Tensione ai Rockets, colpa di James Harden?

Ci sono voluti i 45 punti James Harden (26 anni), una rocambolesca tripla allo scadere di Corey Brewer (29 anni) e un tempo supplementare agli Houston Rockets per strappare il referto stanotte contro i Portland Trail Blazers nella prima da Head Coach di J.B Bickerstaff, ma i dubbi sulla franchigia texana rimangono…soprattutto dentro lo spogliatoio.

Il GM Daryl Morey ha comunicato che non si cercherà un sostituto di Kevin McHale e che si proseguirà fino alla fine con Bickerstaff che, tradotto, è un’auto-gestione condotta da Dwight Howadrd (29 anni) e dallo stesso Harden, proprio il “Barba” è al centro delle critiche per il suo atteggiamento all’interno della squadra; Jeff Zillgitt di USA Today ha rivelato che durante il meeting tra giocatori tenutosi martedì McHale sarebbe stato il bersaglio e che Harden abbia creato un clima di tensione tra i compagni di squadra per spingere all licenziamento dello stesso coach.

Sul fatto che Kevin McHale sia stato il bersaglio del meeting non vi erano dubbi visto che 24 ore dopo è stato licenziato, che la parola di Harden, e quella dell’amico Howard, sia stata quella decisiva sul futuro dell’allenatore non c’è da discutere, sull’atteggiamento di questo inizio stagione qualcosa da dire ci sarebbe; i numeri dicono di un triste 37% dal campo e 26% da 3 con tante e troppe forzature, difendere neanche un accenno e con lui in panchina i Rockets tirano meglio dal campo, soprattutto da 3.

La relazione fuori dal campo con Klhoe Kardashian dove lei è ancora legalmente sposata con Lamar Odom ma allo stesso tempo fidanzata dell’ex Thunder, la spasmodica ossessione nei confronti di Stephen Curry (27 anni) dopo la scorsa annata con conseguente voglia di dimostrare di essere il migliore potrebbero essere alcuni dei fattori che stanno complicando questo avvio di stagione del “Barba”.

Niente è perduto, sono passate appena 12 partite di questa stagione 2015/16, McHale è andato e la squadra adesso è nelle sue mani, che sia la svolta? Voi cosa pensate? VOTATE nel sondaggio!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B