 rimbalzi.

Phoenix Suns – Denver Nuggets 105-81
PHX: Chandler 11, Knight 10, Bledsoe 30, Goodwin 12, Teletovic 11
DEN: Mudiay 13, Barton 19 (12 rimb)

Italian Job: Gallinari 8 pt (1/7, 1/5, 3/3), 4 rimb (2 off), 2 ass, 1 stop in 23’

Grazie ad un super primo tempo i Phoenix Suns archiviano dei freddi Denver Nuggets (34/98 dal campo) con ancora un grande Eric Bledsoe; l’ex Clippers realizza 18 dei suoi 30 punti nei primi 24’ trascinando i suoi all’intervallo lungo avanti 60-28, Denver 22% dal campo (11/50)!

Golden State Warriors – Brooklyn Nets 107-199 OT
GSW: Barnes 13, Green 16 (10 rimb, 12 ass), Curry 34, Iguodala 15, Bogut 10 (18 rimb)
BKN: Young 26 (10 rimb), Lopez 18, Hollis-Jefferson 7 (13 rimb), Jack 28

Italian Job: Bargnani 4 pt (2/4), 1 rimb in 8’

CurryGolden State centra l’11esima vittoria ma ha dovuto sudarla e non poco contro i Nets, un tempo supplementare con Tripla-Doppia di Draymond Green (16+10+12) e 34 punti di Steph Curry che taglia un traguardo molto importante per lui*; 1° quarto dominato dai Nets che volano sul +15 (21-36), Golden State rimonta ma a 9” dalla sirena finale sono sempre i bianco-neri ad essere avanti 94-97!
La tripla del pareggio arriva a 5” ed è firmata…Andre Iguodala con i Nets che si mangeranno l’ultimo tiro con Brook Lopez!
Nell’extra-time non c’è storia, 10-0 Warriors nei primi 4’ e imbattibilità salvata.

* Grazie alle 5 triple di stanotte Stephen Curry ha superato il numero di triple realizzate da suo papà Dell, 1248 (in 427 partite) contro le 1245 (in 1083 partite) del vecchio!

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B